10 motivi per NON comprare un’auto Diesel

Giusto per sfatare il FALSO mito per cui converrebbe acquistare un’automobile diesel anzichè a benzina.

Ultimo aggiornamento del 05/02/2010
*Le precisazioni in corsivo e in grigio sono state aggiunte su segnalazione di diverse centinaia di utenti! Le avrei messe prima, ma non mi aspettavo una diffusione del genere (ndr)
  1. Il prezzo: Il motore Diesel non è poi così più complesso di quello a benzina per giustificare una differenza di prezzo così alta. (si tratta di vere e proprie speculazioni di mercato)
    Alcune auto diesel di media categoria arrivano a costare anche 5.000 Euro in più (su un totale inferiore a 25.000) rispetto al corrispondente modello benzina
  2. Intervalli di manutenzione (tagliandi): sono molto più costosi e  più frequenti.
    Ho sentito persone sorprese dal fatto che con i nuovi diesel l’intervallo di manutenzione è ampio; oltre 20.000 Km
    Bene: forse non sanno che l’equivalente motore benzina ha intervalli di manutenzione normalmente lunghi il doppio (almeno il 150%).
  3. Costi di manutenzione:
    I costi di manutenzione/riparazione dei diesel sono mediamente DOPPI a quelli di un benzina (controllate pure). Il motivo principale sta nel fatto che ci sono più parti soggette a usura e/o possibile rottura per usura (che ovviamente non è coperta dalla garanzia; vedi punto 6).
  4. Durata del motore: i moderni motori diesel hanno una durata pari a quella dei vecchi diesel; vale a dire una lunga durata.
    Peccato che nel frattempo i motori benzina si sono “modernizzati” a tal punto da durare …di più!
  5. Confort:
    A meno che non si tratti di un bisonte (un mega pick-up alla Chuck Norris) le vibrazioni e il rumore dei motori diesel sono ancora una triste realtà. Basta provare: dopo una giornata sui costosi mezzi aziendali diesel… salgo su di una economica automobile a benzina e accendo il motore 2 volte: la differenza di rumore/vibrazioni è talmente notevole che passando da diesel a benzina non ci si accorge di avere il motore acceso.
  6. “quello che non c’è non si può rompere” (cit. di H. Ford): per far si che i moderni motori diesel possano avere la stessa potenza e risposta dei benzina sono stati sviluppati e applicati vari dispositivi teNNologici come il “turbo costante” (ogni brevetto ha il suo nome, ma fondamentalmente è sempre la stessa cosa), una specie di compressore volumetrico/turbina sempre attivo/a sin dai bassi regimi.
    Un altro dispositivo atto a questa funzione è il sistema di iniezione elettronica che gestisce il carburante sottoponendolo a pressioni elevate.
    Tutti questi accrocchi sono delicati
    a tal puto che “una piccola quantità di acqua o di impurità nel gasolio può passare oltre il filtro principale e distruggere il sistema di valvole dell’iniezione in modo irrecuperabile” (parole di un meccanico qualificato di una delle tante famose diffussissime marche di automobili che produce motori per tante altre e che ovviamente non posso citare).
    Aggiornamento: mi ha dato il permesso di citarlo ;-) ..si tratta di un meccanico Peugeot/BMW (i motori in questione condividono gran parte della meccanica)
  7. I consumi:
    Un motore diesel consuma meno del benzina…. ma siamo sicuri?
    Dipende sempre da che tipo di auto si parla (immaginate i SUV), in ogni caso se si vogliono le stesse prestazioni di un benzina (o imitarne le emozioni) bisogna “schiacciare” a fondo il pedale dell’accelleratore; in quel momento i consumi salgono alle stelle e superano quelli di un benzina a parità di potenza.
    (anche perchè nel contempo il propulsore deve “far girare” tutti gli accrocchi di cui al punto 6)
    *inteso nella guida sportiva, superando il regime “chiodo” canonico dei 4.000 giri
  8. Il carburante diesel costa meno: ???
    Non più. E comunque, anche se fosse, basterebbe il punto uno (1) di questa lista per invalidare l’ipotetico “risparmio”; ..figuriamoci se consideriamo gli altri sette (7) capitoli.
    Quanto tempo e chilometri ci vogliono per ammortare il costo aggiuntivo della vettura, dei tagliandi, del bollo, etc.  di un diesel …calcolato sul risparmio del carburante? Secoli.
    *minimo 18/25.000 all’anno
  9. Inquinamento (e norme accessorie):
    Credete veramente che il diesel “euro 4/5/6/x” inquini meno del benzina? Allora perchè nella tabella di abbattimento dell’inquinamento cittadino vengono considerati vietati i veicoli benzina di una categoria e, a parimerito, i diesel di quella superiore?
    Esempio: nel 2008 a Pavia è spesso vietata la circolazione dei veicoli euro 0 (Zero) a benzina e euro 1 (uno) diesel e i 2 tempi. Per non parlare del FAP: di serie, non di serie, che spurga, che non spurga, etc.
    Il punto 9 non necessita di ulteriori commenti.
    *Milano ha ufficialmente bandito gli euro 4 diesel con FAP di serie all’inizio del 2010
  10. Conversione a GAS: Provate a convertire un diesel ad alimentazione GAS.
    Normalmente non sarebbe possibile; oggi i potenti mezzi della teNNologia permettono delle conversioni parziali di dubbia sicurezza/economia (il consumo di gas è pauroso).
    Oltretutto il costo di queste conversioni è da ipoteca sul mezzo (altissimo).
    *In molti Paesi queste conversioni sono state vietate

In verità potrei continuare, ma -semplicemente- non mi va :-)

Fate voi i vostri conti e poi decidete di conseguenza, ma ricordate che la speculazione e la “psicosi collettiva”, in economia, è sempre in agguato. Il costo del carburante diesel, in rapporto alla benzina, si è moltiplicato in modo incomprensibile… (per creare un litro di benzina ci vuole più lavorazione e più soldi/tempo: perchè cacchio costano uguale allora?)

I motivi? Uno è certamente che comprano tutti diesel.

*Attenzione: noto diversi commenti (in giro) che propongono di abolire questa pagina, ma sono privi di argomentazioni da mettere al confronto. Il motivo di tale astio è da ricondursi al fenomeno per cui se si sono già spesi un bel po’ di soldi per prendere un’auto nuova (diesel, ovviamente) c’è la naturale reticenza ad ammettere di non aver bene fatto i conti. Non fatevi consigliare da chi si è sbancato per comprare il diesel e non ammetterebbe mai lo sbaglio: meglio sentire più pareri, benzinari compresi.

Cia’!

About these ads

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

901 Risposte to “10 motivi per NON comprare un’auto Diesel”

  1. Stefano Says:

    Ciao!
    Ho letto con interesse l’articolo. Mi piacerebbe rispondere accuratamente poiche’ e’ ben strutturato ma, in alcune parti, pecca di approssimazione.
    Riprendo i vari punti anticipando che un motore diesel *puo’ convenire*, a patto che non sia su una utilitaria che effettua 5 chilometri al giorno (e in citta’).

    1) in alcuni casi e’ cosi’ ma in molti altri il prezzo e’ praticamente equivalente a quello del benzina pari potenza. Esempio pratico: una Golf 1.6 benzina costera’ meno di una 1.9 TDI, ma sara’ anche meno potente. Per avere la stessa potenza devi prendere un 2.0 (benzina) e, alla fine, ti costa praticamente come il TDI.

    2) in molti casi questo non e’ vero: la mia BMW prevede un tagliando ogni 30mila km, cosi’ come la mia ex Golf. Alcune vetture italiane hanno intervalli di manutenzione diversi, ma questo non vuol dire che tutte le diesel mostrino questa caratteristica.

    3) anche qui dissento: il mio meccanico mi ha confermato che, in media, il proprietario dell’equivalente a benzina della mia vettura spende un 7/8% in meno di me. C’e’ da considerare che chi compra una vettura a benzina di solito la stressa meno e percorre meno chilometri, incorrendo quindi intrinsecamente in una minore manutenzione.

    4) assolutamente falso. Da molti anni sia i benzina che i diesel vengono progettati per una durata (senza grosse manutenzioni) di circa 240.000 chilometri (fonte: quattroruote). In merito alla maggior durata dei motori a benzina, non saprei. Mai vista una vettura a benzina con piu’ di 200.000 km, per cui non posso parlare, mentre ho visto vetture diesel (incredibili e da pazzi) con un milione di km. Mercedes e Volvo, per l’esattezza. E qualche Peugeot.

    5) qui hai totalmente ragione. Possono mettere tutti i pannelli e barre che vogliono, le auto a gasolio sono piu’ rumorose e vibrano molto di piu’. Questo causa anche maggiori sollecitazioni sulla componentistica (e sulle “plastiche”), aumentando anche l’incidenza dei rumori “di carrozzeria”

    6) vero anche questo: sotto alcuni aspetti sono piu’ delicati, e se ne sentono molte. Gran parte della responsabilita’ ricade comunque sui gestori degli impianti: sanno di poter “manomettere” il gasolio molto piu’ che la benzina in quanto se un tir incamera 10 litri di acqua su 200 cammina lo stesso, se lo fa una Punto 1.2 a benzina (facendo le dovute proporzioni) a malapena riuscira’ ad uscire dall’impianto

    7) beh, il discorso consumi e’ sempre molto delicato. Una Punto 1.3 Multijet, guidata con cura, arriva anche a 23/24 km/l. L’equivalente a benzina puo’ arrivare a 16/17. La differenza c’e’, specialmente nelle medie percorrenze (> 20 km)
    Nel mio caso, rispettando i limiti e guidando normalmente, riesco a stare sempre intorno ai 20 km/l (BMW Serie1). L’equivalente a Benzina difficilmente si avvicina ai 14/15.

    8) questo e’ vero. E’ in atto una speculazione pazzesca da parte dei petrolieri. Chi compra auto a benzina, di solito, percorre meno chilometri di chi compra un diesel (anche perche’ i pullman sono a gasolio, cosi’ come i tir, i mezzi da lavoro, le ambulanze, ecc.). Per capirci: molti utenti delle auto a benzina possono ridurre i propri spostamenti al minimo, chi ha un diesel (e ci lavora) spesso non puo’

    9) Perche’ percentualmente i veicoli a gasolio sono molti di piu’ di quelli a benzina, considerato che ci sono anche i mezzi pubblici e quelli da lavoro. I due motori hanno emissioni chimiche molto diverse e queste devono essere tenute entro certi limiti. Se girano 80 auto a gasolio e 50 a benzina, e’ chiaro che debbano arrivare allo stesso livello di “scarti”.
    Devo inoltre dire che alcune amministrazioni comunali si “inventano” i blocchi di certe tipologie di auto solo per incassare le multe.

    10) beh, qui ci arrampichiamo sugli specchi: i motori a gasolio nascono in un certo modo e, per progetto, non sono trasformabili a metano/gpl/quantaltro simile alla combustione della benzina. Non ha senso “trasformare” a gas un motore a gasolio. E’ come se uno dicesse “il pannello solare non conviene perche’ se volessimo farlo produrre utilizzando il petrolio sarebbe troppo costoso da modificare”…
    No, dai, questa te la boccio del tutto! :-)

    Ripeto la premessa: l’auto a gasolio puo’ convenire (e molto), a patto di percorrere almeno 20/30 mila km annui. Bisogna scegliere il modello giusto e sperare che questa speculazione sui prezzi di combustibili si arresti.

    I motori a gasolio hanno anche vari vantaggi, tra cui la maggior coppia (in autostrada o su strade di montagna puo’ far comodo), non prendono fuoco, scaldano meno. Ma, ripeto, ognuno deve scegliere in base alle proprie esigenze e non per “moda” o per “partito preso”.
    Fino ad alcuni anni fa non volevo sentir parlare di diesel, mi erano antipatici. Oggi riconosco che, per quelle che sono le mie esigenze, essi sono i propulsori piu’ indicati.

  2. bruce0wayne Says:

    Devo ammettere che il tuo commento è ben gradito e chiarificatore.. anzi: per chiarire meglio alcuni punti posso risponderti!

    1> Non sono un esperto di Golf, ma riguardo l’esempio che dai bisogna far presente che normalmente i motori diesel sono *meno potenti* a parità di cilindrata: attenzione…

    Il fatto che oggi possa accadere che un 1.6 benzina sia più potente di un 1.9 diesel può essere imputato ad un solo fattore: il diesel è “più spinto”.
    Un motore “pompato” con turbo e turbini vari è -di fatto- più soggetto a manutenzione e possibili guasti. Per non parlare della durata: minore.

    2> non tutte le diesel devono fare tagliandi frequenti, ma saranno *al massimo* pari a livello di kilometraggio rispetto al benzina (a parità di categoria di auto ovviamente).

    3> la differenza è potenzialmente molto più alta del 10%. Questo proprio alla luce di quanto scritto nel punto 1 e 2 di questo commento: più accrocchi da mantenere (per avere uguale potenza) = più costi.
    Poi mi pare di capire che la tua auto non è proprio una di media categoria o un utilitaria.
    Infatti queste differenze di costi aumentano in modo impressionante man mano che si scende di categoria (chi più spende meno spende [se ha da spendere] all’inizio).

    4> per conto mio posso portarti l’esempio della mia 206 benzina a confronto di una Clio 1.6 diesel (pari potenza).
    La Clio ha distrutto la turbina a 130.000 Km (valore del danno pari a quello dell’auto che ha 4 anni).
    La mia è a 170.000 e non ho ancora cambiato una vite (aspirato).

    7> E’ vero che il discorso consumi è “delicato” :-) Dipende da persona a persona, ma di fatto (per pompato che sia) un diesel deve tirare fuori da un idrocarburo impuro/grezzo la stessa potenza che un benzina eroga alimentandosi con carburante più “raffinato”.

    Il segreto dei diesel è sempre stato il tipo di utilizzo: autostradale o cmq a lunga percorrenza. E’ (quasi) ovvio che in tali condizioni i consumi sono minori.
    Oggi invece, con l’introduzione dei “piccoli diesel”, questi motori li usano anche per bruciare i semafori in città… e li il discorso consumi si uniforma abbastanza. Basti pensare che la “grande Punto” ha la centralina mappata in modo da *non aprire il gas* (anche se pialli il pedale dell’acceleratore) fino a quando non arriva ad almeno 2.250 Giri/min. ..altrimenti consumerebbe come un cammello in sosta.

    9> sul punto 9 devo indagare 8-) ..però le macchine di analisi dei fumi s’impennano se le tari per un benzina e le attacchi a uno scarico diesel.

    10> Anche i motori a benzina “nascono in un certo modo” :-o per bruciare benzina! ..mi pare ovvio. Il gas o gpl non è un optional, ma può esserlo vista la compatibilità dei due sistemi di combustione.
    Si tratta di una combinazione di fattori tecnici per cui non c’è ne’ merito ne’ colpa: è così.

    Per la storia dei tanti o pochi chilometri ti posso dar ragione, ma dimentichiamoci tutti i “vecchi” know how benzina/diesel, perchè non sono più una realtà. Oggi il diesel non viene più fabbricato come “macchina da lavoro” (non tutte le categorie e non tutte le auto); per cui: attenzione alla fregatura!

    Ciao e grazie!

  3. bruce0wayne Says:

    Ops.. nel punto 1 del commento ho invertito diesel e benzina 8-)

  4. Stefano Says:

    Grazie per la risposta. E’ bello riuscire a scambiare opinioni in maniera costruttiva!
    Che sfiga pero’ per la Clio… io non ho particolare simpatia per le auto francesi, ci sono alti tassi di guasti “bizantini” (al pari delle italiane). Pensa che un mio conoscente s’e’ trovato con una Megane di 2 anni (e 30.000 km) in fiamme in autostrada e nessuno ha saputo dare una spiegazione…alla faccia degli interruttori inerziali! :-)
    Concordo sul fatto che la turbina e’ fonte di potenziali problemi: “comprimendo” genera comunque delle pressioni e delle vibrazioni forti, piu’ soggette a guasti. Ricordo anche alcuni TDI del gruppo VolksWagen, montati su Audi, che spaccavano tutto a 100.000 km. Troppo compressi.

    Sul resto direi che ci siamo, nel senso che la logica e’ chiara e valida. Volevo solo aggiungere una piccola cosa al punto 10: la differenza tra il benzina e diesel, sulla trasformazione a GPL, nasce dalla diversa tipologia di combustione: nel benzina si deve produrre una scintilla che, incendiando la benzina stessa, muove il pistone (approssimando molto il processo), il motore diesel “comprime” il gasolio che esplode e muove il pistone.
    Il GPL e il Metano non mostrano comportamenti particolari in caso di compressione ma sono incendiabili, per cui un motore a benzina ha gia’ “intrinsecamente” delle facilitazioni legate alla sua natura mentre il diesel, non producendo scintille, e’ molto meno adatto.

    Comunque se oggi dovessi scegliere prenderei un’auto a metano o GPL: la prima per i consumi (peccato i pochi distributori), la seconda perche’ comunque permette di avere *anche* la benzina e mantenere basso l’impatto sulle prestazioni.

    Ciao!

  5. angelo 90 Says:

    volevo un consiglio sn un neo patentato e devo prendere una bmw serie xo nn so se prendere 118d o il 116 benzina mi anno detto ke la manutenzione come o letto qui e di meno x i motori benzina,xo o pure letto ke il diesel arriva 20 a litro e la benzina 14/15 ke mi consigliate sn in tilt grazie a ki mi da questo consiglio

  6. bruce0wayne Says:

    Penso che dipenda molto dall’uso che pensi ne farai. Si tratta di un’auto di categoria “alta”, per cui certe differenze a sfavore del diesel sono un po’ “assottigliate”.

    Se pensi di fare tanti kilometri (ma tanti) e non intendi passare ad alimentazioni alternative (GAS, GPL) conviene il diesel: MA SOLO se la differenza di prezzo con il benzina è meno di 2000 euro e se hai in programma di tenere la macchina per più di 3 anni.

    Se invece pensi di cambiarla prima di 3/4 anni, oppure pensi di non fare tanti kilometri, oppure non hai intenzione di installare (o farlo fare direttamente dal concessionario) l’impianto GPL/GAS: la sola differenza di prezzo e di manutenzione vanifica ogni prospettiva di risparmio.. e ti conviene a ragion veduta il Benzina.

  7. Alessandro Says:

    Io sono quasi completamente contrario a quelle “regole” che hai detto! Io sono un neopatentato ed ho una panda 1.3 multijet da 75 cv. Mi trovo benissimo anche se faccio circa 10.000 km all’anno. Va più veloce della panda 1.2 benzina e, prima di avercela guidavo la focus 1.6 benzina di mio papà. Con la focus in partenza in salita ero accidentato, invece adesso con la panda diesel faccio meno fatica. Ah… ora che mi viene in mente: in normale partenza la focus mi si spegneva quasi sempre, invece la panda mi si spegne solo in rari casi. Comunque mio zio ha la golf 1.9 TDI e l’accelerazione fa paura!!!!

  8. angelo 90 Says:

    io penso di tenerla 2 tre anni massimo xo mi anno detto una cosa ke se compro un benzina poi e dificila venderla invece il disel si vende ora bho sono confuso ce ki mi consiglia il disel e ce ki mi consiglia la benzina.
    confuso totale cmq grazie ke ai risposto alla mia domanda ora e vero quello ke mi anno detto ??non ne ke spendo circa una 20 milla di euro e poi nn la posso vendere ?? xke nn si vende il benzina ??

  9. bruce0wayne Says:

    @angelo90:
    In realtà il mercato premia la tendenza e la convenienza.
    La tendenza è una cazzata: come la moda: non si basa su una vera e propria ragione, ma va dove tira il vento.
    La convenienza è la forza della ragione applicata all’economia: si compra (anche spendendo di più) per far fruttare il proprio acquisto al meglio delle proprie pretese.

    Ora ti svelo il mistero:
    Per “tendenza” ancora oggi si è abituati a voler comprare diesel; per cui c’è maggior richiesta e si vende di più.
    Per “Convenienza” si fa la scelta migliore e si compra anche controtendenza.
    La convenienza normalmente arriva DOPO la tendenza.

    Per quanto riguarda le automobili, solitamente, c’è una distanza di 2 o 3 anni, prima che la gente si renda conto che la tendenza è errata.

    Per cui, senza pretese di poter assicurare nulla per il futuro, posso affermare con relativa certezza che quando il diesel e la benzina costeranno 2,00 euro e più al litro… cercheranno tutti un usato BENZINA da convertire (o già convertito) a GPL/GAS.

    Già oggi ci sono persone che cercano usato convertito a gpl, e di sicuro non cercano diesel convertiti: non esistono!

  10. fabio Says:

    ciao a tutti…anche io sono di fronte ad un grande dilemma diese o benzina. arrivato a 40 anni voglo esagerare e quindi voglio acquistare una bmw 320 coupe, e qui il bello…..il diesel costa circa 3200 euro + del benzina….faccio circa 25000 km l’anno, ho avuto sempre macchine a benzina (ultima slk con cui sono riuscito a fare 13,5 km/l a max 150), e…..
    insomma…..i costi maggiori del diesel sono i tagliandi??…assicurazione..perchè??
    in ogni modo ho il grande presentimento che ra 34 anni tutti vorranno un benzina per……convertirlo….
    ciaoa tutti fabio

  11. bruce0wayne Says:

    Caro Fabio, Sì: è proprio così.
    In 25.000 Km in un anno, calcolando il minore consumo del diesel (che fa da 15Km/L a 20Km/L) e la differenza di prezzo: per ammortare i 3.200 euro in più, salvo sorprese dei prezzi carburante, dovresti non andare mai dal meccanico e sperare che l’auto non se ne accorga!

    Per annullare il risparmio su 25/30.000 Km/anno bastano i soli 3200 euro in più del prezzo.

    Per tentare di rispondere alle domande (retoriche?) che ti fai: i costi maggiori sono sia per i tagliandi che l’assicurazione (e persino il bollo).

    Gli ultimi 2 vengono ancora calcolati a cilindrata; il tagliando invece costa di più per motivi commerciali e per quanto scritto ai punti 2, 3 e 6 dei 10 motivi elencati in questa pagina.

    Ciao!

  12. Roberto Ruppolo Says:

    Una correzione:
    “ma di fatto (per pompato che sia) un diesel deve tirare fuori da un idrocarburo impuro/grezzo la stessa potenza che un benzina eroga alimentandosi con carburante più “raffinato”.”
    Il gasolio rende più energia della benzina, per questa ragione si percorrono più chilometri per litro di gasolio rispetto la benzina.

  13. Pier Says:

    Ciao a Tutti… sono oramai costretto a rottamare la mia eroica
    Seat Ibiza 1.4 benzina con 250000 Km fatti.
    Il papà della mia ragazza insiste per aquistare un diesel.
    Io, vista l’esperienza positiva vorrei optare per un Altea 1.4 benzina su
    cui montare l’impianto GPL.
    All’incirca percorro 15000 Km all’anno.
    Che ne pensate? Grazie. Pier

  14. bruce0wayne Says:

    Per Pier:
    Penso che per 15.000 Km all’anno prendere un Diesel di media categoria è un errore. Un errore anche perchè almeno una volta all’anno ti tocca fare il tagliando (anche se non raggiungi il nr. di chilometri prefissato) e spenderesti un capitale che andrebbe quantomeno ad azzerare il risparmio dei minori consumi del diesel.

    A parer mio ti conviene comprare un benzina, possibilmente già convertito dal concessionario (se insisti te lo fanno).

    Consigli riguardo l’acquisto dell’auto nuova li puoi trovare anche nell’articolo a questa pagina: link (clicca)

  15. Pier Says:

    Grazie per il consiglio.

    In effetti il concessionario mi ha già proposto l’installazione
    da parte loro dell’impianto GPL prima della consegna della
    vettura per non avere problemi con la garanzia.

    Ciao.

  16. Luca Says:

    ciao ragazzi, non sono un appassionato di motori,infatti visito questo blog per chiedervi un consiglio.

    dovrei comprare una macchina……….
    sono di fronte ad una scelta:

    grande punto 1.2dynamic benzina, anno 2007,75cavalli, prezzo8800euro
    grande punto 1.3 multijet dynamic,anno 2007,75cavalli, prezzo 9800euro

    nn faccio più di 15000km l’anno

    vi ringrazio

    ciao

  17. bruce0wayne Says:

    per Luca:
    Se fai “solo” 15.000 Km all’anno ti conviene il benzina per i seguenti motivi:
    – costa 1.000 euro in meno
    – costano meno i tagliandi
    – la versione 1.3 diesel multijet della Grande Punto è uscita in 2 versioni; una delle due è piena di problemi, tantissimi, dall’autoradio alle guarnizioni delle portiere (roba da incubo)
    – ci sono meno probabilità di avere guasti al motore e in caso di eventuale guasto: costerebbe meno la riparazione
    – gli intervalli di manutenzione sono più ampi
    – un domani puoi convertirla a GPL o Gas
    8-)

  18. Walter Says:

    Ciao, a questo punto avrei però una domanda: in seguito ad un incidente autostradale ho dovuto comprare una nuova autovettura, anche se usata.
    Alla fine, ho optato per un Peugeot 206sw xs (1.4 90cv) – macchina non di ultimo pelo, ma che a me è sempre piaciuta- al prezzo di 7.500€ (’04 – 30.000km).
    Ho “perso” però l’occasione di prendere una Ford Focus 1.8 TDCI (altra machcina che mi piace molto), dello stesso anno e con lo stesso chilometraggio della Peugeot, al prezzo di 7.000€. E’ chiaro che si tratta di una macchina di categoria superiore, ma confrontando consumi (di parecchio inferiori della Focus), bollo + assicurazione (ovviamente più alti nella Focus), mi è venuto il dubbio che quasi quasi mi sarebbe convenuto prendere la Ford (considerate anche le prestazioni nettamente superiori). Ah, dimenticavo: faccio mediamente 15.000 km l’anno. Ho fatto bene – in termini economici – a prendere la Peugeot?

  19. bruce0wayne Says:

    per Walter:
    Se fai così pochi chilometri all’anno: hai fatto bene a prendere il benzina.

    Perchè anche se non fai strada: il tagliando va fatto comunque almeno una volta all’anno; e quello che risparmiavi in diesel lo perdevi in bollo, assicurazione e manutenzione …senza dubbio!
    :-)

  20. Salvatore Says:

    vorrei porre una domanda agli esperti di questa discussione… perche ne capisco poco di motori! a breve dovro comprare un auto nuova, con il classico dilemma “diesel o benzina” chiedendo a un mio amico mi ha detto: ascolta a me le benzina fanno schifo dopo 100.000 Km max 150.000 le puoi buttare invece le diesel durano anche 400.000Km 500.000Km.

    cosa ne pensate in merito?

    tengo a precisare che vorrei tenermi il piu possibile questa nuova auto

    che ne pensate di nissan qasqhai?

  21. bruce0wayne Says:

    per Salvatore:
    Io offrirei una birra al tuo amico, un’altra birra: perchè mi sa che ne ha bevute tante.

    Il diesel che durano più di 200.000 Km sono i motori aspirati: senza turbo e turbine del piffero; senza HD e DCI e altri accrocchi che si rompono puntualmente alla fine della garanzia e costano Nmila euro.
    Questi diesel non li fanno praticamente quasi più!

    Un benzina, per complicato che sia, se non è un turbo, dura esattamente come i vecchi diesel ..se non di più.

    Normalmente intorno ai 180.000 si rende necessario un intervento di manutenzione alle valvole e alla “testa” del motore che viene a costare dai 400 agli 800 euro, più o meno, a seconda del motore;
    Dopo di che ne fa altri 180.000.

    Considerando il tempo che ci vuole a percorrere questi chilometri e a tutti i tagliandi e gli interventi di manutenzione intermedi: il diesel non conviene, ma proprio economicamente.

    Diversa è la questione se fai tantissimi chilometri in poco tempo:
    in questo caso potrebbe convenire il diesel grazie al fatto che generalmente fa più km con un litro (calcola che i carburanti costano grossomodo quasi uguali).

    Se prendi un SUV o un “crossover” (pseudo_suv) come il Qasqhai tieni conto che quei cosi consumano sempre e comunque di più di un’auto normale: sia nei tagliandi che nel bollo, che nella manutenzione straordinaria, etc. Per cui la scelta sul diesel cade quasi automatica, ma in questo caso non è più questione di risparmio, non c’è nemmeno da chiederselo.

  22. Marco Says:

    Uffa leggendo i vostri post sono nel pallone più assoluto. Percorro mediamente 75000 km/anno praticamente stando a quanto dite dopo 2 annetti e mezzo dovrei spendere un capitale di manutenzione giunto ormai alla soglia dei 200000 km? Io optavo per un 1.6 ford accrocchio tdci :-\

  23. bruce0wayne Says:

    per Marco:
    75.000 km/anno sono tanti..
    Questo mi porta a non diffidare dai Diesel, ma a diffidare dagli accrocchi, mi spiego meglio:

    Se devi fare tanta strada come scrivi, per Benzina o Diesel che sia ti tocca prendere un motore di Grande cilindrata. E’ una scelta sensata e a ragione del fatto che più potenza un motore ha di suo e meno necessita di accrocchi che si grippano facilmente.

    Adesso vanno di moda i 1.5 Diesel ultraspinti (100cv): se devi fare tanta strada sono da evitare.
    Meglio un 1.6 o un 1.9 diesel con 110 o 120 cv (al massimo).

    Il mio consiglio si orienta sul Diesel alla luce del fatto che parli di 70.000 Km/anno: 70.000 sono un chilometraggio per cui 3/4/5 Km/litro di autonomia in più… CONTANO
    Tra l’altro un’utilitaria che arriva a 70.000 va venduta o tenuta, attendere oltre è controproducente: diesel o benzina che sia.

    Quindi:
    Prenditi un diesel almeno 1.6 e che non sia il più potente della sua gamma.
    Io prenderei un 1.9 poco spinto, se ti serve un “consiglio” puoi anche contattarmi direttamente seguendo il link “contattami” della homepage di questo sito.

    Io me medesimo ho appena cambiato un’auto e ho preso un benzina (ovviamente) perchè prevedo di fare meno di 40.000 Km/anno e ho preso un motore 1.6 che nella stesso modello di automobile viene fornito in diverse versioni: 110, 120, 150 e 180 cavalli.
    La scelta più sensata? quello da 120 cv: è resistente, non ha turbine autogrippanti, promette di durare una vita, consuma meno e la manutenzione sfiora i 110 euro all’anno al massimo.

    Ciao

  24. gianpaolo Says:

    ciao ho una seat ibiza 1.4 benzina acquistata (nuova)nel maggio del 2003,con circa 77.300km l’auto finora ha avuto solo un problema :ogni tanto si accendeva la spia generale motore….dopo tante tentativi e dopo averla portata in diversi posti mi hanno sostituito la sondalamda(non prima di avermi sostituito la bobina d’accensione,il comando dell’acceleratore,candele).UN calvario.
    Oggi sono indeciso se montare un ‘impianto gpl ocomprare un ‘auto disel usata(fiat stilo 1.9)Percorro circa 16-15.000km all’anno e se potessi tornare indietro comprerei un disel.Ora la mia ibiza devo farla vedere perchè il compiuterino di bordo mi segna una media di 12.5l/100 km!!!!! e che cosè una f1?????’!!!alcuni mi dicono che potrebbe essere il freddo di questo periodo tu cosa ne pensi??????il consumo normale dovrebbe essere i12 a litro….nn so se venderla o montare un’impianto gpl!!!!

  25. bruce0wayne Says:

    @ gianpaolo: 12 litri per 100 Km sono esagerati! O hai il piede molto pesante o l’auto ha qualcosa che non va.

    Comunque se prendi un diesel tieni conto del fatto che un eventuale “calvario” ti costerebbe molto più di quanto hai speso sulla tua per a sonda e tutto il resto. Il risparmio a livello di carburante/Km è sicuro sulle auto non troppo pesanti.. è tutto il resto che costa di più!
    Il 1.9 Fiat dovrebbe essere affidabile.. anche perchè è un 1.9: per cui se non fa 160 cavalli è un motore non esageratamente spinto e quindi meno soggetto a “calvari” onerosi.

    Se punti al risparmio ti sconsiglio un’auto usata: sono come le scatole di cioccolatini: non sai mai cosa (e come) ti capita. Se il consumo elevato della tua Seat è risolvibile.. passa al GPL o GAS: costa meno del diesel e della benza e le rogne per il motore rimangono quasi le stesse tipiche del motore benzina: poche.

  26. gianpaolo Says:

    cioa!auguri di buon anno!
    In attesa di far vedere la mia ibiza ,ho deciso di far benzina nn appena si accende la spia,mettere 20euro è vedere quanta strada faccio.
    Ma è vero che le temperature basse di questi giorni può essere conseguenza di consumi più alti?premetto che quando metto in moto l’auto la faccio girare un paio di min prima di partire.
    La macchina per il resto va bene(cinghia di distribuzione fatta;candele)e solo che rispetto alla strada che percorro spendo tanto.Il gpl lo tengo in considerazione per ammortirzare i costi,sull’usato anche io la penso come te è un pò un terno al lotto.
    ciao!!!!

  27. Fabrizio Says:

    Interessanti i vostri commenti, in definitiva bisogna scegliere x i propi gusti piaceri e esigenze. Io ho un Diesel e sono pienamente contento. Ogni volta che guido.. e percorro molti Km tornoa casa con il sorriso.
    Ciao

  28. massimiliano Says:

    ciao devo comprare una a5 2.0 e sono indeciso tra la 2.0 td 170cv e la 2.0 benzina 180 cv
    percorro circa 18000 km l’anno
    cosa mi consigli?
    grazie mille

  29. bruce0wayne Says:

    per massimiliano:
    Ti consiglio vivamente il Benzina; perchè per 18.000 Km all’anno quello che spendi in più di benzina lo recuperi con il bollo e la manutenzione, soprattutto quella straordinaria.

    Prendi in considerazione il diesel solo se intendi cambiarla prima della scadenza della garanzia: in questo modo spendi meno per il carburante e se salta la turbina (in teoria) saresti in garanzia.

    Ti scrivo questo anche alla luce del fatto che sono entrambi dei 2.0, però la differenza in potenza è poca: quindi il benzina è decisamente meno “spinto” del diesel, quindi più robusto e “maltrattabile”. 8-)
    Ciao!

  30. massimiliano Says:

    ti ringrazio tantissimo del consiglio però per quanto riguarda il bollo, questo va in base ai kw e l’a5 benzina avendo 6-7 kw in + è lei a essere leggermente + cara. poi per qt concerne la manutenzione all’audi mi hanno detto che sia sul benzina che sul diesel il tagliando si fa ogni 30000km e come costo siamo li
    e infine ho intenzione di tenere la macchina 4-5 anni e c’è da dire che il diesel non solo mantiene i 20000 euro di differenza di prezzo ma è pure + commerciabile

  31. massimiliano Says:

    2000 euro pardon

  32. bruce0wayne Says:

    massimiliano: Considera che per ammortare 2000 euro in carburante ci vogliono taaaanti chilometri.
    Se prendi il Diesel ti consiglio almeno l’estensione di garanzia (se già non c’è) a 100.000 Km, almeno ti metti al riparo dal rischio turbina grippata che ti costerebbe qualcosa come 1500 euro minimo di meccanica e manodopera
    Ciao!

  33. massimiliano Says:

    ok sulla turbina ti do ragione però nn si deve dire per ammortare 2000euro in quanto la differenza si mantiene col tempo

  34. massimiliano Says:

    nel senso fra 4-5 anni ad esempio la diesel sarà quotata 2000 euro in + della benzina dunque i soldi in + si recuperano

  35. bruce0wayne Says:

    …fino a che reggerà il mercato del diesel: ultimamente vanno bene anche le GPL: è possibile che fra 4 anni un diesel non valga più nulla perchè cercano tutti un bel 1.6 o 1.8/2.0 da allestire con impianto GPL

    …a quel punto addio 2.000 euro. Basta guardarsi in giro: adesso con la storia della crisi il GPL sta prendendo piede come fu per il diesel.

  36. gianpaolo Says:

    cioa, ricordi sono il ragazzo con la seat ibiza?
    Bene circa una decina di giorni fà ho ritirato l’auto da un meccanico il quale mi ha sostituito la bobina del del primo cilindro(la centralina nel cek-up leggeva tale guasto)questo perchè l’auto sembrava che girasse a3.Per i consumi un pò anomali mi ha detto che con il freddo le auto tendono a consumare di più.
    Ora la sto provando,ho provato a fare un test:non appena la spia della riserva si è accesa ho messo 20euro di benzina,conta che ci saranno stati circa 20-22litri di benzina ho percorso circa205km un pò in città e qulalche decine di km in provinciale prima che entrasse in riserva.
    Cosa ne pensi?

  37. bruce0wayne Says:

    uhmmm… Se l’auto mangia olio allora ha qualche problema, altrimenti è proprio un motore che beve un po’ ..anche se 10 con un litro in città non è molto strano. Un diesel nelle stesse condizioni fa 12-14 (città).
    I consumi di cui mi parli sono elevati per un motore aspirato di cilindrata inferiore a 1.4.

  38. gianpaolo Says:

    no di mangiare olio nn credo i rabocchi sono regolari(una volta l’anno faccio il cambio d’olio).Beh è lo stesso motore che montava la Golf e la Polo,sicuramente non è molto economica nei consumi.
    Io so che una Fiat Stilo a gasolio(JTD)da 100 cv in città consuma meno della mia Ibiza!

  39. gianpaolo Says:

    i consumi ti sembrano elevati per un motore aspirato di cilindrata inferiore a 1.4?? cioè….?’?

  40. bruce0wayne Says:

    nel senso che un 1.4 benzina, guidato in modo non troppo nervoso, ti fa anche 13/14 con un litro ..11 se schiacci un po’
    Minore cilindrata dovrebbe consumare anche meno.
    Se poi lo “spremi”: anche un 1.1 ti fa 6 con un litro!

  41. alessandsra Says:

    devo comprare un 207 e sono in dubbio tra diesel o gpl.. percorre oltre 2500 km al mese.. nessuno sa darmi una risposta.. ho chiesto ala casa delle garanzie ma attendo ancora risposta

  42. Francesco Says:

    ciao ragazzi, devo acquistare un auto e mi avete fatto venire il dubbio voi se diesel o benzina. io faccio circa 16000-18000 km annui, ed eesendo a cavallo tra i 15000 e i 20000 sono un pò indeciso. avevo optato per la nuova Golf 1.4 122cv che “dovrebbe fare almeno 15 km/l” (senza spingere). abito in una zona di paese e non città quindi spesso faccio strade statali senza troppi semafori. voi cosa fareste? considerando che uscirà il 1.6 diesel, bifuel ecc… e considerando che ancora il 1.4 TSI non può montare gpl (ma ci stanno lavorando)… mi hanno detto in concessionaria che cmq loro mi consigliano benzina in quanto il 1.6 costerà di + (credo 2000 euro +o-)
    Voi al posto mio quale acquistereste?

    e poi quanti km può fare questo motore benzina secondo voi?
    come automobile la rivenderò bene? o avrò difficoltà in quanto benzina?

  43. Net Says:

    Una domanda per capire e scegliere meglio: ma che relazione spannometrica esiste fra un motore e la sua durata? Senza fare troppi calcoli, e a rigor di logica, un motore 3000 di una BMW X3 dura di più di un 1.4 di una Polo… ma quanto di più? Qaunti km si possono veramente fare tenendo in considerazione una guida non eccessiva(anche se “brillante” ) e tutti i normali controlli di olio tagliandi ecc?
    Una curiosità, ma un TIR quanti Km può fare?

  44. Federico Martinoli Says:

    Non sono troppo convinto del fatto che un Diesel sia cosi poco favorevole, prima di tutto oggigiorno il turbo è presente anche in molti motori a benzina, in secondo luogo c’e’ una differenza di prezzo tra diesel e benzina che arriva anche al 15% a favore del diesel (attualmente), per ultimo, su un auto di una certa dimensione il benzina consuma veramente tanto …. ho un SUV 2.0 turbodiesel della Nissan e percorro circa 13-14 km al litro, con l’equivalente a benzina ne farei forse 8 !!!! Praticamente un mezzo con consumi medi si trasformerebbe in una vera spugna ….

    Per quanto riguarda la manutenzione, ho fatto 200.000 km con la mia vecchia Ford Focus 1,8TDI e ho semplicemente cambiato olio e filtri, certo nel motore a gasolio ci va un po’ più di olio ma non mi pare che cambi la vita … a 210.000 km si è spaccata la pompa del gasolio (2000 euro) tuttavia percorrendo una media di 18 km al litro rispetto ad un benzina mi son ripagato mezza macchina …. una station wagon di quelle dimensioni a benzina mi faceva 12 – 13 km al litro al max inoltre l’ho sfruttata proprio nel periodo in cui il gasolio costava niente ….

  45. bruce0wayne Says:

    Ci vuole fortuna…
    ..seriamente!

  46. ANDRAE Says:

    cissenefrega del disel o del bennzina. e ora di cambiare i consumi e gli stili di vita … usare di piu la bici!!!! uno o l’altro lasostanza non cambia ..la maniera di utilizzo deve cambiare!!!
    SVEGLIA PELANDRONI DAL CULO PIATTO!!

  47. Gericho Says:

    Caro Bruce0wayne, non concordo affatto con quello che hai scritto, ti pregherei prima di dare consigli di mercato, di informati molto BENE su quello che dici, e citare le fonti, cosa che non hai fatto assolutamente, i risultati poi del sondaggio ti fanno anche capire del perchè prima di dare consigli bisognerebbe STUDIARE. Pensa se uno che non è medico pretendesse di curare un moribondo…. Per fortuna che la gente non è scema e sembra essere più informata e umile di te visti i risultati del sondaggio…. MEDITA bene prima di scrivere ulteriori baggianate, è un consiglio GRATIS.

  48. Dino Says:

    Il motore a Benzina ha raggiunto già il suo massimo tecnologico attorno al 1975 con l’introduzione dell’iniezione e centralina, mentre il motore diesel viene continuamente aggiornato e modificato poichè il suo funzionamento , non solo è più performante e rispettoso dell’ambiente, ma è adatto a funzionare anche con svariati tipi di combustibile, compreso olio (di colza e altri), biodiesel e non ultima, l’acqua (tramite eletrolisi e HHO), il diesel è ancora un motore che riserva molte sorprese per il futuro.

  49. bruce0wayne Says:

    Gericho: le mie fonti sono chiare: un meccanico della Fiat, uno della Peugeot, uno della BMW e una scarsissima calcolatrice!
    L’articolo non vuole essere una nozione tecnica; è scritto in modo popolare proprio per questo. Chi legge sa fare bene i suoi calcoli e li fa.
    Ovvio che chi ha appena speso MilleMila euro per un diesel che non sfrutterà MAI quando ci sono già in giro auto che fanno il pieno con 18 euro non ammetterà mai che io possa avere ragione.
    Per quanto riguarda lo studia a cui mi inviti.. ti dirò che non mi serve. All’età in cui ho iniziato a smontare/riparare/elaborare motori: tu probabilmente ancora prendevi la paghetta di papà per comprare il gelato della domenica.
    Non importa che uno abbia o meno una laurea in merito: la passione è la migliore fonte di informazioni REALI possibile; il resto, le teorie che poi si rivelano fallimenti annunciati, son frutto dei saccenti economi e ingegneri con tanto di carta bollata.

    Nota: non approverò più commenti in cui mi si attacca privatamente/personalmente. Per cui se stai per scrivere qualche cazzata: evitati la fatica. Tutti gli altri commenti, anche estremamente critici sono bene accetti.

  50. Gericho Says:

    Ok non farò commenti diretti a te perchè riconosco il tuo regime anarchico e te lo lascio tutto, ma le tue fonti sono tutt’altro che precise, siamo su internet posta qualche link! Dire che mia zia fa il meccanico Ferrari non è molto utile come riscontro per chi legge che è un po’ quello che hai fatto tu.

    Ricordati che chi vuole a avere la ragione è perchè ha la presunzione di sapere abbastanza per insegnare agli altri, il problema è che è possibile CREDERE di sapere tutto ma è umanamente IMPOSSIBILE sapere tutto.

    Cmq segnalo a tutti il sito che segue, che tratta argomenti molto più importanti che la stupida guerra “benzina-diesel” tra poveri piccoli insignificanti consumatori quali siamo tutti noi.

    http://www.energeticambiente.it/

  51. bruce0wayne Says:

    Quoto in toto; tranne che per l’anarchia (sono totalitario), la zia (era mio padre), la presunzione di insegnare (io segnalo, non insegno: sono parole simili ma estremamente diverse)
    8)

  52. Gericho Says:

    Ah sei totalitario e lo dici pure ad alta voce? E magari sei pure Berlusconiano? Il discorso sull’Anarchia cmq era una battuta. Comunque non fare il pelo sui termini se volevi capire hai capito…. Non ti infastidirò più non preoccuparti, a me bastava sottolinearti il risultato del tuo sondaggio che non ha bisogno di interpretazione alcuna… è chiaro come il sole. Questo commento è per te, non serve che lo pubblichi…

  53. bruce0wayne Says:

    Ti ho messo in lista bianca: si pubblica da solo.
    Non sono ne pro ne antiberlusconiano: valuto a idee e fatti, di volta in volta.

    La mia risposta era ironica e, ovviamente, la sola presenza del sondaggio è quantomeno “democratica” no?

    Se ti va leggiti altri post del WebLog, vedrai che non siamo così diversi.

    Ciao

  54. dasnichts Says:

    Ciao a tutti.

    Sono sempre stato un guidatore a benzina e con il lavoro e manmano, ho cambiato e sono andato sul gasolio.

    Questa del rumore, ok, ma con i common-rail, non è più giusto, perchè le macchine a benzina poi, fanno più rumori di marmitta e siamo lì.

    Per le vibrazioni ok, però io ho una Toyota Avensis 2.2 D-CAT e vibrazioni ZERO e rumore poco più di ZERO fino a 3500 giri.

    Le prestazioni, mi dispiace, ma quelle a benzina nell’ultimo decennio sono rimaste ferme, il Gasolio è partito a razzo in temi di tecnologia e prestazioni (p.es. 24 ore di LeMans e su strada).

    Io con la Toyota ho le date a 20000 km, con la MG a gasolio 2.0 erano 25000, mio fratello con la Chrysler 300cc le ha a 25000 o 30000 (dipende dai km).

    Io per la mia, devo dire, che con le macchine a benzina manca tanta forza nei bassi regimi e per me che vivo in vallata e faccio anche montagna, una a benzina è da costi paurosi, sei lì tra i 9 e 12 litri (tutte a benzina), perchè sei sempre a alto regime, con le Diesel sei a 6 fino a 7,5 litri (macchina piccola cilindrata 100cv, a un 2.2 con 180cv).

  55. max Says:

    w il diesel e abbasso il benzina !!!!

  56. bruce0wayne Says:

    Se fai almeno 40.000 Km all’anno…
    ..altrimenti: contento tu!

  57. Genomha Says:

    Concordo con la maggioranza dei commenti, questo articolo si basa su idee vecchie di 30 anni ed è altamente disinformante, sarebbe da richiederne la rimozione. Spero che l’autore sia una persona corretta e pubblichi anche questo commento.

  58. bruce0wayne Says:

    Ragazzi… ma l’avete letti i costi di percorrenza calcolati sul sito ACI?

    La mia 150 cv benzina costa come la clio 85 cavalli!!!!! Assicurazione, carburante e manutenzione compresa!

    E, attenzione, io guidando mi diverto davvero!

    controllate qui: http://www.aci.it/index.php?id=1850!

    (Ovviamente mi riferisco a percorrenze inferiori a 50.000 Km all’anno)

  59. dasnichts Says:

    scusate se mi intrometto un’altra volta, ma chi calcola ha mai calcolato che:

    1. l’auto la si tiene più di un anno con km all’incirca uguali
    2. costi ACI -> i costi lì non sono giusti, perchè devi cambiare la tariffa assicurativa ecc. (perchè per lo meno io non pago 1800 Euro di assicurazione l’anno, ma 700)
    3. avete mai calcolato, che tra elevata longevità (qualche centinaio di migliaia di km in più), prezzo superiore (ca. 700-3000 Euro dipendente da modello), consumo minore (almeno min. 2 litri), prezzo minore del carburante (25-40 centesimi), costi più alti di ricambi e manutenzione (10% ca.) ALLA FINE DOPO ca. 2 ANNI SEI LÍ A PARI COSTO SE FAI SUI 15-20000 km L’ANNO? E SE NE FAI DI PIÚ E LA TIENI PIÚ ANNI IN RISPETTO ALLA BENZINA CI GUADAGNI…
    4. le prestazioni delle macchine a gasolio oggi come oggi sono superiori confrontando quello che si trova in giro e che abbia un prezzo raggiungibile a chi non guadagna 100000 Euro l’anno

  60. dasnichts Says:

    dimenticavo:

    prestazioni:

    gasolio +forte ai bassi regimi
    benzina +forte negli altri regimi

    ma una domanda seria, a cosa mi servono i CV a 4000 e più giri se già ti vogliono seppellire vivo dopo una birretta, insomma, i CV servono a sorpassare o in salita o se si ha caricato roba pesante e in tutti in questi casi i CV servono a basso regime…

    poi se vai in autostrada, fino a 220km/h non c’è grande differenza, anzi direi quasi nessuna, poi, se passi quelli, la benzina cammina meglio, ma a chi interessa se non ai tedeschi del centro? tanto in bavaria più di 120 al 90% non puoi farli…

    poi ci sono anche differenze, ma lì parliamo di macchine dai 100.000 in su

  61. bruce0wayne Says:

    una replica veloce a quest’ultimo messaggio:
    Le prestazioni ai bassi regimi sono l’esatto contrario di quello che serve a un motore sportivo; in qui siamo tutti d’accordo.

    Ne conviene che chi non guida sportivo, se può permetterselo e gli piace, si prende un diesel.
    Chi guida sportivo, o semplicemente vuole le possibilità di sgasare “alla vecchia maniera” si prenderà un benzina.

    Quello che proprio non capisco è come sia facile cadere nella “trappola commerciale” del diesel=risparmio. Ci sono persone che hanno rinunciato a prendere l’auto a benzina che preferivano, ripiegando su un diesel in nome del risparmio; ..e si son trovati a spendere 350 euro per il tagliando del 20.000 Km di un’auto che vale 15.000 euro …roba da matti! :-o

    Il discorso del “non mi serve andare a 300 all’ora” non regge, perchè nessuno può (potrebbe) farlo, ma di certo non è una consolazione per chi vuole le emozioni di un benzina; che gli dici: “tanto non puoi andare forte?”; quello ti sputa :-)
    Non c’è bisogno di andare a 300 all’ora per sentire la differenza: basta fare un ripresone in 1°, 2° e 3°: una fa “trtrtrtrtrtrtrtrtrtrtrr” e smette di tirare appena dopo lo spunto iniziale, lasciandosi dietro una nuvola nera puzzolente
    …l’altra fa “Brrrruummmmm” inizia tirando poco, continua tirando, e conclude con il limitatore :)

    E’ inutile anche consolarsi facendo i conti con i centesimi: io per la mia “piccola” ho una spesa preventivata di 160 euro (max) per il primo tagliando. Tutti quelli che conosco che hanno la versione diesel hanno speso mediamente il doppio.
    Non so quanto abbia speso in più IO di carburante, ma di certo mi sono divertito di più.

    Guidare il diesel mi piace, davvero! Ma non più di una settimana di seguito… 8-)

  62. dasnichts Says:

    allora:

    io sono un guidatore più che sportivo, alla settimana faccio dai 1000 ai 3000, fino ad arrivare ai 4000 km (popche volte)!

    Sugli strumenti ho una media esagerata di 74 km/h che comprende ca. il 30-40% di strade statali (no superstrade ecc.)

    sono di montagna, non presto molta attenzione ai limiti (solo in paese, fuori non mi tengo a quelli – targa tedesca per via di lavoro)

    io il gasolio non parlo adesso per i km che faccio, ma se devo proprio (tranne in autostrada) andare in giro con la benzina, fammi il piacere, perchè più del 10% dei tuoi km oltre i 130 tu di sicuro non li fai!

    da quello che leggo quà, non hai senso della discussione e così io da quì per il momento me ne vado, prova a leggere il tuo tono, tra sputi ecc.

    fatti il piacere di prendertene una equivalente alla tua e dopo 2 anni vai avanti a scrivere quì.

    prova a informarti prima di aprire un blog o almeno se ricevi dei feedback diversi dalla tua opinione, prova ad accertare se hai ragione o meno… almeno nei punti di discussione – servirebbe a molto

  63. dasnichts Says:

    dimenticavo:

    i prezzi dei tagliandi dove li vai a prendere per i diesel? dalla mercedes incl cambio freni?!?

    io per la toyota 2.2 D-CAT 177cv pago tra i 150-250 Euro a seconda di quello che è da farsi!!!

    se fai esempi, falli per macchine equivalenti al gasolio
    e nessun gasolio costa 5000 Euro in più dell’equivalente benzina nella fascia sotto i 25000 Euro

    vai su quattroruote e informati meglio, lì impieghi 2 minuti a fare i conti

    e 100cv benzina non sono equivalenti a 100cv diesel!!!

    100cv sono assai più forti dei 100cv benzina

    100-110cv diesel = ca 150cv benzina
    a seconda della cilindrata

  64. bruce0wayne Says:

    100-110cv diesel = ca 150cv benzina

    E questa frase che scrivi che fonte ha? Se non è un problema, citala perchè non è alla portata di tutti!

    Io sapevo che i cavalli si misurano al banco o sui rulli e che poco importa che motore sia, può essere anche ad acqua: i cavalli misurati sono sempre quelli!

    per quanto riguarda i costi dei tagliandi le mie fonti sono: 3 concessionari peugeot, 1 bmw, 2 fiat, tutte le risposte in merito sul forum di discussione “http://peugeot207.forumcommunity.net” e sul forum “passionepeugeot”, mio padre (ex meccanico), 1 rivenditore di suzuki auto e semplice esperienza personale sui mezzi dell’azienda per cui lavoro.

    Per il discorso velocità, sportività e chilometri,
    se fossi stato in auto con me proprio ieri sera, sono certo che non avresti scritto che “vado piano”. :)
    Per quanti Km fai tu, poi, in una settimana ….è ovvio l’acquisto di un diesel. Se non hai comprato un “macinino” i puoi anche fare guida sportiva; anche in pista; ma proprio li ti accorgeresti che la maggior parte degli smanettoni non si presenta con un HDI et similia ..un motivo ci sarà!

    Il mio tono nella discussione è volutamente ironico. Scrivere “quello ti sputa” equivale a “non lo accetterebbe”.

    Per quanto riguarda l’informazione/formazione che dici io non abbia: prova a prendere questo articolo per quello che è: avrei potuto scrivere altri 30 punti almeno in aggiunta ai 10 che leggi e sono quasi tutti in accordo con QUATTRORUOTE che è si una rivista strapagata per dire anche fesserie, ma le inchieste sui costi le fanno giornalisti “esterni” e ai tempi in cui la benzina costava come il diesel dedicarono uno speciale per far presente che nella fascia media (no supercar, no macinini) il diesel conveniva solo da un certo chilometraggio in sù; e che addirittura i turbobenza fiat saltavano questo parametro fino a portare la percorrenza minima annua a valori impensabili.

    I prezzi “fino a 5000 auro in più” per le auto di fascia media diesel rispetto al benzina si riferiscono ai casi più eclatanti del periodo in cui ho scritto: “fino a”, appunto, e non “mediamente”. Se avessi inteso “mediamente” avrei scritto “mediamente”, no? Posso rivalutare e correggere la cifra massima in base alle differenze attuali, escluse promozioni e incentivi

    La differenza normalmente è minore, ma a parte le “finte promozioni” (che nascondono sempre la fregatura) il prezzo di un auto di fascia media a benzina è inferiore di 1.800 euro minimo.

    Sul prezzo di listino la differenza è ancora di più, ma solitamente i diesel sono in “pronta consegna”, per cui la differenza cala un po’.

    Quello che spaventa i possessori di auto di media fascia a diesel sono i costi di manutenzione e di manutenzione straordinaria. Ho visto fatturare, letto e sentito di quei prezzi per i ricambi (sempre gli stessi, tra l’altro) che mi sono spaventato.
    Io stesso che ho 2 auto, una delle quali quasi una supercar (in Italia) non spendo in 3 anni quello che ho visto spendere in 1 anno per mantenere una Fiat stilo turbodiesel o una Peugeot 607 o una GPunto, sempre turbodiesel.

    Il sunto di questo articolo potrebbe benissimo essere:
    Per chi fa pochi chilometri all’anno, meno di 15/20.000 il diesel non è un risparmio (fonte: la calcolatrice!). Per cui se non si intende comprare un diesel per un motivo di preferenza (perchè potrebbe anche essere), allora seguite il “cuore” e compratevi un benzina e divertitevi!
    …Tutto il resto è marketing

  65. dasnichts Says:

    Ciao,

    allora la fonte era il mio libro di fisica.

    I motori non si possono valutare in forza secondo CV, ma solo secondo KW, dato che i cavalli erano la misura di 100 anni fa, se no, chi ci capiva qualcosa e per di più non era altro che una relazione, nient’altro.

    La forza tra un motore diesel e benzina, sono erogati in tutt’altro modo, anche per questo uno è forte a basso regime, l’altro vorrebbe sempre la coppia massima =) poi, un gasolio lavora a pressione mentre l’altro a esplosione (detto in modo semplicissimo) e pure questo ti può far capire, che se guardi le tabelle, vedi il 3.0td con 240cv e il motore a benzina 4.2 con 300cv (solo un’esempio !ca.!) e poi non è che cambiano di potenza, una parte prima e l’altra parte dopo con l’erogazione…

    I prezzi dei tagliandi che ti ho messo io sono: MAZDA 3 1.6 td e TOYOTA Avensis 2.2. D-CAT S.W. 177cv

    La prima consuma una media di 4,7-5,2l in montagna e in vallata mista con autostrada, la seconda consuma 6,8-7,2l sempre stesse strade + tanta autostrada in Germania (ove si viaggia al 40% oltre i 160km/h di media) e li bevono le bambine…

    Se parli esclusivamente di suono e <20000km/anno sono daccordo, ma ogn'uno la vede come vuole (almeno siamo liberi) =)

  66. cath Says:

    ciao
    sto comprando la fiat qubo e mi devo sbrigare di decidere tra benzina o diesel perchè ho già ordinato il benzina ma ho qualche giorni per cambiare idea.
    faccio 40km al giorno per andare al lavoro. sulla via del mare a Roma, quindi piu di 70 non possso fare. voglio tenere questa machina per +o- 4 anni.
    e quindi esito tra:
    benzina 1,4. 8v. 77cv.
    o diesel 1,3 multijet 16v 75cv per 2000€ di più ( quindi ovviamente delle rate mensile più alte)
    cosa devo prendere?? mi serve risposta urgente
    anche se dall’articolo mi sono convinta per benzina. vorrei un parere esperto per rassicurarmi della mia scelta.
    grazie….

  67. cath Says:

    … dimenticavo la cilindrata: benzina 1368 e diesel 1248.

  68. bruce0wayne Says:

    Ciao cath: ti dico la mia.
    Si tratta di due modelli che consumano entrambi poco. Questo alleggerisce ancora di più la differenza tra i due.
    Dipende tutto se quei 40Km che fai per andare a lavoro sono sola andata o andata e ritorno.

    Se sono andata e ritorno il diesel è una spesa totalmente inutile, se cerchi risparmio. Se invece devi farne almeno 80 al giorno forse vale la pena di prendere il diesel, ma solo perchè è fiat, e generalmente da meno problemi (di motore) e quindi non dovresti spenderci dietro un capitale per fare i tagliandi.

    in definitiva: il benzina ti costa di meno in manutenzione ed è un motore “eterno” e maltrattabile; il diesel va trattato con più cura e i tagliandi costeranno di più. Vince il benzina su 6 punti su 10.

    Se fosse per me prenderei un 1.4 benzina 16 valvole, ma visto che nelle opzioni non c’è…. :)

  69. cath Says:

    ciao e grazie per la risposta super rapida.
    comunque sono 40km andata ritorno.
    quindi vado con benzina..!
    ciao

  70. dasnichts Says:

    Nel tuo caso la benzina, perchè la 1.3 multijet della fiat consuma quasi 7 litri (6,2 se stai attentissimo). ha solo 60cv e non ha ripresa, cammina bene, ma beve troppo (abbiamo una grande punto 1.3 multijet in ditta e la guido spesso)

  71. Dario Says:

    1. Il prezzo: Il motore Diesel non è poi così più complesso di quello a benzina per giustificare una differenza di prezzo così alta. (si tratta di vere e proprie speculazioni di mercato)
    Alcune auto diesel di media categoria arrivano a costare anche 5.000 Euro in più (su un totale inferiore a 25.000) rispetto al corrispondente modello benzina

    BASTA COMPRARLA USATA CI SONO OTTIME OCCASINI BMW MERCEDES AUDI

    2. Intervalli di manutenzione (tagliandi): sono più costosi e più frequenti.
    Ho sentito persone sorprese dal fatto che con i nuovi diesel l’intervallo di manutenzione è ampio; oltre 20.000 Km
    Bene: forse non sanno che l’equivalente motore benzina ha intervalli di manutenzione normalmente lunghi il doppio.

    I DIESEL ATTUALI HANNO INERVALLI DI 30000 KM E +

    3. Costi di manutenzione:
    I costi di manutenzione/riparazione dei diesel sono mediamente DOPPI a quelli di un benzina (controllate pure). Il motivo principale sta nel fatto che ci sono più parti soggette a usura e/o possibile rottura per usura (che ovviamente non è coperta dalla garanzia; vedi punto 6).

    CAZZATE ORMAI ANCHE I BENZINA SONO SOFISTICATI E COMPLESSI QUANTO I TURBODIESEL DELL’ULTIMA GENERAZIONE, GLI INIEZIONE DIRETTA LAVORANO AD ALTA PRESSIONE con tutte le problematiche che ne conseguono

    4. Durata del motore: i moderni motori diesel hanno una durata pari a quella dei vecchi diesel; vale a dire una lunga durata.
    Peccato che nel frattempo i motori benzina si sono “modernizzati” a tal punto da durare …di più!

    MA CHE VUOL DIRE ??

    5. Confort:
    A meno che non si tratti di un bisonte (un mega pick-up alla Chuck Norris) le vibrazioni e il rumore dei motori diesel sono ancora una triste realtà. Basta provare: dopo una giornata sui costosi mezzi aziendali diesel… salgo su di una economica automobile a benzina e accendo il motore 2 volte: la differenza di rumore/vibrazioni è talmente notevole che passando da diesel a benzina non ci si accorge di avere il motore acceso.

    MI SEMBRA UN GIUDIZIO UN FILINO FAZIOSO, PER CARITA’ VIBRANO UN PO MA NON ESAGERIANO

    6. “quello che non c’è non si può rompere” (cit. di H. Ford): per far si che i moderni motori diesel possano avere la stessa potenza e risposta dei benzina sono stati sviluppati e applicati vari dispositivi teNNologici come il “turbo costante” (ogni brevetto ha il suo nome, ma fondamentalmente è sempre la stessa cosa), una specie di compressore volumetrico sempre attivo.
    Un altro dispositivo atto a questa funzione è il sistema di iniezione elettronica che gestisce il carburante sottoponendolo a pressioni elevate.
    Tutti questi accrocchi sono delicati a tal puto che “una piccola quantità di acqua o di impurità nel gasolio può passare oltre il filtro principale e distruggere il sistema di valvole dell’iniezione in modo irrecuperabile” (parole di un meccanico qualificato di una delle tante famose diffussissime marche di automobili che produce motori per tante altre e che ovviamente non posso citare).
    Aggiornamento: mi ha dato il permesso di citarlo ;-) ..si tratta di un meccanico Peugeot/BMW (i motori in questione condividono gran parte della meccanica)

    QUESTA POI ANDIAMO A PIEDI COSì NON SI ROMPE NIENTE

    7. I consumi:
    Un motore diesel consuma meno del benzina…. ma siamo sicuri?
    Dipende sempre da che tipo di auto si parla (immaginate i SUV), in ogni caso se si vogliono le stesse prestazioni di un benzina bisogna “schiacciare” a fondo il pedale dell’accelleratore; in quel momento i consumi salgono alle stelle e superano quelli di un benzina a parità di potenza.
    (anche perchè nel contempo il propulsore deve “far girare” tutti gli accrocchi di cui al punto 6)

    QUESTO è UN FATTO CERTO UN DIESEL CONSUMA SICURAMENTE MENO HA UN RENDIMENTO MAGGIORE, IN AUTOSTRADA SONO IMBATTIBILI.

    8. Il carburante diesel costa meno: ???
    Non più. E comunque, anche se fosse, basterebbe il punto uno (1) di questa lista per invalidare l’ipotetico “risparmio”; ..figuriamoci se consideriamo gli altri sette (7) capitoli.
    Quanto tempo e chilometri ci vogliono per ammortare il costo aggiuntivo della vettura, dei tagliandi, del bollo, etc. di un diesel …calcolato sul risparmio del carburante? Secoli.

    QUESTO è UN’ALTRO FATO CERTO IN CARBURANTE COSTA MENO .

    9. Inquinamento (e norme accessorie):
    Credete veramente che il diesel “euro 4/5/6/x” inquini meno del benzina? Allora perchè nella tabella di abbattimento dell’inquinamento cittadino vengono considerati vietati i veicoli benzina di una categoria e, a parimerito, i diesel di quella superiore?
    Esempio: nel 2008 a Pavia è spesso vietata la circolazione dei veicoli euro 0 (Zero) a benzina e euro 1 (uno) diesel e i 2 tempi. Per non parlare del FAP: di serie, non di serie, che spurga, che non spurga, etc.
    Il punto 9 non necessita di ulteriori commenti.

    L’INQUINAMENTO è UN ARGOMENTO COMPLESSO NON SI PUò DESCRIVERE IN 2 RIGHE, IN LINEA DI MASSIMA UN DIESEL EMETTE UNA GRANDE QUANTITà DI POLVERI SOTTILI, MOLTO SOTTILI è MOLTO CANCEROGENE SE DOTATO DI FAP.

    10. Conversione a GAS: Provate a convertire un diesel ad alimentazione GAS.
    Normalmente non sarebbe possibile; oggi i potenti mezzi della teNNologia permettono delle conversioni parziali di dubbia sicurezza/economia (il consumo di gas è pauroso).
    Oltretutto il costo di queste conversioni è da ipoteca sul mezzo (altissimo).

    BE QUESTA è PROPIO UN MINCHIATA è OVVIO CHE NON è ECNOMICAMENTE POSSIBILE CONVERTIRE UN DIESEL IN UN GPL O METANO.

  72. Dario Says:

    dasnichts Dice:
    29 Settembre 2009 alle 7:07 am

    Nel tuo caso la benzina, perchè la 1.3 multijet della fiat consuma quasi 7 litri (6,2 se stai attentissimo). ha solo 60cv e non ha ripresa, cammina bene, ma beve troppo (abbiamo una grande punto 1.3 multijet in ditta e la guido spesso)

    Senti dasnichts

    Il 1.3 TURBOdiesel Fiat è uno dei migliori motori in produzione.
    I consumi sono ridicoli è si arriva facilmente a fare i 5l x 100 km.
    Tu affermi che se stai attento fai 6,2 x 100 km, be mi sa che sei un po distratto perchè quei consumi li faccio con un 520D che è 2 volte una punto.
    Ora va bene tutto ma evitate di scrivere MINCHIATE VI PREGO.

  73. dasnichts Says:

    ascolta, a parte qualche strana osservazione su nel tuo estratto ai quali adesso non dò numerazione nelle risposte mie:

    allora, io con la avensis d-cat con 7,2 L/100km vado di brutto e ti dico francamente, che una golf V gti non riesce a star dietro ne in ripresa, ne in accelerazione, opi, se andiamo a cercare le velocità massime, ok, vincono quelle a benzina (ma a nessuno in italia interessano i km/h oltre i 180, dato che al massimo lì, resti secco per traffico, qualità di molte autostrade, patente, ecc.)

    poi non dimenticarti, che quando la benzina parte, va piano e poi fa vedere il valore, la diesel viceversa ed è quì che i valori sono soggettivi alla simpatia. io e tutti quelli ultrachilometrati preferiscono il diesel per questo, perchè tranne su autostrade e strade a più corsie, ci sono rettilinei corti, curve ecc. e li non ti servono i momenti di gloria della benzina ad alto regime, quando il gasolio ti parte di lato e sorpassa mentre tu stai lì a cambiare marcia.

    poi, la punto 1.3 td multijet non va male, anzi, a parte la rumorosità enorme Và benissimo, ma già che la guidi (io almeno la guide per molte migliaia di km l’anno) prova a mettere a “0” TRIP B e poi vai a guidare per città, paesi, autostrada, senza stare troppo attento alle velocità. poi ci risentiamo. Se la riesci a tenere sotto i 6,4 L/100km offro io.

    costo carburante: ma sei mai andato a fare rifornimento ultimamente o sei rimasto fermo ai prezzi di 1,5 anni fa? ci sono differenze fino a 0,20 €/L e oltre!!! io il diesel lo pago max. 1,06-1,10 €/L e la benzina sta oltre i 1,20 €/L.

    vibrazioni? ma fammi il piacere, che la toyota avensis d-cat, non la senti quasi all’interno, anche oltre i 3000 giri/min e all’esterno senti un sibillo e basta. daidai, con le colpi e i racconti di simpatia, ma prima di scrivere, mettiti in strada e ascolta e guarda.

    se veramente il gasolio costasse di più, allora perchè il 90% delle automobili aziendali sono a gasolio? perchè i camion sono a gasolio? perchè i daily ecc. sono a gasolio. pure le locomotive e le funivie!

    ascolta, tu il 520d non lo guidi su 6 L/100km, e se ci riesci, fammi il piacere di non farti incontrare per strada con la coda di automobilisti dietro. 1,8 tonn. a 6L con und 2.0 di motore TD. ma fammi il piacere, che la mia mazda 3 1.6td consuma 5,2 con un pò di attenzione e senza 5,4 e con molta 4,9 e pesa 300 kg in meno e non è common rail!!!

    e smettetela di parlare sempre dei SUV e delle ultracilindate diesel da 4000 mm³, perchè chi scrive quì non le ha e non ci pensa! noi parliamo di utilitarie e di macchine di classe medio-grande fino a un massimo di una BMW serie 5 3.0

    io i miei conti li sò fare, e se superi i 25000 km ca. non ti conviene la benzina, come tutti al mondo sanno, pure gli americani da poco tempo.

    però come già detto, a tutti la loro

  74. Dario Says:

    Ciao dasnichts guarda che siamo assolutamente i sintonia il pezzo che ho commentato nei vari punti era di bruce0wayne.
    Per quanto riguarda i consumi dipende dal piede, credo che il tuo sia un po pesante, anche il mio lo era, ma con il tempo si alleggersce.
    Il consumo della 520d che è un 2.0 4c turbo 163cv, è propio quello che ti ho indicato ovviamente media citta autostrada andando tranquilli ma mai meno dei 130km/h per 6,4 l/100 km.
    Quella nuova + potente fa ancora meglio.
    E’ chiaro che se la tiri specialmente in citta i consumi salgono in maniera esponenziale, ma questo vale per tutti i motori e tutte le macchine.
    A tal proposito in passato cè stato un test nel quale si metteva a confronto una Toyota prius ( Sai il bidone supertecnologico ibrido benz )
    propio con una 520d il risultato a velocità costante è a favore della grossa comoda condizionata berlina tedesca ( se cerchi su youtube lo trovi ).
    Ovviamente non voglio dire che la BMW è la migliore macchina dell’universo,infatti ho parlato molto bene del 1,3 multijet turbodiesel Fiat.
    Va be bo
    Ciao a tutti e dasnichts vai piano che la macchina ti dura di +

  75. dasnichts Says:

    Ciao Dario,

    non è che il piede sia troppo pesante, ok, dipende dalle tempistiche, ma il tempo a disposizione diventa sempre di più per arrivare dalla A alla Z.
    In azienda abbiamo una BMW serie 3 3.0 td crd famigliare, che è una macchina con un grande spirito sportivo come guida, ma anche quella, tenerla sotto i 6,8 L/100 km è quasi impossibile.

    può anche essere, che parliamo di strade completamente diverse, io abito a BZ

  76. Dario Says:

    Ciao dasnichts
    Aaaaaaaaaaaaaaa o capito allora sei crucco, ma è vero che tagliavate le gomme ai milanesi (Fate bene )
    Va be scherzi a parte è vero io sono di TO a BZ tutto diverso è.
    Sali scendi sali scendi….quì e tutto più piano.
    E’ vero BMW è un piacere da guidare assetto impostazione di guida sterzo e motore invogliano a guidarla senza remore, ti capisco…….

  77. Pasquale Says:

    Ho letto con interesse il vostro articolo anche se ho già fatto il mio acquisto prima di leggere.
    Ho preso una Fiesta diesel usata del 2001 1.8 Turbo da 55 kw per andare all’università tutti i giorni, visto che mi trovo lontano dalla fermata dell’autobus, e, in aggiunta, mi serve un’auto per eventualmente pensare ad un lavoro da fare durante il periodo univeritario (vivo non proprio vicino dal centro).

    Ce l’ho da poco meno di una settimana, e devo dire che ho avuto modo di fare un calcolo del suo consumo: ho percorso subito 300 km e del pieno che avevo fatto (40 litri circa) adesso mi trovo poco più di mezzo serbatoio (sempre considerando che l’indicatore del cruscotto di solito non è affidabile al 100%).

    Devo dire che invece con la Kia Rio 1.3, sempre da 55 kw circa o poco meno, dopo gli stessi chilometri percorsi, mi trovai con poco più di un quarto di serbatoio. Devo però ammettere che nel caso della Kia Rio non ho assoluta certezza di quello che dico visto che potrei ricordare male.

    Da notare: in entrambi i casi, non ho assolutamente avuto una guida sportiva, su tratto misto urbano-extraurbano.

    Facendo un calcolo mooooolto.. approssimativo, con il benzina superavo a malapena i 10 km a litro, mentre, con il diesel, arrivo tranquillamente ai 15 km a litro.

    Fate voi le vostre considerazioni, magari in futuro saprò darvi ulteriori elementi.

  78. Dario Says:

    Ciao Pasquale

    E’ propio così il Diesel lo sanno anche le pietre che ha un rendimento maggiore rispetto un benzina, specialmente gli ultimi common rail turbocompressi fanno paura e riescono a utilizzare fino all’ultima goccia il carburante nebulizzato ad altissima pressione nella camera di combustione, addirittura frazionato in + parti nel caso dei multijet.
    Di fatto rispetto ad un benzina non cè ne come prestazioni ne come consumi a parità di Litro carburante consumato.
    Occhio pero a non farne un uso sportivo, sono più delicati e le spese in caso di guasto meccanico sono salate, la turbina e la parte + delicata.
    Utilizza solo oli sintetici e NON TIRARLO FINCHE NON è IN TEMPERATURA, non spegnere la macchina all’improvviso dopo una tirata ( l’olio che lubrifica la turbina incandescente si carbonizza sull’alberino sbilanciandolo e provocando una rapida usura delle parti con cascata di palette nel condotto di asirazione)
    Se voi fare il pazzo prendi un bel benzina .
    Se vuoi risparmiare un diesel o un benzina + GPL.
    Auguri per la tua nuova belva

  79. Pasquale Says:

    Correzione:
    avevo cosiderato 40 litri di serbatoio inclusa la riserva, mentre, devo correggere il mio calcolo dicendo che il pieno che avevo fatto consisteva in 35 litri, dato che non ero andato in riserva.

    Quindi, 600-650 km con un pieno da 35 litri (calcolo riconfermato da rifornimento da 10 euro con il quale ho percorso 180 km toccando per 10 km circa la riserva mi sembra un consumo che giustifica la preferenza rispetto al benzina per lunghe percorrenze.

    Ma dobbiamo pur sempre considerare che il Gpl ormai è preferibile a tutti gli altri tipi di carburazione in quanto a ecologia e costo.

    Questione di tempo e passeremo tutti al Gpl se il diesel non diminuirà il suo costo.

  80. dasnichts Says:

    Ciao Pasquale,

    l’unico problema col GPL stà nel suo costo, al momento che le macchine GPL diventano di quantità consistente, lo stato e i fornitori non mancheranno a rintoccare i prezzi, che già adesso sono cari per quello che dovrebbe costare il GPL in natura con tutti i sovraprezzi e le tasse (come per disesel e benzina) e poi, il GPL lo paghi a chilo se non mi sbaglio, chè già è una fregatura in rispetto dei prezzi al litro, così, non puoi più paragonare giustamente.

    Di fatto però, si risparmia col GPL, ma in inverno, col GPL da noi resti fermo, lì ti devi mettere con la benzina fino a riscaldamento completato.

    tanti pro e contra

  81. simone Says:

    io con un bmw serie 1 a 133mila km ho rotto la turbina! 2.300 euri , dopo aver fatto 6 tagliandi da 500 euro l’uno cioè in poco più di 3 anni ho speso 3000 euro solo di tagliandi ! diciamo che il benzina di irrita xchè non fà 20 con un litro ma io la prx macchina prendo il bmw 320i benzina ! l’ha auvuta un mio amico l’ha cambiata x un a 4 disel e la rimpiange!

  82. dasnichts Says:

    mi dispiace, ma come ho già visto con mio padre, che ha avuto 2 BMW serie 7, il 730 e il 740, questo problema della turbina c’è sempre ed è tipico per i Diesel BMW.

    Basta vedere i cavalli tra BMW e Mercedes, che la Mercedes non raggiunge nemmeno con una cilindrata più alta, anche perchè, le turbine della BMW sui modell x20 x30 e x35 sono potenziati al massimo. i modelli x18 x25 sono sempre i motori delle x20 x30.

    è una schirfezza, ma proprio per questo non ho preso la d120 e la d320

  83. Enzo Says:

    Salve, volevo chiedervi delle informazioni, ho appena acquistato un Citroen C3 11/2005 HDI di seconda mano con 11600 Km unicoproprietario. Da premettere che non capisco nulla di auto!! ma ho fatto questa scelta perchè percorro 60 Km al giorno e quindi ho pensato che potevo risparmiare!! Secondo voi ho fatto bene? e l’auto che ho acquistato come vi sembra? grazie

  84. andrea Says:

    i diesel consumano meno semplicemente perchè hanno un rendimento termico migliore e poi hanno più coppia e sono più piacevoli da guidare.
    sono più indicati a spostare auto sempre più pesanti

  85. Daniele Says:

    Ciao!
    Sono capitato sul tuo sito proprio perchè volevo farmi un’idea di cosa scegliere tra benzina e diesel, visto che a giorni dovrei comprarmi un’auto per il tragitto casa-lavoro.
    Premetto che la mia percorrenza si aggira intorno ai 20.000 km annuali e mi piacerebbe molto prendermi una mini usata.
    Da totale ignorante in materia ho pensato di poter trovare dei termini di paragone calcolando il costo al km delle diverse auto sul sito dell’ACI. In questa maniera sembrerebbe essere in netto “vantaggio” il diesel sulla benzina.Forse sbaglio chiave di lettura o mi sfugge qualcosa…mi dai una mano? Grazie

  86. bruce0wayne Says:

    Il costo al Km del sito dell’ACI si basa soprattutto sulla percorrenza chilometrica e non tiene conto dei “vizi” meccanici straorinari.

    Il calcolo è semplice: il diesel conviene se fai tanti KM, almeno 20.000 all’anno e se cambi auto prima della scadenza della garanzia. In caso contrario ti basta grippare la turbina per andare in perdita!

    Il parametro più importante, poi, è quello che ti piace guidare. Scegli tu, non farti ingannare dalle MilleMila persone che dicono che il diesel è più piacevole da guidare: questa gente ha speso migliaia di euro e non è (ancora) pronta ad ammettere di averli “sprecati” in funzione di un ipotetico risparmio. Come si dice: ogni scarrafone è bello a mamma sua. Se avessero il benzina ne parlerebbero alla stessa maniera.

  87. bruce0wayne Says:

    andrea, i diesel consumano meno perchè sono “spinti”. Con i morori (motorini) diesel che girano adesso è una bugia enorme parlare di rendimento senza citare il fatto che sono tenuti al limite!

  88. bruce0wayne Says:

    Hai fatto bene ….se ogni tanto ci fai una gitarella. Se ci fai “solo” i 60 Km al giorno ti dico subito che sono gli stessi che faccio io (ne faccio 70 in realtà) e con un 1.6 benzina a fasatura variabile spendo uguale ad avere un diesel di potenza leggermente inferiore, tuttavia -io- posso permettermi di sforare il limite in tangenziale in terza avanzando ancora un migliaio di giri prima di vedere la lancetta sul rosso ….tutto rigorosamente in 10 secondi scarsi.

  89. dasnichts Says:

    ok,ok… và bene che la benzina ha un regime molto più alto, ma manca di spinta sui minimi. provate una mazda 3 1.6td 110cv, che quà in montagna sei a un consumo di 5,1 e in pianura sfiori i 4,5 e poi, valuti che per ca. 30000 km l’anno spendi mediamente ca. 400 euro di tagliando incl cose da cambiare. se solo faccio il conto di carburante per arrivare alla mazda 3 a benzina paragonabile già di benzina senza contare il tagliando (0,20€ per 6,8l per 30000km) spendo 420 euro (e oltre) in più di carburante (e io adesso con 6,8l penso a strada in pianura e montagna mista, non solo montagna) e poi devo metterci il tagliando sui 250 euro siamo lì.

    Come detto, ognuno deve trovare la sua macchina ideale, ma quì non ne parla nessuno, che la benzina consuma ca 3l e oltre in più e che la benzina costa oltre 20 centesimi in più al litro.

  90. Anonimo Says:

    Roberto Ruppolo Dice:
    19 agosto 2008 alle 9:01 pm
    Una correzione:
    “ma di fatto (per pompato che sia) un diesel deve tirare fuori da un idrocarburo impuro/grezzo la stessa potenza che un benzina eroga alimentandosi con carburante più “raffinato”.”
    Il gasolio rende più energia della benzina, per questa ragione si percorrono più chilometri per litro di gasolio rispetto la benzina.

    QUESTA è UNA INESATTEZZA !

    A parita di cilindrata un motore a benzina rende di piu di un motore diesel, per il semplice motivo che la miscela aria/benzina è piu esplosiva della miscela aria/gasolio. Cioe un motore diesel per avere il rendimento simile o poco superiore di un motore benzina deve essere sovralimentato da un turbocompressore che ne aumenta la quantita di aria disponibile per la combustione del gasolio. Quindi riepilogando motore diesel non turbo non sarà mai superiore a un benzina non turbo, come un diesel turbo non sarà mai superiore ad un benzina turbo. Volete un esempio?
    Mito 1.6 JTDM turbo diesel (motore con tecnologia 2008) 120CV
    Astra gtc 1.6 turbo benzina (motore con tecnologia 2005) 180cv

    ciao e studiare !

  91. Dario Says:

    X Roberto Ruppolo

    Roberto tu fai un po di confusione tra potenza max erogata da un motore e rendimento, il rendimento è la capacità di trasformare l’energia chimica contenuta nel carburante che combinata con un comburente ( l’ossigenno contenuto nell’aria )si trasforma in energia di diverso tipo, in questo i motori diesel sono da sempre insuperabili, quindi in parole povere fai + strada per litro di combustibile introdotto.Discorso diverso è la potenza max, ma ti do un consiglio non ti soffermare sulla potenza max, serve a poco, guarda la coppia come viene erogata su tutto l’alrco di regime di rotazione motore, non serve a niente avere 500 cv a 8000 g/m se poi il motore e vuoto da 1000 a 7000 g/m lo puoi utilizzare solo in pista.
    E mi raccumando ne studia ma sul serio….
    Ciao

  92. JohnJ Says:

    leggendo tutti i commenti mi pare che vi sia un certo consenso sul fatto che il diesel conviene economicamente se uno fa piu’ di 20.000 km circa….
    Il punto che la convenienza economica e’ una cosa mentre il piacere di guida e’ un altra, e francamente, con la situazione di controlli e limiti di oggi, non ci si puo’ “godere” un benzina…. per questo, secondo me, il diesel e’ piu’ venduto, a prescindere dalla convenienza o no!
    Con un bel diesel riesci ad avere delle soddisfazioni in salita, in brevi rettilinei, con carico, etc. Purtroppo con il benzina, o sali di giri, o sei inchiodato, anche con 150 CV e motore turbo!

  93. bruce0wayne Says:

    l’ultima frase è falsissima. Con un turbo benz ti diverti il doppio che con qualsiasi turbonafta

  94. JohnJ Says:

    falsissimo non direi proprio, se leggi bene sto parlando di brevi rettilinei, con carico, in salita, etc. e qui, dove serve la coppia, la coppia di un turbodiesel i benzina (a parita’ di cv e cilindrata) se la sognano!

    esperienza personale:
    Golf turbo benzina 1.8 150 CV x 3 anni
    Audi A3 diesel 2.0tdi 140 CV x 2.5 anni

    non ce paragone come motore!

    Certo se vuoi salire a 5.000 giri e “tirare” prendi il benzina, ma se ti vuoi divertire con la situazione attuale di contolli, traffico e limiti… 1000 volte il turbodiesel! quando c’e’ bisogno spinge, e praticamente a prescindere dalla marcia inserita.

  95. dasnichts Says:

    Allora non so… ma di quelli che scrivono hanno mai usato una diesel recente? usata per bene dico!

    A nessuno ormai interessa la velocità massima, oltre i 180 intanto non ci vai mai o solamente in germania per qualche chilometro (traffico)

    Poi, non vedo dove un benzina con tutta la questione delle revisioni e manutenzione ecc. è meno costosa…

    La Golf VI 1.6 benzina consuma 7-8 L/100 km e con un pieno fa 400-500 km. (amico)
    La Mazda 3 1.6 TD consuma 4,5-5,3 L/100 km e con un pieno fa 850-1000 km (mia)

    Poi la Mazda non ha mai problemi, 124000 km con gli stessi ammortizzatori, mai problemi di alcun tipo, tagliando ogni 30000 km che costano ca. 150-180 Euro.

    Ma ftemi il piacere,

    gasolio oggi 1,21 €/L. con consumo sotto i 5,5 L/100 km – 1 pieno ca. 47 Euro – km 900 ca.
    benzina oggi 1,38 €/L. con consumo oltre i 7 L/100 km – 1 pieno ca. 85 Euro – km 450 ca.

    Facendo tutti i conti possibili contando una media di 16000 km l’anno, costa di più la benzina.

    Manutenzione all’anno per diesel 120 Euro, per benzina 80 Euro – consumo 880 L/diesel a 1,21 = 1065 Euro / consumo 1120 L/benzina a 1,38 = 1546

    differenza di ca 500 Euro in soldi, poi da togliere sono i 40 Euro di tagliandi medi e problemi fanno

    460 di costi superiori della macchina a Golf VI 1.6 benzina in confronto alla Mazda 3 1.6 TD (mod.2005) diesel.

    Inoltre assicurazione costa meno per la Mazda che per la Golf (classe di rischio), la Golf ha un motore aggiornatissimo, mentre la mia Mazda ha quello 2004.

    E questo è un conto fatto così all’incirca.

    INOLTRE IL MIO CONTO AIUTA LA GOLF, PERCHÉ CALCOLARE UNA DIESEL A 16000 km È UNA VALUTAZIONE NON NORMALE…

  96. dasnichts Says:

    dimenticavo:

    il costo della manutenzione annuale l’ho calcolato a un totale di 30000 km di intervallo per entrambe le macchine e 16000 km percorsi annuali

  97. Dario Says:

    Ma basta, se volete comprare un’auto a benzina…… compratela e smettete di rompere i coglioni, se siete convinti di risparmiare buon per voi.Dasnichts lascia perdere dare le perle ai porci non serve a niente.

  98. Pasquale Says:

    Per me è giusto che si diano tutte le informazioni per fare valutazioni attendibili e veritiere, visto che siamo su un blog in cui nessuno è pagato per scrivere e possiamo sbambiare le nostre esperienze liberamente.

    Abbiamo capito che un benzina è più divertente e un diesel è più pratico per uso continuato.

    Per chi vuole proprio risparmiare, non dimentichiamo, c’è il gpl.

  99. giuseppe Says:

    i motori disel sono i piu’ potenti e duraturi in assoluto. camion trattori macchine operatrici in genere sono propulsori disel servono sia per potanza che per durata.un motore disel puo’ rimanere in moto 24 ore su 24 vedi gruppi elettrogeni un propulsore benzina non puo’ per surriscaldamento ecco perche’ chi lavora con l’auto percorrendo svariati km al giorno tipo io che ne percorro minimo quando mi va bene 300 km al giorno,con un audi a6 2500 tdi ho ridotto di tantissimo consumi e manutenzione rispetto a prima che avevo un mercedes 2000 benzina con impianto a gas.l’impianto a gas ti distrugge prima le candele l’inniezione si insecchisce e quindi si inchioda creandoti molti problemi.comunque e’ ovvio per chi usa pochissimo l’auto o soltanto in citta’ non li conviene il benzina la mia audi a 400 mila chilometri e’ va ancora benissimo i disel se li sai tenere fanno anche 1000000 di km col benzina te li sogni ciao e grazie delle informazioni

  100. giuseppe Says:

    massmiliano io non so cosali fa tu hai disel io sono anni e adopero disel la turbina che tu tanto citi per quante auto ho cambiato e’ minimo le ho date con 350000 km bene mai reviswonato turbine. se uno ha il piede pesante sfascia il disel come il benzina.

  101. dasnichts Says:

    gpl? mah, se è incl. nella macchina ad acquisto, tra incentivi, rottamazione ecc. ok… ma si perde un sacco nelle prestazioni, in inverno quì da noi si deve usare la benzina, almeno per l’inizio del tragitto, poi i prezzi sono al chilo, che calcolando al litro (facendo conto dei kg/l.) sono poco minori.
    Poi non si deve dimenticare, che il sistema gpl, anche se preddisposto già all’acquisto della vettura costa un bel pò di soldini (non ho a mente quanto ma se non sbaglio sono ca. sui 700-1200 Euro). La macchina a gasolio costa allora quanto quella a benzina con il sistema gpl, che poi, non dappertutto si trovano i distributori (dipende se si è in città o al di fuori.

    Io trovo che tutte queste cose, gpl e metano, saranno anche ok (non sò ecologicamente, perchè l’unica statistica, alla quale credo è quella che ho falsificato io stesso – proverbio tedesco), ma servono a poco, non costano meno e non rendono di più.

  102. Daron Says:

    Ciao ragazzi….come alcuni di voi giustamente scrivono la scelta tra benzina e diesel dovrebbe essere dettata dall’utilizzo effettivo che si fa dell’ auto. io ho da poco rottamato la mia twingo 1.2 16v del 2003 con 240.000 km all’ attivo. Abito a 70 Km dal posto di lavoro e con un pieno di benzina (il serbatoio della twingo è di 40 litri compresa riserva) facevo mediamente 500-550 Km. In sostituzione ho preso una punto multijet usata con 75.000 km di vita. Per uno come me che percorre 140 Km al giorno più giretti e gitarelle varie è un bel risparmio (con questa con un pieno ne faccio 850 tranquillo tranquillo….).

    Per quanto riguarda i costi di gestione le percorrenze tra un tagliando ed il successivo sono identiche a quelle del 1.2 16v Renault ovvero 30.000 km per l’olio e filtri vari…..
    Rispetto al benzina bisogna aggiungere il costo del filtro del gasolio (20 euro) che però è compensato dal cambio delle candele per il benzina (50 euro perchè a lunga percorrenza….60.000 Km)
    Per il benzina bisogna poi aggiungere il cambio della cinghia di distribuzione che , almeno sulla twingo, è un pò oneroso….280 euro da meccanico di fiducia…..400 euro da mamma Renault. Sul multijet c’è la cara vecchia catena che va sostituita dopo 250.000 Km….mi sono già informato dal meccanico….il costo per sotituirla si aggira sui 300 euro poco di più della twingo. Possiamo dire che il discorso della catena è un valore aggiunto per il solo multijet o pochi altri visto che la stragrande maggioranza dei propulsori sia benzina che diesel hanno la cinghia che più o meno va cambiata per tutti attorno ai 120.000 km.

    Va da se che senza neanche la puzzona calcolatrice alla mano il vantaggio almeno per quello che ho visto io e per le mie esigenze c’è ed è dalla parte del diesel…..

    poi certo se si cercano le prestazioni pure ci si orienta verso il benzina….ma secondo me i costi di gestione di un diesel sono gli stessi di un benzina. La maggior parte degli inconvenienti sui Diesel moderni è il brutto vizio da parte della maggioranza delle persone di trattarlo come un…..motore a benzina. Si vede in giro gente tirare letteralmente per il collo diesel per puro gusto di sentire la spinta….tanto consuma poco…..peccato che tirare un diesel dopo i 3500 è solo gusto di buttare il gasolio…..e poi rimappe, centraline aggiuntive, boiate varie e di seguito turbine che se ne vanno al creatore, pompe alta pressione ed iniettori che cedono sotto l’ultima tirata. E’ ovvio che un diesel va trattato da diesel e sfruttato per le ottime doti proprie di questo tipo di motore (piacere di guida non significa solo “quanto fa da zero a 100″ ma anche elasticità, coppia in basso, facilità con cui affronta pendenze…..) e non per le gare di accelerazione. Solo a queste condizioni si dimostra un mulo infaticabile anche con tutta l’elettronica moderna.

    Se si fanno pochi kilometri e si cerca il massimo risparmio si potrebbe optare per un benzina/GPL anche se i guai ci sono anche da queste parti…..il gas in quanto gas è più secco rispetto alla benzina….non “lubrifica” come dovrebbe le sedi delle valvole….dopo tot Km le sedi si usurano….e vanno rifatte…..e la spesa non è poca! Fidatevi….per esperienza personale e non solo….è un inconveniente a cui vanno incontro tutti i motori alimentati a GPL/Metano.

  103. tatolo04 Says:

    salve a tutti.
    sono capitato qui x caso facendo una ricerca in internet e vorrei dagli espert (in particolare da bruce0wayne) qualche consiglio riguardo il mio imminente nuovo acquisto. devo cambiare auto e la scelta é ricaduta su 2 crossover: vw tiguan o nissan qashqai ma non riesco a decidere la motorizzazione. percorro circa 10.000 km/anno e tutti extraurbani. le auto le tengo fino a che non si distruggono (ora ho un golf 3a serie del 96). le motorizzazioni x i 2 modelli sono le seguenti: nissan 1.5 diesel 106 cv – 1.6 benzina 115 cv – 2.0 benzina 140 cv. vw 2.0 diesel 140 cv – 1.4 benzina 150 cv. sono attratto dal diesel x il fattore risparmio ma x i km che faccio potrei permettermi il “lusso” del benzina. non riesco a decidere. ciao e grazie a tutti!!!

  104. Andrea Says:

    Negli ultimi 20 anni il prezzo del gasolio ha raggiunto quasi quello della benzina .
    Nel lontano 1982 un litro di benzina costava 50 cent mentre un litro di gasolio 25 cent .
    Perciò all”epoca conveniva correre a gasolio .
    Si risparmiava e il motore disel durava il doppio di quello a benzina.
    Oggi il margine di risparmio è diminuito però una vettura disel ha meno guasti meccanici rispetto alle auto a benzina e gli intervalli di manutenzione (tagliandi) sono identici alle auto a benzina .
    Se avessi soldi acquisterei un”auto disel .
    Di certo non acquisterei un”auto a benzina con il Gpl .
    Non mi fido dei moderni impianti Gpl le auto di oggi sono troppo delicate per poter viaggiare a Gpl .
    Il Gpl andava bene una volta sulle auto euro zero.

  105. bruce0wayne Says:

    tatolo04,
    quando si tratta di SUV e similari il motore adatto normalmente è il turbo diesel o il benzina turbo.
    In entrambi i casi l’affidabilità è la medesima e i costi di manutenzione si avvicinano un po’.
    Il motivo è semplicemente il peso. 120 cavalli su di un SUV o similare sono troppo pochi. In salita non lo spingi più se non con il turbo (benza o diesel che sia).

    Considerando il turbo anche nel benzina da mettere a confronto, la differenza di costi si allinea, per cui a convenienza si passa al diesel.

    Ovviamente a divertimento il benzina turbo renderebbe comunque di più, perchè oltre alla spinta iniziale si ha l’allungo; evitando così la spiacevole sensazione di avere il “respiro corto”, tipica del diesel …tuttavia i consumi di un turbobenzina sono elevati a tal punto da mettere in discussione ogni altra argomentazione.

  106. tatolo04 Says:

    ok quindi appurato che nonostante i miei pochi km mi conviene comunque il diesel a causa della tipologia di vettura (crossover), come faccio a capire quale sia la cilindrata migliore o quella che piú si addice alle mie esigenze? mi limito a scegliere quella con piú cavalli?

  107. dasnichts Says:

    tatolo04

    come primo una domanda, ma ti serve una mini-SUV?
    Dico che altro che per moda non sono grancchè ste macchine. Si guidano peggio di una macchina, bevono come un camion e costano un patrimonio.

    Se proprio ti serve o lo vuoi, ti consiglio la TIGUAN, ma non 4×4 che fa solo problemi come già con i pulmini la trazione integrale VW al momento ha problemi, prendila anteriore, risparmi metà delle gomme e risparmi almeno 2 litri di gasolio.
    Prendi un 2000 gasolio che poi riesci anche a rivenderlo un giorno, perchè su i SUV o mini-SUV i motorini non vanno, guarda che ste macchine pesano e non poco!!!

    Detto tra noi, cerca di prendere qualcosa che di dà di più per meno, perchè sopratutto le mini-SUV sono costosissime e non vanno ne benissimo in strada ne bene in montagna e per di più hanno pochissimo spazio per via delle cassettoni delle ruote posteriori più grandi.

    Fossi in te, ci ripenserei.

    Almeno per la Tiguan ti so dire che va bene per quello che è, ce l’ha mio cognato. Ma rimane sempre mezza Jeep e mezza macchina.

  108. tatolo04 Says:

    x dasnichts
    hai perfettamente ragione. il fatto é che cerco una vettura che abbia spazio ma non mi piacciono né le sw e tantomeno le monovolume. hai ragione x il fatto che sono mezze jeep e mezze macchine ma non ti dò ragione sullo spazio: ne ha eccome. x il fatto 4×4 sono perfettamente d’accordo, non mi serve e sinceramente non spendo 2000 euro in piú x averlo. poi sono giovane ;-P ho famiglia e cerco qualche cosa di particolare. probabilmente vado contro logica ma cosa ci vuoi fare, anche il cuore vuole la sua parte. poi x dirla fuori dai denti, non ho scelto 2 modelli sconosciuti, sono marchi automobilistici arcinoti, anche se non sono il massimo come tipologia di vetture non credo avrò grosse fregature. non credi?

  109. giamp Says:

    ciao a tutti sono in procinto di acquistare la new clio benzina tce turbo 1200 oppure dci 1500 diesel km annui circa 19000 che mi consigliate? grazie

  110. Pasquale Says:

    Tra le due preferirei quella che ha meno cavalli fiscali e se non erro dovrebbe essere la 1200, visto che fa scendere il canone assicurativo in maniera abbastanza considerevole.

    Io ho un 1.8 tddi Ford e pago un po’ troppo di assicurazione… in pratica mi rimangio per l’assicurazione quasi tutto il risparmio che ho rispetto a un motore benzina, ripeto, quasi tutto.

  111. dasnichts Says:

    @tatolo04

    scusami, ho appena letto.
    Per me c’è una gran differenza tra spazio e spazio.
    TIGUAN: interni stretti, cofano medio, sedile posteriore per 3 ma ci stai comodo in 2 (nè io sono grande e grosso ne cognata e ragazza – tutti tra 55-65 kg. a 1,75m.)
    Vedi tu, è il tuo cuore e la tua moneta che impieghi.
    Io per quel prezzo prenderei una X5 usata di 2 anni fa sui 50000-80000 km. o come minimo la X3 restyle (con le frecce posteriori bianche) con ca. 50000 km.
    Macchina nuova mai più, perdi 30% all’acquisto che in 6 anni non ti ritorneranno mai più. Soldi buttati. Sai quanta gente rivende le macchine dopo un anno? Fossi in te guarderei su mobile.de e mobile.it (sito tedesco e italiano) e fai l’acquisto UE. Tanto ti costa 200€, ma poi risparmi almeno 2000€ sulla macchina.

    @giamp:

    va bene chiedere, ma prova a leggere prima, che +/- la tua domanda è già stata posta alcuni post sopra.

  112. Claudio Says:

    Io dico che le cifre indicate nel primo post dei costi di gestione e della durata dei motori sono un po’ troppoe sagerate in favore del benzina! (però non ho le prove tecniche ma non ho sentito cifre come riporta brucewayne)

    Ho guidato ed avuto a che fare con queste auto:

    – Ford Fiesta 98 1.2 benzina 75CV
    – Mazda 3 1.6 Diesel 110CV
    – Fiat 500 1.2 benzina 69CV
    – Fiat Panda 1.2 GPL 60CV
    – Ford Fiesta 2.4 GPL 96CV

    Che dire? la Mazda 3 è una macchina che va benissimo: buona ripresa andamento fluido, ottima per i viaggi lunghi, zero problemi in 110.000 KM

    Non parlo di spese per chi ha percorrenze da rappresentante, ma con i diesel e i GPL si risparmia un botto se si hanno percorrenze sopra le 8-10.000 Km l’anno.
    Senza contare che cmq io preferisco (anche se dovessi spendere gli stessi soldi) fare il pieno con 20€ per tutto l’anno e magari spendere 300€ di tagliando piuttosto che 150€ una volta l’anno..

    Vogliamo parlare dei CV o KW? una diesel a parita di kw ha più ripresa ed è semplicemente più pronta di una benzina (lo vedo ora con la Fiesta GPL), ovvio che quando tiri il benzina a 4-5 mila giri consuma un botto!
    In tutto questo sono convinto che a oggi con i prezzi del benza/diesel l’unico modo di risparmiare sia con i GPL progettati dalla fabbrica (come appunto la Panda e la Fiesta)

    Per pochi Km annui o percorrenze solo in città direi benzina, ma solo se poi dopo 4 anni si rivende l’auto. altrimenti GPL o Diesel senza DPF.

  113. Dario Says:

    Sottoscrivo, non sono daccordo sul risparmio con i GPL progettati in fabbrica, guarda che l’impianto è il medesimo l’unica differenza stà forse ( Ma non ci credo troppo ) nella progettazione della testata/valvola/sede l’unico componente critico in un benz/gpl.
    Sai la differenza chi la fà in un secondo impianto una figura che non esiste più ( il TECNICO installatore ), sono tutti degli animali che buttano dentro il cofano in maniera del tutto casuale e senza sapere neanche che cazzo stanno facendo l’impianto.
    Quando feci l’impianto sulla mia un po di anni fa ne ho girati parecchi di installatori , e tutti avevano dei ragazzini che smontavano allegramente macchine da 50 60 k euro facendo fori su collettori di aspirazione per il montaggio degli ugelli senza il minimo riguardo, cablando il tutto in maniera disordinata con il nastro adesivo, un disastro, poi bo non so forse sto invecchiando e mi sto inacedendo ……..

  114. Ady23 Says:

    Ragazzi…
    Io vi do 1 solo esempio…fate voi i calcoli…
    io sono il posessore di una stilo 1.6 16 v benzina + 1 turbo==>163 CV
    un mio amico a una stilo 1.9 16v JTD(Jet Turbo Diesel)==>115 CV…..
    quindi…e la stesa macchina,proprio uguale ma solo che la mia e un 1.6 benzina e la sua e un 1.9 jtd…anche io anche lui ha un turbo…3 porte entrambe.

    Ciao…
    St1L0 4 3VER

  115. Dario Says:

    X Ady23

    Oggi a Torino cè il sole…….

  116. Pasquale Says:

    Volevo far notare, visto che siamo tutti abbastanza appassionati, alcuni elementari principi di fisica:

    I cavalli o kilowatt di un motore sono la potenza (massima), ovvero, l’energia sviluppata in una certa unità di tempo.

    Quando parliamo di energia massima o potenza massima, parliamo della stessa quando il motore lavora “a pieno regime”, ovvero, al massimo delle sue possibilità.

    Questo che vuol dire? Che noi tutti quei cavalli o kilowatt, se andiamo a vedere realmente in che circostanze li usiamo, ci rendiamo conto che queste circostanze sono veramente poche.

    In un uso medio a noi, e per noi intendo il cittadino medio, bastano 55-60 kw.

    E’ chiaro che se noi siamo in grado di sfruttare queste potenze, i consumi più o meno si allineeranno, perchè, per i principi di fisica, l’energia sviluppata “non si crea dal nulla” ma è pari all’energia chimica “immessa nel sistema” (più l’energia delle candele che sia termica per i diesel o elettrica per i benzina). Ci rendiamo conto però, che a parità di “kilowatt” erogato, si trasformano più litri di benzina che di diesel, questo perchè, come ci avevano già anticipato altri utenti nella discussione, il diesel ha una variazione di volume maggiore per “quantità” bruciata. Le formule matematiche sulla termodinamica ormai si trovano benissimo anche su wikipedia.

    In buona sostanza, dobbiamo avere bene in mente il fatto che “il lavoro compiuto” e la potenza sviluppata non sono gratis, ma anzi, quanto più c’è potenza quanto più c’è trasformazione di carburante in energia.

    Dal momento che l’utente medio va in autostrada e fa percorrenze quindi difficilmente superando i 130 km/h, 100 kw sia con un diesel che con un benzina sono anche troppi.

    Infine sul benzina c’è da fare un altro discorso che anche era stato in parte affrontato: la benzina richiede una raffinazione, quindi del lavoro ulteriore rispetto al diesel. Ogni fase di lavorazione, (principio che vale anche in fisica XD) non gratis, ma lo paghiamo, per cui noi, usando la benzina, non solo paghiamo in più delle fasi di lavorazione (di cui potremmo fare a meno), ma il prezzo va a gravare anche sul consumatore che deve pagarla di più a litro e quindi facendo un calcolo approssimativo tra Kilowatt erogato e euro speso, il motore a benzina viene a costare di più.

    Perchè “far lavorare le raffinerie di più” e perchè pagare un carburante di più se alla fine per i kilowatt che ci servono va benissimo anche il diesel (o il gpl che richiede praticamente nessuna lavorazione rispetto agli altri)?

    Insomma, ragazzi, un principio valido sempre: più facciamo lavorare gli altri più li paghiamo..

  117. Jack Says:

    Ciao a tutti, ho letto tutti i post!!! Voglio cambiare macchina, mediamente faccio 12.000-15.000 km annui.. sarei orientato a prendere una nuova c3 1.4 benzina GPL di serie, mi conviene vero!? Quanti km potrei fare con un pieno di GPL? E GPL benzina quanto di autonomia totale? Secondo me il GPL e’ adatto, dato che in 10 anni arriverò si e no a 150.000 km, cazzo me ne frega di comprare un golf diesel che dicono (ma e’ solo convinzione) arriva a 300,000 km? Votrrebbe dire tra 20 anni, e ci sarebbero già le auto che volano!! Secondo me scegliere una macchina solo xke può arrivare a 300,000 km, quando realmente se ne fanno 150,000 in 10 anni e’ un errore commerciale! Il futuro e’ il risparmio!!! E tanto i limiti sulle strade sono gli stessi! Rispondete in molti grazie!

  118. janpy 69 Says:

    magari tutti volessero il benzina come te……..io viaggio con motori diesel da più di venti anni con percorrenze anche di 120 000 annui non ho mai e dico mai avuto un problema i tagliandi costosi ????? qualche chilo d’olio ogni 40 000 km le vibrazioni”” ma forse in quelle degli anni 80 purtroppo oggi tutti hanno capito quanto vale il diesel e dico purtroppo perche fino a qualche anno fà i retrogadi come me potevano viaggiare a gasolio spendendo quasi la meta della benzina ….vi siete mai chiesti x che il gasolio oggi costi quasi quanto la benzina e prima veniva solo la metà???????ps le trasformazioni costose poi dove le hai trovate????il diesel brucia tutto compresi olio di semi,biodiesel ecc abbassando l’ inquinamento senza alcuna modifica unico intoppo siamo in italia e se usi olio di semi o altro vieni accusato di evadere le tasse sui carburanti con relative conseguenze Viva le nostre leggi…….

  119. dasnichts Says:

    ciao janpy69

    hai ragione per via dei costi del diesel esplosi.

    eh si, da quando vanno di moda i diesel, lo stato ha aumentato le tasse sul diesel in modo orrendo.

    che vuoi farci, l’unica sarebbe non fare benzina per una settimana al mese e vedrai come cambiano le cose, ma purtroppo, non troverai nessuno che ti assista in queste operazioni tattiche geniali. ci ho già provato tantissime volte in modo molto più piccolo, ma niente da fare.

    Purtroppo siamo in italia e siamo circondati da italiani e gli italiani come tutti sappiamo hanno il vizio di straparlare e non fare un c***o. Anche per questo tutto va in malora in questo bel paese.
    Sono italiano e amo esserlo, ma mi dispiace vivere in un paese di cechi. in germania (essendo alto atesino seguo pure i tedeschi e ci sono tanto con loro) queste cose non hanno lunga vita come da noi.

    Tanto quanto per le patenti!

    Questo stato è da denunciare e da buttare in galera!
    primo ti danno solo macchine che vanno oltre i 130 km/h e poi vanno a multarti prendendoti il lavoro, i soldi, la vita!
    Se lo fai tu, si chiama reato di coercizione!
    Stessa cosa con le sigarette, con l’alcol, proprio dappertutto!!!

    Scusatemi se mi sono inc***ato un po, ma ragazzi o la gente italiana apre gli occhi e smette di fissare MTV e i TG truccati o andrà male a tutti.

    Poi come sempre tutti in piazza a gridare: “ma io lo sapevo, lo dico da anni”

  120. Pasquale Says:

    Io non credo che il motore a benzina sia un furto o migliore o peggiore del diesel, io credo che il benzina si adatti benissimo a certe esigenze e il diesel a delle altre.

    X Dasnichts:

    Non condividerò mai le “acrobazie” finanziare che fanno passare nel giro di meno di un anno il prezzo del diesel da poco più di un 1 euro a 1 euro e 20 per litro, per non parlare del costo della benzina mentre esistono già tecnologie comprovate che permettereberò di ridurre il costo delle energie.. basterebbe riempire il deserto del Sahara di pannelli solari e non dovremmo pensare più ne’ al nucleare ne ai motori a scoppio, passeremmo ai motori elettrici che praticamente non hanno manutenzione (giusto le gomme, trasmissione, freni perchè il motore elettrico è mooooooooolto molto più semplice, l’unico problema sarebbe implementare un sistema di accumulazione di energie (batterie) sufficientemente piccole e “capaci”).

    Putroppo il gioco dell’ “oro nero” fa “mangiare” un sacco di sceicchi e quei sceicchi non ci pensano proprio a perdere i loro privilegi economici nel mondo, per non parlare degli speculatori (che spesso coincidono con gli sceicchi).

    E stiamo attenti, io non sto parlando di “complottismo”, i parlo di comunissime e visibilissime dinamiche commerciali che sono all’ordine del giorno e che ormai sono “normali”.

  121. dasnichts Says:

    Hai ragione, sarebbe ottima come idea (la Germania stà già facendo test in riguardo):

    PERÒ:

    E chi pulisce i pannelli dalla sabbia?

    Poi di notte fino a -40°C – guarda che non è così semplice.

    Inoltre, per portare la corrente fino da noi, sai quanti centrali energetiche servono per ridare alla corrente il valore di partenza, perc`e durante il viaggio la corrente perde sempre più della sua energia iniziale, anche per questo se guardi lungo i fili ogni X km hanno un’alacciamento a un’altra centrale per poter ripristinare il valore.
    Se no la lavatrice non parte.

    Dove li buttano poi? Sai quanto inquinamento con i pannelli di oggi?
    Ok, il gasolio e la benzina inquinano l’aria, questo è certo, ma anche i pannelli non è che si degradano nel terreno.

    Si sa che i pannelli solari costano e inquinano più di quanto rendono e costano in acquisto. ultimamente hanno ridotto un pò i costi ma sono sempre lì.

    Senza incentivi statali la fotovoltaica sarebbe già morta, perchè i produttori li vendono sottocosto e lo stato da loro incentivi notevoli.
    La fotovoltaica per quello che consuma in energia per la produzione ancora oggi ne rende poca.

    E poi dicono che tengono 20anni, non è vero, metà sono rotti dopo 10 anni e rendono a malapena il 50% di quello che costava l’impianto. Ma per fortuna i costi sono incentivati per tutti!

    Io sono un fan della fotovoltaica, ma mancano i fondi per il know-how che serve per evolvere la tecnica nel modo giusto. Con passi da lumaca non ci arriveremo che tra 100anni purtroppo.

    È questo che vuole l’industria e sopratutto lo stato.

    Il petrolio è la base di quasi tutti i medicinali, prodotti chimici, plastiche ecc. e a sprecarlo per viaggiare, riscaldare e produrre energia con così tanto inquinamento è un’idiozia bella e buona, ma siamo stati noi, la gente troppo comoda e viziata a portare la benzina nel ns. salotto di ogni giorno. Lo stato e l’industria comodamente hanno guadagnato milioni di milliardi di Lire/Dollari/Euro/ecc.

    Per di più, c’è una nuova teoria pratica in atto di validazione:

    il petrolio si riproduce naturalmente

    1) molte le falde hanno fornito oltre 5 volte tanto quanto c’era nel suolo (no falde vicine)
    2) il petrolio non si forma come presupposto fino ad oggi (molti scenziati parlano di disinformazione dettata da parte dell’industria e stati) ma tramite un processo chimico tra magma e corsta (il petrolio viene pompato fuori dall’uomo e la crosta viene scaldata dal magma sottostante fino a diventare liquido e gas che poi dopo vari processi chimici naturali diventa petrolio nonappena si raffredda)
    3) tutte le falde petrolifere sono tra varie parti delle lastre tettoniche della crosta (direttamente dove il sottosuolo è aperto verso l’interno)

    Lo scenziato sta ancora validando le sue tesi e prove, ma probabilmente diventerà muto come tanti altri.

    Questa è una teoria che stà girando per molti siti scentifici della Germania (come anche forum STERN e FOCUS) – per ulteriori informazioni, dovrò cercarli di nuovo (se c’è interesse ditemi).

  122. Pasquale Says:

    Sì, ma usciamo ormai chiaramente offtopic, penso che per quanto riguardi la questione diesel Vs benzina abbiamo detto ormai tutto.

    Semmai dovremmo aprire un nuovo blog che tratti in dettaglio le dinamiche commerciali e i presupposti tecnico-scientifici.

    Comunque avrei da ridire su come viene formato il petrolio, o meglio, secondo le mie conoscenze ci sarebbe da dire altro, senz’altro non basta dire che il magma bruci “le rocce”, bisogna vedere cosa brucia e quali sono i resti di questi elementi che vengono bruciati, nonchè le circostanze di conservazione.

  123. dasnichts Says:

    /signed\

    hai ragione, siamo fuori tema ormai =)

    Per il commento di prima – ho tagliato al massimo la tematica e semplificato in modo radicale =)

    DEVO AGGIUNGERE: quello scritto nel mio ultimo post è da ritenere come indicativo e non scientificamente fondato, dato che mancano link sulla tematica, spiegazioni chiare ecc. e trattandosi di scienza al momento non validata

    @pasquale – chi apre il nuovo blog? poi postate anche il link =)

  124. Raffaello Says:

    Dipende dall”uso che fai dell”auto .
    Per chi lavora con l”auto un diesel è ottimo sotto ogni aspetto ! Un motore diesel può fare 300.000 mila Km senza problemi !Ovviamente almeno ogni 5000- Km ci devi cambiare l”olio motore è il filtro olio se non lo fai il motore si guasta sui 200.000 mila Km circa .
    Con il diesel si risparmia qualche euro di carburante e l”auto ha bisogno di meno manutenzione per chi fà molta strada il diesel è ottimo !
    Per chi non usa l”auto per lavorare un”auto a benzina và benissimo il motore a benzina può fare 200.000 mila Km a patto che ogni 5000-Km si cambi l”olio motore è il filtro olio .
    Molti automobilisti italiani pirle che non capiscono un cazzo di motori non vogliono mai cambiare l”olio motore è il filtro olio . Perciò molte auto a benzina moderne fanno al massimo 100.000 mila Km poi grippano .

  125. Andrea Says:

    Un”auto diesel ha il pregio di durare di più e di avere qualche rogna in meno al motore e a parità di chilometri si risparmia qualcosina sul carburante .
    Con il diesel di inverno si potrebbe non farla partire se fà molto freddo.
    Durata media motore diesel 300.000 -350.000 Km dipende tutto dipende da chi la guida e se fà una buona manutenzione .

    L”auto a benzina invece di inverno non ci sono problemi a metterla in moto ,si spende qualcosa di meno sui ricambi ed è più veloce è scattante di un diesel .
    A parità di chilometri con un”auto a benzina si spende qualcosa di più di carburante .
    Durata media auto a benzina 200.000 -250.000 Km qualche motore nè può fare di più anche 300.000 mila come le vecchie Alfasud o le Alfa 33 anche se erano auto scattanti è veloci il motore arrivava tranquillamente a fare i 300.000 km e le rottamavi col motore ancora funzionante quasi come nuovo .

    Questi sono pregi è difetti delle auto a benzina o diesel in base all”uso che si fà dell”auto si decide quale prendere .

  126. michele Says:

    Oggi 2010, si può affermare tranquillamente che un motore a benzina è molto più resistente ai chilometri percorsi che un diesel (minori vibrazioni) lavora a pressioni decisamente inferiori (ovviamente se non è turbo). Minore manutenzione, olio, filtri, e le cinghie a 90000km (se vuoi). L’olio motore si mantiene più pulito cosi come l’impianto d’iniezione che praticamente non ha bisogno di manutenzione. Lo stesso discorso non vale per il diesel (vedi la classica pulizia degli iniettori, sostituzione dei tendicinghia tipico dei Mercedes che si logorano per via delle vibrazioni, sostituzione delle candelette ecc, (le vibrazioni poi sono aumentate con i prestanti motori common rail), a fronte di minori emissioni di Co2 vi è una grande emissioni di polveri (classica fumata nera). Il consumo è una cosa relativa è vero che un diesel consuma meno litri di un benzina, ma è anche vero che un litro di diesel pesa molto di più di un litro di benzina (quest’ultima ha un processo di raffinazione più costoso (se ne produce meno). I diesel erano usati tantissimo dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale appunto perché non disponevano di carburanti altamente raffinati.
    La fama di resistenza dei motori diesel è perché un tempo questi motori, senza turbo e common rail giravano sui 3000 giri, oggi con turbo e common rail arrivano tranquillamente ai 5000 giri. Mentre i benzina giravano negli anni 70 sui 6500 7000 giri, oggi con le sedici valvole arrivano sui 5500, con coppie più piatte. Diciamo che i benzina di oggi assomigliano di più ai diesel di ieri. Mentre i diesel hanno assunto caratteristiche dei benzina. Quanto a prestazioni assolute, credo che nessuno turbo common rail da 3000 cilindrata tipico dei SUV possa eguagliare pari 3000 turbo a benzina (quest’ultimo può arrivare tranquillamente a 500-600 cavalli) ancora di più negli F1. (questi però si logorano……). Mentre un buon 1200 da 60cv a 5200 giri con il GPL è praticamente inesauribile.

  127. dasnichts Says:

    Allora il diesel in inverno ZERO PROBLEMI:

    – io vivo all’estremo nord dell’Italia
    – temperature aria da -30 fino a +35
    – quota +996 m
    – mai avuto rogne

    Il problema che si ha in Italia (non Trentino/Alto Adige) e solo li, è che non vi danno il gasolio invernale – tutto qui.
    Costa mediamente 0,01 € in più al litro e vale il suo sovrapprezzo

  128. Giovanni Says:

    Sono capitato su questo blog per caso, dovendo acquistare un’auto ed essendo indeciso tra diesel, benzina e GPL.
    Ho letto con molta attenzione tutti i post imparando molte cose che ignoravo non essendo un appassionato di macchine, ed ho deciso di scrivere per sottoporvi il mio caso in cerca di consigli.

    Dunque, da prossimo neopapà, devo abbandonare il mio economico scassone (Punto del 2000 benzina trasformata GPL) per comprare un’auto da scegliere tra Astra, Meriva, Mazda 3, Toyota Auris e Chevrolet Cruze. Lasciando stare tutte le considerazioni tra marchio, estetica, affidabilità ecc., non riesco proprio a scegliere tra le 3 alimentazioni possibili (escludo solo il metano).
    Faccio in media 15000 Km annui di cui l’80% in superstrada a 80-100 Km/h, mi importa poco della potenza e molto dei consumi generali (carburante, tagliandi, ricambi, manutenzione ecc.).
    Spero mi rispondiate in molti, e ve ne ringrazio anticipatamente.

  129. Giovanni Says:

    Dimenticavo di aggiungere che l’auto che ho intenzione di comprare mi dovrà durare minimo 10 anni (se non 20 se riesco a tenerla bene come ho intenzione di fare), quindi mi importa poco della perdita di valore col tempo.

  130. dasnichts Says:

    Ciao Giovanni,

    io ti consiglio la Mazda3 1.6 tdi.
    Io ce l’ho adesso da ca. 2 anni, prima 3 anni mio fratello (sempre la stessa) al momento ha 185000 km e va da dio.
    Consuma pochissimo, ca. 5,3 L/100km in montagna con autostrada – allora tu calcola con le superstrade ecc. un consumo sotto i 5 L/100km (penso sui 4,5 L/100km – perchè se sono a VR e dintorni, li consumo ca. 4,6 L/100km e io non sto mai attento)
    Inoltre è spaziosissima (molto più spaziosa e grande di una Golf serie 5 e 6), ha 5 anni di garanzia, la qualità tra motore carrozzeria e interni e insuperabile in questa fascia di prezzo. Anche la guidabilità tra sportività e comfort è una via di mezzo ineguagliabile che lascia aperti pochi desideri.
    Poi ha 110 cv turbo che spingono per bene.
    In 5 incluse borse e borsoni ci stai alla perfezione perchè il bagagliaio è gigantesco.
    Questo è quanto ti posso dire io. Poi tra metano GPL e varie altre opzioni devi scegliere tu, ci sono anche le Mazda3 benzina con GPL, ma a me piaciono poco.
    L’affidabilità del DIESEL Mazda (che è uguale alla FORD – fino al 2009 – che avevano il motore 1,6 tdi MAZDA) è da sogno.
    Come detto in tutti questi km ho avuto 1 unico problema settimana scorsa e lì cerano da pulire solamente le testine per l’iniezione (da qualche parte quando ero a TO/AL ho beccato del gasolio schifoso, mai successo prima) che erano da pulire.
    Poi l’assistenza funziona benissimo, le spese di manutenzione sono quasi come per il benzina e vanno fatti ogni 30000 km o 2 anni, di media spendo 120-180 € (dipende cosa c’è da cambiare) ma io la macchina la guido e la sfrutto, anche per questo i costi un pò maggiorati.
    Dimenticavo i ricambi: li trovi ovunque e sono sempre a magazzino dappertutto. Non ho mai aspettato oltre 1 gg lavorativo per aver di ritorno la macchina e li solo perchè dovevano cambiarmi il paraurti posteriore e doveva ancora asciugare il colore.

  131. Giovanni Says:

    Grazie Dasnichts per la cortese ed esauriente risposta, che sposta l’ago della bilancia un po’ più a favore della Mazda 3, soprattutto dopo le informazioni sull’affidabilità del motore.

    Un paio di cose che avevo dimenticato di specificare: quei 15000 km annui di cui l’80% in superstrada li farei in pianura, e qui da me non abbiamo inverni rigidi (Napoli!).
    Un’altra cosa che mi lascia dubbioso è la considerazione che il (poco) risparmio dovuto al diesel, che già sarebbe poco dati i pochi km annui, sarebbe ridotto ancopra di più per il costo dell’assicurazione, che dicono essere maggiore per le diesel a parità di modello.

  132. dasnichts Says:

    Ciao Giovanni.

    in pianura e 80% superstrada vedrai che consumi ancora meno di 4,6 ca.
    Dato che sei a Napoli ti dico, che i Diesel consumano meno in estate che i benzina, anche perchè il Diesel perde 150 giri col climatizzatore a freddo al massimo e i benzina oltre 350 giri e questo comporto ca. 0,5 L/100km in più per il benzina e solo 0,05-0,1 per il diesel. Inoltre in città consumi molto meno col Diesel perchè a basso regime e puoi partire alzando solamente il piede dal pedale della frizione senza sbuffate come tipico benzina piccola cilindrata.
    Le assicurazioni in italia sono uno schifo e non capisco perchè il Diesel deve costare di più del benzina a parità di valore dell’automobile, perchè assicurare le macchine secondo i KW effettivi e non secondo il loro valore commerciale è un’idiozia e una fregatura della gente.
    Io la mia l’ho assicurata in Germania, pago 490 € annui per l’assicurazione FULL CASCO e quella viene calcolata in base al valore commerciale della macchina, all’età e ai km sul tachimetro.
    Basta che chiami un’assicurazione a caso e chiedi quanto costa.

  133. geo Says:

    con un generatore di idrogeno GRISU installato su un motore diesel
    si risparmia oltre il 30% di carburante e si inquina oltre il 60% in meno
    un motivo valido per preferire il diesel

  134. alex9180 Says:

    Ciao a tutti,
    Ho comprato da meno di un mese un’ Opel Corsa 1.7 cdti 130 cv euro 5 con filtro antiparticolato.
    Considerando che percorro circa 27000 km annui (per lo più extraurbani) cosa ne pensate?
    Grazie

  135. Andrea ex autista Says:

    Un”auto a benzina moderna fà al massimo 140.000 Km .
    Un”auto diesel moderna fà al massimo 250.000 Km .
    Un”auto diesel fà almeno 110.000 km in più rispetto ad una a benzina !
    Le moderne auto a gas nemmeno le prendo in considerazione poichè durano poco è hanno molti guasti .
    Perciò conviene anche oggi acquistare un”auto a gasolio se si fà molta strada !
    Infatti tutte le ditte private italiane per lavoro usano auto a gasolio !
    Se vuoi risparmiare sulla manutenzione e sul carburante conviene sempre avere un”auto a gasolio .

  136. vice69 Says:

    Ciao a tutti.Faccio ca.20000-22000 km annui.Ho la benza 1.6 da 110cv e vorrei cambiarla con un diesel…supongo.Ho pensato a una Honda Civic 2.2 che fra poco sara euro 5.Il dilema è se devo prendere la Honda o la Mazda 3 2.2CD da 150 cv.Se qualcuno mi può consigliare.Grazie.

  137. dasnichts Says:

    Ciao Vice69,

    guarda che una 2.2td non te la levi più e inoltre ti costa un casino di tasse e assicurazione (in italia sono ladri) – x questo io metto tutto in germania e pago per una 3.0td 460 di full-kasko e 120 di tassa, ma in italia non te la cavi sotto i 1200-1500.

    Consiglio: se già prendi una motorizzazione così, perchè non prendi la mazda6? costa poco di più ed è un bella macchina, poi meglio ancora OPEL INSIGNIA – ti fai 3 gg di lavoro, la prendi a km0 o usata 1 anno in Germania, ti mettono la targa per 5 gg e poi la porti in italia, vai dall’ACI e ordini la targa, fai il trasferimento.
    Guarda che costa uguale come spese e spendi molto meno per la macchina (10-20% in meno, perchè in italia le usate e km0 le prendono in Germania e le rivendono al prezzo nostro…)

    Le Honda, scusami, non sono fatte troppo bene, tanti diffetti, anche se carine e ben dotate.
    Le Mazda3 sono bestie e funzionano a meraviglia, come la mazda3 1.6td, con la quale ho fatto 340.000 in 4,5 anni, poi cambiata perchè ho trovato una bella alternativa, ma andava ancora da dio.

  138. vice69 Says:

    Ciao dasnichts grazie tanto per la tua risposta la trovo molto utile.La verita è che non voglio prendere una machina troppo lunga come la mazda6 mi sembra ingombrante in citta e nei parcheggi.La honda la trovo un pò piu pratica avendo una lunghezza inferiore di 20cm anche della mazda 3 ed in piu il bagagliaio grande di 480lt.Ho letto tutti i tuoi comenti sulla diferenza benz.diesel e informandomi ancora ho deciso che la mia prossima machina deve essere una diesel.Interesante anche l’idea di comprare la machina in germania anche se non saprei come fare perche non parlo tedesco non so dove cercare e forse dovrei trovare una persona piu pratica di me che se ne intende di piu.Questi mesi comunque dovrebe uscire la civic diesel euro 5 ma aquistare una machina nuova mi sbancherebbe.Tu che nè dici se la prendo euro 4 non mi farebbero un bell sconto? vale la pena?Poi avevo paura del DPF della diesel pur sapendo chè andando ogni tanto (o magari una volta al mese in autostrada) non dovrebbero essere problemi tipo : intassamento del filtro, callo del regime motore accensione spie ecc.Comunque la mia intenzione è che se prendo una km.0 oppure un auto nuova di tenerla piu al lungo possibile,anche 10 anni.Forse anche su questo potresti darmi un consiglio…Grazie e tante belle machine.

  139. laser1000it@yaahoo.it Says:

    chissà come mai se andate in qualsiasi concessionario le benzina le tirano dietro (nel senso che vi fanno un fortissimo sconto) mentre per le diesel non scendono nemmeno di 1 euro … le manutenzioni sono ridotte per i diesel… basta guardare i tempi e i km di tagliando dei libretti del costruttore

  140. bruce0wayne Says:

    Semplice mercato

  141. giuseppe Says:

    se lei è così estremamente convinto che valga la pena acquistare un “benzina”, dopo tutti gli aspetti negativi di un “diesel”, lo faccia tranquillamente e buon viaggio

  142. AN Says:

    Buongiorno,
    ho bisogno di un consiglio: la mia auto sta avendo grossi problemi e probabilmente è giunta l’ora di cambiarla. Provengo da un benzina 1.5 trasformato a gpl. In 14 anni ho fatto circa 118000 km.
    Sono indecisissima se prendere nuovamente un benzina x trasformarlo gpl o se orientarmi su un diesel. Premetto che l’auto che mi interessa è il Dacia Duster. Il gpl è + economico ,vero che va considerato il costo per installare l’impianto ,che poi va ammortizzato, ma se l’auto viene tenuta per vari anni non è cmq conveniente?? In caso di vendita dell’auto non viene valorizzata maggiormente se è benzina/gpl??
    Attendo tutte le vs osservazioni. Grazie in anticipo

  143. Fiorilla Giuseppe Says:

    sono Fiorilla Giuseppe titolare della cabe srl ho brevettato un meccanismo a ruota libera unidirezionale e bidirezionale che trasforma l’energia inerziale in energia meccanica pulita inesauribile che non inquina il nostro pianeta del co2.Questo meccanismo a ruota libera fa muovere l’autoveicoli da trasporto, autoarticolati, tir autobus, treni, tram, con un consumo di carburante di 25 km per litro ed un risparmio del 90%. Tale meccanismo e stato accolto dalla Commissione Europea col sito WEB “energia inerziale la Commissione Europea Penso Ecologico” Se volete visitare il Mio sito WEB “enrgia pulita gepaf.it”

  144. roberto Says:

    .. nel 2006 mi sono convertito al diesel in considerazione che percorro circa 16000 km/anno per almeno 6 anni (ad oggi ho percorso 82000km). a distanza di 5 anni, conti (fatture) alla mano per raggiungere il pareggio con benzina a pari modello bisogna percorrere molto di più. Parlo di una comune Lancia Musa da 70cv. next car will be elettricaaaaar !!!!

  145. Fabio Says:

    Salve, arrivo ora.
    Che scegliereste tra una Honda Jazz 1.4 e una classe A 170 diesel, da comprare usate max 8000 € ? La Honda massimo 50000 Km, la Mercedes massimo 70000.
    Giro poco in città, a Roma, ho due bambini, giro i fine settimana, e non supero i 13000 km annui. A proposito avevo una austin metro che ho rottamato a 230000 km e partiva solo a guardarla (mai un problema) ora ho una twingo con 140000 km e lo stesso (ma è diventata piccola) Forse basta trattare bene le cose. A tutte piace l’olio fresco e non sentirsi Senna aiuta. Grazie Fabio

  146. Fabio Says:

    Sono sempre Fabio; e una mazda premacy diesel, visto che pare si trovino a prezzi e km decenti? Come fareste voi per vedere i km effettivi oltre a usura pedali, sedili, dischi? e se ha avuto incidenti seri? le bottarelle da città sono in preventivo, tanto la tengo per strada.
    Grazie

  147. andrea Says:

    ho letto cn interesse molti post (non tutti x ragioni di tempo) sono discretamente esperto di motori è la mia scelta va al diesel per molte ragioni. attualmente sono possessore di una opel corsa 1300 diesel 95cv.
    intanto il piacere di guida.: 210 nw di coppia gia a 1750 giri non sono pochi, anzi. i consumi bassi sono la norma e la manutenzione, infischiandomene della garanzia (che comunque per il primo anno ce l’ho) la faccio da me (in fondo si tratta solo di cambiare l’olio – che comprato nella grande distribuzione lo si trova facilmente a 9/10 euro lt – e un filtro o due.) sono motori moderni. per esperienza personale difficilmente, molto difficilmente si guastano se non dopo molti km percorsi. io faccio non piu di 5.000 km/anno ma non mi interessa. ho guidato molte auto a benzina ed a parità di cilindrata e/o potenza nn ci sono paragoni. il diesel (i moderni) sono piu brillanti soprattutto in “basso” tanto che spesso, grazie alla coppia piu vigorosa, nella marcia normale il cambio si usa pochissimo. le uniche accortezze da seguire sono quelle del buon senso.: far scaldare un pochino il motore prima di mettersi in marcia e non far salire i giri fin tanto non si è percorso qualche chilometro. non cercare di imitare i dragster in accellerazione e viaggiare a velocita moderata il piu possibile. un buon olio motore (meglio se sintetico) che cambiandolo da soli lo si puo fare molto piu spesso e buon viaggio!

  148. dasnichts Says:

    Ciao andrea…

    non capisco come ci si può infischiare della garanzia per intera da 2-7 anni per risparmiare 100€ ogni 2-3 anni (con i km. che fai).

    – con 5000 km/anno, i motori diesel creano ed hanno molti più problemi
    – consiglio per diesel: fare minimo 15000 km/anno
    – un 1300 con 95cv è troppo potente per la cilindrata, minimo ha 1 turbo che vale almeno 40cv. (ideale 1600 con 95-120cv o poi 1900 110+ o 2000 120+ ecc.)

    OPEL – 3 anni standard garanzia 10 anni su richiesta a pochi soldi
    KIA – 7 anni standard
    MAZDA – 5 anni standard
    TOYOTA – 3 anni standard + 2 extra da pagare
    ecc…

    1) cosa vuoi fare se hai un problema di elettronica dopo aver perso la garanzia? io non rischierei
    2) nessuno acquista una macchina a così pochi km con garanzia scaduta per manutenzione propria. già a sentirselo dire suona come ROTTA o con FREGATURA da conta-KM manipolato…

    GIUSTO, camminare tranquilli i primi 2-3km sopratutto in inverno..

    SBAGLIATO usare poco le marce per via della coppia – sempre meglio usare tutte le marce e cambiare quando serve. portare il motore a bassissimi giri nuove gravemente alla sua salute, perchè comincia a bere oltre il dovuto e non riesce a bruciare quello che succhia.
    Questo è un’errore che fanno in tanti con il diesel

  149. Anonimo Says:

    ciao a te dasnich.
    concettualmente sono daccordo cn te tuttavia seguo un mio personale modo di agire dettato da una buona esperienza teorico/pratica. la garanzia mi pare sia di due anni e non tre ed usando l’auto come la uso io, alla scadenza avrà si e no 10-12000 km. tieni presente che i tagliandi sono cadenzati ogni 30.000 km o ogni anno chi raggiunto per primo. i costi degli stessi sono ben piu ALTI di 100 euro. in ogni caso per un’anno sono comunque coperto dalla garanzia. è una scommessa lo so ma nemmeno troppo rischiosa. un motore moderno (se ben trattato) non si rompe e 95 cv per 1300 cc turbodiesel sono la norma per un motore dell’ultima generazione tanto che la vita utile prevista dai costruttori (tutti) è mediamente 240-250.000 km. per quanto riguarda le marce è giusto usarle tutte (la mia ne ha 6) l’importante è non far lavorare il motore sottocoppia e qui sta alla sensibilità di chi guida rendersene conto. speriamo che l’elettronica non mi faccia qualche scherzo ma statisticamente e su grandi numeri è difficile che succeda. non vorrei apparirti saccente ma non posso non dirti che per quanto riguarda “l’hardware” del motore e intendo dire la parte fisica dello stesso, posso dirti che ne conosco la stroria, il tipo di costruzione e il funzionamento a fondo. non solo: il gasolio e le sue caratteristiche chimico/fisiche il perche brucia in un certo modo e come. queste nozioni NON sono frutto di letture su internet ma di studi approfonditi in materia. purtroppo sono un non piu giovanissimo studente ehm… ex studente ora ops.. da tanto (acc….) ingegnere meccanico. per concludere: ho sempre fatto cosi. con le auto e le molte moto che ho posseduto (anche ora) e non mi sono trovato male. è una questione di scelta. tutto qui. ciao e grazie per il tuo interessante commento alla mia.

  150. Efesto Says:

    Ti ho risposto per esteso nel mio blog, a tempo perso, se vuoi darci un’occhiata e commentare fai pure :D
    Ti avviso che è un pò lunghetto quindi leggilo solo quando hai tempo! Ciaoo

    http://simposiodiefesto.blogspot.com/2011/05/diesel-vs-benzina-luoghi-comuni-e-fatti.html

  151. dasnichts Says:

    Bellissima cosa, ma consiglierei di fare le seguenti cose:

    1. un sito informativo migliore – questo è poco informativo e quello che c’è di informazione è troppo specifico e complicato ed è pure brutto – ti servono testi forti, corti, espliciti come le pubblicità
    2 metterlo in tedesco e inglese così non è internazionale (i tedeschi sono quelli che in prima linea devono interessarti, sono loro i leader tecnologici mondiali sui motori e i produttori di massimo rilievo più grandi)
    3. non si trova su google se non si cerca in modo esplicito
    4. ho visto che hai risposto a vari blog e altro su questo tema – perfetto, ma metti il link giusto del tuo sito, alla gente non piace cercare
    5. fai pubblicità web, con un test su YOUTUBE, con un blog pubblico… queste cose non costano niente e li vedono tutti…

    Costa poco fare un sito decente (~1000-2500 €) per contatti o aiiuti di ogni genere, mandami una mail dasnichts[at]akfree.it a me questa materia interessa… io sono doppia madrelingua ITA+TED

    saluti

    tu hai scritto:

    Fiorilla Giuseppe Dice:
    15 aprile 2011 alle 4:25 pm
    00 Valuta / Rate This
    sono Fiorilla Giuseppe titolare della cabe srl ho brevettato un meccanismo a ruota libera unidirezionale e bidirezionale che trasforma l’energia inerziale in energia meccanica pulita inesauribile che non inquina il nostro pianeta del co2.Questo meccanismo a ruota libera fa muovere l’autoveicoli da trasporto, autoarticolati, tir autobus, treni, tram, con un consumo di carburante di 25 km per litro ed un risparmio del 90%. Tale meccanismo e stato accolto dalla Commissione Europea col sito WEB “energia inerziale la Commissione Europea Penso Ecologico” Se volete visitare il Mio sito WEB “enrgia pulita gepaf.it”

  152. sheels Says:

    Amico, un motore a benzina non sara mai come un motore diesel! Tira un carello in montagna con una macchina a benzina e poi tiralo con un diesel e poi vediamo! E la cosa piu importante( un vero driver li piacce sentire il motore soto il culo)! Io sono cosi se non sento il motore allora per me quella non e una auto!!! Ho l audi a3 1.9 tdi vieni che ti faccio un giro e poi parliamo se e veloce o no!Ciao!

  153. Andrea Says:

    Al punto 6, aggiungo che :
    1- la turbina richiede un’intercooler , prende una sassata , un gatto ….. Tralasciamo i manicotti .
    2-Valvola EGR è un calvario per molti .
    3 -FAP , ok l’han studiato per rientrare in una tipologia di inquinamento che richiedono le normative , ma produce altre micropolveri che non son ancora state interpretate dalle normative , un pagliativo ???
    A sua volta , rigenerazioni continue e consumi di gasolio che si alzano a maggior ragione in città , aggiornamenti alle centraline per gestire problematiche legate alle rigenerazioni , rigenerazioni forzate da far in officina perchè troppe interrotte dal guidatore e così via .

    Insomma , il diesel una volta era il MULO , perchè è a autocombustione e per tale motivo non necessita di elettronica e tecnologia . Ma tecnologia e elettronica che viene spacciata come l’ultima ritrovata fatta solamente per rispettare le normative gli è stata applicata alla grande , per portare avanti un progetto che si sa che tutto quel che gli si applica è per le normative e per farlo assomigliare sempre + al benzina .

    Si dice che come motore è più robusto , ma molto semplicemente perchè così deve essere , essendo a autocombustione deve sviluppare a volte compressioni doppie rispetto un benzina che ha l’accensione comandata , quindi è la tipologia di funzionamento del diesel che richiede che sia + robusto mentre il benzina è robusto in base sempre al suo funzionamento .

    Al benzina la tecnologia ha portato grandi vantaggi , il limitatore di giri che permette di non fare fuorigiri , l’eliminazione dello spinterogeno e dei vari componenti correlati e della sua notevole manutenzione , Candele , olii ….che hanno allungato notevolmente gli intervalli di mautenzioni ….peccato poi che per molti anni lo sviluppo di tali motori sia stato accantonato per pompare il turbo Diesel e direi che in questo ci son ben riusciti tanto che è oramai moda parlare di coppia , come se tutti avessero roulotte , barche ….e altro da trainare

    Vi piace essere assistiti nella guida ??? Esiste anche il TURBO benzina .Se lo guidate come si guida una TD per stare sui 20km/l vedrete che sicuramente il TB non sarà così assetato, come del resto anche il benzina aspirato se guidato in egual maniera se non vi fa vedere i consumi del TD poco ci manca . .

    Mai provato a guidare un diesel senza turbina ????
    Allora guidate un benzina con la turbina e poi domandatevi perchè Valentino non corre con una Ducati turbo , o meglio ancora con una Ducati turbo diesel .

  154. Anonimo Says:

    Per dare una risposta ad Andrea con un sacco di problemi sul diesel sono problemi facilmente risolvibili basta usare la tecnologia
    quando si parla di idrogeno si pensa subito a una cosa futuristica
    informatevi su internet oxydrogeno fa miracoli su un motore endorermico ci sono dispositivi ad un costo accessibile posso consigliarvelo lo uso da 5 anni sono di importazione e ora viene costruito anche in Italia Visitate il sito www,ydrogas.it.gg
    Luca Di Luca

  155. Fabio Says:

    Ciao io a mio parere mi rifarei un turbo diesel a vita, ho letto molti vostri commenti e molta gente parla negativamente dei motori diesel, addirittura parlano al passato di quando i motori erano diesel aspirati, ma adesso guardate il presente la tecnologia si è evoluta, ha prodotto motori diesel sovralimentati facendo si che spingano 4 volte di più delle diesel dell’epoca, molti anche fanno paragoni tra auto turbo benzina e turbo diesel, è ovvio che a parità il benza se ne và, oltre a bruciare bene ha molti più cavalli del diesel a (parità), altri dicono che la durata dei benzina ora è al livello dei diesel, ma ve lo sognate proprio, il motore diesel farà sempre il triplo dei chilometri e poi il diesel è un motore che lavora a bassi giri, esempio per chi non lo sà: prendiamo 2 macchine stessa cilindrata una diesel e una benzina, se andiamo in autostrada di 5 marcia a 100 orari il contagiri del benzina segnerà 3000 giri mentre quello del diesel segnerà 2000 giri, altro fattore di durata motore diesel e di risparmio, ho avuto macchine a benzina quando ero ragazzetto mi ci sono divertito, ma i diesel (turbo) li preferisco 100 volte, problemi che può avere un diesel di oggi è solo ed esclusivamente per problemi elettronici, oggigiorno si montano centraline autoadattative e purtroppo im molti casi segnalano falsi guasti che realmente non ci sono e mandano la macchina in recovery e non ti fanno superare i 3000 giri, guasti perenni al debimetro, è il sensore che controlla il flusso dell’aria in entrata anch’esso collegato alla centralina autoadattativa, altri problemi li lascio tutti ai possessori di auto a benzina, io ho fatto il cambio dell’olio dopo 40000 chilometri, il costruttore della mia vettura indicava sul libretto di manutenzione 30000 chilometri, io alla mia ho avuto solo problemi al bebimetro, la macchina è una scheggia altro che motori a benzina, fatevi un Multijet 16V e poi ne riparliamo, mamma Fiat ha fatto un ottimo lavoro con questo motore documentatevi. Buona sera a tutti Fabio – Fiat Stilo 1.9 Mjet 16V 150 CV

  156. Anonimo Says:

    che gran polverone per nulla … le auto sono molto costose , benzina e diesel , ci sono motori indovinatissimi e pessimi diesel come anche benzina , i costi di manutenzione sono elevati sui diesel perche’ principalmente sono mediamente piu’ sofistici dei benzina , gli ultimi anni tutte le case costrutici hanno puntato tantissimo sullo sviluppo dei diesel , mentre per i benzina si e’ fatto veramente poco , solamente negli ultimi tempi la fiat con twin air ha messo qualcosa di nuovo sul mercato in qusto senso

  157. Paolo Says:

    Ciao A tutti, volevo un consiglio su un modello di auto in offerta in questo periodo.
    E’ la megane sportour 1.6 110 cv a benzina.
    Il benzina lo vorrei in quanto faccio 10-12000 km all’anno e se le per caso un giorno dovrei raddopiare i km potrei optare con l’impianto gpl essendo un motore aspirato.
    Vi chiedo :
    1) Com’è questo motore? affidabile ?
    2) Come potenza è adeguato ?
    grazie a tutti
    Paolo

  158. sheels Says:

    Ciao Paolo! A quanto so io la megane benzina ha dei problemi con gli inietori! (non sono siguro) ! Nel mio giro ho visto la megane 1.6 benzina con grosi problemi sui inietori! Magari quella vabene, pero sai e sempre una renault! Vedi tu! ciao

  159. Anonimo Says:

    il gpl nn vale nulla se vuoi camminare spendendo “poco” nnn c’e niente da fare rimane sempre il disel al cmando il gpl a gli stessi consumi di un motore a benzina…

  160. Mario Says:

    Per dovere di cronaca bisogna sfatare alcuni punti che sono al quanto utopici:
    Punto 2: INTERVALLI DI MANUTENZIONE: io non ho mai sentito motori a benzina che cambiano l’olio ogni 40.000 km… Poi tu sei libero di cambiarlo pure ogni 100.000 ma non mettiamo in giro fesserie del genere…

    Punto 4: DURATA DEL MOTORE: trovami un motore benzina che abbia percorso 500.000 km!!!

    Punto 5: COMFORT: Sei mai salito su un BMW 335d??? Non parlare di comfort senza cognizione di causa…

    Punto 6: QUELLO CHE NON C’E’ NON SI PUÒ ROMPERE: Mai avuto problemi con motori diesel… Certo se compri macchine diesel del 1980 è normale che poi rompi!!! I diesel attuali sono affidabilissimi! Molto più dei benzina!!!

    Punto 7: CONSUMI: i consumi di auto diesel a parità di potenza sono nettamente inferiori a quelli di un benzina… Io ho una BMW 335d E riesco tranquilla mente a farci 18 km/l… Trovami un benzina di 286 cavalli che abbia gli stessi consumi!!! Per poi non parlare dello scatto… Il diesel è nettamente più emozionante del benzina!!!

    Punto 10: CONVERSIONE DIESEL/GAS: per quale motivo dovrei convertire un motore diesel a gas??? È una follia solo pensarlo!!!

    Diesel per sempre!!!

  161. grif Says:

    I MOTORI DIESEL SONO I RESPONSABILI DEL PROBLEMA POLVERI SOTTILI!

    Mai diesel!

  162. andrea Says:

    salve sono nuovo solo stasera ho letto quasi tutti i post , sono desolato e amareggiato ho amato per una sola volta il disel su bmw 330xd ottima macchina mai sbandato, il motore l’ho portato fino a 146.000 km poi venduta per la paura , mi spiego da nuova ho messo il blu disel dopo 7 mesi mi si blocca la pompa della pre-iniezione o turbolenza credo ho speso 250 euro , poi cambiavo i filtri gasolio a circa 9.000 km perche trovavo acqua , mi sono salvato per un pelo , Come quando ti innamori di una donna e ti tradisce , si puo stare cosi ? Fare gasolio alle 10 di sera , aggiungere mezzo litro di olio 2 tempi un pieno si e uno no ? Sapete cosa ho fatto ? finalmente
    ho trovato una macchina a benzina e mi sono riposato . In effetti sono rimasto affascinato dalla macchina a gasolio per le prestazioni ma io Giravo con la tanica da 20 litri del mio distributore di fiducia , per sette anni ! Non so se guariro’ da una sinile ferita !

  163. benny Says:

    ciao a tutti sono benny ,sono indeciso tra una punto blue me 1,2 benzina che mi costerebbe accessoriata 11500 euro ed uno punto blue me 1,3 diesel a 13500 euro. al massimo potrei fare 13000 km annuali…..cosa mi consigliate? sono super indeciso….ho appena rotto la turbina della mia 147 1,9 jtd la do indietro è la prendo nuova…..

  164. Luca Says:

    Intanto , anke spingendo al massimo col diesel tranquillo nn arrivi al consumo del benzina, vai tranquillo, i tagliandi anke se piu frequenti spendi meno della metà!! Ti assicuro xke ho 2 auto una golf 2000 benzina e un bmw 2000 diesel, poi da ke io sappia col mio motore nessuno neanche i peggior guidatori riescono a fare meno di 500000km mentre col benzina sono tanti 300000!! Poi i kilometri se ne fai meno di 18000 all’anno compra una bicicletta o vai con l’ autobus nn ti conviene accollarti bollo e assicurazione senza contare gomme e benzina.

  165. benny Says:

    hahahahahhah!!!!magari potessi…comunque con il furgone ci faccio un 15000 all’anno e con la macchina 13000 circa.la mia 147 ne a 230000 ed è a pezzi….ho cambiato idea niente punto ho preso la nuova kia rio 1,4 diesel ex plus .mi piace un sacco ed è più grande della punto.avrei preferito aspettare un anno e prendermi la cmax ho la focus ma a luglio mi sposo e ci vogliono tanti soldini.però qualità prezzo sono molto soddisfatto con 15000 euro non ti compri una mazza (sul nuovo).

  166. mauro Says:

    ciao a tutti sta sera ho letto quasi tutti i commenti e volevo darvi la mia opinione, io ho una grande punto del 2007 1.2 a benzina, quando l’ho acquistata facevo pochi km (10-12.000) quindi poteva anche andarmi bene, poi, circa 2 anni fa a causa di lavoro mi sono ritrovato a farne 50000(pratiamente sono sempre in macchina) con una spesa che in questo momento si aggira intorno ai 500-600 euro al mese solo per il carburante. premetto che sono dell’idea che le macchine sono come le penne e che finchè scrivono non si buttano via, quindi di cambiarla non ci penso minimamente.attualmente la macchina ha 123000 km. c’è di buono nei benzina ( parlo della mia) che hanno dei motori abbastanza semplici quindi uno che ha una minima conoscenza della meccanica può effettuare i tagliandi da solo e può intervenire qualora abbia qualche problema senza che ci voglia un genio di meccanico. io ho fatto fare solamente il primo tagliando in concessionaria solo per la garanzia, poi gli altri li ho sempre effettuati in garage, un esempio pratico: per cambiare la frizione in fiat vogliono 800 euro io l’ho acquistata su ebay a 135 e l’ho sostituita io. sostituzione olio richiesti 50 euro 20 euro per 4 kg d’olio e 8 euro per il filtro totale 28 euro. per concludere però, visto l’uso che ne faccio la prossina auto sarà sicuramente un diesel anche se non riuscirò effettuare tutte le menutenzioni per conto mio.
    comunque per rispondere a paolo le renault in generale te le sconsiglio, e le megane in particolare oltre al difetto agli iniettori che accennava sheels e che confermo danno dei grossi problemi di eltettronica.

  167. Mimmo Says:

    Ciao a tutti,
    ragà che ne pensate di questo dilemma ? bmw 3.0d usato ( da 204 cv in su) oppure bmw 330i usato ( da 258 cv in su ); percorrenza media 10/15000 km. Il benza ha sicuramente meno componenti delicate e dicono che sia un signor motore che può durare oltre 300000 km però la benzina dalle mie parti può arrivare a 1,7 €/l.
    Il diesel ha il dpf che secondo me è una gran rogna.
    Che ne pensate ?

  168. christian Says:

    ciao..io dovrei comprare un auto usata di dilindrata 2.0 farò circa 15.000 km annui..cosa mi consigliate,banzina o diesel? prima avevo un’opel astra del99 e mi consumava 12km/l un amico mio ha un diesel 2.0 e ne fa 22 km/l,si può ben capire k sarei più indirizzato su un diesel,ma dopo aver letto i commenti mi sono fatto 2 domandine..prendo un diesel usato e spendo meno oppure un benzina e ci metto su il gpl? il gpl si costa meno,ma realmente nn si fanno anche meno km?

  169. Angelo Says:

    Buongiorno a tutti,
    io ho 36 anni, ho avuto diverse auto e tutte a benzina… IL fatto e’ che non ne ho una sola ma diciamo 2 (diciamo, xche’ in realta’ sono 4 di cui 2 storiche, ma non mi metto a spiegare perche’..).. una e’ ford Ka di fine 2006 (benzina e consuma!), l’altra attualmente e’ un’ Audi S6 (per chi non sa: 5.2 di cilindrata, V10!) .. Scusate se Vi sto sembrando presuntuoso.
    Pero’ il fatto e’ questo: l’auto piccola e’ per la citta’ quindi il 70% degli spostamenti quotidiani, mentre la grande per i viaggi, gli spostamenti comodi, la spesa grande o un giretto qualche ora nel w.e. etc..
    Premetto che anche non usando mai l’ammiraglia, la piccola ce l’ho da circa 3 anni, l’ho presa con 10mila km e ora ne ha poco piu’ di 37mila.. questo significa che in media faccio 9/10mila km l’anno, alternata all’auto grande con la quale vado in ferie o al paese di mia moglie (Polonia). Quindi l’Audi mi fa anche 7/8mila km l’anno ma solo in occasione dei viaggi x lo piu’.
    Ultimamente mi sono detto: ma xche’ buttare cosi’ tanti soldi in benzina? prendo un Audi 3.0 tdi (o simil genere) e almeno…. Ma vedo che effettivamente non e’ che risparmierei poi cosi’ tanto; anche perche’ qui leggo che auto Diesel sono per chi fa 25/30mila km anno, non come me che forse ne faccio 15/20mila sommando i km di tutt’e due quelle che uso.

    Si si si, lo so, mi direte “Audi S6 e’ chiaro che consuma una cifra tra benzina, bollo,assicurazione… non conviene a prescindere” ma io sono passato da una Rover 620 Ti (turbo, 200cv) a un Cayenne 3.2 (250cv) e ora a quest’altra belva (435cv).. non che non possa avere altre auto piu’ “parsimoniose” ma personalmente quando arrivi a sto “top” non ti va di tornare a un 1.8 benzina per pur carina che sia!

    Quindi eliminatemi solo sto dilemma: a partita’ di “spacconeria” parlando di auto di certa cilindrata ha senso farsi venire un dubbio se benzina o diesel? alla fine so cosa costa in manutenzione la prima, non so la seconda. Ebbi in prestito da un amico un Mercedes 320 cdi sw per andare in Polonia e quello che so e’ che con 1 pieno di gasolio (tempomat a circa 140Km/h ) mi ha fatto quasi 1100 KM !!! 1 pieno eh…con l’Audi ne faccio 3 per arrivare a casa… significa quasi 300 Euro di benzina sola andata. Mi rendo conto pero’ che sta cifra spesa 1 volta l’anno non rende piu’ poveri al punto di pensare a un Diesel per risolvere la cosa…

    Ma una vostra opinione per rinfrescarmi le idee e levarmi ogni dubbio (e probabilmente rimanere sul benzina anche quando decidero’ di cambiare le auto, grande o piccola che sia) mi farebbe piacere. Voi che fareste insomma? Un’ultima cosa: vero che sono auto costose, ma le ho prese usate o con leasing…quindi lì per lì “accessibili”.

    Grazie mille, un saluto.

  170. Claudio Says:

    Direi che c’è un pò di confusione.

    I tagliandi hanno costo quasi identico, e non si capisce per quale motivo debba essere diversamente.

    Il blocco del traffico deriva dalla fissa dei politici per il pm10, dimenticando che i benzina (di euro inferiore) i primi 5 km inquinano ben di più dei diesel (a catalizzatore freddo), per non parlare degli euro 0 a benzina.

    Il consumo?

    Io ho una clio da 65 cv dci, faccio, se non vado in autostrada, sopra i 24, vorrei vedere il 1.2 da 60 a benzina, che tra l’altro ha il 30 per cento di coppia in meno al doppio dei giri.

    Le vibrazioni si sentono al minimo, in marcia, sopra i 70, è più silenzioso di un benzina, anche dall’esterno, dove i benzina hanno il rombo di scarico inesistente per i diesel.

    L’emissione co2, legata direttamente al consumo è, a pari potenza, il 30 per cento inferiore.

    In quanto all’affidabilità:

    La mia clio ha rotto un elemento della batteria e basta, in 6 anni…..

    Consumo dell’olio non rilevabile, tagliandi ogni 30mila o due anni, esattamente come i benzina dello stesso periodo.

    Direi, dunque, che sono state dette parecchie sciocchezze in merito.

    Sul consumo:

    La clio 1.2 (pari potenza ma coppia inferiore) è accreditata, su stesso percorso, di 17 al litro.

    Ad oggi, questo significa, per il benzina: 9.4 euro per 100 km

    Per il diesel: 6.16 euro per 100 km.

    Il che è notevole.

    Inoltre la piacevolezza di guida del diesel, sulle piccoline, è insuperabile: handling molto superiore, grazie alla coppia e al peso ridotto.

    Poi ognuno può pensarla come vuole.

    Ah, dimenticavo, il pm10 si ferma alle vie aeree superiori, il pm2.5 arriva agli alveoli.

    Gli idrocarburi incombusti (dei benzina non catalizzati e dei benzina a freddo) sono cancerogeni.

    Detto in breve.

    Saluti.

  171. david Says:

    Io ho una Ferrari. Le fanno solo a benzina.

  172. vice69 Says:

    Ciao…Per dasnichts… e tutti colloro che se ne intendono,cosa pensate dei nuovi motori skyactiv della mazda?mi riferisco alla compressione 14:1 sia per la benz.che per le diesel.Le domande sono:il raporto di compresione è direttamente proporzionale con la copia?allora vuol dire che le auto a benz. avrano una copia piu alta rispeto ai modelli precedenti visto l’aumento della compresione? che rischio nè comporta?Viceversa per le auto diesel,abasando il raporto di compressione da 16:1 a 14:1 si abasera la copia?E di quanto …circa? Quale sarano i rischi?Possibili problemi di aviamento al freddo?Prestazioni minori nel rispetto dei consumi ed abbasamento dei gas di scarico?(per i propulsori diesel).Cosa pensate? Aparte l’affidabilita mazda questi motori sarano… affidabili?

    Grazie.Un saluto a tutti.

  173. UTILITA' AUTOMOBILISTA by cippissimo - Pearltrees Says:

    [...] Like this: Be the first to like this post. Etichette: auto diesel , automobili , caro prezzi , consumi carburante , diesel , economia , inquinamento , macchine benzina , macchine diesel , motori , motori benzina , motori diesel , prezzo benzina , prezzo diesel , punto diesel , risparmio benzina , risparmio carburante , turbo diesel 26 Voti / Votes i 10 motivi per NON comprare un’auto Diesel « Bruce0wayne’s Weblog [...]

  174. Franco Says:

    10 veri motivi PER COMPERARE un Diesel.
    Posseggo un’auto benzina ed una Diesel, e mi dispiace leggere quello che hai scritto, frutto di una conoscenza approssimata, e molto politica.
    Ti suggerirei, prima di parlare di informarti leggere e studiare, e innanzi tutto Diesel si scrive con la maiuscola perché è un cognome.

    Rispondo alle tue affermazioni punto per punto.

    1) FALSO: la differenza di prezzo di listino oscilla dai 1.800 € di una utilitaria ai 600-800 € di una berlina di livello (BMW-MERCEDES) leggere i listini delle case.
    2) FALSO: gli intervalli di manutenzione sono uguali, leggere i libretti di manutenzione.
    3) FALSO il motore Diesel HA MENO PARTI DEL BENZINA. I costi sono assolutamente paragonabili. Chiedere i costi dei tagliandi prepagati alle case.
    4) FALSO: i motori di solito sono costruiti nello stesso stabilimento, con le parti esterne comuni (alternatori, motorini avviamento, pompe olio, acqua ecc.) le durate sono assolutamente paragonabili. Il Diesel non ha le candele e l’impianto di accensione (centraline ecc.), quindi ha meno parti.
    5) FALSO: se scendi da un furgone hai ragione, in altro modo il confort dei benzina è aumentato da quando ci sono i Diesel poiché scocche e insonorizzanti sono gli stessi.
    6) FALSO al 90%: gli impianti ad iniezione diretta benzina o Diesel sono praticamente uguali, l’eventuale acqua ha effetti uguali su entrambi. Verificare con gli interventi in garanzia delle case
    7) VERO: nelle prove di banco, il motore benzina consuma 280 gr cavallo/ora, il Diesel consuma 160 Gr cavallo/ora. Il Diesel sviluppa una coppia molto superiore e quindi si può montare un rapporto finale (differenziale) molto più lungo. Risultato consumi inferiori del 30-40% dipende dalle marche. (Lancia Y e Mercedes Classe C a 90 km/h Diesel 20 km/lt, benzina 12-14 km. UGUALE PER ENTRAMBE LE AUTO) test su strada e dichiarazione delle case.
    8) non dipende da nessuno, ma visto che consumano molto meno vale sempre la pena.
    9) Le norme comunali sono scritte da gente che spesso non sa di cosa parla …. sono POLITICI. Le norme sull’inquinamento non distinguono i motori. Sono quelle e basta per motori a carbonella o per turbine a reazione. Le emissioni dei diesel sono molto più costanti, durante la vita del veicolo, di quanto lo siano i benzina e quindi molto più affidabili.
    10) il consumo dei motori a gas e di circa 330-350 gr cavallo/ora al banco , non c’è nessun motivo razionale per modificare un Diesel alimentandolo a gas, poiché con consumi più alti le emissioni non sono realmente molto diverse. Inoltre il gas costa poco perché i veicoli sono poco diffusi, ma se aumentano i veicoli aumenta pure il gas. Vedi i prezzi dei gasolio negli anni.

  175. Anonimo Says:

    Sono giunto a questo blog dopo che la mia auto diesel ha rotto la turbina.
    Il ricambio nuovo costa circa un terzo del valore all’auto.
    Mai più auto Renault! 2 semiassi, cambio. frizione, pompe …ho sostituito di tutto a questa scenic 1.9 dci del 2001.
    Dovendo cambiare auto che ne pensate della GPunto GPL.
    Costi manutenzione di questo benzina ?
    Sono rinforzate le sedi valvole ?
    Grazie

  176. gerry Says:

    Franco vedo che sei ferrato su motori e consumi ne sai qualcosa in piu di quelli che si trova su internet su motori endotermici resi ibridi con Oxydrogeno autoprodotto
    io ne ho installato uno su un diesel diminuzione dei consumi e della fumosita
    per chi ha intenzione di farsi un impianto a gpl lo consiglio costa 1/3 e lo si puo spostare da un’auto all’altra con facilita’

  177. franco Says:

    per anonimo:
    le turbine non sono fabbricate dalle case ma da fornitori esterni, esistono le turbine rigenerate, costano dalla metà ad un terzo.
    per gerry
    ne ho sentito parlare ma devo informarmi meglio ….

  178. Kimi Kaiostro Says:

    concordo ai perfettamente ragione su tutto
    posseggo un fiat 2000 aspirato con impianto a gas gpl,
    cammina più del modello disel,
    consuma in euro molto meno,
    pago meno di assicurazione rispetto un 2000 td
    e non so perche se ha più cavalli!!!
    in 10 anni ho cambiato solo l’ olio ogni 20000 kl
    cinghie e tante gomme perche sono amante della guida sportiva
    il disel , per me ,e una fregatura su tutti i punti di vista

  179. lucas Says:

    scusami ma metà delle cose che ho letto nell’articolo sono prive di senso e non veritiere…come puoi mettere a paragone il sistema di iniezione di un motore a benzina con quello di un diesel? termodinamicamente seguono leggi diverse….come diverse sono le caratteristiche progettuali… e questo spiega la differenza di prezzo…un motore a gasolio ha pressioni di esercizio (in camera di scoppio) superiori ergo deve essere più robusto…dura di più in quanto gira mediamente 1000 giri in meno di un motore a benzina a parità di velocità…dunque meno usura e manutenzioni più lontane nel tempo…poi scusa…tu vai a mettere benzina da un benzinaio che ti allunga con acqua quello che ti vende?io no! non offenderti ma prima di scrivere certe cose dovresti per lo meno documentarti…saluti….

  180. Dieselman Says:

    buongiorno a tutti, avevo una polo 1.9 diesel aspirato iniezione indiretta, nessun problema, oggi ho una yaris 1.4 turbo diesel common rail, nessun problema, secondo me dipende tutto da come si utilizza il motore, se si spreme, se non si spreme o se si usa normalmente viaggiando il + possibile nel range di coppia massima, il regime entro il quale il motore lavora meglio. esempio x mia yaris 1.400 cc 75 cv, uso le 5 marce intorno ai 1.800/2.000 giri minuto, trovo che sia un piccolo gioiellino il motore che monta, poi portato a 90 cv da toyota, in quinta marcia a 2.000 giri/minuto viaggio a 90 km/ora, trovo sia la velocita’ media su strade extraurbane, tangenziali e simili. Per me è ottimo, 125.000 km oggi, solo tagliandi ogni 15.000 km, con spesa 300 euro media. Penso che continuero’ col Diesel, vero invece se si rompe un pezzo, allora che legnata al portafoglio, ma ci sono i pezzi rigenerati, sistemati in fabbrica, se mi capitasse oggi sceglierei un pezzo rigenerato.
    saluti.

  181. Francesco Says:

    Alfa Romeo 156 del 1998 1.6cc 120cv in città un pieno durava Max 450km.
    Alfa Romeo 147 del 2008 1.9cc 150cv in città arriva tranquilla a 750km!
    Percorro OLTRE 30.000Km ogni anno quindi i miei dati sono più che confermati!! A parte il Discorso di un motore molto piu prestazionale con consumi relativamente inferiori (certo diminuendo cilindrata e cavalli avrei ottenuto un margine di guadagno ancora migliore, ma devo fare i conti anche con la passione verso i motori)..

    Va bene ció che racconti sulle speculazioni dei prezzi ecc e sono d’accordo con te.. Ma siamo obiettivi, non è che se si preferisce una cosa ad un’altra bisogna a tutti i costi parlare solo bene del preferito e solo male del restante! E non bisogna inventarsi che con i td non si risparmi rispetto i benzina parlando ovviamente solo di percorrenze. Parlando di tagliandi io non noto particolari differenze a favore dei benzina, e non si puó paragonare troppo un motore turbo con uno aspirato, è ovvio che il turbo porti maggiori rischi soprattutto quando tutte le case non ti vendono componenti qualitativi! Ogni tagliando mi costava 250 euro, ogni 20.000Km, quanto un benzina? Ti costa veramente molto meno? E perchè poi?

    Diciamo che secondo me il tuo discorso Vale se uno l’auto la usa per fare pochi km ma io ne percorro oltre i 30.000 mila l’anno e se permetti ho risparmiato parecchio grazie al minor consumo di carburante, (in tre anni 110.00Km).

    Se ti propongono di chiudere questa pagina forse è perchè non sei stato molto obiettivo nel fare un elenco di pregi/difetti! Io amo le auto e ti assicuro che se non avessi avuto il problema del lungo chilometraggio avrei sicuramente acquistato un bel benzina!
    Quindi..
    Pochi Km= benzina
    Tanti Km= turbo diesel

    Cia’! (nel tuo stile)

  182. gabriele Says:

    ciao a tutti, molto interessante questo scambio di pareri.vorrei aggiungere qualcosa, se possibile.ho posseduto nell’ordine, VW lupo 1.4.tdi 75 cv,2 anni e mezzo e 92000 km, peugeot 206 1.4.hdi 4 anni e 116000km e attualmente opel meriva 1.7cdti da 3 anni e mezzo e 86000 km fatti. c’è da dire che le cose sono un pò cambiate negli ultimi 10 anni e più con l’esplosione di tutti i nuovi diesel common rail,iniettore pompa e quant altro.effettivamente,ormai, il diesel è una moda e come tale ha portato alla scelta di tale motorizzazione anche chi fa i classici 7-8mila km all’anno e che qualche anno fa non avrebbero considerato l’acquaisto di tale motorizzazione.chiaramente in quanto moda, case costruttrici e petrolieri si sono fiondati sul mercato tant’è che i listini dei mezzi a gasolio sono lievitati e ancor peggio i prezzi dei carburanti che ormai sono di sostanziale parità….sono totalmente d’accordo che i costi di gestione di un motore a gasolio sono generalmente piu alti soprttutto per le seguenti cose,riscontrate su tutti i motori sopra citati:
    lubrificanti ultrasintetici,tutti i filtri quasi sempre da cambiare(soprattutto l’aria) e intervalli generalmente più frequenti.
    certo, i motori diesel di ultima generazione vanno bene,hanno elevati valori di coppia, permettono la sesta marcia, sono generalmente in grado di sostenere macchine a pieno carico ma non sono economici come lo erano qualche anno fa.
    la prossima auto che acquisterò sarà, credo un 1.6-1.8 benzina da trasformare a gpl. grazie a tutti

  183. Anonimo Says:

    tommaso
    a chi dice che i Diesel hanno piu’ coppia ai bassi regimi
    -BMW 328 i 2000cc
    -CV 245 a 5000 giri/min
    -COPPIA 350 nm a 1250 – 4800 giri/min
    -Consumi 6,4 l/100km
    -0-100= 5,9 sec.
    -V.max = 250 km/h limitati

  184. Lorenzo Says:

    al di là di tutti i se e i ma… pochi kilometri = benzina, con tutti i vantaggi e soddisfazioni che ti può dare rispetto a un trattor-diesel.

  185. Anonimo Says:

    non sai nulla riguardo la meccanica . il tuo articolo é una bufala

  186. gio Says:

    Ho un bmw 1.8 benzina con impianto a gas…con25euro faccio 330 km in città… con un diesel quanti ne fate?

  187. Tyrel Says:

    Ciao a tutti,
    sto per acquistare una VW Scirocco 1.4 TSI 122cv (turbo-benzina) , secondo voi percorrendo circa 15000 KM/anno è una scelta valida oppure mi conviene cambiare auto e puntare su un diesel?
    Premetto che guido in modo tranquillo ma ogni tanto amo dare una bella “tirata”

  188. Anonimo Says:

    Comperai una opel astra g 1800 16v a benzina usata con 150.000 km, ho montato l’impianto a gpl, ed in quattro anni ho percorso altri 150.000 km. Il gpl mi consente di viaggiare sempre, anche quando vi sono i blocchi per inquinamento. I consumi superano i 10 km litro . Era l’anno 1976 che montai il primo impianto a gpl, sono trascorsi ben 36 anni e ben 5 auto, percorrendo in totale circa 1.000.000 di km .

  189. Anonimo Says:

    Ma questo è ubriaco!!!! Prima di raccontare panzane simili studiati la termodinamica!!! è inudile dire paragonare un 3500 turbo di un suv con un 1200 a benzina!! paragona i due a pari cilindrata e parità tecnologica! Il DIESEL surclasserà sempre il benzina per consumi e resa termica! Perchè non parli dei quasi 500 euro per 8 candele di un Twin spark dell’ ALfa? Caspita meglio andare alla CAT e dirgli che stanno sbagliando a usare i cosi arretrati diesel sempre rotti e cosi delicati! VA vava!

  190. Anonimo Says:

    ciao a tutti. Premesso che non capisco nulla di auto e non penso di fare piu di 15.000 km anno.
    Vorrei un consiglio dovrei rottamare la mia punto sporting 1.2 benzina del 92 con 100.000 e non so che auto prendere. Mi servirebbe un familiare, vedendo i continui aumenti della benzina volevo prendere un dobblo o una qubo a metano pensando che c’erano incetivi statali, ma vengo a sapere che non ci sono e anche che vivendo Liguria il distributore più vicino e a 35 km. Non essendoci incentivi statali, ho escluso ulteriormente anche il gpl perche mi era stato sconsigliato ” l’auto a benzina fa 12 km a litro, a gpl anche se costa di meno il propellente il consumo dell’auto e del 30% in più”. Allora ho pensato un diesel 1.3,ma qua vedo che e sconsigliato anche se fa più km a litro ma ha piu problematiche. Qualcuno mi suggerivi i motori 1000 diesel ecoboster tipo focus di nuova generazione. Alla fine non ci sto a capire nulla, pero qua mi fate capire che converebbe comunque motore a benzina con impianto gpl o a metano , ma il mio dubbio che nel frattempo se per esempio prendessi a metano sperando in un futuro una colonnina piu vicina, so comunque che i motori a benzina con impianto a metano sono di vecchia generazione che non ha per esempio il start/stop e quindi non beneficio nel frattempo dei consumi minori dei nuovi motori a benzina se non camminassi a metano nel frattempo.
    Perfavore ditemi come orientarmi?

  191. SERE Says:

    SALVE, DOVREI COMPRARMI L’AUTO NUOVA E VOLEVO UN CONSIGLIO..PREMETTO CHE PERCORRO ALL’INCIRCA 20.000 KM/ANNO:

    – NISSAN MICRA ACCENT 1200, 80 CV, 5 PORTE COLORE METALIZZATO PREZZO FINITO CON TASSO ZERO 10.800 EURO (COMPRESA ASSICURAZIONE FURTO INCENDIO);

    OPPURE

    – TOYOTA YARIS PLUS 3 PORTE 1000, 69 C, PREZZO FINITO 11.556 EURO (COMPRESI 3 TAGLIANDI E ASSICURAZIONE FURTO INCENDIO E ATTI VANDALICI, E ANTIFURTO CON 2 CHIAVI)

    GRAZIEEEEEEEE :-)

  192. SERE Says:

    DIMENTICAVO HO CHIESTO PREVENTIVO PER MODELLO A BENZINA..RITENETE VADA BENE PER LA MIA TIPOLOGIA DI USO?
    IL PREZZO DELL’AUTO è COMPLESSIVO DI SPESE APERTURE PRATICA FINANZIAMENTO, PERò POI SULLA YARIS IL FINAZIAMENTO HA UN TASSO DI TAEN E TAEG ALTINO CHE QUI NON HO CALCOLATO…E CHE QUINDI NEL CASO DELLE RATE DOVREI ANDARE A SOMMARE ALL’IMPORTO DI 11.556…

    POI CMQ SONO PREZZI DI AUTO A KM 0, E QUESTO QUANTO MI è STATO PROPOSTO.
    :-)

  193. CLAUDIO Says:

    Carissimo Bruce, ci sono molte cose che hai scritto su cui non sono d’accordo, ma non sono qui per questo. Vorrei piuttosto dire la mia esperienza con auto prima a benzina e poi diesel che credo non mollerò almeno per i prossimi vent’anni, ( vita mia permettendo). Credo che bisogna discernere dal tipo di utilizzo dell’auto, se si fanno sostanzialmente percorsi urbani cittadini oppure lunghi viaggi. Io ho avuto un’auto a benzina e percorrendo tratti appenninici autostradali perdeva molto di potenza addirittura scalando una marcia che portandola su di giri surriscaldava il motore, infatti in cinque anni ho fatto la testata due volte. Stuffo di quell’auto anche perché aveva molte altre rogne l’ho permutata per un diesel nuovo. La risposta di rispresa è la stessa, su lunghe salite a pieno carico di persone e bagagli non esita per niente, è vero fuma di più sottosforzo ma non ho rilevato consumi elevati. Con un pieno di gasolio di circa 50 litri supero i 700 km. In quanto a rumorosità hai ragione: i motori a benzina sono più silenziosi. L’auto ormai ha 12 anni, 400.000 km e ho fatto solo manutenzione: tagliandi, cinghie, carica clima ecc. Da come la sento potrebbe fare ancora molta strada. Inizialmente facevo un tagliando ogni 25.000 km (come mi suggeriva la casa), adesso (ma per scrupolo mio) sono sceso a 15.000 km, anche se con olio sintetico potrei mantenere lo stesso chilometraggio. Posso capire che non tutte le auto possono essere così, ma questa è stata la mia esperienza senza togliere nulla a nessuno e ne sono contento. Dimenticavo: io ho una Rover 420 anno 2000, motore Honda. La Rover è fallita nel 2003-2004 e mi rendo conto che i ricambi cominciano ad essere introvabili, ma fino ad ora non ne ho avuto bisogno.
    Grazie.
    …Claudio

  194. Fabiano Says:

    Tu parli di cose molto comPlesse :) io odio il rumore disel ma indubbiamente a pari cavalli pari cilindrata sn piu potenti dei benzina oggigiorno si puo negare si puo ridere ma questa e la verità e chi va piu forte ha sempre ragione quindi ad oggi nonostante possiedo un m3 prenderei un naftone per altri mille motivi opposti hai tuoi

  195. giovanni Says:

    Hai detto delle sante parole sui motori a benzina silenziosi e quando vuoi ruggenti economici se vuoi passare a gpl dove non perdu potenza o ancora piu economico a metano sono 35 anni che Guido la dolce
    musica del motore a benzina grazie e saluti.

  196. Anonimo Says:

    mio zio ha avuto una uno 1000 fire benzina e ci ha fatto 400.000 km ma penso xhw non esisrono piu qusti motori , io ho una punto 1,9 jtd con 200mila km e ho sosstituito solo frizione e volano come parti del motore

  197. tony Says:

    diesel 2000cc euro 2 180000 km aditivata con oxydrogeno on demand = 20 km. litro nox come euro 5 cosa si può voler di più

  198. graziano Says:

    io ho una fiat bravo 1.6 multjget 105 cv sono così contento che nel mio garage non vedrò mai più quei bidoni tedeschi che costano una fortuna e quando vai a fare il tagliando ti conviene rapinare una banca per pagarlo e infine fai stessi km e stesso lavoro e anche consumi migliori. per chi fa strada come me una macchina arrivata a 250.000 km non è più affidabile anche se ne fanno 500.000 e passa

  199. graziano Says:

    per quanto riguarda i consumi benzina diesel sono in base a km annui, stile di guida, tipo di strade che si fanno, uno che fa 10.000 km annui conviene comprare una benzina perchè i tagliandi costano di meno ma anche la manutenzione costa meno. per quanto riguarda la resistenza motore tra diesel turbo e benzina sono uguali, i più resistenti sono i diesel aspirati e anche ottimi per chi fa molta strada specie come autostade o statali in pianura dove non ci sono salite o strade montane e quindi bisogno di spinte. il benzina comunque ha un vantaggio contro il diesel che si può trasformare in altre alimentazioni come gpl o metano.

  200. tony Says:

    concordo in parte con Graziano dei bidoni tedeschi curano i particolari al tempo della bmw316 i benzina come consumi era il top come comfort era un panzer attualmente le Tedesche mi sembrano uguali hanno migliorato i consumi golf 1600 20 km litro
    non è male per i tagliandi basta fare il primo da una concessionaria per far partire la garanzia
    i successivi che costano un terzo da un meccanico di fiducia

  201. Francesco Says:

    Ho una 147 1.9jtdm (150cv) in quattro anni ho percorso 133.000Km (ora 1000 Km a settimana) e devo dire che il motore non ne ha ancora risentito per nulla di questi chilometri! prevedo di tenerla fino alla sua morte e probabilmente di rifarle il motore quando sarà morto! Ricordo il 1.6TwinSpark che aveva sempre problemi legati o alla sostituzione delle candele ovviamente, o alla pulizia del corpo farfallato (una vera rottura se si percorrono molti km) e tagliandi ugualmente costosi oltre al consumo elevato del carburante!
    Oggi la gente è abituata dalle multinazionali a credere che le auto arrivate a 70mila km siano da cambiare… io voglio proprio sperimentare questo bel motore fino a quanti km sarà in grado di arrivare senza manutenzione straordianaria!
    PS: usare gli addittivi per iniettori su 3/4 di carburante presente Aiuta davvero.

  202. romano zavatta Says:

    guido auto a gpl e metano da una vita e considerando i pro e i contro sono le più convenienti. Gpl per cilindrate fino 1200 1300 e metano oltre. I diesel vanno bene ma sono un più cari di manutenzione. Avendo in casa 4 auto devo dire che quelle del gruppo wolksvagen sono quelle che mi hanno dato meno problemi: Benissimo la SEAT

  203. Anonimo Says:

    In famiglia ho 2 auto: una renault scenic 1.9 dci del 2003 (che Dio la fulmini) di mia madre e una fiat panda 1.2 fire a benzina di mio padre del 2006. Questa “adorata” scenic è una buona macchina, comoda ecc…peccato che l’abbiamo comprata con il motore di un trattore! Da solo problemi, vibrazioni, supporti motore, cinghia di distribuzione ecc..ed è euro 3 quindi non ha manco il dpf, figuratevi se aveva quel maledetto filtro! C’è da dire però che facciamo si e no 10000 km all’anno quindi è stata una scelta ultra-sbagliata :( purtroppo nel 2003 avevo solo 10 anni quindi non capivo una mazza di auto, se l’avessimo comprata in questo periodo avrei preso mio padre per le orecchie e gli avrei detto: “non ti azzardare a prenderla diesel!” Infatti dopo tutte queste rotture di palle e tanti soldi buttati per aggiustarla mio padre ha capito che prenderla diesel è stato uno sbaglio..Ormai l’auto ha quasi 10 anni quindi di venderla non se ne parla e ce la teniamo finchè dura, quindi massimo 4 anni LOL. Mi dispiace infangare così la scenic perchè come ho già detto è una buona auto con un motore di merda, si certo ha più coppia ai bassi regimi, consuma poco ma chi cazzo se ne frega! meglio se ce la prendevamo 1.6 a benzina 115 cv, avremo fatto più bella figura! ma purtroppo in danno è fatto..è stata la nostra unica ed ULTIMA auto diesel, da ora in poi solo rombanti auto a benzina ;).

  204. benzinato Says:

    Non sono un esperto quindi non saprei ribattere ai punti dell’articolo nè a chi li ha già contestati. Posso solo fare i calcoli sul mio caso: 5 mesi fa ho acquistato una VW polo 4a serie 1.2 12v di seconda mano, con 86000 km. Inizialmente ero decisamente orientato verso un 1.4 TDI visto che, come è noto al consumatore medio: diesel=buone prestazioni con bassi consumi; tuttavia quando si prende un auto di seconda mano non si può sempre scegliere, e il modello che volevo l’avevo trovato, allo stesso prezzo, con già oltre 140000 km ed era tenuta abbastanza male. Sentendo il parere di qualcuno più esperto di me, che mi diceva appunto che in caso di chilometraggi non superiori a 15000km/anno il diesel non conviene, mi sono deciso per l’acquisto. Proprio pochi giorni dopo ho letto questo articolo e mi sentivo molto felice della mia scelta (molto difficilmente arriverò a 15mila km annui).

    Torno a rileggere queste pagine dopo il primo viaggetto in autostrada: 250 km circa a 125/130 effettivi, consumato più di metà serbatoio; non ho il computerino di bordo, ma secondo i miei calcoli ha fatto 10-11 km con un litro. un consumo INDECENTE, ma per fortuna non faccio spesso questi viaggi e quando li faccio sono in compagnia e quindi si divide le spese.

    Leggendo queste pagine è davvero difficile orientarsi visto che non si sa a chi credere; e allora ho voluto controllare di persona e ho preso la calcolatrice: considerando un chilometraggio annuo di 14000, il consumo medio dei due motori da me considerati, e la differenza media di prezzo tra la verde e il gasolio, mi esce una differenza di spesa di ben 377 €; sottraiamo la differenza di bollo (20€) e quella dell’rc auto (nelle prime classi, se va bene 50€) e abbiamo una differenza di costi nella migliore delle ipotesi di 300€ annui.

    Ora, che gli interventi di manutenzione per il diesel siano più frequenti di quelli del benzina è vero e lo posso notare dal libretto manutenzioni; tuttavia una differenza di TRECENTO EURO ALL’ANNO, mi sembra impossibile da recuperare :(((

    se ci mettiamo che il 1.4 TDI avrebbe dato anche più soddisfazioni alla guida (anche se il mio primo obiettivo è spendere poco), mi sembra evidente che a parità o quasi di prezzo e di chilometraggio, la convenienza del 1.4 TDI rispetto al 1.2 12v sarebbe stata enorme. Purtroppo al tempo dell’acquisto non ho avuto scelta.

    Noto che l’autore dell’articolo non scrive da un po qui, ma mi piacerebbe che dicesse qualcosa sul mio caso.

  205. bruce0wayne Says:

    Sono presissimo da altre cose e ho poco tempo per rispondere, ma leggo sempre tutti i commenti.

    Ovvio che l’uso che se ne fa (di un’automobile) conta molto per la scelta della stessa, ma ci sono piccole variazioni da caso a caso.

    Il caso della polo 1.2 12 valvole benzina (e di altre auto simili) è emblematico. Mi spiego.
    Se controllate il peso di questa automobile e lo rapportate alla potenza del motore scoprirete che andare a 130 Km/h non è conveniente.

    La velocità di crociera di un 1.2 12 valvole su di un auto così pesante è 90 Km/h (o poco più). In questo modo si rimane a consumi “umani”. i 1.2 benzina e 1.4 diesel non sono motorizzazioni “da viaggio”, purtroppo.

    Lo stesso discorso vale per il 1.4 diesel. Consuma meno, ma se si viaggia a 130 Km/h (più o meno alla fine della coppia del turbo) i consumi sono al massimo della fascia di crociera. Anche in quel caso la velocità di crociera sarebbe più bassa (intorno ai 100/110 Km/h al massimo).

    Il modo in cui si usa l’auto conta, insomma. Per viaggiare in autostrada a lungo a velocità di 130 Km/h (o -se vogliamo- di più) tenendo d’occhio i consumi serve la motorizzazione adeguata.

    Io con un 1.6 benzina 16 valvole posso viaggiare fino a 140 Km/h (+-10%) prima che il calcolo dei consumi diventi sconveniente.
    Viaggiando tra i 110 e i 130 resto entro i 13,5 Km per litro; oltre i 150 scendo a 11.

    Per quanto riguarda il resto in 4 anni di automobile non ho ancora cambiato una vite. Mai un cambio del FAP (che non ho), rigenerazioni varie o pulizia condotti (che non ho), turbine crepate o rumoreggianti (che non ho), incrostazioni varie (che non potrei avere), etc. :)

  206. benzinato Says:

    bruce0wayne,
    praticamente non hai detto nulla sulla differenza di convenienza.

    Che le motorizzazioni da me citate non sono adatte a certi viaggi è risaputo (e lo sono tutte e due però, hai detto, quindi in questo caso nessuna differenza), ma come ti ho detto, il viaggio appena fatto e il conseguente consumo è stato solo il motivo per tornare su questo blog, perchè poi il calcolo sui costi, come ho chiaramente detto nel mio precedente intervento, l’ho fatto non su questo viaggio specifico nè su altri viaggi particolari ma sul consumo medio indicato dal produttore (anche perchè se si esclude questo viaggio fin ora ho consumato esattamente quel valore lì).

    Mi fa piacere che hai ribadito che con la tua auto a benzina non hai ancora cambiato una vite; spero succeda anche a me, ma i 300€ di differenza sono tanti e, siccome non mi hai citato sul punto, pare che anche tu concordi che siano difficili da recuperare.

    Ora, siccome mi sto già guardando in giro e non escludo tra 1-2 anni di cercare una permuta col mio caro 1.4 TDI, volevo chiederti: secondo te questi due motori che differenza hanno di vita?

  207. bruce0wayne Says:

    Il benzina aspirato dura sicuramente più di un qualsiasi turbo diesel.

    A manutenzione basta uno (1) solo danno alla turbina per recuperare molto più di 300 euro

  208. Anonimo Says:

    scusa bruce0wayne ma da come parli sembra che i danni alla turbina siano quasi una routine per i motori diesel

  209. benzinato Says:

    scusa bruce0wayne ma da come parli sembra che i danni alla turbina siano quasi una routine per i motori diesel

  210. bruce0wayne Says:

    Capita circa 3 volte su 10 entro i 120.000 e dopo i 40.000 km, ma se (SE) succede: ogni risparmio in carburante è vano. Nel caso inizia un calvario che non finisce più il cui costo è sempre spropositato.

  211. Teo Says:

    Ragazzi,
    credo che la cosa piu’ importante di tutte e’ la questione di sicurezza. Come giustamente ha detto qualcuno, il motore a diesel non prende fuoco! Secondo me questo e’ il punto chiave, il fuoco. Immaginate uno scontro violento (nella zona del serbatoio per esempio) con una macchina a benzina oppure figuriamoci con una a gas!!! Cosa e’ piu’ probabile che succeda? Fuoco? Si’ e’ molto probabile.
    Allora qualsiasi discorso sui “contro” di una vettura a diesel viene abbattuto grazie alla maggiore sicurezza contro il fuoco che essa offre. E ricordate, puo’ capitare una sola volta nella vita, un solo istante basta per mandarci al “al di la” una e per sempre.

  212. Massimo Says:

    Ciao a tutti, sono in procinto di cambiare la mia vecchia Y10 1.1 Fire, arrivata ormai a quasi 140000 km, con un’altra auto usata e sono orientato su una fiat punto 1.3 o su una opel corsa 1.3.
    Diciamo che il tipo di macchina che cerco è sullo stile di queste due indicate sopra.
    Percorro una media di 10.000/15.000 km l’anno la maggior parte dei quali in percorsi urbani nel tragitto casa-ufficio.
    Il motivo per cui voglio cambiare l’auto è che mi piacerebbe poterla utilizzare anche per partire con essa e fare viaggi di 1500/2000 km senza spendere un capitale. Allo stesso tempo non voglio che questo si tramuti in un aumento sproporzionato del costo di tagliando, bollo, assicurazione, ecc.
    Cosa mi consigliate?

  213. francesco Says:

    Senza dubbio comprati un’altra auto a benzina! fai così pochi km che un diesel sarebbe inutile.
    Io ho una JTDM (ho scritto anche più sopra) ma i km della tua Y10(MIA PRIMA AUTO/ho 26 anni) io li ho percorsi in meno di 5 anni.
    Ciao

  214. francesco Says:

    PS: rinnovo l’utilità di portare a conoscenza le persone che ne capiscono meno della persona che ha scritto questo articolo, di non affidarsi ai punti che sono stati descritti all’inizio di questa pagina!

  215. Massimo Says:

    Ero orientato su una Fiat Punto 3ª serie o una Opel corsa 3ª serie, cilindrata massima 1.3 per evitare aumenti vertiginosi dell’assicurazione e consumi elevati.
    Come sono come auto? Consigli?

  216. francesco Says:

    Personalmente parlando di auto usate, ma in particolare di questi due modelli (come pochi altri) mi preoccupa più chi le abbia utilizzate sinceramente!
    Sono auto di poche pretese, mi spaventa più un uso strafottente da parte di chi la guidasse un’auto del genere piuttosto che del modello in se.
    Olio sostituito una volta ogni 3 anni se va bene, motore tirato anche a freddo…, marciapiedi presi come fossero delle rampe di lancio.. fino ad arrivare agli interni ma li anche mia nonna ne capirebbe al volo qualcosa!

    Comprati quella che vuoi, ma controlla sempre almeno il vano motore, come punto di partenza un motore lavato e lindo, potrebbe nascondere delle perdite di qualche liquido (dubito che possessori di quel tipo di auto possano essere amanti della pulizia del vano motore..).
    Controlla che tenga bene il minimo a freddo (motore appena acceso dopo ore di fermo), e controllalo anche a motore caldo se ci sono anomalie di livello temperatura acqua (possono essere diverse le cause e comunque il prezzo della riparazione potrebbe equivalere quello di acquisto dell’auto).

    Poi tutto è possibile,personalmente trovo più rischioso l’acquisto del nuovo piuttosto che dell’usato in quanto già collaudato. E la sfiga è sempre in agguato.

  217. Massimo Says:

    Sicuramente la farò controllare dal mio meccanico di fiducia prima di acquistarla, in modo da stare più tranquillo.
    Quello che mi preoccupa di più e che magari non si può vedere facilmente sono eventuali problemi che la macchina presenta e che portano il proprietario a venderla, problemi che magari poi scoprirò da solo in seguito. Oppure eventuali difetti di fabbricazione, sai a volte certi modelli riescono male e a tutti gli si presentano gli stessi problemi.

  218. francesco Says:

    Ti comprendo perfettamente, sono gli stessi dubbi che mi porgo anch’io in questi casi. Fai bene a farla controllare dal tuo meccanico.
    Riguardo ai difetti noti che un veicolo in particolare potrebbe avere, secondo me c’è un piccolo “trucco” e si trova proprio qui nel web…
    vai in qualche forum che riguardi quei modelli, immagino ce ne siano, e scova quanto più riesci a scoprire.

  219. Massimo Says:

    Ok vediamo cosa trovo a riguardo.. comunque allora propendo per la benzina invece che per il diesel, questo è intanto un primo passo per la scelta.. tra l’altro le auto a benzina le vendono meno quindi mi sarà anche più facile trovarla

  220. Flaviano Says:

    Il rendimento dipende da come viene assemblato un motore e da quali materiali vengono utilizzati. Io guido una Corsa D 1.3 90 cv del 2006 (il motore è il multijet della Grande Punto migliorato in ogni suo aspetto), e in accelerazione e velocità massima da una pista alla 1.4 benzina 90 cv. E poi c’è da dire che l’Audi ha progettato la R10 la R15 e la R18, tutte con un motore diesel con prestazioni superiori ad un benzina, e so che la r10 lo ha dato a vedere nella le mans 24 ore nel 2006 e 2007 se non sbaglio.

    Le auto diesel avendo una coppia sueriore ai benzina tendono a consumare di meno nei tratti in salita e a sforzare meno la frizione perchè sono motori elastici.

    Ho guidato molte auto benzina e diesel, e dalla mia esperienza ne ho dedotto che le auto a benzina sono quelle che hanno bisogno di più accorgimenti (non manutenzione) da parte del guidatore, quindi bisogna avere più attenzione a come vengono trattati. I motori diesel hanno dei regimi più bassi e sono più tranquilli dei motori a benzina e possono essere strattonati di più senza rischiare troppo, ma non vuol dire che non siano soggetti all’usura. Tutti i motori se sforzati troppo danno più problemi a lungo termine, ma i motori diesel lo fanno pesare meno dei benzina.

    Dico tutto in base alla mia esperienza di guida.

  221. Anonimo Says:

    clio 1.5 dci ’03 – 278.000 km… centralina da 150.000… motoristicamente parlando a parte i tagliandi, nient’altro (mai una turbina ne frizione).
    fiesta 1.4 asp. ’96 – venduta anni fa a 313.000 km. anche li solo normali tagliandi.
    non vedo sta gran differenza a parte che la clio consuma la metà :-O

  222. Massimo Says:

    Da quello che ne so io e che ho potuto capire i motori a diesel vanno bene se fai molti km, come nel tuo caso, ma se fai 10000/15000 km l’anno, magari in città tra semafori e traffico, allora non convengono perchè in questi casi il motore si “sporca” e li nascono i problemi, ha bisogno di manutenzione, ecc… e la manutenzione su un diesel è più costosa di quella su un benzina. Mentre se invece percorri molti km l’anno, soprattutto in tratte autostradali dove hai la possibilità di far “ripulire” il motore a velocità più alte, allora in questo caso è meglio il diesel.

  223. Massimo Says:

    Ovviamente se qualcuno ne sa più di me a riguardo, sono felice di essere smentito.

  224. Giuseppe Says:

    Rispondo a STEFANO nel punto 1…per avere la stessa potenza di un 1.9 TDi ci vuole un motore 2.0 benzina?????????????? ma che cappero hai in testa ma li conosci i motori o guidi solo furgoni????se un 1.9 tdi ha dai 90 ai 150 cv un motore benzina turbo ha minimo 200 cv…l honda s2000 è 2000 aspirata e sviluppa 240 cv…che ignoranza…

  225. mauro Says:

    raga non è vero che un’auto diesel per non avere problemi devi fare più di 15.000 km girando poco in citta e tanta autostrada. sfatiamo questa cosa xke io ne faccio 12000 e in autostrada ci andro’ 3volte all’anno ci faccio’ 40 km . e non ho mai avuto problemi c’è l’ho dal 97 quindi nn diciamo cavolate.

  226. Il PIRLA Says:

    Quante cavolate.
    Per convenienza, nella mia famiglia abbiamo quasi sempre avuto Diesel, in quanto dopo ragionamenti ci conveniva.
    Turbodiesel che si rompono sempre??
    La FIAT Marea del babbo ha 750 000 km, iniettori sostituiti insieme al rail a 500 000 1.9jtd, il resto normale manutenzione , olio ogni 20000 e cinghia ogni 90000(e la turbina e ancora l’originale) ora è in pensione (fa 20 al litro…)
    Peugeot 306 3 porte anno 1997, motore turbodiesel precamera, 90 cavalli (fa 23 al litro e pesa 1550 kg…), attualmente ha 412 000km e ho sostituto la turbina per scrupolo e i supporti motore, non perde una goccia d’olio e parte anche a .-30, cinghia ogni 200 000 e olio e filtri ogni 15 000
    L’ultima è la Bavarese BMW 530i benzina del 1999 che usiamo per i viaggi, ha 130 000 km e ne ha date di tutti i colori, mangia un pelo d’olio e beve come una spugna, e i tagliandi, altro che 200 euro.. ne ha sempre una.

  227. domenico Says:

    ma voi state fuoriiiii!!!!! non permettetevi piu di scrivere cose del genere perche siete da denuncia!!!!! il motore a diesel è molto meglio rispetto a un benzina!!!!!! non bestemmiate!!!

  228. Michele Brandini Says:

    Guido auto diesel da circa 20 anni , e dissento su molti punti.

    BMW 318d Mia contro BMW 325X di mio padre.

    Scadenze di manutenzione programmata:

    318d : 30000

    325X : 15000

    Costo tagliandi: Alto per entrambe

    Consumo medio:

    318 D : 17 Km/litro medio ( andando tranquilli )

    325X : 8 Km /litro medio ( andando tranquilli )

    Risparmio annuo per chi percorre 20.000 km / anno con un 2.0 diesel , rispetto ad un’ analoga auto a benzina :

    Consumo medio 2.0 diesel : 17 Km/l

    Consumo medio 2.0 benzina : 13 Km/l

    Consumo annuo diesel : 20000/17 = 1176 litri all’anno

    Consumo annuo benzina : 20000/13 = 1538 litri all’anno

    Risparmio annuo : 362 litri * prezzo 1.65 euro/litro = 597 euro/anno.

    Le ultime due auto le ho vendute con dieci anni di anzianità , e più di 200.000 Km , con un risparmio totale di circa 6000 euro.

    Le stesse auto sono state comperate , perfettamente funzionanti , da cittadini dell’est europa , e probabilmente stanno ancora macinando chilometri , perchè un diesel normalmente supera i 300.000 di progetto , mentre un benzina non vede neanche con il binocolo questa percorrenza , perchè gira ad rpm quasi doppi.

  229. Pak Says:

    Apparte i costi di riparazione\manutenzione non mi trovo daccordo sulle restante cose:
    piccolo confronto in casa Seat.
    1.4 tdi 55kw (a sx) 1.4 16v 55kw a benzina (a dx)
    Cilindrata e potenza identica(il tdi è un 3 cilindri)
    consumo: 22,5 km\l – 15.6 km\l
    emissione co2: 122 g\km- 154g\km
    acceller 0-100: 13,9s- 13,2
    coppia max: 192 a 2200rmp- 126 a 3800 rpm

    Ora andiamo per le alte prestazioni(dove posso fare da testimone)
    Ibiza cupra 1.9 TDI 160cv(sx) vs 1.8 fr turbobenzina 20v 150cv(dx)
    Cilindrata simile,entrambi turbocompresse..
    potenze potrebbero sembrare simili ma…
    cupra->170 cv a 3750rpm! fr->150 a 5500 rpm -.-‘
    COPPIA: 330nm a 1900rpm(cupra) 220nm a 2000rpm
    0-100: 7,6s(cupra) 8,4(fr)…credete sia merito solo di quei 10cv?
    CONSUMI: 18,5(cupra) 12.5(fr)
    EMISSIONI co2: 146(cupra) 190(fr)

    Un td di pari potenza di un benza ha in realtà molta più coppia e subito disponibile,che gli permette di restare a basso numero di giri e pertanto risultare più silenzioso(io ho il tdi130, in autostrada a 130km\h faccio 1800rpm…zero rumore,esclusa l’aria).La progressione che può garantire il benza in virtù del range di rpm più ampio, nei diesel,proprio grazie alla grande coppia, è garantita da marce più lunghe che tralatro garantiscono meno rumore e vibrazioni.Inoltre terminiamo con la durata.Sono entrambi molto delicati,ma ho visto tranquillamente tdi130 con 500.000km, di benza mai visti…

  230. Pak Says:

    ps: io ho 200.000km e motore va che è una meraviglia..

  231. Marcello Says:

    Ragazzi aiutatemi per piacere. Non per una reale esigenza ma forse più per uno sfizio, vorrei cambiare auto. Possiedo una golf 4^serie 1.6 a benzina da 105 cv.del 2002. Purtroppo però mi sto fissando in maniera abbastanza pericolosa con 2 modelli: classe c coupè oppure serie 3 coupè (adesso c’è la serie 4). La motorizzazione che vado considerando è l’entry level 2000 diesel su entrambe. Considerate che mediamente percorro circa 14 mila km/anno che risultano circa 40 km al giorno. Considerate anche che la mia cara Golf, con gli anni ormai trascorsi, mi costa pochissimo in gestione ( assicurazione bassa, tagliandi fatti da un amico meccanico, vado al massimo a 90 km/h ecc…). Qualcuno di voi farebbe un cambiamento così radicale? Grazie a tutti

  232. Claudio Says:

    Ciao Marcello, sinceramente per come la penso io non cambierei mai un’auto solo per sfizio, mi svuoterei le tasche per cosa? Per inseguire l’idolo di avere un’auto mitica per poi quando la si ha e passano quei pochi giorni di novità tutto svanisce e non ti rimane altro che pagare le rate (almeno che tu non riesca a pagarla in contanti)?

    Tornando alla tua vecchia golf, quelle auto hanno le ossa dure.
    Considerando poi la cilindrata, la velocità e i kilometri annui non l’hai sfruttata gran che.

    Ti informo che io ho una Rover del 2000, 105 cavalli, 2000 diesel e percorro 35.000 km l’anno. Ho sforato già da un po i 400.000 km e l’auto è ancora impeccabile. Arrivo a fare ancora oggi 1100 km in un giorno. Vero, con quest’auto rimango indietro anni luce per quanto riguarda la tecnologia e sicurezza, ma per l’affidabilità credo che rimarrei volentieri per la vecchia strada invece di intraprendere una nuova sconosciuta.

  233. Franco Says:

    Le auto di cui parli sono ootime tutte e due, la BMW ha ricambi un po più costosi, se trovi auto con 70-90.000 km hai ancora 60-70.000 km di ammortizzatori, i diche e le pastiglie si vedono.
    I dischi della Mercedes costao circa 80 € l’uno ….. come una Lancia Y.
    In bocca al lupo.

  234. Franco Says:

    da questo blog manca un mio commento di qualche giorno fà. Perchè ??

  235. Marcello Says:

    Claudio la tua risposta non fa una grinza. Considerando oltretutto che non sono un milionario, forse tale desiderio sarebbe meglio reprimerlo. Purtroppo i “maledetti” pubblicitari sanno far bene il loro lavoro.
    Franco, il mio pensiero era rivolto al nuovo con un FORTE sconto, oppure ad una km zero visto che siamo a fine anno. Comunque sia,anche se la trovassi con 10-12 mila euro in meno, ne resterebbero sempre tanti altri da aggiungere.
    L’unica cosa che di vantaggio hanno queste 2 auto rispetto alla mia golfettina, è che sicuramente sono meno assetate e risparmierei qualcosa sul carburante, ma per il resto…..
    Ne vale la pena? Vado a comprarmi un gratta e vinci :-)

  236. Marcello Says:

    Ragazzi vi aggiungo carne al fuoco. Alle due auto che ho già citato, aggiungeteci anche la più “economica” mercedes classe A 200 cdi che mi intriga. Rispetto alle altre due siamo su un altro segmento, lo so.
    Grazie a tutti per l’aiuto

  237. andryus Says:

    non sono d’accordo con l’articolo e, se posso portare il mio esempio…
    l’anno scorso avevo una Opel Agila 1.0 benzina del 2004(997 cm cubici di cilindrata, mi pare…) quest’anno ho comprato una peugeot 206 cc diesel…

    già solo considerando che l’agila pesava 1100 kg ed erogava 60 cv… e la 206 cc pesa 1300 kg, ha 16 valvole (quindi consumi maggiori…) ed è un 1600 cm cubici di 110 CAVALLI…dovrebbe consumare molto di più…in realtà con l’agila arrivavo a malapena a 16/17 km con un litro, mentre con la 206 arrivo tranqullamente ai 23/24 km con un litro….percorrendo gli stessi tragitti, con maggiore velocità media, più peso e più cavalli sotto il cofano… e questo non lo dico io,me lo diceva il libretto della macchina, in cui sono riportati i consumi per cui è omologata, me lo dice il computer di bordo, me lo dice la mia calcolatrice quando faccio i calcoli km/ litri, me lo dice il meccanico quando volendo confrontare i consumi l’ha collegata tramite ODB ai suoi computer…quindi giudica tu….

    con l’agila, per fare casa/scuola (16 km tra colline, traffico, rotonde ed incroci..) arrivavo raramente ai 14/15 km/l…con una media dei 40/50 km/h e anche in altri ambiti (autostrada) era impossibile mantenere medie più basse anche senza superare gli 80/90 km/h….
    ora, stesso tragitto con una media dei 50/60 km/h arrivo tranquillamente ai 20/22 km/l….e in autostrada con una media dei 110 mi risultano consumi di quasi 25 km/l….

    i motori diesel, al contrario dei benzina, arrivano tranqullamente ai 300/400 mila km…ho visto benzina a 180 mila veramente conciati male e diesel più vecchi con molti più km stare decisamente bene.

    è vero, sono rumorosi… non si può fare niente.

    il benzina, a differenza del diesel, è più reattivo alla risposta…ma, il diesel esprime tutta la sua potenza già a bassi regimi. (il benzina no..)
    es. un benzina raggiunge la coppia massima, per esempio, sui 3000 giri? l’equivalente diesel a 1900/2000 stà già scaricando la sua potenza, senza contare che quando aggancia il turbo rende ancora meglio…

    il gas per i diesel non esiste, nel senso che un auto diesel non può essere alimentata solo a gpl o metano, ma se per questo neanche un benzina, cè sempre un 20/30 % di benzina nella camera di combustione, questo perchè? per non logorare le valvole (il gas è secco, le valvole sono progettate per vaporizzare un liquido…) di conseguenza, chi ha un auto a gpl o metano necessita di tanta manutenzione con costi identici (se non superiori…) rispetto al diesel…soprattutto se l’impianto è montato post vendita…
    IN REALTà esistono motori ibridi diesel-GPL montati su autobus per fare dei test, ma non hanno la funzione di doppia alimentazione (come sulle auto a benzina) ma di SOVRALIMENTAZIONE. ovvero, viene inniettato un 15/20 % di gpl nella camera di combustione, miscelato al diesel per migliorarne il RENDIMENTO, e non per diminuire i consumi o sostituirsi all’alimentazione regolare…. questo perchè? perchè il diesel quando “brucia” lascia un 20/30 % di materia incombusta, mentre con l’aggiunta di GPL si arriva a bruciare il 90/95 % del combustibile…migliorando, appunto, rendimento, efficienza e di conseguenza il consumo… (ricordati che le auto a metano o gpl consumano dal 10% al 30% in più rispetto all’alimentazione a benzina…)

    esempio pratico.
    quest’estate ho percorso 1400 km dall’italia all’ungheria, di cui poco meno della metà in autostrada (circa 600km) e il resto su statali (quindi incroci, stop, semafori, traffico ecc…) con una media di consumo di 4.1l/100 km ( circa 24 km con un litro…) con una media di velocità di 90 km/h….pressapoco 1200 km su 1400 km li ho percorsi a tetto aperto anche in autostrada (ho una cabrio…) giudica tu, se un diesel non consuma meno… senza contare che per percorrere 2400 km abbiamo speso in 2, 90 euro (45 euro a testa…)

  238. paolo68 Says:

    ciao, devo cambiare macchina, tra una nuova fiesta bifuel 1.4 92 cv
    o la nuova yaris 1.0 benzina 70 cv. Percorro circa 12000 km annui,
    qual’è secondo voi quella che consuma meno, considerando anche i costi di manutenzione

  239. Anonimo Says:

    Questo “autore” è nato con una specie di odio per le auto diesel! Che dire….
    Spese di manutenzioni doppie? E controllate pure? MA TI VUOI MALE AUTORE????
    Le cose che dovevi dire non le hai dette in compenso l’unica cosa saggia detta è quella sul chilometraggio minimo da effettuare!
    Parli di minor durata rispetto ai benzina…avrai le prove eh…si immagino!
    Motore che si sfascia, a momenti da come scrivi sembra che dopo ogni bel temporale bisogna andare a far rettificare mezzo motore!

    Parla dei volani e delle frizioni se vuoi…

    Io con motore jtd da 150 cv puntualmente una media di 18/kml … Magari il tuo meccanico dice che non è vero?

  240. angler74 Says:

    quoto in tutto e per tutto il post di bruce in apertura, col diesel si risparmia solo in condizioni molto, ma molto particolari, io penso che nemmeno il dieci per cento di chi le possiede ci stia risparmiando veramente, io possiedo una honda civic del 2008 con 133000 km, media di spesa per i tagliandi, tutti rigorosamente ufficiali in officina honda, 135 € se volete posto le foto delle ricevute, mai avuto il minimo problema, va come un orologio svizzero, consumi contenutissimi, sono arrivato a superare in statale i venti al litro, se volete posto la foto del computer di bordo, l’ altrnativa alla mia auto era la 2200 i ctdi, mi costava 2500€ in più da nuova, tagliandi documentati dall’ officina honda anche superiori alle duecentosettanta euro, problemi al turbo al debimetro e al volano bimassa frequentissimi, tutto dimostrabile… io penso che questo boom dei diesel sia dovuto per la maggior parte a mode e convinzioni inesistenti, tipo “ce l’hanno tutti allora lo compro…” vi posso documentare tra i miei amici e conoscenti decine di casi di rotture turbo, di rotture debimetro, testata iniettori e pompe varie… poi vai a vedere i chilometri percorsi… e vi giuro che non ho visto nessuno percorrere più di 15000 20000 km all’anno… la maggior parte la usa in città per fare casa lavoro, 5 al massimo dieci km per volta con le conseguenze che ne derivano.
    io dico solo una cosa, ragionate col vostro cervello e non con quello della massa!

  241. Anonimo Says:

    Angler io ho una opel astra dal 97 diesel e la uso in città e statali. Mai avuto nessun problema e poi un motore a benzina se arriva a 200.000 km ha gia fatto un miracolo! Gasolio invece arriva tranquillamente anche a 300.000 km! Quindi medita bene:)

  242. angler74 Says:

    anonimo, tu stai parlando di una auto del 97, poco spinta e senza tutti gli accrocchi che ci sono oggi… adesso non so se il tuo modello sia addirittura aspirato… sta cosa che i motori benza non fanno tanti chilometri è una leggenda metropolitana bella e buona, nata soprattutto dopo la moda del diesel, per lo più sparata dai bimbiminchia (nessuna allusione a te, ti rispetto per carità…) la clio 1.2 di mio padre del’91 ha percorso 260000 km è fu fatta solo la frizione e la cinta di distrinuzione ed è stata rottamata solo per gli incentivi perchè ancora macinava.. su quattrruote c’è l’articolo di un tipo con una uno fire 1000 con 500000 km senza problemi… la civic 1.4 del ’97del mio amico è a quota 310000 senza problemi… devo andare avanti? ne ho un casino di testimonianze.. cmq basta che digiti su google rottura turbo e guarda che viene fuori, sono dati di fatto e se vogliamo negare l’evidenza allora scriviamo sul forum di zelig e facciamo prima!!! senza offesa per nessuno :)

  243. angler74 Says:

    adesso non ho tempo per farlo, appena posso vi posto alcuni calcoli matematici fatti da me quando acquistai la mia civic per dimostrare che il diesel, praticamente su ogni modello, soprattutto sulle più vebdute volkswagen e bmw nella maggior parte dei casi non conviene se addirittura risulta notevolmente sfavorevole, devo cercare alcuni dati sui consumi, tagkliandi, costi assicurativi e prezzi del carburante, a breve li metto e voglio vedere se pure la matematica èun opinione…

  244. angler74 Says:

    attenzione tutti, trovato sul web il reord del mondo di percorrenza, una volvo p1800 a BENZINA con 4800000 km….
    tra poco posto i miei calcoli di convenienza benzina vs diesel e saranno cavoli amari… :)

  245. Anonimo Says:

    Citroen 2001 2000 cc.diesel con impianto oxydrogeno trattamento olio con Sintoflon km. 350.000 motore come se ne avesse 100.000 consumi 5X100 km. con punte di 4.6x 100 su percorsi misti
    chi conosce l’alimentazione a oxydrogeno come additivo carburante può confermarlo

  246. Franco Says:

    Bravo, non dimenticare che il consumo specifico di un motore benzina oscilla fra 280 ed i 300 gr cv/ora; mentre quello del diesel oscilla fra i 160 ed i 180 gr cv/ora …. mettici che nei diesel a parità di potenza (coppia) erogata abbiamo un n° di giri inferiore, quindi se abbiamo bisogno di 30 cv per muovere la macchina con una benzina li abbiamo a 3.400 giri con un diesel a meno di 2000, ed ecco che i consumi si dimezzano ….. gente prima di parlare studiate e le cose se non le sai …. salle…..

  247. angler74 Says:

    eccomi, come promesso, libero dal lavoro ho preparato un bel post con tutte le risposte alla questione, calcoli matematici basati su dati ufficiali e esenti da ogni influenza soggettiva o di preferenza personale. ho analizzato più casi prendendo in esame i modelli più blasonati e venduti del mercato così da dimostrare quello che bruce ha detto, magari solo in teoria ma cmq pienamente dimostrabile…. i modelli confrontati sono presi a parità di allestimento e potenza in cavalli:
    iniziamo con quella che forse è l’auto più venduta
    volkswagen golf
    1.2 tsi 5p trendline 77kw €18809
    1.6tdi 5p trendline 77kw € 21609
    differenza di prezzo da colmare 2800 euro (!)
    consumi .12 tsi sul misto, 4,9l/100km
    consumi 1.6tdi sul misto 3,8l/100km
    adesso ipotizziamo una percorrenza di 20000 km annui, quanto si spende per entrambi i modelli in carburante?
    prezzi carburanti: benzina €/l 1.794 diesel €/l 1.716, quindi:
    golf benzina 20000km:100km= 200×4,9=980 litri x1.794=1758€
    golf diesel 20000km:100km=200×3,8=760litri x 1,716=1304€
    quindi, risparmio sul carburante del modello diesel, 1758€-1304€= 454€ all’anno. adesso, per colmare la differenza di prezzo iniziale: 2800€:454€= circa 6 anni e tre mesi….
    passiamo a fiat punto:
    1.2 5p street 51kw €13106
    13 mjt 5p street 55kw € 15123
    differenza di prezzo 2017€
    consumi 1.2 benzina sul misto 5.4l/100km
    consumi 1.3 diesel sul misto 4.2l/100km
    percorrenza 20000 km annui, spesa per il carburante:
    punto benza 20000km:100km=200×5,4=1080litrix1,794=1937€
    punto diesel 20000km:100=200×4,2litri=840 litri x1,716=1441€
    adesso, risparmio sul carburante del diesel, 1937€-1441€=496€
    per colmare la differenza di prezzo, 2017€:496€= circa quattro anni e due mesi….
    se teniamo conto che questi sono modeli che hanno una differenza di prezzo anche piuttosto bassa, alcune auto, come i bmw hanno tra diesel e benzina anche più di tremila euro si deduce che i tempi per andare in attivo sono ancora più lunghi.
    considerate poi che questi calcoli sono basati solo sul risparmio di carburante e spesa iniziale, se teniamo conto che i modelli diesel costano più di assicurazione, più in manutenzione, tagliandi più costosi e in certi casi più frequenti, consumano di più i pneumatici, anche il 30 40% per la maggiore coppia che tende a far slittare le ruote in trazione…. ne potrei trovare mille di motivi per sconsigliare l’acquisto di auto diesel, altro che dieci…. e i tempi di recupero della spoesa iniziale si allungano ancora di più, praticamente passano anche sei o sette anni senza mai andare in attivo col risparmio…
    le fonti dei miei calcoli sono per i prezzi, modelli e consumi dichiarati il sito di quattroruote, per i prezzi carburanti il sito eni, volevo precisare una cosa su i dati di consumo, sicuramente i dati dichiarati non sono quelli reali su strada, ma quello ke conta è che per tutte e due le motorizzazioni sono prese con gli stessi parametri quindi la differenza di consumo è attendibile al 100%
    considerazione finale: toglietevi i paraocchi e ragionate con la vostra testa e non con quella della massa, evitate le psicosi collettive e valutate sempre le vostre scelte con coerenza, a presto.

  248. angler74 Says:

    mi sono dimenticato di aggiungere la cosa forse più importante, la fragilità di cui sono afflitti i diesel di ultima generazione, io tra i lavori che ho fatto, c’è anche il meccanico, e vi dico che nella nostra officina, non vi dico ovviamente di che marchio, aqvevamo una collina di turbo rotti, vi dico senza esagerazione un buon 60 70% veniva in officina per il suddetto guasto anche prima dei 50000 chilometri, ci sono stati alcuni clienti che hanno passato un vero e proprio calvario e il portafoglio svuotato, anche perchè avevano la garanzia scaduta (percorrevano in media 15 20 mila km annui…) vi garantisco che è un problema molto, ma molto diffuso, e su tutti i modelli e di tutte le marche, io conosco veramente pochissima gente che non ha rotto il turbo o ha avuto rogne di vario genere sui motori diesel, soprattutto quelli con molti cavalli. poi basta che vi fate un giro sul web, andate a vedere i vari forum e blog.

  249. Franco Says:

    Buongiorno Angler,
    vedo che ti sei molto applicato guardando Quattroruote, che riporta i dati di omologazione, e non i dati reali.
    Il sottoscritto è stato fortunato nella vita, ha acquistato 65 vetture (tutte usate) per il suo puro piacere (anche economico, rivendendole c’ho giuadagnato). Oltre questa esperienza ho lavorato per 35 anni in quattro multinazionali dell’auto.
    Non si possono fare i calcoli come li fai tu, i dati di omologazione sono condotti su un banco prova a vettura ferma, simulando stop & go cittadini piuttosto che marce su autostrade inesistenti o strade extraurbane mai viste.
    E’ un gioco che i soloni del marketing vogliono ed usano per far scrivere i giornalisti, infatti gli confezionano pure gli articoli, così loro cambiano quattro parole ed hanno “lavorato” .

    La verità è diversa i consumi non sono paragonabili perchè la fisica non è addomesticabile: il motore benzina consuma 280 gr cv/h e quello Diesel 160. il resto è poesia. Vai in un dipartimento di fisica o di motoristica in una qualsiasi università a piacere, e fattelo spiegare.
    Poi la gente usa le auto come se fosse un macina caffè, ma questo è un’altro discorso …. se non fai manutenzione e ti affidi al meccanico senza controllare e basta, prima o poi la paghi salatamente.
    Se non vi piace il Diesel ( e scrivetelo maiuscolo perchè è un cognome) che è il motore più diffuso al mondo, basta dirlo, nessuno vi condanna …..

    Ti sei mai chiesto perchè le navi viaggiano con i motori Diesel e non quelli benzina ? fatti una domanda e datti una risposta.
    Pensa sono le uniche che hanno autostrade uguali fra loro …..

    saluti a tutti.

  250. bruce0wayne Says:

    Tutto quel dire sulla realtà rispetto ai dati di laboratorio e poi mi paragoni le auto alle navi? Invalidi tutto il discorso così.

    ________________________________

  251. Franco Says:

    Che vuoi dire …. se discutiamo per discutere andate al PD, se dobbiamo dare informazioni veritiere restiamo sui dati scentifici.

    Un motore è un motore, se fosse come dicono molti di voi tutti i motori utilizzati per scopi diversi dall’auto (treni, navi, camion, macchine movimento terra, generatotori, ecc sarebbero benzina non trovi ?
    Sulle auto negli anni trenta si sono utilizzati motori a benzina perchè erano più leggeri rispetto ai Diesel, perchè non esisteva la tecnologia necessaria ad avere leggerezza con un rapporto di compressione doppio rispetto al benzina.
    Oggi non è più così e possiamo godere tutti di vantaggi notevoli dal punto di vista dei cosnumi, e poi non dimenticate, meno carburante si consuma, meno si inquina …. è assolutamente direttamente proporzianle…… stidiate gente………. studiate ……

  252. angler74 Says:

    rispondo con ordine: franco, i dati di consumo di quattroruote sono quelli dichiarati dalle case, presi dai libretti di circolazione, quindi non sono “interpretati” dalla rivista, e sia per i modelli diesel che per quelli benzina sono presi utilizzando gli stessi parametri, l’ho scritto già sul mio lungo post sopra (ma li leggete tutti i post o li guardate e poi scrivete al volo?) quindi significa che tutti i motori sono provati al banco, da come hai scritto sembra che il benzina è provato al banco e quello diesel è provato su strada… in uguali condizion di prova la differenza di consumo è attendibile, e io ho calcolato i tempi di ammortamento della differenza di prezzo proprio basandomi su questo!
    ma poi, al di là di tutto ma siete convinti che il diesel consumi poi così meno del benzina? io ho guidato tante auto, ho lavorato in officina e anche in un deposito dove stoccano auto nuove per il mercato di tutta europa, abito in una città portuale… e tra modelli diesel e benzina nn ho trovato tutta sta gran differenza… giusto una settimana fa sono andato per lavoro con un mio amico e ho percorso 220 km con la sua golf tdi 115 cavalli, messi trenta euro di gasolio, ritornati a riserva esattamente come ho fatto io facendo la stessa strada con la mia civic 1.8 vtec 140 cavalli mettendo trentacinque euro di benzina, anzi, aggiungo pure che io ho avuto con la mia auto il piede più pesante, soprattutto nel tratto autostradale… ragazzi, la matematica parla chiaro, l’auto è formata da numeri, il motore è formato da numeri, e la matematica non è un opinione cavolo, i miei calcoli parlano chiaro… poi mi confronti le auto alle navi e ai mezzi di lavoro? ma dove vuoi arrivare nn ho capito, qui si sta parlando di auto, i fatti dimostrano quello che ho scritto io, mi sono limitato a scrivere quello che ho letto testato approvato e calcolato, non mi sono inventato niente e non ho scoperto niente di nuovo, solo informato della realtà dei fatti… poi mi dici che i diesel inquinano meno dei benzina? scusa, con tutto il rispettoma questa te la potevi proprio risparmiare, e qui ci sono dati e ricerche scientifiche a confermarlo, le polveri sottili emesse dai diesel sono quanto di più cancerogeno esiste sul pianeta, poi con la truffa del fap ancora peggio, che oltre a costare di più, far consumare di più, richiedere ancora più manutenzione e dare altri problemi e rogne varie fa diventare le polveri ancora più sottili che vanno quindi a oltrepassare gli alveoli e a insediarsi nei polmoni… guardate su you tube la puntata delle iene al riguardo, dove parlavano medici e scienziati vari…

  253. mauro Says:

    allora io ho guidato auto sia benzina che diesel pari cilindrata. se girate in citta stradine dossi rotonde semafori allora il consumi sono uguali. ma in statali e sopratutto in autostrada con il diesel si risparmia un botto! provato io con misurazioni dal computer di bordo.

  254. angler74 Says:

    io mi sono fatto un’idea molto chiara, dopo anni di considerazioni, calcoli, valutazioni… dopo aver ascoltato esperienze, dichiarazioni e anche purtroppo “stronzate” varie sparate da certi soggetti che hanno la sveglia attaccata al collo…
    io penso che la questione diesel vs benzina sia legata molto al solito discorso politica, massoneria, banche, potenti del pianeta, messaggi subliminali, massa pecorona….
    se consideriamo che il gasolio ha dei costi di raffinazione praticamente inesistenti rispetto alla benzina, che è stato aumentato a dismisura arrivando a costare meno di dieci centesimi risp alla benzina, (nel 2008, quando c’è stato un boom assurdo dei diesel è arrivato a superarlo, vi ricordate? io si….) che ha costi assicurativi superiori, anche a parità di cilindrata risp al benzina, fate un confronto con le compagnie online e vedete se dico fesserie… che sono aumentati a dismisura i costi dei ricambi (un filtro del gasolio sei anni fa costava trenta euro in media, adesso ne costa anche ottanta), capirete che le cose stanno proprio così, fenomeno di massa=speculazione=truffa=nel didietro ai soliti cittadini!
    fateci caso, giornali e telegiornali dicono caro benzina e non caro carburanti! e io vi giuro che ho sentito gente dire è aumentata la benzina, ho fatto bene a comprare diesel, ve lo giuro sui miei cari, tutto vero! tutto questo perchè? semplice, rimpinguare le casse dello stato e far guadagnare i soliti noti a spese nostre! ma vi siete mai guardati intorno? vi siete mai posti delle domande? avete mai indagato sulla questione? io vedo in giro gente che usa diesel per fare trenta km al giorno massimo, per fare casa lavoro e passeggiare per le vie del centro in città, nella nostra officina entravano auto che in tre quattro anni avevano percorso nemmeno cinquantamila km,… secondo voi questi soggetti si sono mai posti domande? hanno comprato diesel a prescindere, perchè ce l’hanno tutti e perchè a detta loro ci si risparmia sempre e comunque, a cominciare dal momento che esci dal concessionario! la sorella di un mio caro amico ha comprato una yaris, c’era in offerta l’ibrido allo stesso prezzo del diesel, bè non c’è stato niente da fare, consigli su consigli buittati al vento, ha preso il diesel! sembrava di parlare con un muro di cemento artmato, ormai è una cosa incastrata nelle menti della gente, i messaggi subliminali, le psicosi collettive… ma ancora ragioniamo che se una cosa ce l’hanno o la fanno in tanti allora significa che è giusta? vi scrivo un tipico discorso domanda e risposta tipico di queste situazioni, presi dai vari discorsi fatti negli anni tra amici e conoscenti:
    1-ciao angler ti sei fatto la macchina nuova?
    2-si è una honda civic
    1-è diesel vero?
    2-no benzina 1.8 vtec
    1-oddio chissà quanto consuma!
    2-mah…, ci faccio anche venti al litro in statale
    1-ma che dici, i benzina consumano il doppio dei diesel, io con la mia golf tdi metto venti euro ci vado a roma, ci ritorno, giro in città e ci vado a lavoro tutta la settimana….
    2-vabbè lasciamo stare,
    1-ma lo sai che a sessantamila chilometri col benzina butti il motore?
    2-ma lo sai che se ti si rompe il turbo oltre che rimanere in mezzo alla strada ti partono più di mille euro? ma lo sai che la versione diesel l’hai pagata minimo 2000€ più della versdione benzina? ma lo sai che se nn percorri tanti, ma tanti km all’anno ci vai a rimettere i soldi? ma lo sai che i tagliandi ti costano il doppio?…..
    1- ma che dici, io sto vederndo che ci risparmio, metto venti euro di gasoilio ecc ecc ecc……
    e poi i tagliandi me li fa un mio amico di fiducia e pago meno
    2- ma il tuo amico fa tagliandi solo al diesel? se porti una benzina per dispetto non ti fa lo sconto? pagheresti ancora meno no?
    1-…………………………………….
    1- ma che dici cmq, il diesel ce l’hanno tutti, vedi, quella è diesel, quella è diesel, quell’altra è diesel……….
    2- ah, ho capito, mal comune mezzo gaudio………
    dopo un anno lo rivedo…
    2-ciao come va la tua macchina?
    1-ho rotto il turbo, ma cmq ha fatto 80000 km, ne ho fatti tanti!
    2- ma non erano i motori a benzina che li buttavi dopo sessantamila chilometri?
    1-ma guarda che ci ho girato tanto, ne ho fatti di chilometri…….
    2-vabbè lasciamo stare
    vi giuro che questa è la media delle risposte che ho avuto a riguardo e non è niente perchè ho sentito pure di peggio
    solo una cosa dico, io non sono nessuno, ne un profeta ne uno scienziato, sono semplicemente una persona che prima di staccare una cambiale da 22000 euro si è andato a documentare, quello che dico a tutti è di aprire la mente e cominciare a ragionare sul serio non vi arrampicate sugli specchi per giustificare la vostra scelta, io sto parlando di risparmio convenienza e praticità, non ce l’ho coi motori diesel (anche se avrei mille motivi) qui si tratta di matematica e no se è più bello il rosso metallizzato o il nero perla.!
    ma

  255. angler74 Says:

    ciao mauro, il tuo discorso è molto vago, mi parli di pari cilindrata, una auto a benzina a parità di cilindrata può avere anche il triplo dei cavalli rispetto al diesel, i miei calcoli sono basati su modelli di pari potenza in cavalli… questa affermazione, “ci si risparmia un botto” lascia tutto il tempo che trova, sono tanti i parametri che vanno considerati, e quello che smentisce il tutto è principalmente la differenza di prezzo tra i due motori! leggiti per bene i miei calcoli, che non tengono conto neppure di assicurazioni manutenzione e rogne varie!

  256. mauro Says:

    angler toglimi una curiosità…ma a te chi è che ti paga x difendere così tanto le auto a benzina?

  257. angler74 Says:

    mauro, non mi paga nessuno, mi basta il risparmio che sto avendo dai risultati della mia scelta, mai un problema, costi di manutenzione, assicurazione eec. più bassi, consumi contenuti e auto pagata 2800 euro in meno, poi se per te la matematica è un opinione allora lasciamo perdere, io non sto ne difendendo ne accusando niente, semplicemente informo… e lo faccio con fatti testimonianze e numeri, non con le chiacchiere… perchè invece di scrivere, scusa se te lo dico, ste c@zz@te non commenti il mio post con i calcoli matematici? o è più facile arrampicarsi sugli specchi? forse nn avete capito una cosa, che questi ragionamenti portano conoscienza e aiuto a chi si pone certe domande, e magari deve fare delle scelte importanti…

  258. Massimo Says:

    Ciao angler74, sono perfettamente d’accordo con te e ti ringrazio per avermi tolto ogni dubbio sulla scelta. Penso che tra tutti i commenti di questa pagina (ebbene si, li ho letti tutti), i tuoi sono quelli che riportano le informazioni più precise, e soprattutto dati alla mano.
    E’ vero che ognuno può avere la propria esperienza più o meno positiva con il Diesel piuttosto che con la benzina, ma è anche vero che questa rimane pur sempre un esperienza che può essere stata condizionata da mille fattori; solo con esempi e dimostrazioni pratiche si può stabilire se effettivamente la benzina conviene rispetto al Diesel.
    Io non me ne intendo affatto, ma il mio meccanico, a cui ho chiesto parere prima di cercare su internet e trovare questo blog, mi aveva consigliato subito per il benzina in quanto per uno come me che percorre una media di 15000/20000 km l’anno il Diesel è inutile; infatti, anche a parità di prezzo dell’auto (che ho intenzione di prendere di seconda mano) il risparmio sul litro di Diesel rispetto alla benzina non paga nemmeno lontanamente dalla manutenzione che il motore richiederebbe, motore che sicuramente non è adatto per chi come me percorre così pochi km l’anno.

  259. mauro Says:

    ok massimo comprati pure un’auto a benzina spero x te che avra’ lunga vita :-D

  260. angler74 Says:

    mauro ma ce li hai diciotto anni? secondo me tu sei uno di quelli che nn ha neppure la patente e si diverte a trollare in giro per i blog… ma perchè negare l’evidenza? ancora con questa storia che i benzina si rompono e i diesel fanno milioni di km? ma perchè non fate una ricerca sul web e mettete rottura turbo, problemi diesel common rail ecc e vedete cosa viene fuori! o internet lo usate solo per stare tutto il giorno su facebook a scrivere cazzate o a giocare a fattoria felice?
    io ho avuto personalmente solo auto a benzina e per lavoro ho guidato praticamente tutti i tipi di auto, bè, con la clio di mio padre del 91 sono stati fatti 260000 km e fatta solo ftrizione e distribuzione, rottamata solo per gli incentivi, la mia uno 1.1 fire aveva percorso 160000, distrutta da un cretino ubriaco mentre era parcheggiata, fatti solo tagliandi e una volta il terminale di scarico, clio 1.2 16v del 2004, rivenduta a 60000 nel 2007 ad un mio caro amico, ancora mi capita di salirci a bordo, è a quota 220000, solo distribuzione e candele, e una volta i braccetti dello sterzo… passiamo alle testimonianze raccolte sui diesel?
    focus 1.8 tdci, marco, un mio caro amico, 37000 km rimasto fermo in corsia d’emergenza, rottura turbo e olio nel catalizzatore, guidata semopre con attenzione, mai tirata afreddo, lo conosco molto bene… di golf tdi ne ho a decine di testimonianze, mi ci vorrebbero tre ore per raccontarle… l’ultimo un mio vicino di casa, aveva una 1.6 del 2001, rivenduta e acquistata usata una tdi del 2006, due settimane e partito il turbo, fortuna che aveva l’usato garantito, tutto pagato in garanzia, poi di bmw, soprattutto le diffuse 320d ne ho altrettante, queste poi soffrono pure spesso di rotture al debimetro e problemi vari agli iniettori.

  261. Flaviano Says:

    angler, le diesel che hai elencato hanno dei problemi noti con le turbine, ma sono una piccola parte, elenca piuttosto quel buon 90% che non ha problemi, tipo la corsa 1.7, che pur avendo gli alberi a camme “fragili” non si rompono mai e consuma quanto una corsa 1.3 tenuta in sesta a 60 km/h quando in realtà stai a 90 in sesta in autostrada: 3,8 litri su 100 km, se prendi una qualunque auto di così alta cilindrata dello stesso anno non hai gli stessi risultati, e magari la gente pensa che visto che consuma così poco non spinge, invece sta dietro una seat leon 2.0 pur avendo 20 cv meno, e a differenza della cugina vw golf, la corsa 1.7 è pressochè indistruttibile, ha più affidabilità di quanto ci si possa aspettare da una turbodiesel. La corsa 1.3 è un motore che tende a durare poco perchè è parecchio pompato, dicono che inizia a invecchiare a 80000 km, ma la mia ne ha quasi 100000 e ancora non ha dato segni di invecchiamento, nonostante io la tenga sempre su di giri, e ho diverse testimonianze di gente che i primi problemi li ha avuti a 420000 km, poi se prendi le diesel non turbocompresse immagina quanti km fanno… sempre meno delle benzina, infatti i mezzi commerciali, come i grandi tir, sono turbodiesel, e fanno 1500000 km prima di diventare inaffidabili, anche se ancora potrebbero camminare, ma se un tir è inaffidabile deve essere messo da parte, anche se ancora è a metà della sua vita. I grandi pick up americani, come lo chevrolet silverado o il dodge ram con motori diesel superano i 600000 km, più dei potenti 5.7 hemi small block, che sono benzina aspirati con 5500 giri al minuto, in teoria dovrebbero durare quanto un diesel, ma i diesel durano più dei benzina, e i problemi alla turbina nei diesel sono dati dall’incompetenza delle case costruttrici, perchè le turbine stano meglio sui diesel, che hanno temperature più basse (450-600 gradi), mentre sui benzina sono parecchio limitati per le elevate temperature (600-800 gradi), infatti mettere una turbina in un benzina è parecchio costoso, mentre su un diesel basta montarla e funziona tutto (ovviamente in senso figurato). Tu hai guidato delle auto benzina vecchie, e le cose vecchie sono le migliori, anche le auto diesel, ma se prendi un’auto benzina nuova dubito che abbia la stessa affidabilità di quelle che hai elencato, e poi tu paragoni auto con età completamente diverse, dovresti paragonare auto degli stessi anni. COncludo dicendo che il caso che hai detto tu della focus è un caso isolato, ce ne sono pochi, mentre quello della golf lo sanno tutti, ma ormai è risolto da anni, e poi le diesel volkswagen piacciono poco, così come le diesel ford, che sono lente e consumano più di un benzina (stavo dietro ad una focus 1.6 con a mia corsa 1.3), quindi ti invito a fare caso a tutte quelle auto diesel moderne che durano una vita, e non guardare solo quelle sfigate che si rompono perchè sono state costruite male.

  262. angler74 Says:

    flaviano, concordo su quello che hai scritto, ma attento a non fare anche tu l’errore di confrontare le auto con i mezzi pesanti e le macchine industriali, perchè sono costruiti con concetti completamente diversi,e cmq ho una testimonianza anche su questo, un mio amico fa l’autista da tredici anni, ha guidato pgni tipo di mezzo e con la motrice del suo camion ha avuto dei problemi, anche al turbo, ma non mi puoi cmq parlare di motori con 13000 e anche 16000 cm cubici con 400 0 500 cavalli perchè non c’è storia, cmq il succo del mio discorso è basato sulla convenienza o meno e a conti fatti un diesel conviene molto ma molto raramente, i miei calcoli sono fatti solo tenendo conto del risparmio sul carburante, senza tenere conto di assicurazione, bollo e manutenzione, che allungano ulteriormente il raggiungimento del punto di pareggio e senza contare che c’è un’alta probabilità di incorrere in guasti seri che potrebbero influire ulteriormente sul discorso. e cmq non si può assolutamente negare il fatto che i benzina non sono legati a questi problemi, semplicemente perchè il benzina aspirato non ha turbo, non ha common rail, insomma non ha accrocchi vari che si possono rompere semplicemente perchè non ci sono! e riguardo all’affidabilità dei nuovi motori ti dico solo che la mia honda civic 1,8 vtec 140cv ha percorso 140000 facendo solo olio e filtri, niente di più, nemmeno le candele, e sui forum di tutto il mondo non c’è una, ma dico una sola lamentela o problema di sorta, e lo stesso vale per altri motori di altre case, sono veramente sporadici i casi e cmq molto, ma molto di meno delle lamentele varie e dei problemi che danno i diesel di tutte le case automobilistiche, soprattutto poi di quelle dotate di FAP, a proposito, lo sapete che il fap per evitare continue rigenerazioni necessita di gasolio senza zolfo, il bluediesel tech per capirci? e sapete che costa più della senza piombo? il problema, è che la massa queste cose nn le sa, e acquista diesel a occhi chiusi senza sapere l’uso o le condizioni che ne andrà a affrontare.

  263. angler74 Says:

    cmq flaviano, il novanta per cento che dici tu, che vanno bene mi sembra un pò alta come percentuale,,, concordo sul fatto che ci sono motori, come quello che hai tu di cui infatti non ho sentito personalmente lamentele , ma ti assicuro che a volte è una vera e propria lotteria l’acquisto del diesel… i problemi e le lamentele sono veramente tante… troppe…

  264. andrea Says:

    le turbine prima o poi si rompono a tutte le auto anche benzina.

  265. angler74 Says:

    andrea questa è un affermazione a cui è difficile trovare risposte precise, nella nostra officina non sono mai capitate, ma è anche vero che tali motori sono poco diffusi, cmq in passato ci sono state delle vecchie glorie come uno turbo, renault5 gt turbo, delta integrale e non mi risulta abbiano mai avuto rogne, ed erano anche molto spinti. facendo una ricerca sul web ho visto che il 1.4 tsi da 160 cv ha avuto un pò di rogne, ma sembra che sia dovuto ad un errore di progettazione ed è stato tolto dal mercato… invece sembra che i tjet di fiat vadano benissimo. cmq il discorso è diverso, appunto se parliamo di motori aspirati, che possono avere le stesse prestazioni di un td con meno cilindrata coppia o non coppia… (ma ci dobbiamo portare al seguito una roulotte per tutta la vita della nostra auto?) e allora non abbiamo, per forza di cose, problemi di questo tipo.

  266. angler74 Says:

    poi non ci scordiamo che i turbo sono molto più stressati sui motori diesel proprio per sopperire alla mancanza di potenza stessa della tipologia di motore, è sempre in tiro e sviluppa coppie esplosive tutte insieme nell’arco di pochi secondi, e oltretutto non ci scordiamo che i gas di scarico che lo portano in rotazione sono pieni di residui e polveri sottili, una delle cause principali che ne causa la rottura…. sono condizioni di usura diverse tra le due tipologie di motori e generalizzare nn si può…
    un consiglio finale da parte mia? se volete risparmiare scegliete l’ibrido, sono motori eccellenti, affidabili e consumano pochissimo, semza contare che dopo 150 di motori praticamen te tutti uguali hanno portato una vera e propria rivoluzione e innovazione.

  267. Flaviano Says:

    Buona parte delle lamentele che senti sui diesel provengono da quei modaioli che preferiscono le auto diesel in città, cosa che secondo me non va mai fatta. Un’auto diesel in città è come un husky all’equatore, prima o poi crolla per il caldo che sente, come un’auto diesel crolla per il troppo accelera e frena in città, dato il troppo sporco che esce dai gas di scarico e che viene fatto ricircolare dalla valvola egr il continuo accelera e frena corrode le tubature e il motore dura quanto un benzina se non di meno. ma dove sto io, in provincia di messina, in un paese collinare dove le strade sono tortuose e piene di salite, le auto diesel durano più delle benzina, e visto che la provincia di messina non è l’unico posto dove ci sono quel tipo di strade le auto diesel convengono più di quello che pensi, se hai una benzina in quelle strade non hai vita facile, in quanto non avendo la resistenza e l’elasticità del diesel ti consuma parecchio più dei consumi dichiarati dalla casa, io li con la mia corsa consumo una media di 5.5 litri per 100 km mentre una 1.2 benzina percorre in media 6.5 litri per 100 km, e in quelle strade le diesel vanno meglio delle benzina perchè hanno parecchia coppia in più, con la mia corsa in quelle strade mi tengo alle spalle le alfa romeo 1.6 ts, che sono più potenti e sportive della mia auto. E parlando dei mezzi commerciali, ti dico che li conosco, so come sono fatti quindi se ne ho parlato l’ho fatto per un motivo che non era paragonarli alle auto normali, ma per dirti che un motore diesel riesce a sfruttare meglio l’energia provocata dallo scoppio della miscela aria-carburante, tutto sta nell’altissimo rapporto di compressione, che se in un benzina è più alto di 12:1 provoca l’accensione spontanea della miscela aria-carburante, provocando un notevole calo delle prestazioni. Per quanto riguarda le turbine, nei benzina sono rare perchè come dicevo sono troppo costose e si romperebbero in tempo di record se portate alla stessa pressione di quelle di un diesel, e poi credo che se avessero potuto l’avrebbero messa una turbina da 2 bar su un benzina per farlo rendere di più, ma con le limitazioni date dalle temperature troppo elevate non è possibile, poi le turbine aftermarket da 5,5 bar sono un’altra cosa (i motori con quel tipo di turbine sono quasi usa e getta). Secondo me dire che un benzina è meglio di un diesel e viceversa è come un cane che vuole mordersi la coda, entrambe hanno le loro utilità in diverse circostanze, le benzina in città e nelle gare automobilistiche (a parte le audo r10, r15 e r18 che sono diesel) e le diesel nelle strade tortuose e nelle autostrade, e ho avuto le mie esperienze in tutti i casi, quindi so cosa dico.

  268. angler74 Says:

    flaviano, tu sei una delle rare persone in questo paese che fa ragionamenti sensati, e che ha scelto il diesel in base a delle esigenze reali,il punto del mio discorso, e credo anche quello del post di bruce in apertura, è che la maggior parte delle persone acquista diesel a prescindere, senza avere la minima idea dei pro e dei contro, senza sapere se ha il fap o no e dei peroblemi che da in città, senza sapere che vanno trattati in un certo modo, e soprattutto facendo non più di 10, 15 mila km all’anno! quello che dici tu, cioè che i diesel possono durare tanto, che possono avere caratteristiche migliori in base al tipo di uso è sacrosanto, il problema è proprio che la maggior parte delle persone, (e ti assicuro che la percentuale è molto alta) ne fa un uso completamente sbagliato e inutile, ti ripeto che ho fatto il meccanico e ne ho viste di tutti i colori! io abito a civitavecchia, una città con sessantamila abitanti che è la terza in italia per percentuale di malattie respiratorie in italia, e in giro si vedono praticamente il 90% di modelli a gasolio, e per fare casa negozio e sgasare nelle vie del centro! se fossero tutti come te avremmo una percentuale di diesel inferiore al venti per cento te lo assicuro perchè sono rari i casi in cui tale motorizzazione serve e conviene veramente, e il gasolio costerebbe la metà della benzina, perchè lo stato non ci avrebbe messo le grinfie sopra mettendolo in quel posto a chi il diesel serve veramente….

  269. vice69 Says:

    Ciao angler74.Scrivo sul post perche mi servirebbe un tuo cosiglio se non ti dispiace.Io ho aquistato un auto nuova diesel 150 cv euro 5 (un anno e mezzo fa..circa).O preso la diesel perche faccio 25000 km/anno circa e mi son detto che è meglio la diesel anzichè benzina..sai consumo minore risparmio alla pompa-diferenza benz.diesel-e coppia alta-la mia auto ha 360 Nm..quindi sorpassi piu veloci e I vantaggi qua restano penso..perche la lunga vita dei motori turbo diesel..oramai anche le auto benzina a condizione che siano aspirati e non turbo hanno lunga vita lo stesso e sopratutto le honda civic comd la tua ha un super motore che dura una vita.Il punto è che mi pento un pò che non ho preso la nuova civic 1.8 benz.anche se non è prestazionale come il modello anteriore cioè come la tua ma si risparmia un pò al consumo.Ho notato che quando parte la rigenerazione del DPF , parlo della mia diesel, il consumo di carburante si alza..e non di poco..poi il discorso di dover aspettare cn il motore al minimo prima di spegnerlo dopo aver girato in autostrada, di stare attento mettere il diesel invernale quando si va in montagna tagliandi piu spessi, rischio rottura turbina, le gomme consumate prima per la coppia alta..tutto ciò mi fa venire un pò di ansia..insomma penso che 25000 km al anno potevo farli tranquillamente..sono I motivi per quale dicevo prima che mi pento.Adesso voglio chiederti..dopo aver riscaldato un po il motore-sempre in marcia-a che regime si dovrebbe andare in questa machina per prolungare la vita della turbina e nello stesso tempo non andare con il motore sotto giri ? a che no.di giri si dovrebbe cambiare la marcia? E ti chiedo perche io de idee nè ho ma visto che sei un mecanico sicuramente sai meglio di me e anche perche questa è la mia prima auto diesel, quindi se mi sbaglio di quello che ho scritto, che mi scusino I possessori dei diesel. Grazie..aspetto la tua risposta.

  270. angler74 Says:

    ciao vince, non hai specificato che auto hai, intendo la marca e la cilindrata, ma suppongo dal numero di cavalli elevato sia come minimo un 1.9 o 2.0 a geometria variabile. il motivo per cui durante la rigenerazione del fap aumentano i consumi è perchè per bruciare le polveri intasate nel filtro vengono iniettate parti di gasolio supplementare, e perchè essendo intasato il motore sforza di più, spero tanto che tu la usi poco in città perchè le rogne che potrebbe darti non sono poche, i consigli che ti posso dare sono di usare spesso gasolio senza zolfo, il cosiddetto bludiesel per intenderci, perchè essendo povero di zolfo consente rigenerazioni più sporadiche del filtro, e di stare attento, soprattutto in inverno a far scaldare bene il motore, per farlo correttamente lo devi fare in marcia perchè i componenti devono essere “in tiro”, non superando diciamo, i 2000 giri finchè va a temperatura, attento poi a far fare il raffreddamento soprattutto dopo aver tirato, non spegnere mai il motore appena ti fermi perchè rischi di bloccare le palette della geometria del turbo.per quanto riguarda il numero di giri ottimale considera che questi motori rendono a bassi giri, avendo coppie massime intorno ai duemila giri, e quindi nn hanno bisogno di tirare fin al limitatore perchè in genere superati i 3000 3500 “muoiono” e perdono coppia e accelerazione, quindi oltre che pericoloso per il motore, non ha nessuna utilità tirare le marce più del dovuto, anche perchè i consumi salgono e pure parecchio. in pratica, se è kla prima auto diesel che possiedi scordati di trattarla come un benzina, se vuoi che ti dura devi usare delle accortezze. cmq 25000 km al mese diciamo che stai un pò a cavallo tra il risparmio e il non risparmio, tutto quello che ho scritto, calcoli, problemi ecc è vero e dimostrato, (è matematica…) ora pensa a farla durare e goditela, se stai attento dovresti avere belle soddisfazioni cmq, ciao :)

  271. Flaviano Says:

    Se in italia ragionassero come me le città sarebbero meno rumorose e meno puzzolenti (0 motori diesel). Per ora sto a roma e una buona metà delle auto che vedo passare sono diesel, e gran parte di queste auto emanano odori che non dovrebbero emanare, e se rimanessi ad abitare a roma aspetterei la nuova opel adam 1.0 sidi 115 cv per cambiare auto, e se in italia fossero tutti come me le città sarebbero piene di motori benzina 1.0 3 cilindri, e se in italia fossero tutti come me di certo non ci sarebbero 1.2 4 cilindri, che secondo me sono i motori più stressati del pianeta, ne è un esempio la corsa 1.2, che non ce la fa a fare una salita mediamente ripida in terza marcia, e anche in città sono un po stressati, quindi io opterei o per i 1.0-1.2 3 cilindri o 1.4 4 cilindri, mentre in zone come la mia, quella dove vivo in genere, opterei per ua corsa 1.7 cdti, che consuma meno della mia 1.3, anche se di bollo e assicurazione costa di più, ma almeno ho una macchina poco stressata che va con un filo di gas.

  272. vice69 Says:

    Ciao angler prima di tutto,grazie per la tua risposta e la disponibilità.Allora io ho la mazda 3 facelift (il modello restiling dell 2011) motore 2.2 e 150 cv.La uso poco in città ma soprattutto sulle strade estraurbane, tangenziale e diciamo un pò anche autostrada.Il problema è che se cè una filla di machine che va a 60 km/h anche se il limite è di 70 , io con la mia machina se vado a 60/h con la 4° marcia inserita , sono a poco più di 1500 giri e ancora peggio in città dove il limite di 50km/h mi obliga pratticamente di andare con la 3°inserita per tratti non proprio brevi.. quindi andando a 50-60km/h in 4° mi sembra di essere sotto giri,regime che potrebbe col tempo daneggiare la turbina..e questa è anche una domanda per te..cioè mi consiglieresti di andare con la 3° marcia per alzare magari a 1900-2000 giri il motore?..per quanto riguarda il bludiesel,io non lo mai usato,invece 2 volte all’anno facio un pieno di v-power diesel della shell..insomma per pulire un po’ gli inietori, aiutare il DPF, il motore..beh lo so, sarebbe anche poco ma visto che un pieno di v-power mi costa circa 90 euro non mi va tanto ripetere l’atto.forse il bludiesel costa un po’ meno dell v-power..tu che né dici ?o forse non è neanchè la stessa cosa,so solo che il v-power ha una cifra cettanica più alta..

  273. angler74 Says:

    ciao vince rieccomi qui, allora il tuo motore dovrebbe avere più o meno le stesse caratteristiche del 2.2 dtec honda, quindi affidabilità e potenza da vendere, l’unica cosa che mi lascia perplesso è che, scusa se te lo dico, come pensi di poter risparmiare con un motore di tale cilindrata… io mi ricordo, quando sono andato a fare l’ultimo tagliando alla mia civic, senza contare che ” regali un sacco di soldi in più alle assicurazioni anendo un 2.2….. cmq ho chiesto al meccanico quanto avrei pagato per una 2.2 ictdi, 310€ contro le mie 140€……. ma non ti bastava la 1.6 de? gia con 115 cv e 270nm? cmq di problemi sembra che in media alle altre case automobilistiche ne diano meno, ci sono casi di rottura turbo, come sempre, e proprio il ragazzo che lavora in officina ha dovuto sostituire il volano bimassa a 45000 km, cmq se lo tratti bene non dovresti avere problemi. per quanto riguarda ikl numero di giri a cui la devi tenere, ti dico che non è questo che causa problemi al turbo, almeno che non gli tiri il collo, lmolto più importante la fase di riscaldamento e di raffreddamento che ti ho spiegato prima. la tua mi sembra dovrebbe avere la coppia intorno ai duemila, e questo credo sia il regime ideale se vuoi avere il motore pronto e non avere problemi di turbo lag, cioè il vuoto prima dell’ attacco della turbina, una cosa importante invece è non mandare io motore “sotto giri”, mi spiego meglio… i diesel in genere hanno un minimo leggermente più alto rispetto ai benzina, intorno agli 800 900 giri al minuto e soprattutto in città e in frenata succede di trovarsi sotto questo regime, te ne accorgi perchè il motore tende a imballarsi e a “saltare”, cosa dovuta all’elevato rapporto di compressione, bè questo è da evitare assolutamente perchè stressa notevolmente tutto il complesso. per quanto riguarda il carburante il mio consiglio è di fare più spesso rifornimento con gasolio semza zolfo, soprattutto se prevedi di fare km in città, magari usa il bludiesel o l’oro diesel di ip che costanp meno della vpower, ma considera che a fronte di un costo maggiore questi carburanti danno anche consumi più contenuti, senza contare che avrai molti meno problemi col dpf, un ultima cosa, quanto paghi in media per un tagliando e quanti km percorri all’anno? io per qualsiasi domanda sono qui, ciao a presto :)

  274. vice69 Says:

    Ciao angler ecco ci sono anchè io..allora per risponderti faccio 25000 km/anno circa,per il tagliando se vado dalla mazda mi costa 320 euro circa invece io voglio acquistare l’olio e i filtri in internet.ho trovato olio originale della mazda :Dexelia 5w-30 diesel DPF che me lo mandano dall inglitera 54 euro 5 litri trasporto incluso.i filtri olio aria abitacolo e questa volta anche il filtro diesel mi cosano 75 euro quindi diciamo 130 più manodopera del mio mecanico un totale al di sotto del 200 euro incluso anche il “caffe”.per l’asicurazione pago 500 euro/anno con directline(quest’anno dovrebbe essere un po’ meno) sono con loro da 7 anni e ogni anno mi abbasano l’importo.Ho amici che con auto diesel 1.6 da 90 o 115 cv pagano 650-700 euro /anno.quindi mi ripetto io pago 500/anno non semestrale penso che non sia male tu che né dici? è il bollo che è alto a questa machina cioè 320 euro/anno e li non posso far niente.poi si..la vita è cara è tutti vogliono risparmiare ma ho preso il 2.2 150 cv perché si, volevo un auto più prestazionale e poi il 1.6 della mazda ha il motore dell gruppo PSA peugeot-citroen invece il 2.2(il motore) e fatto in giapone a Hiroshima e mi fido molto di più angler .io prima de comprare la mazda mi sognavo proprio durante il sonno la civic come la tua o addiritura il 2.2 idtec.le ho guidate entrambe e sono stato impresionato.alla fine ho preso la mazda perché ho pagato un 4000 euro in meno della civic(parlo della nuova civic) e poi perché il modello come tuo è un euro 4,la mazda euro 5 e ho detto che se mi compro una machina per 10 anni è importante anche questo aspetto.in più mi e sembrata un po rigida per le sospensioni la civic.non so quando sarò in grado di cambiare la machina ma penso che la prossima sarà assolutamente una civic benzina ..ma chi sa che sarà fra 9-10 anni.ho letto in internet che dal 2015 la honda tira fuori nuovi motori i-vtec con turbin..hm gia l’ivtec va forte e consuma poco se gli mettono anche turbo..???
    ciao angler grazie ancora..io parlerei di machine..mi piacciono un sacco e mi riccordo sempre la simfonia della civic 1.8 ivtec quando si tirra..

  275. angler74 Says:

    vince, la macchina che hai scelto è buona per il semplice fatto che è quella che vuoi tu… e cmq complimenti perchè sei uscito fuori dal coro e nn ti sei fatto la solita golf, ce l’hanno anche gli scarafaggi ormai… però il titolo di questo blog è se si risparmia o no con un diesel rispetto al benzina e il tuo caso è proprio il punto della questione… come dicevo io nei post precedenti le spese di manutenzione, assicurazione ecc. sono molto elevate…. 320€ per un tagliando sono più del doppio di quello che costa a me in officina honda e se lo facessi da solo come fai tu spenderei nemmeno cento euro… io di assicurazione, l’ultima stipulata, ho pagato 310 € annuale con la zurich connect in prima classe….
    ricorda poi che se nono vuoi perdere la garanzia i tagliandi li devi fare in concessionaria…. almeno fino a quando non scade e mi sembra che la mazda offra cinque anni o centocinquantamila km, se nn mi sbaglio.. con i chilometri che percorri, mi dispiace dirtelo ma non ce la fai a risparmiare, è matematicamente impossibile, perchè la differenza di prezzo e tutte le spese aggiuntive ti fanno rincorrere il punto di pareggio senza mai raggiungerlo… pensa a un risparmio sul carburante, cosa che è ancora più difficile se metti il bludiesel di cui hai bisogno, avendo il fap, di trecento euro l’anno e una differenza di prezzo di 2500 euro sul banzina, praticamente il risparmio te lo vai a giocare tra assicurazione e tagliandi rimanendo sempre al di sopra sul prezzo di acquisto, praticamente quei 2500 euro non li recuperi più…cmq non ti voglio assolutamente scoraggiare, goditi la tua auto, trattala bene e la prossima volta non dare retta alla massa e alle dicerie, prima di tirare fuori i soldi fatti bene i conti e non aver paura ad andare controcorrente. io ho scartato a priori il 2.2 della civic per tanti motivi, quello principale, è come hai detto tu, la “voce” del motore, il mio vtec ha un sound favoloso, e coppia costante a tutti i regimi, a partire dai 1800, e a 4300 quando entra il vtec fa paura! non puoi capire le critiche da amici e conoscenti vari per non aver preso il diesel, ma me ne sono sempre fregato perchè oltre ad avere l’auto dei miei sogni, ho anche risparmiato.. (in statale a velocità anche superiore a quella di codice ho fatto 4.3l/100km) loro sono convinti che beve come una spugna essendo 1.8 a benzina e li lascio affogare nella loro ignoranza visto che hanno auto diesel e percorrono 10 15 mila km l’anno, quindi comprate solo per moda e per luoghi comuni.

  276. angler74 Says:

    cmq non voglio uscire dal discorso del risparmio, che è una cosa oggettiva e matematica, parlando di piacere di guida, confort, sound del motore vibrazioni, turbo lag ecc. perchè poi si va sul soggettivo e i flame sarebbero molti.. dico solo una cosa, provate un motore a benzina serio, non i soliti 1.2 aspirati o simili, e poi dopo parliamone di piacere di guida confort e di musica per le orecchie…ma provateli però ;)

  277. angler74 Says:

    vince, per curiostità e nn avendo ancora intenzione di andare a dormire sono andato a vedere il listino di quattroruote, la mazda 2.0 benzina costa 2300 euro in meno della 2.2 diesel, e ha 165 cv contro i 150 del diesel, i consumi dichiarati sono addirittura inferiori alla mia civic urbano 7.5l extra 4,8l misto 5,8l mentre quelli del diesel sono urbano 4,9 extra 3,6 misto 4,1.

  278. ick Says:

    hehehe ma come si fa a dire che il benza è meglio del diesel boohhhhh!!!!
    si vede che non avete mai guidato una diesel……………..

  279. vice69 Says:

    ciao angler.. allora quando ho comprato la mia mazda ,un anno e mezzo fa, la nuova mazda di quale parli tu non era uscita poi il consumo medio dichiarato per la benzina da 165 cv motore 2 milla è di 17,2km/lt quindi un 5.8 Lt/100 km circa ma alcuni giornali come ad esempio al volante dice che fa solo 13.5 km con 1 Lt di carburante.bè..sapiamo che dipende anche dal piede che guida l’auto ma io dico che la verità sarebbe un 15.5-16 km con un Lt.che non è per niente male viste le prestazioni di questa machina.si lo so che perdo la garanzia se non faccio i tagliandi dalla mazda comunque né ha solo 3 anni o 100 000 km e non 5 di garanzia.io comunque angler se ti avessi conosciuto prima, di sicuro non avrei comprato la diesel ma una benzina probabilmente la nuova civic 1.8 da 142cv..angler visto che ho la machina diesel..quali sono i sintomi di una turbina rotta o danneggiata.? e poi come si manifesta o cosa si sente quando si rompe o dannegia il volano bimassa ?
    grazie angler

  280. angler74 Says:

    per ick… io la penso esattamente al contrario, per quanto mi riguarda, come si fa a dire che è meglio il dieseI? se vuoi stiamo fino al 2027 qui a discutere di pareri soggettivi, anche se visto la tua dichiarazione secca immotivata e senza spiegazioni penso proprio che tu sia uno dei soliti modaioli di cui parlavamo prima, che fa 10000 km all’anno a sgasare polveri nere in città e che ha comprato il diesel perchè ce l’hanno tutti, ma tu l’hai mai guidata un auto a benzina? una che non sia una peugeot 107 1000 a tre cilindri?non credo, anche perchè probabilmente avrai preso la patente quando io già smontavo e rimontavo motori già da dieci anni… e già le città erano infestate da polveri sottili proprio grazie ai modaioli col cappello appoggiato appena sulla testa e i jeans calati fino al buco del sedere… cmq se proprio lo vuoi sapere te lo spiego perchè penso siano meglio i motori a benzina: perchè non mi ptace sentire al minimo rumore di ferraglia e vibrazioni da elettrostimolatore e a alti giri rumore da aspirapolvere, perchè non mi piace sentire il puzzo di gasolio bruciato, perchè non mi piace un motore che spinge per due secondi e poi muore a 4000 giri,se ci arriva… perchè non voglio stare attento a tremila cose per paura di romperlo, perchè non voglio stare tre ore ad aspettare che vada a temperatura, perchè non voglio regalare soldi alle assicurazioni, alle officine e allo stato perchè , e mi sono stufato di dirlo e dimostrarlo, a conti fatti solo in rari casi conviene e cmq sempre di poco, devo continuare? se mi trovi mille motivi per dire che è meglio il diesel io te ne trovo milleuno per il contrario.
    ma ti sei chiesto perchè auto sportive e supercar hanno motori benzina? ferrari lamborghini porsche(non tirare fuori il cayenne perchè ti faresti un autogol) hanno motori benzina? ci sarà un motivo? forse perchè è il vero motore sportivo? senza offesa e senza rancore, ci mancherebbe…

  281. angler74 Says:

    per vince, i sintomi della rottura turbo possono essere tanti, i più frequenti sono dei fischi anomali tipo ululati sempre più forti provenienti dal turbo stesso, accompagnati da cali di potenza e di coppia, a volte invece capita che si rompa tutto in un botto, e te ne accorgi subito perchè l’auto non ti fa più di 50 all’ora e ti esce fumo nero dallo scarico. invece il volano bimassa, essendo un componente che in pratica serve per ammortizzare le vibrazioni del motore in fase di stacco della frizione, te ne accorgi proprio da delle forti vibrazioni e irregolarità nel momento proprio dello stacco della frizione… cmq vince mi stai facendo sentire in colpa! mi sento come se ti avessi messo troppa ansia addosso! goditi la tua bella auto e stai tranquillo, trattala bene e non farti troppi problemi anche perchè i motori giapponesi, mazda toyota honda ecc sono molto affidabili te lo assicuro, quando vuoi sono sempre qui, ciao :)

  282. Flaviano Says:

    Mi sembra che non ti sia chiaro il concetto di scoppo della miscela aria-carburante di un diesel e di un benzina. Tu lo sai che il diesel deriva direttamente dal petrolio mentre la benzina è raffinata e trattata? Lo sai che il diesel scoppia con la pressione alta mentre la benzina a causa di una scintilla data da un dispositivo che si chiama candela e che si trova in testa al cilindro? Ti spiego le differenze : un motore a benzina immette il combustibile nel cilindro, dove viene compresso, e non appena il pistone arriva al punto morto superiore, dove il combustibile è bello compresso, BUUUUM, esplode grazie ala candela, e qui si libera mooolta energia, e il pistone viene rispedito all’inferno, che si chiama punto morto inferiore, e poi per grazia divina la storia si ripete. Un diesel invece immette il combustibile nel cilindro, e grazie al demonio che spinge il pistone in alto perchè non lo vuole all’inferno si crea una maggiore compressione per far scoppiare il combustibile, perchè per qualche motivo il diesel non ha la candela (il diesel è meno stabile della benzina, quindi scoppia per autoaccensione), e questa forte compressione assorbe taaaantaenergia, infatti un motore diesel sale mooolto più lentamente di giri rispetto a un benzina, e non avendo i regimi così alti ha meno cavalli, e i cavalli indicano la forza che riesce a liberare il motore in un secondo, quindi più aumentano i giri più aumenta la potenza, e se i diesel sono limitati a 5000 giri e i benzina a 6500 è ovvio che i benzina sia più prestazionale, poi se vuoi fare la cazzata di aumentare i giri a un diesel… fai pure, tanto più di tanto non riesce ad andare… Il diesel ha il pregio di dare il massimo in autostrada e nelle strade extraurbane, dove puo dire di essere utile, ma non è meglio di un benzina. Lo sai un diesel quanto inquina se usato in città? lo sai quanta puzza che fa? Forse sei raffreddato da anni e non senti bene gli odori, ma ti assicuro che un diesel è peggio di una fabrica metallurgica. Fosse per me avrei un benzina, ma dove sto io dura poco, ma tu devi capire che i motori benzina sono quelli che hanno fatto la storia nel mondo automobilistico, i diesel sono i motori dei modaioli.

  283. angler74 Says:

    bravo flaviano, hai ribadito più tecnicamente il mio concetto, cmq è tempo sprecato cercare di parlare con chi ha la testa inzeppata di preconcetti scaturiti dalla moda e dai luoghi comuni, tanto non lo capiranno mai, purtroppo in italia il concetto di ragionare sta diventando sempre più un lusso per pochi per colpa degli influssi mediatici della televsione e dei programmi che ci propina tutti i giorni, i telegiornali dicono caro benzina e non caro carburante per esempio… chissà perchè…
    Cmq il concetto di preferire o meno un diesel è una cosa alquanto soggettiva, ci sono anche persone che lo preferiscono per pareri tutto sommato veritieri, come la spinta del turbo, o la tranquillità di viaggiare in autostrada, il fatto è che la maggior parte delle persone lo preferisce a priori e non sa nemmeno cosa significa al contrario, guidare un motore a benzina, e il divertimento che può dare, semplicemente entra in concessionaria e prende diesel senza sapere che uso ne va a fare… cmq sapete che vi dico? a me alla fine sta anche bene perchè rumore e inquinamento a parte almeno aumenteranno in proporzione sempre di più il gasolio, già il bludiesel costa di più della super e negli ultimi tre mesi da 14 cent di differenza tra benzina e gasolio siamo arrivati a nove centesimi…. continuate così che ce la fate :)

  284. angler74 Says:

    vince dimenticavo, il mio motore è limitato non a 6500 ma a 7300… quello del type r vtec a 8300…. musica maestro :)

  285. mauro Says:

    a voi rode che le auto di medio/alta cilindrata sono quasi tutte diesel e non a benzina. raccontatela giusta:-)

  286. Flaviano Says:

    Eh caro mauro… qui ti sbagli… la dodge viper è un 8.3 v10, la bugatti veyron è un 8.0 w16, la zenvo st1 è un 7.0 v8 come la corvette z06… ne devo elencare altre? poi le audi 4.2 fsi e 5.2 fsi dove le hai lasciate? Quelle sono benzina. Le pontiac, le chevrolet, le ford, le dodge e le muscle car odierne non sono mica diesel, e sono tutte 5.7 e 6.2 benzina, non diesel. Il più potente e capiente turbodiesel al mondo è l’audi q7 che è un 6.0 v12, mentre il più capiente motore benzina al mondo è l’8.3 della dodge viper. Se mi trovi un motore diesel con più cilindrata della viper sarei felice di saperlo.

  287. mauro Says:

    flaviano. quelle sono supercar x gente che non bada a spese ovvio che sono a benzina. io mi riferivo alle auto nuove che si vedono tutti i giorni in strada x comuni mortali!

  288. Flaviano Says:

    Ora ci siamo, se non specificavi non potevo capire che intendevi quelle alla portata di tutti. Perchè mai dovrebbe rodere il fatto che le diesel hanno più cilindrata? I 3.0 turbodiesel v6 sono cose da modaioli, se una persona ha davvero bisogna di un’auto si accontenta di un 1.3 come me, che cmq mi spinge a 200 e che non consuma molto, poi se la gente vuole le bmw 320d sono cavloli loro, si ritroveranno con un’auto ingombrante, rumorosa e pressochè addormentata per la potenza che ha.

  289. Francesco Says:

    Salve a tutti! Mauro le auto benzina di medio/alta cilindrata non mancano, certo rendendo meno di un turbodiesel ed essendo prestazionali sono meno abbordabili, ma proprio per questa ragione perchè dovrebbe rodere il fatto che esistono anche e sono più diffuse le auto diesel per queste cilindrate? Tanto se punti al risparmio ti compri un 3 cilindri benzina aspirato in città o un piccolo turbodiesel per la collina e la campagna. Se proprio cerchi le prestazioni per la pista ti prendi una nissan gtr 3.8 v6 che consuma poco rispetto alle supercar e ha prestazioni uguali se non superiori! Però, dato che di questi tempi dobbiamo fare economia, tendiamo a tralasciare, indipendentemente dall’alimentazione e, in caso, dal consumo, le cilindrate medie e alte e ci affidiamo a delle piccole cilindrate efficienti e con alimentazione che si adatta alle nostre esigenze.

  290. angler74 Says:

    ragazzi ma che state dicendo santo dio, ma chi lo dice che per avere le prestazioni bisogna prendere una grossa cilindrata, ci sono auto come la mini cooper s o la 208 1.6 che hanno 180 cavalli! la civic type r è un duemila aspirato e ha 200 cavalli e costa come un tdi gtd golf! e ti ci diverti da matto perchè hanno prestazioni eccezionali e sono abbordabilissime e comuni! e poi sta cosa che rosichiamo mauro, ma tu riesci ad imbastire un discorso serio o devi sempre per forza uscirtene co ste frasi provocatorie e inutili?

  291. vice69 Says:

    Ciao angler..si è vero forse un po di ansia cè lo ma non per colpa tua invece perchè da quando ha cominciato il freddo, con il motore non riscaldato quindi alla matina quando parto per il lavoro, in prima e seconda marcia cambiando verso I 1800-2000 giri(e se penso bene anche in terza), sento un rumore ..strano ma non è proprio un fischio, sembra piutosto una ventola rotta..non so proprio come descriverre..ma non credo che sia la turbina visto che appena si riscalda il motore non si sente piu e tutto torna normale ..forse cosi fanno I motori diesel col freddo.? E cmq non cè neanchè callo di potenza, la machina va benissimo tira come una bestia..angler tu mi dai tante informazioni utili e io non sono un esperta ma si vede subito che tu sai e te ne intendi tanto dei motori mecanica auto..’sta volta cosa mi poi dire su quel rumore..cmq non è solo una mia illusione..grazie

  292. Francesco Says:

    Ovviamente ho menzionato la gtr che è di media cilindrata per rendere meglio l’idea. E’ ormai scontato che esistono auto di piccola cilindrata come le type r, le opc e le mini che sono prestazionali e hanno un buon rapporto qualità/prezzo. Sicuramente però mantenerle sarebbe abbastanza dispendioso dati i cavalli e i consumi non prorpio bassi per una persona che magari vive in città o che ha altre spese importanti!

  293. angler74 Says:

    vice eccomi, ma sei una ragazza? hai scritto “esperta” e fino adesso ti ho risposto al maschile! cmq penso sia difficile capire cosa sia quello che mi dici, uhmmm rumore di ventola rotta… se lo fa a freddo è sicuramente un componente che poi si assesta entrando in temperatura… il turbo nn credo che sia perchè rumore di ventola rotta dato da questo componente ti avrebbe già lasciato a piedi, prova a fare una cosa, senti se lo fa anche al minimo con il pedale della frizione spinto a fondo e poi alzalo per partire e senti la differenza, poi senti se accelerando lo fa di più che lasciando il gas. fammi sapere , ciao :)

  294. angler74 Says:

    per francesco, le auto di piccola media cilindrata a benzina, diciamo fino a i 2 litri e mezzo sono una valida scelta per chi si vuole divertire veramente al volante, se pensi che ci sono persone che acquistano grossi suv diesel o berline anche tremila per girare in città il discorso del risparmio va a farsi benedire, mi ricordo un articolo di quattroruote che metteva a confronto una golf gti da 200 cavalli con un gtd tdi da 170 cv e diceva a conti fatti che la prima conveniva sulla seconda, addirittura che era più dispendiosa la tdi… poi soprattutto le piccole e medie berline due volumi non hanno nemmeno consumi elevati, l’alternativa a benzina c’è sempre, in tutte le categorie.

  295. angler74 Says:

    vice mi sono dimenticato, quanti km hai percorso?

  296. Francesco Says:

    Angler sono d’accordo con te, per divertirsi convengono anche come costo di acquisto i benzina come i 1.6 e i 2.0 da 200 e passa cavalli rispetto alle diesel di questa cilindrata e ai benzina più grossi. Questo però solo per chi vuole divertirsi ovviamente, non per chi tende al risparmio, intendevo questo. Poi, per quanto riguarda il fatto che la gente continua a comprarsi le turbodiesel, soprattutto quelle di grossa cilindrata, da usare in città con l’intento di risparmiare, personalmente lo vedo come un errore, non per forza dovuto al desiderio di seguire la moda (come chi ad esempio si compra un 3.0 tdi o cose del genere), ma magari dato da una forma di condizionamento, come dicevi tu, o da semplice disinformazione seguita dalla comprensiva speranza di risparmiare(è questo il caso, secondo me, di chi si compra le piccole turbodiesel). L’importante è agire secondo ragione e secondo le proprie necessità. Comunque, in ogni caso, credo che un errore da non commettere sia quello di sottovalutare a priori il potenziale, in termini di prestazioni, di un turbodiesel: infatti in un futuro non troppo lontano penso sarà possibile migliorare notevolmente i diesel rispetto ai benzina.

  297. vice69 Says:

    ciao angler..ecco ci sono..si ho sbagliato ma sono un maschio..allora ho provato a fare la cosa che hai detto..al minimo il motore si sente normale come quello di una diesel..ho notato che il rumore si sente solo in accelerazione quando si arriva a 1800-2000 giri ed oltre, nelle prime due tre marce poi appena si riscalda un po ed entra in temperatura non si sente più.cmq la machina è insonorizzata bene e rispetto ai altri diesel non fa tanto rumore..penso che la causa potrebbe essere il freddo e una volta che i componenti( o la turbina.?) si sono riscaldati tutto torna normale.la machina ha 31000 km e ho fatto il primo tagliando a 21000 km alla mazda e approfitto a chiederti una cosa..allora io ho sentito delle voci in giro che le officine non fanno sempre bene i tagliandi..cioè che l’olio non viene cambiano ma solo rabboccano un po se il livello è basso, i filtri non vengono cambiati..si lo so che ad esempio il filtro diesel viene cambiato ogni 40000 km e non a 20000 km come quello del olio(nel mio caso) poi il filtro aria se non e sporco viene solo un po soffiato..tu cosa mi dici ? posso fidarmi a portare l’auto da loro o è meglio portare la machina dal mio mecanico ? poi angler ..è verro che una machina nuova consuma più carburante rispetto a una machina usata diciamo.. in condizioni normali ? ho fatto il conto e ho visto che nel primo anno di vita con questa machina ho risparmiato solo un po alla pompa e ancora meno alla percorrenza km dove la differenza tra la mia e una benzina come per esempio la nuova civic 1.8 benz da 142 cv,non tanta perché la mia mazda ha un consumo medio di 17 km/lt e non 19.2 km come lo da la casa..???? ciao grazie

  298. Francesco Says:

    Vice io azzardo a rispondere anche se sono un po’ inesperto, lo faccio perchè ho una mezza idea che poi verrà smentita o confermata da angler o da chi se ne intende più di me! Innanzitutto, se non sbaglio, la tua auto dovrebbe avere il common rail, confermi?
    Da quello che ho capito è come se senti un rumore di ventola, come se questa girasse molto veloce e producesse più rumore del normale, e questo solo quando il motore è freddo. Non vorrei dire cose insensate ma vale la pena provare! Potrebbe anche essere un problema di sensore\i del common rail, collegati alla centralina, la quale regola in maniera errata il momento di immissione del carburante nella camera di combustione, anticipando e, per questo, creando maggiore potenza di detonazione data dalla completa combustione, ad alta pressione, del diesel, liberando però più ossidi di azoto. Questo dovrebbe far uscire i gas di scarico a pressioni e, quindi a velocità, superiori dal collettore di scarico, dove dovrebbe trovarsi la girante, o ventola, del turbocompressore, sulla quale agirebbe una forza maggiore facendola girare più velocemente. Forse il rumore che senti è proprio dato dalla ventola del turbo. Quando il motore si riscalda, l’aria che viene immessa nel cilindro è anch’essa più calda, quindi penso che il momento di immissione del diesel, in questo caso, sempre se rimane invariato per un problema di sensore, sia più adatto, in quanto con aria più calda il diesel scoppia prima e a pressioni inferiori, liberando meno energia, e quindi facendo girare di meno la ventola del turbo ed inquinando di meno. Tuttavia, essendo meno efficiente, il motore, consumerà di più da caldo (forse questo spiega il tuo consumo lievemente superiore alla media di poco più di 18 km/l di altri che lo dichiarano). Puoi verificare questa supposizione notando se in caso il motore, da freddo, oltre a fare il rumore spinge e sale prima di giri. Spero di non aver detto cavolate, ma penso sia questo anche perchè hai affermato che da caldo spinge a dovere senza emettere strani rumori, per questo avrei escluso centralina o debimetro. Aspettiamo il parere dei più esperti! :)

  299. vice69 Says:

    ciao francesco e grazie..si la machina ha il common rail ..io cmq spero che sia un problema minore o neanchè visto che questo rumorino si perde dopo 1-1.5 km percorsi una volta riscaldati i componenti..o che cosa sia..anche io avevo pensato alla ventola del turbo..poi a motore freddo la machina ha un andatura normale..non mi sembra di spingere o salire prima di giri ..per quanto riguarda il consumo di carburante,puo essere come dici tu se la machina ha un problema, se no, puo essere anche il mio stile di guida che a volte di sicuro da nonnino non è..cmq io credo che se la cosa non peggiora, probabilmente è un solito.. o un rumore normale che fanno i motori diesel col freddo..come dicevo questa è la mia prima auto diesel quindi potrei anche esagerare..lo spero
    Aspettiamo anche il parere di angler..ciao francesco

  300. angler74 Says:

    eccomi, per francesco, io non sottovaluto affatto il potenziale dei diesel, la coppia è divertente e piace pure a me, anche se solo per un giro, perchè per il resto non ha niente cmq… e ricorda che anche i benzina si stanno evolvendo basta vedere i tjet, i tsi, per non parlare dei vtec honda… l’evoluzione va di pari passo

  301. Francesco Says:

    Sullo sviluppo dei benzina non lo metto in dubbio, sicuramente fanno e faranno progressi! La mia supposizione si basava sulla maggior tecnologia in ambito elettronico e di materiali riservata ai diesel, che ad esempio hanno il common rail, e sul potenziale che hanno. Come potenziale intendo che nei diesel se alleggerisci il motore, con materiali innovativi, leggeri e resistenti, ed aumenti l’efficienza grazie all’elettronica ed ai materiali degli iniettori e delle varie valvole, ottieni maggiori vantaggi rispetto ai benzina, alleggerendo anche a questi il motore: questo penso a causa della maggior coppia dei diesel. In più aumentando i giri al diesel i cavalli crescono, in rapporto, più rapidamente rispetto ai benzina. Ovviamente il diesel lo dovresti usare in pista, stappato e non omologato, e costerebbe molto di più di un benzina. Magari non lo faranno nemmeno, però dovremo aspettare per vedere in futuro se l’evoluzione continuerà di pari passo, come adesso, o favorirà di più i benzina o i diesel!

  302. Flaviano Says:

    Angler, guarda che i diesel hanno più di quello che noti, ad esempio guarda l’audi r10, è un motore tdi eppure ha vinto diversi campinati, e non di certo perchè hanno truccato la gara, ma semplicemente perchè a differenza delle altre auto la r10 ha bisogno di molti meno pit stop, dato il basso consumo di carburante, e a differenza delle altre auto a benzina può vantare un cambio a 5 rapporti lunghi, invece di un cambio a 6 raporti brevi, e nonostante abbia meno rapporti e più lunghi rispetto ad altri, raggiunge subito la velocità massima, e a differenza delle concorrenti a benzina, la r10 si surriscaldava meno, quindi rendeva di più. Le supercar di oggi sono a benzina perchè i costi di produzione sono bassi, ma se fossero a diesel renderebbero di più, e abbinati ad un cambio a rapporti bravi come quelli delle supercar a benzina, sarebbero più prestanti delle attuali benzina. I diesel sono più lenti dei normali benzina perchè hanno i rapporti lunghi, e li montano perchè se li possono permettere, su un benzina gli stessi rapporti di un diesel stroncherebbero il motore, ma finchè le auto a diesel monteranno i rapporti lunghi saranno le benzina ad essere più veloci.

  303. angler74 Says:

    tra lavoro e cose varie ho avuto poco tempo per rispondere, per quanto riguarda il problema di vice è un bel dilemma, dovrei essere presente per verificare perchè quello che specifichi è alquanto vago, potrebbe essere tutto o niente, cmq hai provato se durante lo stacco della frizione il rumore aumenta ed è accompagnato da vibrazioni anomale? prova a vedere anche se il rumore è sincrono ai giri del motore, cioè se segue la sua rotazione aumentando in proporzione ai giri.cmq, non voglio allarmarti, ma ho il sospetto che possa essere il volano bimassa che è un altro bel palo nel didietro tipico dei motori diesel.. il turbo lo escluderei perchè un rumore di ventola che tocca ti avrebbe già lesciato a piedi, perchè starebbe a significare probabilmente che le palette toccano all’interno della chiocciola…
    ti do un grosso consiglio, portala in concessionaria e falla esaminare, anche perchè qualsiasi cosa sia se è un problema di questi elencati è meglio che la fai vedere prima che vai per le lunghe e peggiori…
    un ultima cosa, da quanto tempo hai notato questo rumore? potrebbe essere anche del tutto normale col freddo di questi giorni anche perchè ricorda che a freddo i diesel fanno molto più rumore di quando vanno a temperatura, fammi sapere, a presto.

  304. angler74 Says:

    per quantio riguarda le potenzialità dei motori diesel non fate l’errore di menzionare la 24 ore di le mans perchè mi sembra di sentire i modaioli che tirano fuori questo argomento per dire che sono più potenti dei benzina… i diesel possono fare tutto quello che è possibile modifiche su modifiche, accorgimenti su accorgimenti ma mai e poi mai avranno i risultati che si possono ottenere con un motore benza, e soprattutto a parità di cilindrata…
    se un motore a benzina avesse solo gli accrocchi di un semplice turbodiesel stradale, cioè turbo su turbo, intercooler alte pressioni ecc avrebbe il doppio e più di potenza e cavalli… la brabham di formula uno del 1984 aveva 1500 cm2 ed aveva 1500 cavalli… su you tube si vedono auto modificate, come una civic del 98 1400cm2 con 500 hp di potenza. la honda s2000 è un duemila aspirato con 240hp di potenza, cosa che i diesel se lo sognano, la r10 tdi è 5500 ed ha 650hp. mi dispiace contrariarti flaviano, ma non credo che le supercar siano a benzina per i motivi che elenchi tu… e poi te la immagineresti una ferrari con il sound tipico dei motori a gasolio? e che si ferma a 4000 5000 giri? la audi ha costruito il prototipo della r10 soprattutto per lanciare sul mercato i soui motori a gasolio, poi ha vinto per carità ma ricorda che la 24 ore di le mans non è una gara di potenza, ma una gara di “durata” e le carateristiche tipiche di quel motore le hanno fatto avere la meglio, il discorso potenza sportività ecc è ben altra cosa….

  305. angler74 Says:

    vice, per quanto riguarda i consumi della tua auto, 17 km/L di media ci stanno tutti, sul forum honda ci sono persone che col 2.2 non riescono a toccare i 16… ricorda che i consumi dichiarati sono calcolati “al banco e non in condizioni stradali e che è sempre e comunque un 2.2! ti consuma il giusto, su questo vai tranquillo, poiuttosto devi notare se ci sono differenze tra prima e dopo che hai notato quell’anomalia.

  306. angler74 Says:

    per quanto riguarda i tagliandi purtroppo quello che hai detto tu è vero, ci sono delle officine disoneste, io personalmente rimango in officina finche non mi riconsegnano la macchina e nn ho mai avuto questo tipo di prolema, anche se mi tengo a distanza dalla zona operativa li tengo sott’occhio e avendoci lavorato nel campo so bene quello che va e quello che non va fatto.

  307. ick Says:

    Per angler74, non credo che quando ho preso la patente (era il lontano 93…) tu stessi già a montare e smontare motori da dieci anni…comunque, io ho avuto la fortuna di guidare varie auto di tutti i tipi, dalla Uno 1000 alla Ferrari 360 (non mia, non sono così ricco purtroppo;-), dalla Ka 1300 alla Fiesta 1400 tdci, dalla Mondeo alla Vectra (entrambe 1800 benzina), dalla Mercedes C220 cdi alla Touareg 3.0 diesel…e devo dire che, anche se l’auto che ho amato di più in assoluto era un benzina (la KA!!!), dal punto di vista del motore non c’è paragone, la Fiesta che ho ancora dopo 162.000 km va come un orologio, la C220 l’ho venduta a quasi 300 mila ed è ancora uno spettacolo, e consuma meno della Ka…vedi tu…e con il Touareg (245 CV) nonostante il peso lasciavo dietro parecchie auto “pseudo-sportive” a benza…

  308. ick Says:

    ah dimenticavo fra le auto che ho guidato la 159 1.9 jtd sportwagon e la mitica A112 (benzina ovviamente)!!! come vedi un pochino di esperienza ce l’ho;-), buona serata a tutti!

  309. angler74 Says:

    ciao ick, se ti presenti così già va meglio, dall’affermazione che hai fatto nei precedenti post, se permetti, un piccolo dubbio che tu potessi essere il solito bimbo che segue la moda ci stava tutto! questo è un blog dove si discute dati alla mano e con argomentazioni valide, dire “come si fa a dire che sono meglio i benzina”, così senza argomentare, lascia il tempo che trova! cmq non dieci anni ma quattro sicuri, nel 1989 quando avevo il piaggio si e la vespa del mio amico, quando stavamo ore in garage a modificare i motori (avevo anche lavorato l’albero motore a mano per anticipare l’aspirazione aria miscela…) cmq ricorda che preferire una o l’altra motorizzazione è un fatto puramente soggettivo, e ognuno può preferire quello che vuole però il discorso di questo blog sta nel verificare se un diesel conviene o meno e se ti guardi i miei calcoli MATEMATICI dati alla mano ne deduci che la cosa è molto dubbia e cmq molto lontana da quelle che sono le convinzioni di molta gente.
    anche il fatto che con il tuo tuareg lasciavi dietro auto pseudo sportive a benzina è molto vago come affermazione e stai parlando di un tremila con 245 cv, confrontalo con un altro 3000 turbo a benzina, o anche per esempio con una subaru sti 2500 e vediamo se gli stai davanti… la fiesta tdci fa tanti km anche perchè è un motore poco spinto, anzi, è un vero e proprio polmone, soprattuto quello da 68cv e infatti si sentono poche lamentele, ma sui consumi effettivi ci sono molte proteste in giro per la rete, gente che non riesce a tenere medie neppure al livello del modello a benzina. ma anche quello sulla durata è un argomento molto variabile soprattutto in base agli accorgimenti che si tengono per mantenerlo ed usarlo correttamente, quello che contesto io e l’autore del blog, è che bisogna sfatare il mito delle auto a benzina che si rompono e dei diesel che fanno milioni di chilometri, quando per la maggior parte dei casi i blog sparsi sulla rete dimostrano l’esatto contrario, ciao :)

  310. vice69 Says:

    ah finalmente..angler pensavo che ti sei dimenticato di me..ho provato quello che hai detto..cioè al momento dello stacco della frizione, il rumore non aumenta, la sincronizzazione giri, potenza, andatura dell’auto sembra perfetta..cmq oggi quando sono uscito fuori la temperatura era più alta e posso dire che il rumore (rumorino) è stato quasi inesistente..la machina va da dio non ha ne calli di potenza ne vibrazioni anomali..si, dicevo che ho percepito(e qui mi sento di riformulare quel “rumore” forse un fischio cupo non so neanche io come descrivere) quindi si è sentito con l’inizio del freddo..forse è solo una mia impressione perché..e qui ricordo..è la prima auto diesel per me..allora.. fuori tra -1 e 4 °C..salgo parto(certo il motore freddo) prima marcia..1300, mille4,.. mille 7 giri tutto normale.. da 1800 in poi inizio sentire la “bestiolina”..se cambio le marce più in basso a 1500,1600 non si sente nulla..dopo 1.5-2 km circa, appena si riscalda non si sente più niente,posso cambiare anche a 2500 o 3000 giri per qui forse faccio io più rumore della machina, e per nulla
    ..ok angler quindi mi confermi anche tu quello che dicevo sui tagliandi..quindi me li farro da solo.per i l consumo,posso dire di no..non ci sono differenze, in ogni caso credo che di solito le machine consumano di più nel periodo invernale..giusto ?
    ah dimenticavo..2 gg.fa ho trovato al distributore shell il vpower diesel al prezzo del diesel normale..certo che ho fatto il pieno..che c..lo(succede raramente)

  311. angler74 Says:

    vice, penso si possa scartare il volano bimassa, se nn senti vibrazioni e rumore allo stacco della frizione, e meno male, perchè come costi stiamo peggio della turbina, io credo (e spero che la causa di questo rumore possa essere stata la bassa temperatura, ma attento però, perchè se mi parli di fischio cupo potrebbe cmq esserci di mezzo il turbo… fischi cupi li può emettere quasi esclusivamente quest’ultimo e in questo caso ti consiglio vivamente di far fare un controllo in officina perchè potrebbe essere un sintomo che se trascurato può portare guai, come è stato detto più volte e come lo dimostrano i vari forum è un componente delicatissimo, e soggetto a rogne di ogni genere, per stare più tranquillo fallo controllare perchè potresti, nel caso fosse quello, evitare un sacco di problemi e ancora potresti essere in tempo, fidati….

  312. Luca Says:

    Ragazzi credo che stiamo andando un pò fuori tema…

  313. Francesco Says:

    Angler, io credo che per avere le prestazioni di cui hai parlato sopra, nei motori a benzina, occorri alimentarli a bioetanolo, che, derivando dall’etanolo (in media 116 ottani), risulta più resistente alla detonazione. La bugatti ha 4 turbocompressori 8.000 cc, W16, ed è alimentata a bioetanolo, la koenigsegg agera r è un biturbo 5 litri da circa 1160cv, alimentata anch’essa a bioetanolo se lo si preferisce, dal peso ridotto: i turbocompressori non mancano, ne tantomeno i cavalli e i giri. Queste sono auto praticamente da pista e corrono parecchio. Se si parla di benzina, che è meno inquinante del bioetanolo, la nebulizzazione ad alte pressioni non la puoi raggiungere in quanto la benzina non è lubrificante come il diesel ed ha più potere calorico, questo riduce notevolmente l’efficienza (quindi sopratutto la forza che lo scoppio libera = coppia), non a caso nei diesel, a parità di cilindrata, la coppia può essere quasi il doppio. Se nei benzina immetti aria molto compressa essa risulta essere più calda, quindi, soprattutto ad alti regimi, rischi di provocare un’auto detonazione con battito in testa, che bene non fa al motore. Quindi se solo i diesel avessero più giri, evento secondo me possibile rispettando le condizioni dette nell’altro post, le benzina rimarrebbero senza più carte da giocare, in quanto i cavalli, che si possono approssimare alla velocità di un corpo che ruota intorno ad un asse e alla forza ad esso associata, dipendono chiaramente dai giri, ma anche dalla coppia! Se i diesel avessero 6500 giri, contro un benzina da 7500 o forse anche 7700 giri, potrebbero con più facilità, e non poca, grazie alla coppia e alla ridotta dispersione di energia, accelerare e correre agendo su una trasmissione con rapporti anche più lunghi. Ne sono un esempio le piccole cilindrate: io ho una note 1.4 88cv, non è spinta, ma nemmeno una corsa 1.3 cdti da 90cv lo è eccessivamente. Tuttavia la corsa è più veloce in accelerazione ed allungo. Questo grazie alla coppia ed ai cavalli., nonostante i suoi 5000 giri contro i 6500 e passa della note. Potrai prendere la più forte tra le classiche 1.4 benzina 4 cilindri, il cui potenziale è sfruttato quasi appieno, ma le diesel hanno ancora molte migliorie da raggiungere, partendo dalle piccole cilindrate che hanno un motore notevolmente più leggero rispetto alle grandi, o forse anche dalle grandi stesse alleggerendole. In ogni caso ora come ora le benzina sono al top per le prestazioni, ma per quanto ancora? Io non saprei, so solo che, concordando con te, per adesso se voglio divertirmi mi prendo un benzina! Scusate se ho scritto un po’ di più e se sono andato fuori tema!

  314. mauro Says:

    le auto diesel resteranno sempre le piu vendute per la loro maggior durata affidabilità e minori consumi punto! tutto il resto e’ aria fritta!!

  315. Flaviano Says:

    Mauro guarda che le auto diesel sono le più vendute per ignoranza e non per i minori consumi e maggior durata, e se hai letto l’ho spiegato diversi post fa il perchè.

  316. Flaviano Says:

    Angler, non vorrei contraddirti, ma una supercar turbodiesel è già stata studiata, l’audi r10 supercar, e poi si parla anche della audo r8 v12 tdi concept, quindi sul fatto che non faranno mai una supercar turbodiesel ti sbagli, e se vai a vedere le prestazioni ti accorgerai che è praticamente superiore a un benzina, anche perchè consuma meno e rende di più, proprio per quello che diceva Francesco sul rendimento dei vari carburanti, il diesel può essere nebulizzato per aumentare il rendimento, e questo è merito del common rail. Prova a metterlo in un benzina il common rail, il risultato sarà negativo. Detto questo, concludo dicendo che i motori diesel sono parecchio potenziabili rispetto ai benzina, ed ecco l’elasticità di cui tanto si parla.

  317. angler74 Says:

    per mauro, l’aria fritta è quella che esce dallo scarico dei diesel… ma possibile che tu devi avere le fette di finocchiona sugli occhi? ma te li sei letti i post che ho messo con i calcoli MATEMATICI? te lo sei fatto un giro per la rete a sentire le lamentele della gente? tu stai negando l’evidenza e mettendo in discussione le leggi della matematica e della fisica per la miseriaccia! i diesel sono i più venduti perchè siamo un popolo di falliti e di pecore! abbiamo ridotto le città a nuvole di polvere nera,se vai a roma sopra i monumenti ci sono due dita di polveri nere grazie a questi diesel del cavolo, hanno aumenteto il gasolio in maniera stratosferica per incassare le accise grazie a questo aumento delle vendite, ma ci vogliamo svegliare porca miseria? come si fa a dire che il diesel conviene se il novanta % della gente ci fa 20km al giorno in città! come si fa a dire che sono affidabili se la gente si lamenta in continuazioine! la rete è piena di lamentele, problemi su problemi, turbo, fap, volano bmassa, debimetro, iniettori, pompe varie, LAMENTELE SU LAMENTELE! se la gente comprasse il diesel per utilità e per i motivi che dici tu ci sarebbero in giro appena il venti per cento di auto a gasolio, e alla pompa costerebbe la metà, scusa se te lo dico mauro, ma sarebbe ora che ti togli la sveglia dal collo, senza offesa ciao.

  318. Francesco Says:

    Mauro vorrei aggiungere, oltre al fatto che le polveri neri se ne vanno ovunque, come giustamente ha fatto notare Angler, che queste sono cancerogene, in quanto i motori diesel liberano molto particolato e paraffine, che sono solubili in pochi composti come benzene e l’etere dietilico, altamente corrosivo e nocivo: quest’ ultimo viene impiegato nei motori diesel per facilitarne l’avvio. Infatti con il freddo e la sosta prolungata nel serbatoio dei diesel si formano depositi di paraffina, che ne impediscono l’avviamento o il corretto funzionamento. Infine se un diesel ha anticipo o posticipo di iniezione di carburante produce rispettivamente più ossidi di azoto, rispetto ai benzina, e più residui carboniosi, se non sbaglio. I diesel, per essere utilizzati in città e non inquinare troppo, hanno bisogno di essere tappati e ritappati secondo i metodi che hanno spiegato prima anche gli altri utenti, questo ne compromette l’affidabilità in città e la durata. Come già detto se si compra un diesel lo si dovrebbe fare solo per effettiva necessità, per il rispetto nostro e dell’ambiente!

  319. mauro Says:

    un benzina inquina anche lui..non e’ mica gpl. se si abita in grosse città meglio usare i mezzi.

  320. Francesco Says:

    Non al livello del diesel, e poi ripeto che il diesel risulta essere molto cancerogeno: può liberare meno co2 in alcuni casi e quindi può riscaldare di meno il pianeta, ma nuoce molto a noi e alla vegetazione immagino. Nelle grandi città a questo punto puoi prendere i mezzi per rispettare l’ambiente, ma quando non ne puoi fare a meno la scelta migliore penso sia un tranquillo e poco inquinante benzina, in quanto anche il gpl risulta avere i propri limiti ed i propri problemi, nonchè la manutenzione che risulta essere una spesa in più: io ho una nissan note con impianto gpl di fabbrica. ti assicuro che di affidabilità non è il massimo, in meno di 5 anni ho dovuto sostituire un iniettore del gpl. Il 10% dei chilometri, ogni 1000 km preferibilmente, dev’essere percorso a benzina per la durata stessa del motore. L’altra auto, ovvero una nissan primera 1.8 a benzina del 2003, ha avuto bisogno della sostituzione di una bobina dopo 10 anni e forse a causa di una tirata ad opera dei meccanici autorizzati! Va bene che la qualità della seconda è superiore alla prima ma come convenienza penso sia meglio un benzina aspirato per la maggior parte dei casi!

  321. angler74 Says:

    per flaviano, la audi r10 prototipo è il classico esempio di quello che voglio spiegare io, un 5500 biturbo con 650 cavalli con tremila accrocchi e accortezze varie non sono riusciti a superare una potenza che per una supercar sta anche sotto la media, una formula uno degli anni ottanta aveva 1200 cavalli ed era solo 1500 di cilindrata… io non sono un ingegnere ne un fisico matematico, e non so quale siano le migliorie che si possono apportare a questi motori, ma quello che non capisco è a cosa serve progettare motori diesel da supercar quando questi sono nati e destinati per tutt’altra cosa, con tutte le difficoltà che questo porta e soprattutto a quale scopo se già ci sono i benzina che sono stracollaudati per questo… per marketing? per vendere ancora di più diesel al popolo sprovveduto? e poi non dimentichiamo una cosa importante, il sound del motore… e non venitemi a dire che sia bello perchè qui non si tratta più di pareri soggettivi! ma ve la immaginate una ferrari che al minimo ha il sound di ferraglia rotta di un diesel? e in accelerazione il sound di un aspirapolvere rotto? e il regime di rotazione che è quello che da il massimo divertimento? lo ha spiegato francesco sopra perchè i diesel non possono superare più di un certo numero di giri, perchè le forti compressioni “frenano” il movimento del pistone, poi se ci riescono e se sia possibile non lo so ma la vedo una cosa fine a se stessa quella di potenziare questi motori, che già peccano di affidabilità sulle basse e medie potenze… perchè invece di sprecare tempo su queste cose futili e di mercato non si mettono in testa di rivoluzionare radicalmente il mondo dei motori, ad esempio prefezionando i motori ad idrogeno? la honda già l’ha fatto con la sua fcx clarity che in california già è venduta… e mandiamo a quel paese sta maledetta era del petrolio e dei suoi criminali!!!

  322. Flaviano Says:

    Intanto l’audi r10 supercar è un v12 6000 cc da 500 cv, è praticamente il motore dell’audi q7, che è il turbodiesel più potente al mondo, e il suono non è di certo di ferraglia rotta, l’esatto contrario, è il suono di un v12 potentissimo che sa il fatto suo, e non venirmi a dire che è lento perchè è diesel perchè se lo dici non te ne intendi veramente di auto, è lento rispetto ad altri v12 perchè pesa quasi 2,7 tonnellate, però tocca i 280 con la sua versione speciale, e l’unica differenza dalla versione standard è che ha il limitatore a 280 invece che a 250, un suv a benzina di pari potenza e con lo stesso peso non ci arriverebbe a 280, a meno che non monta 4 turbocompressori tarati per gli alti regimi, e non come il q7 che ne ha 2 tarati per i medi regimi, e un benzina di quella potenza non arriva a 1000 n.m di coppia, e non dimenticare che l’audi q7 ha 4500 giri, e non 6500 come l’audi r10 di le mans, quindi ha meno potenza. Per quanto riguarda i regimi di rotazione, i diesel li hanno bassi per permettere alla miscela aria-carburante di comprimersi abbastanza per poter esplodere, e normalmente dopo i 4500 giri si perderebbero prestazioni, però data l’elasticità dei diesel hanno ovviato al problema e hanno portato il limite da 4500 a 6500 giri, mantenendo le stesse prestazioni, e 6500 giri di un diesel sono come i 15000 di un benzina, semplicemente per l’alto rendimento che ha, e questo non lo si può negare, e i 1119 n.m. di coppia dell’audi r10 di le mans non verranno mai ragiunti da un benzina di quella categoria, ed effettivamente la coppia è accelerazione, quindi se i diesel fossero presi in considerazione dalle altre case automobilistiche come possibili motori da competizione sarebbero sicuramente superiori ai benzina, in quanto possono subire modifiche più sostanziose, e lo si vede modificando un normale turbodiesel, soltanto con uno scarico modificato un 1.3 90 cv turbodiesel tocca i 230, cosa che un 1.4 benzina 90 cv non riese a fare solocon lo scarico modificato, ma con altri marchingegni che ne ridurrebbero ulteriormente l’affidabilità e la durata.

  323. Franco Says:

    Caro Angler,
    che non eri un tecnico ce ne eravamo accorti, e abbiamo capito che non eri ne un ingegnere meccanico e tanto meno un fisico matematico.
    Non basta cambiare le pastiglie dei freni per definirsi meccanico, o capirne di automobili, ma neanche bisogna essere ingegneri per capire tre fondamenti della meccanica.
    La potenza in un motore non un fattore preponderante, lo è la COPPIA, infatti per calcolare la potenza di un motore è NECESSARIO conoscere la COPPIA, devi prendere il tuo motore e te la devi misurare su un banco dinamometrico.
    Conoscendo la COPPIA e adottando questa formuletta, che capisce anche un bimbo delle scuole medie, si ottiene la potenza
    NM x 2pgreco x giri al minuto
    KW = ————————————-:1000
    60
    il motore della Audi R10 ha si 650 cv circa, ovvero circa 478 kw, a 6.500 giri, ma ha una coppia mostruosa di oltre 1.100 NM superiore a qualsiasi vettura di Formula 1 con oltre 1.000 cv, ma superiore anche qualsiasi Camion con 17.000 cm cubi che si trascina dietro 440 q.li. Inoltre gira a circa 6.500 giri contro i 18.000 di una F1.
    Quando disponi di una coppia del genere la potenza non serve….. la coppia permette:
    1) di avere sufficente spunto a partire da 1.000 giri e nel caso dell’Audi fino a 5.000 (le F1 hanno la coppia massima fra i 13.000 ed i 16.000 giri)
    2) di adottare cambi meno impegnativi, 5 marce invece di 7 o 8,
    3) rapporti al differenziale molto più lunghi di qualsiasi benzina …. ergo la macchina va più forte e …. guarda caso …. vince contro i benzina …. come mai?
    Se poi guardi le curve di potenza a parità di giri ….. magari è pure più potente …….. Capisci ora perchè vince ??? Perchè i paragoni vanno fatti A PARITA’ DI GIRI …..
    leggete e studiate che vi fa sempre bene …..

  324. angler74 Says:

    flaviano, ti devo smentire alla grande, il porsche cayenne turbo s a benzina li supera pure i 280 kmh lo zero/cento lo raggiunge con un secondo di meno è più piccolo di cilindrata,e ha quattro cilindri in meno rispetto al v12 del q7… state continuando a confermare quello che dico io, cioè motori benzina meno accrocchi più prestazioni… per franco, la coppia significa accelerazione? scusa se te lo dico ma il tuo discorso mi sembra solo un insieme di chiacchiere, mi metti davanti formule fisiche che si, sono giuste, ma non significano niente all’atto pratico, è come quando pseudo ingegneri progettano ponti e infrastrutture a tavolino e alla prima pioggia viene giù tutto… e allora mi spieghi come è che io con 174 nm di coppia massima a 4300 giri sto avanti in accelerazione a tutti i golf tdi? (l’unico che mi passa è il 170 cv, che ne ha 30 più di me)…in accelerazione tanta coppia in basso non significa assolutamente niente! senti una gran botta ma se guardi il tachimetro stai sempre li, non ti muovi! e per quanto riguarda che la potenza va misurata in base al numero di giri ti faccio presente che se un diesel sta a 2000 3000 giri in accelerazione, un benzina sta gia a 5000 6000, sali sulla mia civic e vedi se dico cavolate,tutto quello che dico lo posso dimostrare quando voglio semplicenente perchè l’ho provato e verificato… poi cmq vedremo de è così come dite voi, che la formula uno si correrà coi diesel, se il motomondiale si correrà con moto diesel, se le ferrari, lamborghini, bugatti e compagnia bella avranno motori diesel, per ora mi sembra piuttosto improbabile… se così sarà sarò il primo ad ammettere di avere torto, per ora penso che sia una gran cavolata sta cosa…

  325. mauro Says:

    ferrari Lamborghini bugatti.. fai 50 km e sei gia in riserva:D

  326. Franco Says:

    Angler,
    Visto che insisti con argomenti assolutamente inconsistenti e qui si parla di consumi, non di accelerazioni, ne di sensazioni o altro;
    provo a spiegartelo per l’ultima volta con i numeri, tu cerca di applicarti e capire:

    due motori, un Diesel da 70 cv ed uno benzina da 70 cv
    il primo ha 70 cv a 3.800 giri
    il secondo ha i 70 cv a 6.000 giri
    un bambino della 5a elementare capisce che:
    a 3.800 giri un cilindro viene riempito 3.800 volte al minuto, 4 cilindri vengono riempiti 15.200 volte al minuto.

    a 6.000 giri minuto un cilindro viene riempito 6.000 volte al minuto; 4 cilindri vengono riempiti 24.000 volte al minuto.

    Cioè il benzina, ogni minuto a manetta, si riempie del 57% in più del Diesel. Secondo te quale consuma di più ??

    un bimbo delle elementari lo sa o lo capisce!! tu lo sai ?? lo capisci ?? Vai a studiare che è meglio …..

    e comunque se ti piace il benzina usalo …. non imporlo agli altri, e soprattutto e non dire stupidaggini, ma certifica con i numeri, ……..se no sembri un incrocio fra Razzi e la Finocchiaro.

  327. Flaviano Says:

    Angler, se il q7 l0 avessero voluto creare per farlo correre gli avrebbero messo il motore della r10 con le adeguate norme per circolare su strada, e fidati che quei 5,5 secondi da 0 a 100 si sareppero trasformati in 4,1, perchè la curva di coppia della r10 non è una campana della chiesa come nei benzina, ma è quasi continua, perde soltanto sopra i 6100 giri, e poi altro che porsche cayenne turbo s, e intanto non fa 1 secondo di meno ma 0,7 secondi meno, e ha anche più cavalli, per non parlare del peso, quasi 300 chili meno del q7, e 300 chili fanno tanta differenza, e se sei un meccanico lo dovresti sapere. Confermo quello che dice Franco e smentisco quello che dici sulla superiorità delle auto benzina, io con la mia corsa 1.3 da 90 cv, fasatura non variabile, sto avanti alla alfa 146 1.6 120cv twinspark a fasatura variabile di un amico, e quando lui mi supera lo riprendo subito perchè ci sfidiamo in salita, e in salita le diesel hanno la meglio data la coppia che hanno, e non tiro neanche tutte le marce, cambio a 4500 giri. Un ragazzo in pese ha una punto 1.3 75 cv multijet con uno scarico modificato, da 13,7 secondi da 0 a 100 è passato a 9,4 secondi, solo con lo scarico, corre quanto la opel mokka 1.4 turbo 140 cv (che in realtà sono 150), e di velocità massima sfiora i 230, contro i 200 della mokka. Concludo dicendo che le diesel sono lente perchè sono tappate e stratappate, a differenza delle benzina che hanno qualche filtro e basta, e se stappate non credo che saranno così lente quanto dici.

  328. Francesco Says:

    Ovviamente il riempimento dei cilindri non è l’unico fattore da tenere in considerazione, i diesel consumano meno anche perchè liberano più forza durante l’esplosione rispetto ad un benzina a parità di carburante immesso! Però non mi sembra il caso di mancare di rispetto agli altri utenti dicendo “vai a studiare, lo capisci?”. Io credo che angler dica cose giuste in base alla sua esperienza, soprattutto per quanto riguarda convenienza e affidabilità, poi, magari, io la penso in modo diverso per quanto riguarda le prestazioni. Ovviamente nei diesel bisogna risolvere il problema giri e, quindi, anche cavalli alla ruota per stare al passo, di allungo, con le auto benzina di pari cilindrata e pari categoria. Magari angler non crede in un possibile e grande miglioramento dei diesel per quanto riguarda le gare, del tutto legittimo se permetti. E in ogni caso, quello che voleva dire, forse, è che i diesel “spinti”, rivoluzionari, non verrano impiegati per uso commerciale, non li vedremo per strada, proprio per il problema inquinamento ed affidabilità!

  329. walter Says:

    Buongiorno a tutti

    In questo forum moltissimi scrivono le loro teorie e forse non sanno spiegarsi perche in pratica non funzionano
    io sono un semplice sperimentatore che di teorie non ne capisce molto ma che sono arrivato ai risultati senza capirne il perchè
    in pratica riesco far funzionare un motore con 80% di acqua e 20 % di carburante petrolifero risultati dimostrabili su un elettro generatore
    non si tratta di oxydrogeno come additivo inserito nel collettore di aspirazione tecnologia valida che si ottiene un risparmio di carburante intorno al 30 % ma una nuova tecnologia che va sperimentata più a fondo e che si possono ottenere ancora risultati migliori
    se qualche studioso in materia volesse approfondire l’argomento per una applicazione sui motori automobilistici può contattarmi e do altre delucidazioni in merito

    Walter

  330. angler74 Says:

    eccomi qui,allora caro franco, ti faccio un copia incolla di quello che hai detto per rispondere con più chiarezza:
    “due motori, un Diesel da 70 cv ed uno benzina da 70 cv
    il primo ha 70 cv a 3.800 giri
    il secondo ha i 70 cv a 6.000 giri
    un bambino della 5a elementare capisce che:
    a 3.800 giri un cilindro viene riempito 3.800 volte al minuto, 4 cilindri vengono riempiti 15.200 volte al minuto…………………..”
    qui l’unico che deve andare a studiare sei tu perchè evidentemente non sai che le auto sono dotate di motori a quattro tempi, cioè aspirazione, compressione, scoppio/espansione e scarico e tutto avviene in due giri dell’albero motore, quindi il cilindro si riempe di miscela aria/carburante in due giri e non in uno… e cmq, siamo sempre al punto di partenza caro franco, cioè teorie da tavolino che nn significano niente all’atto pratico, perchè se fosse come dici tu allora i benzina dovrebbero consumare IL DOPPIO del diesel, guarda caso la mia civic sul misto fa 15,6 km/l mentre la diesel ne fa diciassette… ne dovrebbe fare più di trenta se il tuo “ragionamento” avrebbe un minimo di realtà pratica… io in statale e nemmeno a velocità di codice ho superato anche i venti al litro, il mio comp di bordo segnava 4,3l/100 km, se non ci credi ti posto le foto che ho fatto per sputtanare i miei amici increduli…. i consumi dei diesel sono i più falsati di tutti, soprattutto quelli dichiarati in città se hai il fap, che con le continue rigenerazioni vanno a farsi benedire…
    poi “Visto che insisti con argomenti assolutamente inconsistenti e qui si parla di consumi, non di accelerazioni, ne di sensazioni o altro
    provo a spiegartelo per l’ultima volta con i numeri, tu cerca di applicarti e capire”
    allora….il discorso accelerazione lo hai preso te nel precedente post, mettendolo in proporzione alla coppia e già ti ho smentito prima, poi in questa discussione non si parla di consumi, (fammi cmq un copia incolla di dove ho scritto che i diesel consumano di più dei benzina……nn l’ho mai affermato!) ma si parla dei tanti fattori che rendono il diesel meno conveniente del benzina per la maggior parte dei casi anche se consuma (poco!) di meno
    poi ancora:
    “un bimbo delle elementari lo sa o lo capisce!! tu lo sai ?? lo capisci ?? Vai a studiare che è meglio …..

    e comunque se ti piace il benzina usalo …. non imporlo agli altri, e soprattutto e non dire stupidaggini, ma certifica con i numeri, ……..se no sembri un incrocio fra Razzi e la Finocchiaro.”
    allora, se proprio lo vuoi sapere io ho un diploma preso con 52 sessantesimi, un corso di due anni da meccanico preso alla regione e alcuni esami universitari di un altra mia grande passione, l’astronomia… quindi penso che ho studiato anche troppo e tutti questi anni di scuola mi sono serviti solo a capire quanto sia falso il mondo in cui viviamo, la vera esperienza di vita me la sono fatta osservando il mondo con la mente aperta e non seduto a leggere un libro che dice quello che gli altri vogliono che sia detto… ed è quello che stai facendo tu, teorie da tavolino che all’atto pratico non portano a niente. poi ancora, io non sto imponendo niente a nessuno, se avevo questo potere non stavo di certo qui a discutere davanti alla tastiera di un pc, sto solo informando chi si avventura sulla rete per saperne di più con argomenti che possono veramente determinare una scelta importante a chi non si affida al sentito dire ma si va ad informare prima di tirare fuori dalla tasca 20000 e più euro… poi mi dici di certificare con i numeri… e qui mi fai capire che tu le discussioni precedenti non le hai nemmeno viste perchè io sono stato L’UNICO a mettere calcoli matematici con i dati alla mano e ad argomentare le mie affermazioni con testimonianze veritiere per confermare il tutto…
    il tuo modo di scrivere alquanto stizzoso mi fa pensare che tu sei il solito che ha comprato il diesel per i motivi di cui si è parlato per tre km quadrati di parole in questa discussione e si è trovato di fronte ad argomentazioni che lo hanno messo in crisi… e invece di pensare che forse ha fatto una gran cazzata, per orgoglio preferisce non ammetterlo e di conseguenza si arrampica sugli specchi con argomentazioni e con insinuazioni che non hanno senso…. senza rancore e senza offesa, ciao….

  331. angler74 Says:

    per flaviano, la audi r10 è un grande concentrato di tecnologia e una dimostrazione PRATICA che i motori diesel possono vincere anche le competizioni, ma ricorda che questa auto è stata vincente per una serie di fattori che la fanno essere adatta proprio a quel tipo in particolare di competizione e non perchè.”corre” più veloce delle altre… la 24 h di le mans è una gara che richiede il connubio di milteplici fattori, come la durata, il minor surriscaldamento e le soste per il rifornimento… e su questo campo la r10 ha giocato molto a suo favore…. tocca vedere se poi in altre competizioni, tipo la formula uno, dove bisogna percorrere un numero prestabilito di giri nel minor tempo possibile se le cose vadano alla stessa maniera, io cmq penso che al di la di tutto rimanga una cosa molto fine a se stessa ma cmq staremo a vedere…
    il fatto che il q7 pesi più del cayenne è proprio uno dei punti cruciali della differenza tra diesel e benzina, per avere potenze simili un diesel deve avere motori di cilindrata più alta, più robusti per sopportare le elevate compressioni, e con componenti maggiori, sospensioni diverse, gruppi di trasmissione diversi ecc ed è logico che pesino di più!
    invece questo fatto che solo mettendo uno scarico modificato aumentino così tanto le prestazioni mi lascia piuttosto perplesso, per carità non voglio dire che tu stia dicendo delle fesserie, ci mancherebbe, anzi mi fido di quello che dici e farò una ricerca approfondita sull’argomento, perchè nella nostra officina non sono mai capitate auto con questi accorgimenti, e anche in giro non se ne vedono mai, vedi, non si finisce mai di imparare, anche a me serve seguire una discussione del genere e prendere come insegnamento qualsiasi cosa!

  332. angler74 Says:

    ma bruce0wain è sparito?

  333. angler74 Says:

    flaviano, ho trovato questo sul forum di elaborare, la rivista più prestigiosa del settore tuning:
    SCARICO SU DIESEL:
    Ha Senso Montare Uno Scarico Su Un Diesel??? C’e’ Un Effettivo Incremento Di Prestazioni O Ha Solo Fini Estetici?
    SE LA RISP E’ SI… QUALE PARTE INFLUISCE MAGGIORMENTE??

    allora:

    Io ho levato il kat,
    e messo un terminale Japan Style sul mio trattore…
    il sound un pò cambia in marcia… diventa più carino… ma il tra tra tra te lo tieni…
    prestazioni direi un filo di più ma per il kat levato credo… cmq nn aspettarti cv da questa modifica… l’estetica spettacolo

    se lo fai per le prestazioni: risparmia i soldi
    se lo fai per il sound: risparmia i soldi
    se lo fai per l’estetica allora se pò fa…

    se invece metti un tubo dritto per tutta la linea di scarico… sfumazzi come una ciminiera ( e fino a qui chissene ) ma fai un rumore bestiale… una bmw 525d con questo scarico, sembrava una portaerei… e non è proprio bello girare così…

    altra risposta:
    risparmia, c’è altro da fare di redditizio su un td…il terminale è quasi solo estetica…(300 e passa euro per mezzo cavallo non li giustifico, quando con una rimappa che costa il doppio ne hai 20 o più..)

    e poi ancora:
    diciamo di si… ma proprio pochino eh… io ho sentito proprio pochino…
    se vuoi le prestazioni dallo scarico lascia stare…

    se fai un tubo dritto però occhi che sfumazzi molto… secondo me la soluzione migliore è skat, centrale lascialo normale e terminale che vuoi… io consiglio japan che è stupendo ed è bello aperto…

    ma nn apsettarti migliorie rilevanti… è proprio una cosa impercettibile… cmq tutto fa.. qualcosa fa eh…

    poi questo proprio preso dal forum opel corsa club:

    ciao a tutti!
    Sono possessore si una corsa d sport 1.3 75cv diesel
    dopo varie modifiche vorrei sostituire lo scarico ma non per guadagnare cavalli ma solo ed esclusivamente per modificare il suono !
    purtroppo non sono molto informatoe vi chiedo spiegazioni
    1 è fattibile oppure no ? (visto che è diesel ) :mha:
    se si
    2 devo cambiare lo scarico poriprio dai collettori o posso sostituire lo il polmone finale ?
    3 prezzo indicativamente …:?
    grazie a tutti ina anitcipo !!!!

    risposte:

    La mia impressione vedendo (e sentendo) questi due video e che purtroppo sui diesel non rende quanto con i motori a benzina.

    e poi

    Ragazzi scusate ma ci sto capendo un po poco …io ho la stessa motorizzazione, 1.3cdti 75cv.
    Ho in mente di montare il dp e poi rimappare subito (ho calcolato che la spesa totale sarà intorno ai 700euro).
    Per quanto riguarda prestazioni e sound mi conviene??

    il dp per il sound e la mappa per le prestazioni, quindi 700€ spesi per fare più rumore e guadagnare max 10/15 cv

    ora non so se il tuo amico ti ha detto una c@zz@t@ stratosferica o se ha fatto ben altre modifiche, dimmi tu io non so che dire….

  334. angler74 Says:

    tanto per puntualizzare guardatevi questi due video
    civic type r originale

    civic type r con scarico e filtro hks

    e non solo, asoltate la musica del motore! gusto personali dai :)

  335. mauro Says:

    cavoli se festeggiano i benzinai uahah

  336. angler74 Says:

    comincio sempre di più a dubitare di tutte queste migliorie effettuabili sui motori diesel, e i fatti me lo confermano….

  337. angler74 Says:

    mauro sei il solito… ufff che 00….

  338. angler74 Says:

    però che strano, quando si parla di consumi tirate fuori le prestazioni, quanbo si parla di prestazioni tirate fuori i consumi, chissà come mai……

  339. angler74 Says:

    e alla fine a conti fatti viene fuori il paradosso, inferiori per prestazioni e per convenienza, attenzione, CONVENIENZA E NON CONSUMI! le uniche cose a favore rimangono la coppia e l’uso nei lunghi tragitti e in strade poco pianeggianti e forse ,ma dico FORSE, convenienti per un uso di parecchi km l’anno, non credo abbia più da dire, penso che sia abbastanza, ciao a tutti, a presto :)

  340. mauro Says:

    l’importante e’ che con la propria auto si e’ felici. diesel o benzina che sia.

  341. Flaviano Says:

    Angler mi sn dimenticato di dirti che ha escluso la valvola egr e ha aumentato la pressione della turbina, in pratica da 75 è arrivato a 95 cv, quello che mi lascia perplesso di questa modifica però è la durata del turbo. che già, come dici tu, nelle diesel è appesa a un filo, in più ha aumentato la pressione della turbina, e siccome so come sono fatti e come agiscono i motori, credo che le auto diesel, con poche modifiche, possano dare parecchie prestazioni in più, ma hanno il limite, infatti in una opel corsa come la mia, se aumenti i cavalli fino a 130 (il limite consentito dalla centralina) il motore ti può durare 100 mila kilometri, però corre quasi quanto la corsa 1.7, e se metti uno scarico senza fap e senza gingilli che lo tappano, come a volte si fa nelle benzina, i gas hanno libero sfogo e non creano troppe turbolenze all’interno del motore, riducendo l’attrito all’interno di esso, così aumentano le prestazioni, e quello che blocca tutto è la valvola egr, e se la si esclude si ha un aumento drastico delle prestazioni, e anche della durata del motore, questo è anche il motivo per il quale i diesel sono lenti.

  342. angler74 Says:

    flaviano la situazione cambia se mi dici che ha aggiunto queste cose, l’aumento di pressione del turbo è l’eliminazione della valvola egr sono modifiche importanti! hai vistoi video che ho messo? guarda solo con terminale di scarico e filtro quanto aumenta l’accelerazione di quel type r… ed è un semplicissimo 2000 aspirato a fasatura variabile, guarda nel secondo filmato come aumenta di giri più velocemente… flaviano, i benzina hanno bisogno di molti meno accorgimenti per essere superiori, ecco perchè dubito del successo dei diesel in genere nelle competizioni… e ricordo nuovamente che le teorie da tavolino non servono a niente, franco nei post percedenti aveva detto che i benzina inquinano di più perchè consumano più carburante… e penso che ormai sappiamo bene tutti come stanno realmente le cose… le chiacchiere da tavolino lasciamole ai nostri politici, ciao.

  343. Franco Says:

    Angler,
    vai a studiare,
    non lo dice Franco che più carburante consumi e più inquini, lo dice l’ingegneria meccanica, la fisica, e qualche decina di migliaia di ingegneri delle Case Auto di tutto il mondo che si dannano per ridurre consumi e inquininamento.
    …. Oppure tu ne sai di più ??

    l’unico che fa chiacchiere sei tu ….

    vai a studiare …..

  344. angler74 Says:

    perchè non cambi il tuo nick e metti vittorio sgarbi?

  345. angler74 Says:

    poi ti ho già risposto prima sul discorso studiare, leggiti bene la mia risposta, e per uno che ha studiato, tralasciare un “piccolo” particolare come quello che i motori delle auto sono a quattro tempi e le fase di aspirazione avviene in due giri e non in uno mi sembra un buon motivo per nascondersi e evitare di farsi vedere ancora in questa discussione.. sempre semza rancore e senza offesa.. ciao

  346. angler74 Says:

    e poi scusa quali sarebbero queste centinaia di ingegneri che si dannano per ridurre i consumi? quelli che progettano i suv e le crossover per girare in città? quelli che mettono le auto nelle gallerie del vento e invece di aumentare l’aerodinamica la progettano in modo che “meno di un tot non consumino” per accontentare i petrolieri? o peggio ancora quelli che hanno progettato il fap che non solo non serve a niente se non ad aumentare le spese a noi cittadini, ma alla fine rende le polveri ancora più sottili e inquinanti, e per capire queste cose non ti scomodo neppure un bambino delle elementari, basta che ti prendo una comunissima scimmia…. fammi il piacere franco, se questo per tè è studiare allora preferisco andaqre a vivere in una tribù masai in mezzo alla savana, che per molti aspetti sono anche più evoluti di noi, ma fammi proprio il piacere….

  347. angler74 Says:

    e poi, scusa, ma che c’azzecca l’inquinamento col discorso consumo se le due auto sono dotate di combustibili diversi! se prendi due auto a benzina, una fa 15/l e l’altra 12/l è logico che la prima inquini di più perchè emette più quantità delle STESSE sostanze, ma se confronti due auto che bruciano combustibili diversi il discorso cambia radicalmente! è il gasolio che durante le combustione emette più inquinanti, se prendi un’auto a idrogeno che fa 10 km con un litro ed emette solo VAPORE ACQUEO dallo scarico e una che fa 40 km con un litro ma va ad arsenico per dirne una, qual’è che inquina di più??? c’è bisogno degli ingegneri per capirlo??? bè se gli ingegneri dicono il contrario allora si, NE SO DI PIU’ DEGLI INGEGNERI, o meglio ancora, lo sanno anche loro ma non lo dicono perchè hanno le mani legate dal business, da chi pensa solo all’economia e se ne sbatte di inquinamento e cose varie, ma questo ancora tu non lo hai capito…

  348. angler74 Says:

    sopra volevo dire la seconda inquina di più, pardon

  349. mauro Says:

    VITAAAAAAAAAAAAA

  350. walter Says:

    Ad Angler 74 devo dar atto che gli ingegneri automobilistici sono dei cervelli pietrificati per cambiare una lampadina devi smontare mezza auto non parliamo se si deve sostituire un pezzo di ricambio per l’inquinamento proprio non ci sentono elaborano sofisticati e costosi meccanismi come la valvola egr che spesso si bloccano o filtri anti particolato queste teste di selce lo sanno che additivando il carburante con oxydrogeno on demand si può ottenere un risparmio carburante oltre il 25% e una auto da euro zero a euro 5 purtroppo un accessorio da poche centinaia di euro non da utili alle case automobilistiche e non viene preso in considerazione invece puntano su auto elettriche dove l’inquinamento viene spostato altrove con maggior introiti

  351. Flaviano Says:

    Angler, in una 1.3 turbodiesel passare da 13,7 sec a 9,4 sec da 0 a 100 escludendo la valvola egr, cambiando lo scarico e aumentando la pressione della turbina (di 0,15 bar per giunta) è un cambio di prestazioni molto drastico. Prendi una 1.4 benzina turbo da 90 cv, che già di suo non ha valvola egr, applica gli stessi accorgimenti, e vedrai che cambia poco, da 0 a 100 invece di 12 sec farà 10, e invece di 190 km/h ne farà 205, vuoi metterla contro i 9,4 sec e 230 km/h di una 1.3 td da 90 cv? Le auto a benzina hanno il pregio di prestarsi con più facilità alle modifiche, e le modifiche che in genere si fanno alle auto sono quelle che danno più prestazioni, come si fa nelle diesel, e una diesel senza valvola egr è veloce quanto un benzina con lo scarico aftermarket di pari cilindrata e potenza, e quando un benzina raggiunge la velocità massima (mettiamo che sia 195 in 48 sec) un diesel la raggiunge 1 secondo dopo (225 in 48 sec), e qui c’entra la coppia, perchè come tu saprai l’aria fa molto attrito, e più coppia si ha, più facilmente si combatte contro l’attrito, e non sto nemmeno a spiegarti perchè, perchè lo sai già. Poi se mi vieni a presentare un 2.0 benzina aspirato con fasatura variabile, è ovvio che migliori di più rispetto a un 1.3 td a fasatura non vriabile… piurrosto fai dei paragoni con motori di pari cilindrata e potenza.

  352. angler74 Says:

    aspetta flaviano, attenzione! io non ho confrontato un 2000 con un 1300, ti pare che vado a fare questi paragoni, ci mancherebbe, ti ho solo fatto notare come su quel motore con un semplice scarico e filtro le prestazioni salgono e non di poco, tieni sempre a mente che i diesel hanno il TURBO, e questo aumenta molto, ma molto le prestazioni, prova a confrontare un qualsiasi tdi ctdi mjet 2000 con un 2000 a benzina, anche aspirato e prova a mettere il turbo ad una type r e vedi quello che viene fuori! ci sono video su you tube di auto turbo a benzina 1400 che tirano fuori anche 500 o 600 cavalli, con valori di coppia che fanno paura, cose che i diesel se le sognano… tanto per farti vedere questa è una civic aspirata con varie modifiche,…filtro, scarico centralina e collettori…. nella second aparte del filmato ha aggiunto iniettori e albero a camme

    mostruosa, e soprattutto ancora NON HA IL TURBO….

  353. angler74 Says:

    questa invece è una type r CON TURBO……

    non penso proprio che ad esempio, una golf 2000 tdi faccia questo, se lo sogna proprio… 2000 turbo contro 2000 turbo, questo voglio dimostrare, che ad un motore benzuna se metti tutti gli accrocchi che hanno i diesel diventano mostruosi…. e bastano modifiche all’aspirato, senza nemmeno aggiungere il turbo, i filmati parlano chiaro ;)

  354. angler74 Says:

    per walter, tu non ti rendi conto di quanti progetti e scoperte ci sono seppelliti sotto due metri di terra, energie alternative e motori che funzionano con principi rivoluzionari, il problema è che le lobby del petrolio sono troppo potenti emai e poi mai permetteranno a questi pionieri di mettere sul mercato queste scoperte geniali…
    se un piccolo gruppo di ricercatori si mette a progettare nel garage di casa una cosa simile, si ritrova un commando armato fuori dalla porta che oltre al progetto seppellisce te e tutti i tuoi famigliari… ci sono troppi interessi dietro e non funziona così solo con i motori, guarda cosa sta succedendo con la ricerca sul cancro e sulle staminali in nome del business legato ai farmaci…. purtroppo viviamo in un mondo falso… bisogbna avere proprio tanto coraggio e l’appoggio di qualche “grande” per portare avanti simili progetti, abbiamo tutti le mani legate.

  355. Flaviano Says:

    Angler attento tu a non confondere le turbine tranquille dei diesel con le turbine potenti modificate dei benzina, se metti una di quelle turbine da te menzionate su un diesel le prestazioni salirebbero parecchio, e come ho detto su quel fattto della punto, aumentando la pressione di 0,15 bar sono aumentate considerevolmente accelerazione e ripresa, è bastato aumentare da 1,3 a 1,45 bar, e la turbina non è a geometria variabile, ma a geometria fissa, quini non ha tutte quelle prestazioni. Le turbine che dici tu sono a geometria variabile e superano di gran lunga quella pressione, quindi non arrampichiamoci sugli specchi. Le curve di potenza e coppia delle turbine di serie sono quasi nulle rispetto a quelle aftermarket, perchè semplicemente hanno regimi di rotezione più bassi, e non hanno quel rendimento. Per quanto riguarda 2000 tdi e 2000 benzina, il 2.0 tdi è parecchio tappato, e la turbina che monta in genere è grossa ma lenta, quindi da poco sprint, e qui la pressione fa poco. Se ti viene in mente che non conosco le auto benzina ti sbagli, conosco un centinaio di case automobilistiche, e di una buona metà conosco anche il motore, sia diesel che benzina, fra queste anche la honda civic, e se hai preso come esempio una honda civic vuol dire che secondo te un’auto diesel è buona solo se si può stramodificare come si fa con le benzina, e fidati se ti dico che un’auto diesel si può stramodificare, e anche se i cavalli non aumentano come nelle benzina, il rendimento si, e dubito che le auto benzina abbiano li stesso rendimento delle auto diesel.

  356. Francesco Says:

    Tanto per dire che le diesel sono prestazionali e che, questo potenziale, è poco sfruttato. Questa è una seat toledo, quindi è abbastanza tappata di suo, è stata portata a 290 hp e 536 nm ed è una 1.9 tdi! C’è un drastico calo di prestazioni intorno ai 4800 rpm, pensa se la portassero anche solo a 6000 rpm, i 2.0 benzina da 7500 rpm penso li lascerebbe indietro, guardate pure al minuto 3:50 oltre che all’inizio. I giri salgono con velocità dimezzata rispetto alla lancetta del tachimetro: http://www.youtube.com/watch?v=l31BKBuTT8M . Ditemi che è lenta… per le modifiche c’è la descrizione.

  357. angler74 Says:

    flaviano, i turbo dei motori a benzina non hanno geometria variabile, l’unica auto a benzina a montarli è la porsche 911 turbo, e anche quel turbo montato sulla civic non è a geometria variabile, l’ho cercato sul web e ho avuto conferma, quindi non proprio tanto spinto come dici tu…cmq va bene, io continuo ad affermare che i diesel di serie siano già belli spinti così come sono, un benzina, anche aspirato se ci metti due cose, senza aggiungere il turbo già fa paura, e cmq ho messo la civic perchè piace a me, ma se ti prendo anche un altra auto siamo sempre lì… io continuo a dire quello che vedo…ho provato a vedere su you tube se c’era qualche filmato su diesel modificati e nn è venuto fuori niente, solo una polo che montava due motori… patetico… vabbè…. non penso, anzi non credo che si possano raggiungere quei risukltati su motori diesel, ciao a presto…

  358. angler74 Says:

    francesco, quella toledo ha un mare di cose!, io non dico che sia lenta, semplicemente che su un diesel per farlo “andare” ci devo mettere di tutto e di più! guarda che 290 hp cpn ytutto quel ben di dio di cose non sono niente di speciale…

  359. Francesco Says:

    Non sono niente di speciale proprio per la questione dei giri: se i giri aumentassero i cavalli salirebbero a dismisura in rapporto ai benzina. Poi io ho sempre avuto benzina e per le prestazioni ora come ora cerco solo questi motori che, oggettivamente, sono molto potenti in alcuni casi. Io cerco solo di essere obiettivo e, tenendo presente che non sono nè un meccanico, nè un fisico, nè un ingegnere, posso pure sbagliarmi e probabilmente lo faccio. Ma leggendo e riflettendo su qualcosa che ho letto su wikipedia mi sono fatto la mia idea, probabilmente non solida, ma ho cercato di avere una visione complessiva sui diesel e sui benzina: tuttavia penso che si imparano cose continuamente e ovunque, e questo riferito a chiunque, per questo non sono io stesso sicuro nemmeno all’80% di quello che dico, oltretutto sono pure giovane. Ovviamente hai molta più esperienza tu e io cerco di capire meglio il funzionamento e le dinamiche di questi motori, che sono una mia passione (oltre all’astronomia, che a quanto pare è comune :) ). Negli altri post penso di aver scritto le motivazioni per cui ritengo che i diesel possano diventare anche superiori, almeno alle medie cilindrate e in pista, dei benzina in termini di prestazioni. Poi sinceramente, di scrivere tutti i miei pensieri, non credo sia il caso, dico solo che l’idea del possibile miglioramento dei diesel viene fuori perchè lo sviluppo tecnologico lo vedo maggiormente sotto l’aspetto microscopico, dei materiali impiegati più che della struttura di un turbo, della nebulizzazione del diesel più che del metodo macroscopico per farlo detonare, e così via. Non so se sbaglio il metodo in cui penso i motori ma se dovesse essere così vorrei capire dove. Ciao.

  360. Flaviano Says:

    Turbina variabile o meno è sempre una turbina aftermarket, e ha una pressione e una velocità di rotazione superiore ad una turbina di serie, anche se a geometria variabile, la differenza sta nel fatto che la coppia si fa sentire per un regine più corto, ora se permetti te lo voglio postare io un video, una corsa 1.3 di serie con 320 chili di persone a bordo, tocca quasi 200 in salita.

    La corsa è un 1.248 cc da 89,7 cv, quindi più che 1.3 è 1.2, e se vogliamo paragonarla a un’auto di cilindrata simile, prendo una ford fiesta 1.4 90,1 cv del 1997, che aveva mio padre, prima di prendere la corsa che vedi nel video. ebbene la fiesta che era euro 0 (pratiamente quasi senza nessun marchingegno per tappare tutto), nella stessa salita non arrivava a più di 150, caricata con circa 235 chili, mentre come vedi la corsa arriva quasi a fondoscala nonostante sia caricata con circa 320 chili. Poco prima di iniziare questo video ho stracciato una punto evo 1.4, un tipo e la sua ragazza (credo), mi è bastato scalare in quarta e andare a fondo con l’acceleratore, da 130 a quasi 160 siamo stati accanto, ma dopo, chissà come mai, la povera punto è rimasta indietro, e ho tirato la quarta fino a 170, quasi sul rosso, per poi mettere la quinta e rallentare un po, e l’ho rivisto poco dopo aver stoppato il video, ovvero quando stavo per uscire dall’autostrada. La mia corsa perde solo da 110 a 125, quando tiro la terza, ma poi tira avanti come una saetta.

  361. angler74 Says:

    bella flaviano! faccio tesoro di questo video, come dico sempre io c’è sempre da imparare… e cmq stai attento mi raccomando, ricorda che quello che fai è pericoloso oltre che illegale! anche a me a volte andrebbe di mettermi a correre per sfogarmi e lasciare dietro tutti i problemi della vita… cmq già te l’ho detto, tu sei una delle poche persone che ha fatto una scelta ragionata e dettata da delle esigenze reali.

  362. angler74 Says:

    per francesco, il mondo ci ha insegnato che tutto è possibile, tutto quello che dici potrebbe realizzarsi, avere la mente aperta significa proprio questo… ma quello che voglio dire io è che non capisco per quale motivo si dovrebbero impiegare studi e progetti per rendere un motore (diesel) per farlo diventare qualcosa che già esiste, voler a tutti i costi dimostrare una cosa che ai fini pratici è inutile! i motori a benzina sono già stra collaudati da decenni e decenni, a quale scopo dover portare a quel livello i diesel? i diesel hanno già un loro perchè, e va bene quello, il loro utilizzo è, (anzi era…) per determinate categorie di automobilisti, farli diventare per forza un qualcosa che già esiste significa sprecare risorse che potrebbero essere impiegate per cose molto più serie e utili, come le energie alternative, idrogeno ecc, perfezionare i motori ibridi e tutto quello che realmente SERVE AI FINI PRATICI!
    voler dimostrare per forza che i diesel sono potenti, che fanno figo, che vanno nelle competizioni ecc. non farebbero altro che far aumentare ancora le vendite ad automobilisti sprovveduti che lo acquistano per motivi che non hanno niente a che vedere con il reale utilizzo che queste tipologie di motori! la diffusione incontrollata dei motori diesel è stata la rovina del mondo automobilistico! aumento del gasolio, aumento dei costi dei ricambi e delle manutenzioni, AUMENTO DELL’ INQUINAMENTO, soprattutto in città, e chi se l’è presa in quel posto sono state le categorie a cui il diesel serviva veramente! tutta questa moda, questa pubblicità e questa enfasi del diesel ha portato milioni di bimbiminchia a creare delle vere e proprie mode e culti del diesel, e lo acquistano a prescindere senza fare tesoro di quello che sono le reali esigenze e dei problemi che questa scelta comporta…
    questo voglio dire!

  363. Francesco Says:

    Su questo aspetto concordo pienamente con te! Infatti non credo che useranno più i benzina, nè tanto meno i diesel, per le gare automobilistiche! Basti pensare che, se ho capito bene, per la gara di le mans la nissan ha preparato la zeod rc, spinta da un motore elettrico ed uno a benzina, capace di raggiungere i 300 km/h grazie proprio all’aerodinamica! Infatti consuma poco ed INQUINA POCO! E può competere con le normali vetture della 24 ore di le mans…. questo significa progresso, aumentare l’efficienza di un progetto applicato in un determinato ambito, tenendo conto di tutti i fattori, anche cambiando radicalmente gli schemi! In ogni caso penso che più di tanto così non si potrà andare avanti perchè l’avidità di soldi spingerà i prezzi sempre più in alto, nonostante le tecnologie economiche ed ecologiche che ci vengono negate, e le persone potranno capire in due modi in che mondo viviamo: o venendo informate e liberandosi da certe idee inculcate che fanno da velo per la realtà o impoverendosi sempre più e rinunciando quindi alle inutili necessità! La cosa migliore penso sia quella di andare a vivere in campagna, con poche cose e veramente essenziali, così voglio vedere da dove prenderanno i soldi coloro che ne hanno tanti ora, e, cosa più importante, forse potremo campare tranquillamente un po’ di più su questo pianeta!

  364. Flaviano Says:

    Ho fatto quel video per paragonare la differenza fra le 2 motorizzazioni in questione, mi dispiace solo che non abbia reso appieno l’idea, perchè quei tratti che ho fatto a 160 erano tratti di autostrada in curva e dovevo stare con 1/4 di acceleratore, altrimenti rischiavo di perdere aderenza, se lo avessi fatto nel rettilineo che c’era prima, avrebbe reso meglio l’idea e i 200 li potevo superare. Angler io continuo a credere che i diesel il potenziale ce l’hanno, anche perchè come hai visto da 160 a 197 l’accelerazione era quasi costante, senza troppe perdite di potenza, e quando ho raggiunto la soglia il motore girava a poco più 3600 giri, sul banco di prova, con la sesta e tirata a 5100 giri, ovvero quando scatta il limitatore, l’auto segna 261 km/h, e per un’auto che ha 5000 giri è tantissimo, ma il motore lo consente, mettendo lo stesso cambio in un benzina, il motore si stroncherebbe, per questo dico che il diesel è più potente del benzina, perchè per i giri che ha, monta dei cambi con rapporti molto lunghi, e un diesel con il cambio di un’auto a benzina sarebbe praticamente impensabile, si potrebbero effettuare partenze in quarta e si avrebbero perdite di aderenza in accelrazione pressochè epiche, la curva di coppia di un diesel si manifesta per un range più corto, e di conseguenza riesce a dare più spinta, e visto che nei motori i calcoli sono millimetrici, la differenza si nota anche per 100 giri, e più giri si hanno, meno la coppia riesce a soddisfare tutto il range, e non è il caso dei motori diesel. Ditemi se sbaglio.

  365. ick Says:

    Ciao a tutti, mi permetto di scrivere dopo un po’…tempo fa scrissi che secondo me non si poteva paragonare un diesel ad un benzina, e ripeto che secondo me i diesel moderni come guidabilità sono eccezionali e meglio degli omologhi modelli a benzina (in un altro post ho scritto che ho guidato parecchie auto di entrambi i tipi)…beh è ovvio che parlavo di auto “normali”, mentre qui mi sembra si stia esulando dal discorso principale.
    Mi spiego, qualche giorno fa ho fatto un corso di guida sportiva su circuito con una Ferrari F430 che ho guidato per circa un’oretta buona, e quando sono salito sulla Touareg aziendale 3.0 tdi mi pareva “ferma” pur non essendolo affatto…ora è chiaro che se parliamo di GT è un altro paio di maniche, non si possono paragonare perchè sono modelli che esistono solo a benzina e sono estremamente di “nicchia”, ed hanno prestazioni estremamente superiori a qualsiasi auto di serie, sia diesel (anche spinta) che benzina, però appunto sono imparagonabili.
    Certo, se avessi i soldi mi farei un bel 458 o un Lamborghini Gallardo o un Bentley Continental, ma visto che purtroppo non è così mi accontento delle auto normali, e da quel punto di vista, ripeto, per me le diesel sono migliori.

  366. angler74 Says:

    eccomi qui, per ick, tu generalizzi troppo e non specifichi situazioni e differenze, dire per me i diesel sono meglio, così, alla rinfusa, lascia il tempo che trova questa tua affermazione… i diesel possono essere migliori in determinate situaziuoni di cui si è parlato già abbondantemente in questa discussione, e se vai a leggere i post, queste situazioni sono molto ma molto particolari, e leggerai anche che pure il discorso risparmio non va a favore dei diesel, nella maggior parte dei casi!
    tu parli di piacere di guida, di fluidità supereiore ai modelli benzina… la rete (e anche il mio parere…) è piena di affermazioni contrarie, ad esempio io non riesco a capire come si possa preferire come piacere di guida un motore che ha il sound di un trattore, perchè chi più chi meno, è quello che trasmette.. come si fa a parlare di fluidità di un motore che prima dell’attacco del turbo è praticamente morto (turbo lag) e poi tutto insieme ti da una botta, e muore dopo duemila giri! fluidità significa coppia costante e crescente in tuttol’arco di utilizzo!, piacere di guida significa anche bel sound e zero vibrazioni, e su questo i diesel, e ammettetelo, fa un pò schifo dai…. continuare a dire che i diesel siano meglio dei benzina, così, per partito preso e senza spiegare le motivazioni non è molto utile.
    poi tu mi parli di supercar e auto di nicchia come se per indicare i benzina significassero solo quelle, ma il confronto va fatto tra auto della stessa categoria, dalle piccole citycar alle grandi berline….

  367. Nick Says:

    Provato con auto normali entrambi,100 mila volte meglio il Diesel.

  368. angler74 Says:

    si, ma spiegalo il perchè è 100 mila volte meglio, perchè ce l’hanno tutti? perchè è pubblicizzato? o c’è un motivo ritenuto da te serio? in un blog ci si esprime commentando altrimenti è inutile…

  369. Anonimo Says:

    il diesel è meglio nelle tue fantasie, non perchè hai provato, se avessi veramente provato le auto, accelerando e cambiando le marce, come ogni guidatore fa, non diresti “100 mila volte meglio il diesel”… povera gioventù…

  370. angler74 Says:

    bravo anonimo, hai detto una cosa giusta, povera gioventù… è soprattutto da ragazzi neopatentati che sento dire le peggiori castronerie sulla questione, rimbecilliti dalla moda e dai luoghi comuni… vorrei tanto sapere, soprattutto leggendo gli argomenti8 spiegati mille volte sopra (sempre se li avete letti…) come si fa ancora a dire che il diesel sia meglio, soprattutto avendo dimostrato che anche il discorso risparmio è discutibile… vabbè…

  371. mauro Says:

    12 km/l contro i 20km/l non ti pare un buon risparmio? a me si.

  372. Alessandro Says:

    Sono neopatentato
    Ho un peugeot 1.9td del 1997 con 90 cavalli
    E giu per i 500000km, mai un problema e fa 25km/l
    Miei amici con il fire mi invidiano, consumo la meta e vado il doppio.
    E giustifico il “vado il doppio dicendo” che ho il doppio della coppia e i tempi di accelerazione si accorciano.
    Pero pago 2000 euri di assicurazione, per via dei cavalli fiscali, purtoppo.

  373. mauro Says:

    2000 euro x solo 90 cavalli? sta mi…

  374. angler74 Says:

    mauro ma tu ci fai o ci sei? a parte vorrei tanto sapere quali auto stai confrontando, potenza cilindrata ecc. e dove prendi i dati di consumo, per esempio la mia civic benza 140 cv fa in media 15,6, la diesel sempre 140 ne fa 17…. poi è possibile che ancora nn hai capito che costa in media 2000 3000 euro di più sta cazzo di diesel? i tagliandi costano di più, l’assicurazione costa di più, i ricambi costano di più e si rompono più facilmente? lo capisci che detto ciò col consumo inferiore ti ci pulisci il culo? che non ammortizzi la spesa se nn fai minimo 150000 20000km cioè quando l’auto non vale più un cazzo? ma li leggete tutti i post oppure scrivete solo per provocare e rompere le palle alla gente seria? o siete di coccio e siete così rincoglioniti dalle mode o lo fate apposta, scusate ma dopo 300 km quadrati di parole buttate al vento mi sono prprio rotto il cazzo di dire le stesse cose, si consumano meno, poco ma meno, e non sempre… ma sono altre le spese che mandano a puttane tutto ma lo capite o no dio santo??? ancora co sto consuma meno, consuma meno e riconsuma meno… questo vi hanno inculcato in quella testa di … vuota che avete, e lo ripetete a pappagallo per autoconvincervi e stare a posto con voi stessi, ma ve la date una svegliata per dio!!!
    chiedo scusa per i termini ma mi sono stufato, mi viene l’angoscia a vivere in un paese di falliti quali siamo… e le conseguenze di questa dilagante ignoranza la dobbiamo pagare tutti e questo non mi sta bene, ciao a tutti…

  375. angler74 Says:

    alessandro, l’auto che hai tu è fuori dal discorso del blog… qui si parla di altre tipologie… e poi la coppia non c’entra nulla con l’accelerazione, ciao.

  376. Flaviano Says:

    Angler, guarda che la coppia si tramuta in accelerazione, è una legge fisica del motore, e non lo dicono solo gli esperti, è anche una cosa pratica oltre che teorica.

  377. angler74 Says:

    flaviano, se l’accelerazione fosse proporzionale alla coppia allora come spieghi che io con 174nm a 4300 giri faccio sullo zero cento 6 decimi di secondo in meno rispetto al 2000 tdi della golf che ha 320nm a 1750 giri? non mi sembra una cosa tanto pratica…

  378. Flaviano Says:

    forse perchè i motori benzina hanno i rapporti più corti?? -.-* Tu rinfacci a tutti che non hanno letto i post sopra, ma a me sembra che sia anche tu a non averli letti per bene ragionandoci su.

  379. Flaviano Says:

    Aggiungo, parlando di auto a benzina, che la fiat 500 0.9 twinair da 85 cv arriva a massimo 5500 giri al minuto, mentre l’alfa romeo 146 1.4 twinspark da 103 cv arriva a 7000, Il twinair ha 145 nm, mentre il twinspar ne ha 124, eppure il twinair fa mezzo decimo in meno del ts da 0 a 100, e la sua spinta è continua, il ts inizia a perdere già dai 150, e sono entrambi motori a fasatura variabile, e vince quello che ha più coppia. Ora parliamo di diesel: La fiat panda 1.3 multijet 75 cv del 2006 ha 145 nm, mentre la opel corsa 1.3 75 cv ne ha 170, la panda arrivata a 120 sembra non avere più potenza, e non va oltre i 170, la corsa tira giù fino ai 200 e ci arriva prima che la panda arrivi ai 155, e la corsa pesa di più. Anche stavolta vince il motore con più coppia, e la panda fa 13,5 secondi da 0 a 100 mentre la corsa ne fa 12,9 effettivi, e la panda ha i rapporti corti.

    p.s. la mia corsa 1.3 90 cv sta giusto mezzo secondo in più della 146 1.4 ad arrivare a 110, e quasi lo stesso tempo ad arrivare a 100, e ha 0.1 litri e 13 cv di meno.

  380. angler74 Says:

    ciao flaviano, innanzitutto auguri a te e a tutti gli utenti
    io quando dico di leggere tutti i post del blog intendo a chi entra, legge il titolo e va subito a scrivere “meglio il diesel, 100 mila volte meglio, consuma meno ecc…” cmq avevo capito che le auto diesel hanno rapporti più lunghi, ma è proprio quello il punto perchè così deve essere… se avessero rapporti corti “sgommerebbero” senza muoversi data la notevole coppia, e se avessero invece rapporti ancora più lunghi non si muoverebbero proprio a causa deil ridotto numero di giri di rotazione… all’atto pratico, fattori su fattori, caratteristiche su caratteristiche, ecco che viene fuori quello che voglio dimostrare, che la coppia dei diesel, anche se notevole, a volte anche doppia di un motore benzina non determina in proporzione accelerazione, anzi , nella maggior parte dei casi i benzina li battono per accelerazione! i dati parlano chiaro.
    volevo farti notare una cosa poi, che la tua corsa pesa molto meno della 147, altro fattore determinante ai fini dell’accelerazione…

  381. Flaviano Says:

    Auguri anche a te angler, voglio farti notare che un 1.3 diesel può raggiungere velocità massime pari a un 1.6 benzina sportivo, con i rapporti che ha, la mia corsa in sesta può raggiungere 261 km/h, ovviamente però non li raggiunge perchè il motore è un motore parecchio tranquillo una 1.4 benzina di pari potenza raggiunge al massimo i 210, ma non ci arriva per via della coppia ridotta, se ad un benzina venisse messo il cambio di un diesel, quel 210 diventerebbe tranquillamente 310, io posso dirti quanto fa la mia corsa con ogni marcia: prima: 40 – seconda: 80 – terza: 125 – quarta: 170 – quinta: 215 – sesta: 261, questo per dirti che questi motori adottano dei cambi che fanno in modo di avere le marce basse corte e le marce alte lunghe, se fosse al contrario perderebbero la loro utilità di auto da autostrada, perchè avrebbero dei rapporti che non le farebbero stare a 2000 giri a 110, ma starebbero a 2500 giri per esempio, e perderebbero i loro minori consumi, ma potrebbero superare le potenti benzina in accelerazione, pur mantenendo lo stesso allungo, basta montarci un cambio con la lunghezza dei tutte le marce media, tranne l’ultima che sarà corta, come in gran parte delle auto a benzina.

    Ti faccio vedere un video di una corsa 1.3 90 cv con powerbox che la fa salire a 100 cv, scarico originale, tutto originale, ha solo la pawerbox, vedi quanto corre con 10 cv in più, e noterai che la perdita di potenza fra 110 e 130 non c’è più

    Come vedi con 10 cv in più la differenza c’è, e la paragono al 1.6 120 cv ts, che dubito abbia la stessa spinta, pur essendo un motore sportivo. La corsa 1.7 130 cv ha 300 nm, mentre la 146 1.8 144 cv ne ha 169, e di carta la corsa fa 9,5 sec da 0 a 100, mentre l’alfa fa 9,3 sec, ma avendo visto entrambe le auto in azione ho dedotto che la corsa 1.7 fa meno di 9 sec da 0 a 100, l’alfa circa 9,1 sec, ancora una volta vince il motore con più coppia, e dire che ho fato un paragone che non potrebbe essere fatto per via dei motori completamente diversi…nel caso ti venisse il dubbio sul peso, stavolta è l’alfa ad essere più leggera, pesa 1215 chili, contro i 1245 della corsa, ma nostante tutto è più veloce il diesel del benzina, almeno in questo caso.

  382. mauro Says:

    Io invece faccio gli auguri alla mia auto diesel indistruttibile:)

  383. angler74 Says:

    acc.!!! la corsa pesa di più dell’alfa? non lo avrei mai creduto… ma le fanno di cartone ste fiat alfa lancia?
    cmq vedo, il video parla chiaro, ok… ma sono tanti i fattori che entrano in gioco sulle prestazioni di una vettura… bisognerebbe aprire un sito solo per spiegare questo…

  384. angler74 Says:

    mauro, ma tu che auto hai? mi hai messo curiosità, sul serio nn voglio prenderti in giro, voglio sapere, grazie.

  385. mauro Says:

    Ho un opel astra del 98 1.7 turbodiesel con 280.000 km

  386. Flaviano Says:

    La corsa a differenza dell’alfa è stata fatta per il comfort, mentre l’alfa è stata fatta più leggera per essere più sportiva, con tanto di fasatura variabile, mentre in un diesel sarebbe pressochè impensabile di mettere la fasatura variabile, perchè il carburante non esplode con la candela, ma con la compressione, e la fasatura deve seguire un certo criterio, con precisione millimetrica. Il motore della corsa 1.7 è un motore isuzu circle l del 99, aggiornato per essere compatibile con le normative anti inquinamento attuali, e dicono sia il miglior motore diesel montato su un’auto, ha il problema dell’albero a camme fragile, ma nonostante siano molto fragili non ho mai sentito nessuno che si è lamentato perche si è rotto, quindi se non ha problemi con l’albero a camme che è a rischio di rottura, mi chiedo se avrà mai problemi con altre cose. Inoltre ho visto un video su youtube che parla di un 8 sec da 0 a 100 della corsa 1.7 130 cv, e cronometrando ho registrato 8,2 sec, quindi credo che i motori diesel rendano più dei benzina se adeguatamente fatti, anche se non in tutti i casi, e sarebbe presunzione ammetterlo.

  387. angler74 Says:

    mauro, tutto sto casino e poi hai un auto che niente c’entra col discorso del blog? la tua monta un motore con pompa rotativa di vecchia concezione, niente common rail, niente alte pressioni e geometria variabile, niente egr fap e cavoli vari, grazie al cavolo che ci fai tutti quei km senza problemi, è quasi paragonabile ai vecchi diesel aspirati solo che ha un pò più di cavalli! e soprattutto nel 98 ancora conveniva il gasolio e la manutenzione era pressochè uguale… prova a cambiarla con un diesel “moderno” e fatti due risate…
    attenzione poi… in quindici sedici anni hai percorso 260000 km, vale a dire circa 16000 km annui, una percorrenza che predilige il benzina ai fini del risparmio… soprattutto adesso… fatti due conti, anzi vatti a vedere i miei già belli e fatti, ciao.

  388. angler74 Says:

    flaviano, mi ricordo sei anni fa, una mia amica mi fece guidare la sua astra 13 cdti 90cv, mi ricordo che aveva un turbo lag mostruoso, sotto l’attacco del turbo era letteralmente morta, non si muoveva, è stata l’auto più noiosa e brutta da guidare che ho mai provato, te lo giuro, me lo ricordo benissimo dopo sei anni, vuoto, due secondi di turbo e poi di nuovo vuoto a 3500 giri… ti dico chiaramente, a me, al di la di discorsi economici, durata inquinamento ecc personalmente mi puoi mettere davanti anche il miglior diesel sul mercato, ma proprio non lo digerisco…

  389. Flaviano Says:

    mauro, la tua astra non rende quanto quelle di oggi, quindi non è più veloce di un benzina, dorse si ma di un 1.2 65 cv, ma fidati che i motori di quegli anni hanno di buono solo l’affidabilità e la durata, ma accelerazione e ripresa scarseggiano. Fidati è più veloce la corsa 1.3 di ora.

  390. Flaviano Says:

    angler, se mi vai a prendere la astra h ci credo che fa pena, quella è una cassaforte di problemi, problemi alla centralina, alla frizione, a volte perde prestazioni, quindi non mi sorprende che non ti sia piaciuta, soprattutto perchè quel 1.3 su quella macchina, grande e pesante, non è il massimo, tu devi andare a prendere la corsa per darmi una valutazione, oppure la nuova astra j, hai visto di cosa è capace una corsa 1.3, il turbo lag c’è sempre, ma oltre i 3500 giri ti tiene appiccicato al sedile, come non fa l’astra h che mi hai detto tu, e poi guarda che anche io preferisco i benzina come ripresa, non hanno tutta quella difficoltà sotto i 2000 giri, ma credimi se ti dico che la corsa che ho io si avvicina ad un benzina come comportamento, non tanto come ripresa ma come prontezza, scatta quando e quanto vuoi tu fino a quanto riesce… e riesce.

  391. Francesco Says:

    Intanto auguri a tutti! Confermo l’affermazione di flaviano, pure io sono stato a bordo della corsa 1.3 e devo dire che il motore mi è sembrato pure abbastanza elastico per un 1.3 turbodiesel. Ogni volta che ne vedo una in giro ripenso alle emozioni che può dare e anche all’affidabilità di cui gode. L’ho pure guidata una volta ed è vero, dai 3500 giri in particolare, in salita, non riesci quasi a piegarti in avanti. Penso sia una delle migliori 1.3 turbodiesel in commercio, questa è la mia opinione.

  392. angler74 Says:

    ma la astra che ho guidato io, del 2007, monta lo stesso motore della corsa? bè, cmq si il peso e le dimensioni influiscono parecchio, io stesso dissi quando la comprò di prendere almeno un 1.7 perchè era sottodimensionato il 1.3.

  393. angler74 Says:

    cmq ritornando col tema del blog, visto che siamo andati fuori discorso con prestazioni e cose varie, io ritengo che adesso per risparmio e affidabilità, la migliore scelta ricade sull’ibrido….
    manutenzione irrisoria, consumi record, buone prestazioni e garanzia di tre anni sul motore a scoppio e cinque sulla parte elettrica… su un numero di quattroruote la testimonianza di una prius prima serie di un agente di commercio, 500000 km e solo il catalizzatore sostituito…

  394. angler74 Says:

    http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=4&cad=rja&ved=0CFgQFjAD&url=http%3A%2F%2Fwww.toyotaclubitalia.it%2Fforum%2Fprius%2F18537-500-000-km-con-la-prima-prius.html&ei=egbIUqeMG-iAywOq24LoAg&usg=AFQjCNFxaTsxrLjLIrb9sRx7d1ocfMWdbA&bvm=bv.58187178,d.bGQ c
    chi deve fare un nuovo acquisto, fateci un pensierino……

  395. Breda Says:

    Dipende come li fai i chilometri
    Come vedi anche quella prius li ha avuti, e anche pesantucci….
    Il mio babbo di sola autostrada con la sua marea 1.9 jtd 105 ne ha fatti 750000 (ed è ancora in funzione) , consuma meno della prius (20 e piu al litro)
    Unico neo iniettori da revisionare a 500000 km, e distribuzione ogni 200000 (visto che faceva autostrada poteva tardare di un po)
    Frizione e turbo originali, non mangia una goccia d’olio ne acqua
    Va un po a culo, come il mio 306.. :/
    Poi c’e mia madre, che con la giulietta non sa dove sbatter la testa :D

  396. Flaviano Says:

    Si angler l’astra ha lo stesso motore della corsa, ma adotta tecnologie diverse, tecnologie che l’hanno resa una fabbrca di glitch. Un mio cugino ha l’astra 1.7, ha costantemente problemi con frizione e centralina, nelle salite inizia a puzzare e rischia di restare a piedi, e la centralina si sconfigura quando le pare,e non ha nemmeno tanti chilometri, invece una mia zia ha una corsa c 1.3 cdti 70 cv, non sarà velocissima ma credo si stia avvicinando ai 200000 chilometri fatti per la maggior parte in città e non ha mai avuto un problema, stranamente aggiungerei, però questo mi fa pensare che la corsa è da sempre la vettura utilitaria per eccellenza, non costa troppo e da una buona garanzia di affidabilità e spinta, molto più che sufficenti per quello che è, infatti in 20 anni di vita ho sentito lamentele su tutte le auto tranne che sulla corsa, magari qualcuno che si lamentava del prezzo della full optional, che arriva a costare 22 mila euro, però ne vale la pena, hai una macchina comoda, prestante, abbastanza spaziona ma non troppo e che non ti lascia a piedi ogni 2 e 3. Parlando dell’ibrido, lo preferirei sia al diesel che al benzina comune, innanzitutto perchè le ibride sono poco rumorose e vibrano poco, e poi hanno consumi abbastanza ridotti, e visto che secondo me le ibride sono cose da giapponesi,sarò sempre fedele alle toyota prius e honda insight, per spendere poco consiglierei una insight,costa di meno e non consuma tantissimo, ed è un 1.3 da 88 cv, la prius è un 1.8 da 99 cv, che come bollo e assicurazione costa abbastanza, le 1.8 se le fanno pagare, ma almeno hai un’auto spaziosissima, che consuma poco e che da la spinta che serve a farti divertire, anche se io non ci terrei a divertirmi alla guida di una ibrida, non lo consiglio.

  397. angler74 Says:

    breda, se ti fai un giro per la rete a vedere prove su strada e pareri di utenti vedrai che ad esempio la toyota prius fa molto di più di venti al litro, in città addirittura supera i venticinque e pure in autostrada, dove teoricamente l’elettrico non viene ricaricato dalle frenate e dai rallentamenti gli utenti segnalano oltre sedici al litro, cosa che un diesel di pari potenza difficilmente raggiunge..

    http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&cad=rja&ved=0CDEQFjAA&url=http%3A%2F%2Fforum.quattroruote.it%2Fposts%2Flist%2F77107.page&ei=BrfIUqOFJcP60gX25YHIDQ&usg=AFQjCNFq99w2MwckCjVmcnEbzOMhy937hg&bvm=bv.58187178,d.d2k

  398. Piero Says:

    Da quello che ho capito, l’autore di questo articolo non capisce una mazza di motori diesel.. L’unica cosa intelligente che ha detto é la conversione a GPL che non é possibile. O per lo meno non vantaggiosa, perché come sicuramente saprai, che un modo c’è ma implica la sostituzione della testata e una revisione generale all’impianto elettrico di accensione del combustibile, insomma, un bel lavoraccio..
    Un domanda, come mai tutte le navi hanno motori diesel? Non sarà perché sono più longevi? La manutenzione ormai é quasi uguale, un pelo di più per le diesel.

    Fonte:
    Motorista di Marina Militare

  399. Franco Says:

    Piero, ti quoto al 100%
    prova tu a spegare a questi signori che il Diesel HA UN CONSUMO SPECIFICO PIU’ BASSO DEL 35%, che oltre alle navi anche gli aerei usano una sorta di gasolio (il kerosene è un derivato del gasolio) che tutti i veicoli militari sono multicarburante (gasolio e kerosene) …… purtoppo contro l’ignoranza c’è molto poco da fare .

  400. Flaviano Says:

    Quoto sia franco che piero, ma vi devo far notare che è passato tanto tempo da quando è stato aperto questo articolo, e l’ultimo aggiornamento è del 2010, e in 4 anni ne è passata acqua sotto i ponti, infatti in 4 anni i diesel sono diventati più prestanti rispeto a 4 anni fa, anche se 4 anni fa erano già abbastanza prestanti. i motori benzina vengono impiegati solo nelle auto, nelle motoseghe, nelle motofalci e cose così, ma i veicoli commerciali, i mezzi pesanti, i veivoli e le navi, sono tutti a gasolio o con carburanti simili. Io non riesco ad immagginare una nave a benzina, non ce la farebbe a muovere tutta quella massa, so di un motore navale che con un regime massimo di 106 giri al minuto sviluppa oltre 109000 cv. Gli aerei vanno a kerosene perchè a differenza della benzina è più esplosivo, e i motori a turbina sfruttano il riscaldamento del carburante per farlo esplodere, non esplode con la candela, infatti basta guardare lo schema di un motore a turbina per capire tutto il meccanismo, ed è più semplice di quanto sembri, così come il diesel è più semplice del benzina.

  401. Anonimo Says:

    per piero, ma per favore dai adesso ricominciamo con le navi.. qui si sta parlando di automobili.. se cominciamo di nuovo a fare questi confronti inutili allora stiamo proprio messi male e mi fai capire che sul tema di questo blog sei tu a non aver capito niente, con tutto il rispetto, ci mancherebbe… l’autore dell’articolo ha fatto solo un errore, quello di dire la verità su un tema scottante ed andare controcorrente nelle convinzioni della massa e di conseguenza beccarsi commenti negativi che non hanno riscontro nella realtà.
    per franco: sentirsi dire ignorante da una persona che non conosce la differenza tra un motore a due tempi e uno a quattro è proprio il massimo del divertimento, poi continua a parlare pure di teorie e di percentuali invece di andare a vedere le prove su strada con i consumi reali… vai così che sei forte!

  402. Flaviano Says:

    Sui consumi smentisco, è vero che le auto diesel consumano meno, e l’ho pure provato con diverse auto. Prima della corsa 1.3 90 cv mio padre aveva una corsa 1.2 60 cv, la corsa 1.2 faceva una media di 7 litri per 100 km, mentre con la corsa 1.3 ne ora ne faccio 5,5, in autostrada con la 1.2 facevo 6 litri per 100 km, con la 1.3 invece 4,2 litri per 100 km, Visto che la 1.2 ha 5 marce, mentre la 1.3 ne ha 6, ho provato a fare il test del consumo in quinta, la 1.2 sempre 6 litri per 100 km, mentre la 1.3 4,6 litri per 100 km. La differenza fra le 2 è abissale, anche se il 1.3 ha 30 cv in più consuma moooolto meno, e un’altra differenza è che il 1.2 arriva appena a 175, senza raggiungere il limitatore, il 1.3 tocca quasi 200, ma non ci arriva perchè c’è il limitatore, quindi il 1.3 oltre a consumare meno corre anche di più, e il risultato è che il benzina, pur essendo poco potente e tranquillo, consuma più del diesel, che è più potente e pompato del benzina. la corsa 1.0 68 cv, che dovrebbe fare 31 km al litro, in realtà ne fa 20, contro i 21,7 della corsa 1.3 90 cv. La corsa 1.7, su carta segna un consumo di 20 km al litro, mentre in realtà ne fa 22, e dove io con la corsa 1.3 faccio 16-17 al litro, la corsa 1.7 ne fa 18, e sono auto diesel che, secondo chi non sa dare retta a chi effettivamente le prova queste cose, consumano più, quando non è così.

  403. Franco Says:

    per anonimo:
    le tue affermazioni si commentano da sole ….. Piero ha perfettamente ragione …… e Flaviano pure ….. in più in quanto a costi, siccome vi masturbate smanettando sulle centraline ……. non avete mai considerato il valore residuo di un benzina e di un diesel a pari età e percorrenza. Questo fa la differenza sui costi di una vettura il resto è poesia ……. e considerando anche questo il benzina è assolutamente perdente, perchè vale molto meno e perchè ci vuole molto più tempo per venderla ……. se avete sbagliato a comperare la macchina, è un problema vostro.
    Le automobili sono una cosa seria ….. molto seria …… vai a studiare anche tu, che faresti bene ……. e magari dichiara anche chi sei come facciamo tutti.
    Sui motori due tempi non so a cosa ti riferisci …… ma sicuramente ne so mooooolto più di te …….. stanne certo.

  404. angler74 Says:

    allora, l’anonimo di prima ero io, ho cancellato la cronologia e ho dimenticato di mettere nome ed email chiedo scusa… andiamo per gradi e rispondo ad uno per volta perchè qui mi sembra di stare a parlare col muro…
    piero: mi devi proprio spiegare che cosa c’entrano i motori delle navi con quelli delle automobili, non hanno nulla in comune, neanche il carburante che è un gasolio particolare molto grezzo, qui si sta parlando di diesel automobilistici, quelli dotati di alte pressioni, fap, valvole egr, turbo a geometria variabile ecc. con i vari problemi che TUTTO IL MONDO DEL WEB LAMENTA!, che senso ha tirare in ballo i motori navali, che cavolo c’entrano???!!!
    poi affermi che i costi di manutenzione sono pressochè uguali… ma neanche per niente, io ad esempio ho una media di 180 euro di tagliandi tutti fatti in officina honda, la diesel 2.2 spende dai 260 ai 330 euro a tagliando, fonte il ragazzo che lavora all’accettazione dell’officina… ti ricordo poi che per vanificare il risparmio è sufficiente il costo d’acquisto, che in media è di 2500 euro in più per i modelli diesel… il titolo del blog parla di convenienza o meno di un diesel rispetto ad un benzina, e mi sembra che la risposta sia ben chiara, se nn è cosi torna su e vatti a leggere i miei calcoli matematici.
    per franco… pensavo fossi sparito ed invece eccoti qui di nuovo…bene… ti faccio l’onore di risponderti quotando le tue affermazioni:
    -“prova tu a spegare a questi signori che il Diesel HA UN CONSUMO SPECIFICO PIU’ BASSO DEL 35%”
    -e la fonte? più basso di cosa? quali auto stai confrontando, modello, marca, potenza, cilindrata? dove? in salita, in discesa, giù per un dirupo, in città in autostrada, in acqua… dove??? come??? perchè???
    ti prendo alcuni dati presi da PROVE SU STRADA fatti sul sito di “al volante”
    golf 1.4 tsi dsg 160cv, consumo misto 13,2 kml, golf 2.0 tdi 140cv consumo misto 15,4 kml, vale a dire un consumo minore del 7% e considera che la 1.4 ha 20 cv in più e quindi prestazioni maggiori e di conseguenza consumi più alti di una pari potenza, inoltre ha il cambio dsg che, almeno in teoria dovrebbe alzare i consumi ancora di più… adesso, dove sta il 35% che dici tu? nelle tue fantasie, o meglio nelle tue inutili teorie….
    -“oltre alle navi anche gli aerei usano una sorta di gasolio (il kerosene è un derivato del gasolio) che tutti i veicoli militari sono multicarburante (gasolio e kerosene)
    – cioè, spiegami bene, per provare la superiorità del diesel mi tiri fuori il fatto che gli aerei e i veicoli militari usano un derivato del gasolio, cioè perchè bruciano un carburante derivato da quello che utilizzano le auto diesel allora signifca che queste ultime sono migliori? roba da pazzi…
    -“…… purtoppo contro l’ignoranza c’è molto poco da fare . Sui motori due tempi non so a cosa ti riferisci …… ma sicuramente ne so mooooolto più di te …….. stanne certo.”
    – e qui viene il bello! non so se hai già letto le mie risposte che ti ho dato in precedenza, cmq ti rinfresco la memoria, questa è la c@zzata che hai scritto tu tempo fa:

    “due motori, un Diesel da 70 cv ed uno benzina da 70 cv
    il primo ha 70 cv a 3.800 giri
    il secondo ha i 70 cv a 6.000 giri
    un bambino della 5a elementare capisce che:
    a 3.800 giri un cilindro viene riempito 3.800 volte al minuto, 4 cilindri vengono riempiti 15.200 volte al minuto.

    a 6.000 giri minuto un cilindro viene riempito 6.000 volte al minuto; 4 cilindri vengono riempiti 24.000 volte al minuto.

    Cioè il benzina, ogni minuto a manetta, si riempie del 57% in più del Diesel. Secondo te quale consuma di più ??

    un bimbo delle elementari lo sa o lo capisce!! tu lo sai ?? lo capisci ?? Vai a studiare che è meglio …..”

    non so se te ne sei accorto ma hai scambiato un motore a quattro tempi con uno a due tempi perchè hai detto che si riempe di carburante ogni giro, quando un motore a quattro tempi si riempie ogni DUE giri (ASPIRAZIONE compressione scoppio/espansione e scarico) e tu saresti quello che conosce bene i motori a due tempi? IL TUO DI COMMENTO PARLA DA SOLO, e hai pure il coraggio di dare degli ignoranti agli altri… un consiglio, vacci tu a studiare e mi raccomando, riparti dall’asilo perchè mio figlio di cinque anni queste cose le sa già….
    andiamo avanti:

    -“per anonimo:
    le tue affermazioni si commentano da sole ….. Piero ha perfettamente ragione …… e Flaviano pure ….. in più in quanto a costi, siccome vi masturbate smanettando sulle centraline ……. non avete mai considerato il valore residuo di un benzina e di un diesel a pari età e percorrenza. Questo fa la differenza sui costi di una vettura il resto è poesia ……. e considerando anche questo il benzina è assolutamente perdente, perchè vale molto meno e perchè ci vuole molto più tempo per venderla ……. se avete sbagliato a comperare la macchina, è un problema vostro.

    – a parte che il valore residuo di un auto è direttamente proporzionale al costo iniziale, al massimo puoi dire che un benzina è più difficile da vendere, (a causa appunto dell’ignoranza dilagante della gente…) ma se un benzina vale di meno è semplicemente perchè lo hai pagato di meno… e poi dove sta scritto che uno si deve comprare l’auto con l’intento di rivenderla? coi tempi che corrono la gente invece fa proprio di tutto per farla durare una cavolo di auto, senza contare che , appunto, se compri un diesel, se proprio vuoi riuscire a raggiungere il punto di pareggio ci devi fare un mare di chilometri, e quindi tenerla per molto tempo.

    _” ……. se avete sbagliato a comperare la macchina, è un problema vostro.

    – guarda franco, io non ho sbagliato proprio niente… ho 135000 km all’attivo e non ho cambiato una vite, ci faccio medie di consumo incredibili e mi diverto da matti, e oltre ad avere RISPARMIO rispetto al 2.2 diesel, (per motivi di cui mi sono rotto le palle di dire ancora), non ho avuto i problemi che, ad esempio ha avuto il ragazzo che lavora all’officina honda: rottura del volano bimassa e rottura turbo…

    -“Le automobili sono una cosa seria ….. molto seria …… vai a studiare anche tu, che faresti bene ……. e magari dichiara anche chi sei come facciamo tutti.

    appunto, le automobili sono una cosa seria, allora evitiamo di scrivere scemenze e disorientare la gente, anche perchè se qualcuno ha un dubbio e digita su google “comprare automobile diesel o benzina” la prima cosa che appare nel motore di ricerca è proprio questo blog, e non mi sembra proprio il caso quindi di DISINFORMARE le persone, soprattutto per chi fa pochi km in città incentivando oltretutto l’inquinamento maggiore che determinano…
    mi raccomando, sempre e comunque senza offesa e senza rancore, ciao a tutti.

  405. walter Says:

    i migliori motori endotermici sono quelli che fanno oltre 20km litro sia benzina che diesel il resto e. tecnologia ottocentesca

  406. Flaviano Says:

    walter, secondo te se un’auto non fa 20 al litro è tecnologia ottocentesca, quindi anche la supertecnologica nissan gtr, che fa 8,4 al litro è tecnologia ottocentesca, io credo che faresti meglio a specificare, prima che qualcuno ti salti addosso dicendoti di andare a studiare, dovresti specificare quale categoria di auto dovrebbe fare 20 al litro.

  407. angler74 Says:

    walter non ha tutti i torti, il motore a scoppio è tecnologia ottocentesca, fino ad oggi ci sono state continue evoluzioni e affinamenti ma il concetto è quello di oltre un secolo fa, anche quello della nissan gtr… la vera innovazione sono stati i motori ibridi e quelli a idrogeno… i motori ibridi sono gli unici endotermici che garantiscono veramente percorrenze oltre i venti al litro, soprattutto in città e sono la vera e unica scelta per chi vuole risparmiare sul serio.

  408. Piero Says:

    Dopo un po’ di tempo ho il tempo di rispondere. Innanzitutto ci tengo a precisare che ognuno ha il proprio pensiero e non c’è bisogno di offendersi.. Nessuno è ignorante e nessuno è un genio in materia.
    Visto che l’autore ha seguito un ordine, lo farò anche io.
    1- Prezzo, costa di più perché un diesel é fatto per durare (difetti a parte), il motore diesel al contrario di come si pensa é relativamente più semplice, e ha meno componenti!!!
    Non ha la candela per l’accensione del carburante!!!

    2-Tagliandi- i motori benzina hanno un range di giri superiore a quello diesel, ne consegue che l’olio lavora diversamente, e quindi va cambiato più spesso. Complessivamente hanno gli stessi intervalli. I benzina devono cambiare candela e per quelli più vecchi spinterogeno, e punte platinate… Bella seccatura!

    3- costi di riparazione —> più pezzi, prezzo più alto. Facile.

    4- come durata mi sento di dire che dipende dall’utilizzo, mio padre ha una golf II serie dell’84 con 520.000km (1.3 a benzina) e ci sono amici con vecchie diesel che hanno superato anche i 750.000 km. Ma dipende sempre dall’utilizzo.

    5-il confort… Il confort… Questo punto non ci dovrebbe essere neanche. Se saliamo a bordo di un BMW 530d, sentiamo il motore? È una berlina di lusso, confort ottimo. Se poi saliamo sulla mia astra h 1.7 101cv ( denominato il trattorino) lo sentiamo eccome, ma secondo me, a parità di cilindrata, ormai il confort/rumore é uguale.

    6-“quello che non c’è non si può rompere”. Devo aggiungere qualcosa??

    7- consumi, a parità di cilindrata, motore, e auto, un diesel consuma meno, non c’è storia.

    8-il diesel costa meno. Non lo dico io ma le insegne dei distributori. A meno che non viviate in America.

    9-stesso inquinamento

    10-conversione a gas. Uno dei pochi punti che sono d’accordo con l’autore del post. attualmente costoso, non vantaggioso e anche pericoloso.

    Grazie per coloro che leggeranno tutto :) é sempre bello condividere la propria conoscenza e se sbaglio, non esitate a scrivere, sono un motorista in Marina e ho imparato tante cose, ma sono sempre umile, se sbaglio, lo ammetto.

  409. angler74 Says:

    per la cronaca, questa è la media che riesco a fare con un 1.8 benzina da 140 cv…

    circa 100 km tra statale e città con traffico leggero, l’auto deve essere tagliandata tra circa un mese quindi filtri sporchi e prestazioni nn proprio al top…

  410. angler74 Says:

  411. angler74 Says:

    [IMG]http://i.imgur.com/qxvVtr2.jpg[/IMG]

  412. angler74 Says:

    http://imgur.com/qxvVtr2

  413. angler74 Says:

    scusate ho fatto un casino coi link, non riesco a mettere la foto, cmq mi sembra che il penultimo funzioni a dovere, date un occhiata e commentate… e non cominciate adire fake, foto truccata ecc perchè è tutto vero e dimostrabile, anzi, vi dico pure che sono arrivato a 4,3 litri per 100 km, da viterbo a civitavecchia, con la strada pressochè deserta e la macchina appena tagliandata, ma ho perso la foto, se rifaccio quella strada in condizioni ottimali rifaccio la foto….

  414. mauro Says:

    Sì Angle facendo prima seconda terza quarta e quinta in meno di 5 secondi :D

  415. mauro Says:

    cominci a schiacciare ti fa i 10 con un litro. ho provato una Renault 1.6 benzina 110 cavalli e mi faceva 12 con un litro in città andatura normale. vedi un po tu.

  416. angler74 Says:

    piero piero… lo sai qual è il punto della questione? che quando si parla di un argomento delicato come questo bisogna avere alle spalle prove e dimostrazioni reali, io sono una persona umile quanto te e ti dico che tutto quello che ho scritto fino ad ora nn è altro che la raccolta di documentazioni scritte e dimostrabili raccolte dalla mia esperienza, dalle testimonianze di amici e conoscenti e dai numerosi siti web specializzati. se parliamo per gusti personali o peggio per sentito dire si cade nella trappola di enfatizzare una cosa solo perchè tutti la fanno o perchè tutti la possiedono e nel 99% dei casi si cade in errore.
    un parere personale può essere preferire un colore ad un altro, uno stile di guida particolare, un suono del motore ad un altro ecc, ma quando entrano in gioco calcoli matematici, fisica, numeri di percorrenza, consumi, costi ecc applicati alla realtà non si può negare l’evidenza, è questa la differenza tra “soggettivo” ed “oggettivo”, detto questo ti rispondo con ordine quotando quello che hai scritto tu:

    “1- Prezzo, costa di più perché un diesel é fatto per durare (difetti a parte), il motore diesel al contrario di come si pensa é relativamente più semplice, e ha meno componenti!!!
    Non ha la candela per l’accensione del carburante!!!

    -senti piero, con tutto il rispetto ma qui veramente non so se stai scherzando o se hai bevuto un goccio di troppo, ma hai mai sentito parlare per caso di turbo, geometria variabile, volano bimassa, valvola egr, intercooler, candelette, filtro antiparticolato e tante altre cose che adesso nn ti sto ad elencare? lo sai che un benzina aspirato non ha nemmeno uno di questi componenti?
    mi devi proprio spiegare come fai ad affermare che un diesel è più semplice ed ha meno componenti, cioè, ma veramente, stai scherzando?
    poi, un diesel è fatto per durare… parli dei vecchi aspirati con pompa rotativa o dei moderni common rail?
    se sono fatti per durare allora perchè il web è pieno di lamentele di rotture, proprio dei componenti che ti ho elencato prima, anche prima di 50 60 mila km?
    i diesel costano di più per i componenti maggiori, e per il fatto che essendo comunque i più venduti, sono oggetto di SPECULAZIONE…

    “2-Tagliandi- i motori benzina hanno un range di giri superiore a quello diesel, ne consegue che l’olio lavora diversamente, e quindi va cambiato più spesso. Complessivamente hanno gli stessi intervalli. I benzina devono cambiare candela e per quelli più vecchi spinterogeno, e punte platinate… Bella seccatura!

    _i giri del motore nn c’entrano proprio niente con il cambio d’olio, dura meno nei diesel, perchè deve andare a lubrificare turbo e aggeggi vari che già ti ho elencato, se vedi gli intervalli di manutenzione delle varie marche la maggior parte richiede, appunto, tagliandi più frequenti per i diesel, in genere 30000 contro 20000 km… senza contare che un modello diesel richiede circa uno due litri in più dello stesso modello a benzina. se ti fai un giro per il web vederai che tante persone, per evitare guai, accorcia i tempi di manutenzione anche di diecimila km, vai a vedere se non ci credi, avete sto maledetto internet, avete voluto la tecnologia, e sfruttatela per la miseria, non usate internet solo per stare tutto il giorno su facebook!
    spinterogeno? punitne platinate? qui ripeto x l’ennesima volta, si parla di MOTORI MODERNI!

    3- costi di riparazione —> più pezzi, prezzo più alto. Facile.

    – qui ti ho già risposto al punto 1, più pezzi per i diesel più costi di riparazione…

    4- come durata mi sento di dire che dipende dall’utilizzo, mio padre ha una golf II serie dell’84 con 520.000km (1.3 a benzina) e ci sono amici con vecchie diesel che hanno superato anche i 750.000 km. Ma dipende sempre dall’utilizzo.

    – qui posso darti ragione, dipende dall’utilizzo, ma tu affermi cmq che tutti quei km li hai visti fare da vecchi diesel, ripeto ancora, i diesel moderni sono diversi, se ci vuoi fare tanti km devi stare molto attento e avere mille accortezze, e tante persone nonostante ciò non riescono a evitare rogne, fonte sempre il web e i blog specializzati…

    5-il confort… Il confort… Questo punto non ci dovrebbe essere neanche. Se saliamo a bordo di un BMW 530d, sentiamo il motore? È una berlina di lusso, confort ottimo. Se poi saliamo sulla mia astra h 1.7 101cv ( denominato il trattorino) lo sentiamo eccome, ma secondo me, a parità di cilindrata, ormai il confort/rumore é uguale.

    – e anche qui ti devo smentire alla grande… se mi parli di diesel a sei otto cilindri allora forse ci siamo, ma non mi venire a dire che a parità di cilindrata il confort e l’acustica è uguale, per favore!!! un mio caro amico ha un bmw 320d e sembra un trattore, dentro sembra di stare a fukushima durante il terremoto, vibra tutto, cruscotto sedili vetri, quando ci salgo dopo dieci minuti mi fa male la testa… salgo sulla mia auto e mi dimentico il motore acceso… poi se andiamo a confrontare le piccole cilindrate, o peggio ad esempio le volkswagen a tre cilindri, le concorrenti a benzina a confronto sembrano spente…
    poi in ogni caso, vuoi mettere il sound di un bel motore a benza contro il rumore di ferraglia di un diesel? vabbè…

    6-”quello che non c’è non si può rompere”. Devo aggiungere qualcosa??

    – già risposto ai punti uno e tre…

    7- consumi, a parità di cilindrata, motore, e auto, un diesel consuma meno, non c’è storia.

    -mai nessuno ha affermato che il diesel consuma di più, consuma meno, di poco, soprattutto in città ma meno, il fatto è che sono altri fattori, come il costo iniziale a vanificare il tutto…

    8-il diesel costa meno. Non lo dico io ma le insegne dei distributori. A meno che non viviate in America.

    -dieci centesimi di meno sono una bazzecola, venti anni fa costava meno della metà, per l’ennesima volta, andate a vedere i calcoli basati su costi, consumi e prezzo alla pompa che ho fatto io… senza contare tutte le accise che sul gasolio sono a dir poco doppie rispetto alla benzina, messe dallo stato dopo la “moda” e la diffusione del diesel

    9-stesso inquinamento

    – guarda, non ti offendere ma da questa affermazione si capisce con quanta superficialità affrontate questo argomento, non mi ci spreco neanche a rispondere perchè mi sono stufato, dico solo di andare su google e digitare le seguenti parole chiave:
    polveri sottili, truffa filtro antiparticolato, inquinamento motori diesel… tutto il mondo smentisce questa tua affermazione, medici, ingegneri, professori, oncologi, meccanici, giornalisti, ecc.

    10-conversione a gas. Uno dei pochi punti che sono d’accordo con l’autore del post. attualmente costoso, non vantaggioso e anche pericoloso.

    – da cosa deduci che una conversione a gas non sia vantaggiosa? la fonte? i calcoli dove sono? a parte che adesso le case automobilistiche te la danno compresa nel prezzo e con gli incentivi, e poi poco più di mille euro per un carburante che costa meno della metà del gasolio? non ho calcoli alla mano ma dire che non è vantaggioso è alquanto azzardato.

  417. angler74 Says:

    mauro, la mia non è una renault 1.6 ma una civic vtec con fasatura variabile, riconosciuto in tutto il mondo come uno dei più parsimoniosi e migliori motori benzina di sempre… quel tragitto l’ho fatto ad una media di 80 90 kmh con punte di 100 kmh, se affondi il gas anche i consumi di un diesel crescono e di tanto, come sempre, ripeto, vatti a vedere le prove su strada e i pareri dei siti web specializzati, e soprattutto, vatti a vedere che c’ègente che nemmeno coi diesel 1.4 da 80 90 cavalli riesce a fare quelle medie, poi parla pure…

  418. walter Says:

    x flaviano
    tecnologia ottocentesca intendo 4 pistoni che vanno su e giù la tecnologia moderna parlo di elettronica va benissimo ma la sua durata e pari alla garanzia . i costruttori di automobili hanno sempre tralasciato i consumi poche auto superano i 20 km litro le tecnologie in questo campo ci sono e costano meno di un telefonino sono disponibili anche per l’installazione fai da te

    ultima tecnologia che ho sperimentato non su un motore stradale ma su un generatore elettrogeno con un sistema che scinde il carburante petrolifero ottenendo un gas amalgamandolo con gas ricavato dall’acqua (oxydrogeno) se applicato ai motori di automobili è possibile superare i 40 km litro attenzione parlo di oxydrogeno autoprodotto on demand a costo zero
    tecnologia difficile da applicare su auto ma possibile se fatta dal costruttore
    forse penserete alla solita barzelletta per dimenticare i problemi che sta creando questo governo ma posso dimostrarlo fisicamente

  419. angler74 Says:

    ciao walter, le tecnologie per ridurre i consumi ci sono ma vengono boicottate, guarda ad esempio cosa è successo col tubo tucker, un dispositivo che funzionava ed era anche economico, io mi sono documentato e mi sono andato a vedere tutta la storia, a quei due che l’hanno brevettato gli hanno fatto passare i guai di pulcinella, complice anche striscia la notizia che li ha guidicati truffatori e gli ha fatto il processo senza passare dal tribunale… adesso addiritura hanno assolto i due e sono riusciti a dimostrare che funziona dopo quasi dieci anni, e striscia non ne parla perchè non vuole far sapere della grande figura di merda che ha fatto… ma nel frattempo il brevetto se l’è preso un altra persona cambiando il nome al dispositivo… quando vai a toccare interessi del genere ti sotterrano, te, la tua famiglia e i tuoi figli… e intanto le vere truffe, come il filtro antiparticolato vengono installate e vendute liberamente…

  420. angler74 Says:

    per mauro, ti mostro alcuni dati presi dal sito “al volante”
    prova su strada
    opel meriva 1.7 cdti 110cv ciclo urbano 13,7 km con un litro, quindi ti sembrano pochi 12 al litro per un 1.6 benzina renault di vecchia concezione? il problema è sempre quello, prima di parlare andate a documentarvi…
    ancora, golf 1.6 tdi 105 cv ciclo urbano 15,9 kml e la casa dichiara 21,7… statale rilevato 21.3 e la casa dichiara addirittura 30,3… questo a prova che i consumi delle diesel sono i più falsati in assoluto, e guarda caso sulla golf, l’auto più venduta al mondo…
    a prova di questo vi metto i consumi reali e dichiarati di un modello benzina:
    peugeot 208 1.6 thp gti 200cv, citta reale 11,8 l dichiarato 12,2l, statale reale 15,9l dichiarato 21,3, medio reale 13,9l dichiarato 16,9l… e stiamo parlando di una 200 cv con 275nm a 1750 giri…
    e poi venitemi a dire che i benzina nel frattempo non si sono evoluti…

  421. angler74 Says:

    piccola aggiunta, un auto diesel con cavalli e prestazioni simili (a parte la coppia giustamente) alla 208 thp:
    mercedes slk 250 cdi 204 cv (una slk diesel? aaaaarrrggghhh!!!!!)…
    consumi rilevati, urbano 13,2l extraurbano 17,2l medio15,6l….
    differenze irrisorie rispetto alla 208… io tutto sto 35 40 addirittura 50% di consumo minore che dite voi proprio non lo vedo… mah…

  422. Flaviano Says:

    walter, concordo che le ibride siano tecnologie nuove, ma anche se parli di ibride devi specificare, la ferrari la ferrari è ibrida, ma non fa 20 al litro, lo stesso la lamborghini veneno, consumano moooolto di più, se intendi auto come honda insight o toyota prius allora ti do ragione, ma non tutte le ibride fanno più di 20 al litro.

  423. angler74 Says:

    ciao flaviano, sono io che ho parlato di ibride, era sottinteso che intendevo auto come la prius la auris e la insight, qui si stanno dando del consigli a persone “comuni” come si può tirare in ballo auto da 300mila e passa euro… poi è normale che auto con simili prestazioni nn facciano i 20 al litro, certamente ne fanno di più di un motore non ausiliato dall’elettrico ma non i venti e passa, è normale!

  424. walter Says:

    di accessori per ridurre i consumi come Tucker ce ne sono molti li conosco il loro funzionamento ti posso garantire che funzionano ma non come dicono i venditori ci vogliono strumentazioni adeguate per vederne i risultati e non sempre il gioco vale la candela rendere un motore ibrido o addizionato con oxydrogeno attualmente è l’unico sistema veramente economico e efficace per la sua installazione non servono autorizzazioni dei petrolieri o dei Marchionne di turno
    l’altro dispositivo descritto nel post precedente sicuramente è brevettabile ma se la scoperta viene messa a disposizione di tutti gratuitamente può benificiarne l’umanità e chi la produce
    se i petrolieri pensano di aumentare il petrolio in Italia sono pronte installazioni per produrre olio vegetale da alghe o prodotti simili alla benzina ricavati dalla paglia basta la volontà politica

  425. angler74 Says:

    walter, se hai la possibilità di poter brevettare una scoperta del genere cosa stai aspettando? ci faresti un favore di niente, figurati! un consiglio, se stai cercando gloria e consensi hai sbagliato posto, in questo blog è pieno di gente con gli occhi e le orecchie tappate di mortadella, che non sanno neanche usare una calcolatrice per fare due più due… con la mente plagiata dalle mode e dalle dicerie, figurati se ti danno retta per una cosa del genere…

  426. Girolamo Says:

    Ho letto tutti i commenti di questo blog, con la pazienza di quasi sessantenne che mi ritrovo. Ho ben 41 anni di esperienza con auto e camion, facevo il camionista fino a pochi annifa, e ora mi ritrovo con una, a mio parere fenomenale, opel astra 2.0 turbodiesel da 165 cv, e devo dire che ha più ripresa della audi tt 1.8 di mio figlio. Inoltre spendo meno di mio figlio per la manutenzione, e consumo praticamente la metà, quindi credo che le auto diesel siano veramente meno dispendiose, anche molti di voi, simpatizzanti dei benzina sostenete il contrario.

  427. angler74 Says:

    eccone un altro… ti rispetto per la tua età e non voglio offendere nessuno, però siete proprio de coccio è!!! ma che confronti mi fai, un audi tt di quindici anni fa con un opel astra attuale strapompata?
    scusa girolamo, hai scritto che hai letto tutti i commenti ma ho paura che ti sei perso qualcosa, i confronti vanno fatti con auto attuali e con le stesse categorie, stesse potenze ed allestimenti, è inutile stare a dire consumi di qua, manutenzione di là senza dati alla mano, ho scritto mille volte che è solo la matematica ad aver ragione ed ho messo tanto di calcoli matematici e dati reali, ma vi costa tanto prendere una stramaledetta calcolatrice e fare due calcoli con i consumi delle prove su strada, prezzi del veicolo, assicurazione, tagliandi, costo del carburante, consumo freni gomme e tutto il resto? le auto diesel sono FORSE e ripeto F-O-R-S-E! con lunghissime percorrenze annuali chiuso il discorso, la matematica non è un opinione e i calcoli dicono questo, è inutile stare a parlare di chiacchiere senza una base e un confronto diretto, PUNTO! e i mezzi pesanti che hai guidato fino adesso lasaciali stare perchè nn hanno niente da che confrontare…
    io non sono un simpatizzante del benzina, anche se SOGGETTIVAMENTE lo preferisco, ma semplicemente l’ho scelto soprattutto perchè a calcoli fatti il diesel non mi conveniva punto!

  428. mauro Says:

    Angler te non sei un simpatizzante.. sei solo fanboy come l’autore del post:D

  429. angler74 Says:

    mauro, visto che tu sei così bravo e preparato allora perchè non mi fa un bel post con calcoli matematici e dati reali e mi dimostri con i fatti quello che vui dire invece di chiacchierare a vanvera?

  430. angler74 Says:

    il bello è che tu hai un auto che neanche c’entra col discorso del blog, quindi dovresti proprio stare zitto… i fanboy, ti ricordo cmq, ke sono quelli che seguono la moda e hanno una cosa solo perchè ce l’hanno tutti, hai sbagliato proprio definizione… ciao

  431. angler74 Says:

    faccio un copia incolla dei miei calcoli matematici che ho fatto tempo fa, visto che la maggior parte di voi entra nel blog, legge il titolo e spara fesserie senza leggere la discussione, vi rinfresco la memoria:

    “”volkswagen golf
    1.2 tsi 5p trendline 77kw €18809
    1.6tdi 5p trendline 77kw € 21609
    differenza di prezzo da colmare 2800 euro (!)
    consumi .12 tsi sul misto, 4,9l/100km
    consumi 1.6tdi sul misto 3,8l/100km
    adesso ipotizziamo una percorrenza di 20000 km annui, quanto si spende per entrambi i modelli in carburante?
    prezzi carburanti: benzina €/l 1.794 diesel €/l 1.716, quindi:
    golf benzina 20000km:100km= 200×4,9=980 litri x1.794=1758€
    golf diesel 20000km:100km=200×3,8=760litri x 1,716=1304€
    quindi, risparmio sul carburante del modello diesel, 1758€-1304€= 454€ all’anno. adesso, per colmare la differenza di prezzo iniziale: 2800€:454€= circa 6 anni e tre mesi….
    passiamo a fiat punto:
    1.2 5p street 51kw €13106
    13 mjt 5p street 55kw € 15123
    differenza di prezzo 2017€
    consumi 1.2 benzina sul misto 5.4l/100km
    consumi 1.3 diesel sul misto 4.2l/100km
    percorrenza 20000 km annui, spesa per il carburante:
    punto benza 20000km:100km=200×5,4=1080litrix1,794=1937€
    punto diesel 20000km:100=200×4,2litri=840 litri x1,716=1441€
    adesso, risparmio sul carburante del diesel, 1937€-1441€=496€
    per colmare la differenza di prezzo, 2017€:496€= circa quattro anni e due mesi….
    se teniamo conto che questi sono modeli che hanno una differenza di prezzo anche piuttosto bassa, alcune auto, come i bmw hanno tra diesel e benzina anche più di tremila euro si deduce che i tempi per andare in attivo sono ancora più lunghi.
    considerate poi che questi calcoli sono basati solo sul risparmio di carburante e spesa iniziale, se teniamo conto che i modelli diesel costano più di assicurazione, più in manutenzione, tagliandi più costosi e in certi casi più frequenti, consumano di più i pneumatici, anche il 30 40% per la maggiore coppia che tende a far slittare le ruote in trazione…. ne potrei trovare mille di motivi per sconsigliare l’acquisto di auto diesel, altro che dieci…. e i tempi di recupero della spoesa iniziale si allungano ancora di più, praticamente passano anche sei o sette anni senza mai andare in attivo col risparmio…
    le fonti dei miei calcoli sono per i prezzi, modelli e consumi dichiarati il sito di quattroruote, per i prezzi carburanti il sito eni, volevo precisare una cosa su i dati di consumo, sicuramente i dati dichiarati non sono quelli reali su strada, ma quello ke conta è che per tutte e due le motorizzazioni sono prese con gli stessi parametri quindi la differenza di consumo è attendibile al 100%
    considerazione finale: toglietevi i paraocchi e ragionate con la vostra testa e non con quella della massa, evitate le psicosi collettive e valutate sempre le vostre scelte con coerenza, a presto.””

    se proprio vi fa fatica ad usare una calcolatrice vi faccio su richiesta confronti con qualsiasi modello di auto…

    Adesso x favore, evitate di entrare e scrivere cose come al solito del tipo “si, ma consumano meno”, “io con venti euro ci vado là, ci torno qua, vado sulla luna ecc” oppure “la suocera del mio amico dal parruchiere ha sentito dal cugino del proprietario della sala slot che il diesel è meglio”, questi calcoli parlano chiaro, voglio risposte serie!

  432. Girolamo Says:

    Io sono simpatizzante del rendimento, forse fino a 5 anni fa potevo dire di poter preferire i motori a benzina, ma quando poi ho visto che mio fratello mi faceva mangiare la polvere con il suo 1.3 turbodiesel da 90 cv, pur mantenendo consumi minori, allora ho cambiato sponda, io avevo una volkswagen golf 6 1.6 da 102 cv, e lui mi stava dietro praticamente senza problemi, e visto che siamo fratelli ci siamo scambiati le macchine per un giro di prova, la differenza fra le 2 era che la mia 1.6 mi apiccicava al sedile solo in prima, quando lasciavo la frizione e andavo a tavoletta, la sua 1.3 mi teneva appiccicato al sedile praticamente sempre, non mi dimenticherò mai il momento in cui sono stato costretto a ricredermi sui diesel, che, come te, non amavo, a parte il fatto che andavano lenti c’era anche il fatto che se si voleva un’auto che spingeva bisognava puntare minimo a un 1.9, mentre ora un 1.3 td spinge quanto un 1.6 benzina, fatto con lo stesso obbiettivo di un diesel, ovvero risparmiare sui consumi, la differenza è che io con la mia golf facevo una media di 15 al litro, lui con la sua grande punto faceva una media di 19 al litro. Magari poi penserai che visto che sono vecchio non me ne intendo quanto un giovanotto di oggi, ma lascia che ti dica che i vecchi che come me facevano i camionisti, i motori li conoscevano, e io a differenza di altri miei colleghi, mi sono tenuto informato, mi vado a vedere le prove di varie auto su internet, e sono rari i casi in cui le diesel consumino più delle benzina, a parità di scheda tecnica, pur avento praticamente le stesse prestazioni consumano meno le diesel delle benzina, non serve un giovanotto per capirlo. Comunque, se dici che la mia astra è pompata allora non hai mai visto la 2.0 cdti biturbo da 195 cv, quella sta quasi dietro alla vw golf gti, che ha 210 cv, non la supera perchè la golf ha 15 cv in più, ed è fatta per spingere, ma in prima e seconda l’astra se la mangia. Parlando di ripresa, il tusbo lag che c’era nelle diesel del 2006-2007, nella mia astra non c’è, già da 1200 giri in sesta posso dire di avere più ripresa di un benzina di pari cilindrata, data la maggior coppia sotto il cofano, e non lo dico solo io, ma anche chi ce l’ha.

  433. Flaviano Says:

    Girolamo, non pensavo che l’astra 2.0 biturbo stesse dietro la golf r, nemmeno in prima e seconda, voglio dire…sapevo che sono ad armi pari nella ripresa, ma non nell’accelerazione. Però devo dirti che il motore della tua vecchia golf 6 1.6 non è proprio nuovissimo, anche se con l’uscita della golf 6 è stato aggiornato, però è anche vero che il motore che monta la grande punto di tuo fratello è un 1.3 che non renda al massimo, anche perchè la fiat non costruisce dei motori fatti per rendere veramente, quei motori li fanno la opel e la isuzu. Cmq l’astra 2.0 165 cv è stata una scelta che avrei approvato a chiunque, e siccome conosco bene quel motore, posso dirti una cosa che forse non sai, ovvero che, non essendo biturbo, il turbo lag c’è sempre, ma non si vede perchè la turbina gira sin dai 1.250 giri, dando già oltre metà della coppia, ecco perchè la tua ripresa è pari a quella di un benzina. Ho avuto l’onore di vederla dal vivo, e credo che quel turbodiesel non ha niente da invidiare a nessuno, ma resta cmq la pecca di cui si parla comunemente, la manutenzione. L’audi tt di tuo figlio ha un motore ottimo, ma non è il massimo come affidabilità, e la casa richiede più manutenzione, io personalmente non mi fido molto dei motori fsi, tsi e tfsi, non li ritengo motori votati al risparmio, perchè cmq hanno bisogno di molte accortezze. Angler ha fatto una scelta rispettabile, ha preso un 1.8 v-tec, quelli sono motori che tendono a durare, e secondo me sono l’orgoglio dei motori a benzina, e pur essendo spinti mantengono consumi accettabili.

  434. angler74 Says:

    girolamo su questo che hai detto non ci piove, e sai perchè? perchè stai parlando di pareri soggettivi… tu preferisci la spinta di un diesel, altri preferiscono l’allungo, la fluidità e le caratteristiche di un benzina… a parte che se leggi alcuni dati su strada che ho riportato io vedrai che ad esempio la peugeot 208 thp 1.6 ha prestazioni che un 1.4 1.6 diesel se le sogna ed ha consumi contenutissimi, o se prendi la mia civic, con un motore da 140 cv e come vedi dalla foto che ho messo, tocco i 20 km al litro, quindi l’evoluzione dei benzina è andato di pari passo con i diesel… e cmq il discorso del blog parla di effettiva convenienza e non se consuma meno un diesel o un benzina e qui vengono fuori discorsi oggettivi che nulla hanno a che vedere con le preferenze… ho rimesso i miei calcoli che avevo tempo fa, dagli un occhiata…

  435. angler74 Says:

    ti dico un altra cosa, io ho fatto il meccanico per quattro anni in un officina specializzata e ne ho viste veramente di tutti i colori… una volta un tizio con una golf (quattro anni e 60000 km….) aveva la chiocciola del turbo letteralmente aperta e i pezzi della girante erano finiti da tutte le parti, anche nel motore, un danno assurdo… tantissimi guasti e problemi, volani bimassa, valvole egr, debimetri, poi non ti dico col fap dpf, un calvario… auto a benzina mi ricordo qualche bobina e qualche cavo sostituito, il più grave è stato una fiesta zetec del 99 con 140000 km che aveva bruciato la guarnizione della testata per un problema al circuito di raffreddamento, ma per il resto oltre a manutenzione ordinaria nulla di rilevante…e i tagliandi che facevamo costavano anche IL DOPPIO su un modello diesel… non ti offendere, non mi permetterei mai, ma ho l’impressione che forse sei rimasto un pò indietro coi tempi, i diesel di cui parli tu nn ci sono da un bel pezzo, quelli prestanti e performanti di cui parli oggi non sono per niente affidabili, oltre che convenire poco se non nulla, anzi….

  436. angler74 Says:

    x flaviano…. girolamo ha detto che l’astra biturbo sta dietro al golf gti non al golf r, la golf r ha 270 cv,la vedo alquanto improbabile… e cmq ricadiamo sempre sullo stesso discorso, 2.0 diesel biturbo con accrocchi e diavolerie varie contro un 2.0 benzina semplice e con geometria fissa, e neanche lo supera….

  437. Flaviano Says:

    Sorry avevo letto male, cmq si è vero la golf gti da 210 cv non ha la stessa ripresa dell’astra biturbo, e cmq angler, tu stai dicendo che un’auto come l’astra, fatta per consumare poco e fare tanti chilometri, non è veloce quanto un’auto come la golf gti, fatta per correre e non per consumare poco e durare, mi pare alquanto scontato, però l’astra biturbo non ha la stessa spinta della golf gti in prima e seconda, i video lo dimostrano, la golf gti fa 6,2 secondi da 0 a 100, contro i 7,7 secondi dell’astra biturbo, ma come ho detto, non mi fido dei motori tsi, sono motori a tradimento, mi fiderei più dei motori sidi, i motori tsi e simili sono spinti al limite e hanno poca affidabilità. I diesel per quanto “nuovi” possano essere, mantengono sempre il loro nome di motori che durano, me lo ha dimostrato qualche giorno fa il padre di un amico, con la sua corsa c 1.3 cdti da 70 cv ha fatto quasi 700000 km, e non fa nessun rumore strano, nessuna perdita di prestazioni, non ha nessun problema di quelli che dici tu (volano bimassa, turbina, valvola egr, ecc.) e ha quell’auto da quando è uscita, e in tutti questi anni ci ha girato l’europa, ho visto persone che cambavano un’auto ogni 6 mesi perchè dava problemi, e guarda caso erano tutte benzina, e ora vedo le stesse persone con una fiat grande punto 1.3 mjt da almeno 3 anni, oppure con una renault megane 1.5 dci, e per quanto le renault siano inaffidabili, sono più affidabili di quei modelli a benzina che ho visto solo per 6 mesi, uno di questi è lo zio di un amico mio, che non se nen intende di motori, e dice che è meglio il diesel e non sa perchè, però ha buttato l’ultima auto a 110000 chilometri, perchè aveva sempre problemi,una volta alla distribuzione, una volta alle valvole, una volta ala guarnizione della testata, e il uo meccanico, che è lo stesso dove vado io, ha chiaramente detto che le auto a benzina non sono l’ideale per le strade di montagna, ma sono fatte per la città e per i percorsi facili, perchè i motori benzina non possono sopportare gli sforzi dei diesel, in quanto hanno regimi di rotazione più elevati, e avendo meno coppia bisogna stare quasi sempre a tavoletta per farli andare, e che per avere lo stesso rendimento di un 1.3 turbodiesel servirebbe minimo un 1.8 benzina, e non lo dico solo io, lo dice diversa gente, lo dice un mio cugino che lavora alla opel, e lo dice anche il meccanico della opel vicino dove sto io, che ha imparato tutto da mio nonno, che di motori ne sapeva una più del diavolo. Cmq, io ho visto cosa c’è sotto i motori diesel, e non c’è nulla di particolare, e nemmeno nei motori a benzina, ma i fatti parlano chiaro, i motori a benzina non sono adatti a tutte le condizioni, se c’è caldo rischiano di fondere e se c’è freddo rendono poco, infatti i fuoristrada da off road sono diesel, vatti a vedere i video dei nissan patrol gr, e dimmi se non sono delle rocce i motori diesel. Il proprirtario di una pizzeria vicino casa mia ha un nissan patrol gr 2.8 td con quasi 450 mila chilometri, e corre come un matto quando passa davanti casa mia, lo tira sempre al limite, ma non gli ho mai sentito dire “ho fuso la turbina” oppure “ho fuso la testata” o cose del genere, tutte queste cose le ho sentite dai proprietari di auto a benzina, ma poi siete tutti liberi di pensare quello che volete, io mi sto fasando su quello che ho visto, e non su quello che mi hanno detto.

  438. Girolamo Says:

    Angler, l’allungo ce l’hanno i diesel non i benzina, e poi se mi vieni a parlare di peugeot 208 vuol dire che non ti è chiaro il concetto di motori inaffidabili, e poi con la mia astra ho sfiorato i 21 al litro, mantenendo i 110 costanti, e parlando di convenienza, credo che Flaviano abbia colto nel segno, le auto a benzina non sono le ideali per tutti i percorsi, nemmeno quelle moderne, io le benzina le vedo buone in città e nelle strade pianeggianti e tranquille, e non nelle ripide salite tutte curve delle strade di montagna, ci credo che poi danno un mare di problemi, quindi non è come dici tu, che le diesel FORSE convengono, ma convengono in parecchi casi, l’Italia non è tutta città e strade tranquille, ci sono parecchi paesini di montagna con strade difficili, e ne so qualcosa, e poi l’italia non è tutta piena di modaioli, ci sono quelli che ne capiscono, e non tutti quelli che ne capiscono guidano un’auto a benzina. La grande punto che ha mio fratello, anche se percorre gran parte dei chilometri in città, non ha poi tutti questi problemi di cui tanto si parla, e non è nuovissima, ha 270 mila chilometri, tutti macinati in città, lui la macchina l’ha presa usata che aveva 150 mila chilometri, giusto gli ultimi li ha fatti un po anche fuori città e in montagna, e la macchina ha fatto i tagliandi e le revisioni regolarmente, ma non ha mai presentato rotture del turbo o intasamento dei condotti, nemmeno problemi al debimetro o alla valvola egr, mai cambiati gli iniettori, solo puliti, fap cambiato regolarmente, filtro del carbirante perfetto, volano bimassa pratricamente come nuovo, l’unico problema che ha avuto è stato che ieri sera è rimasto senza l’acqua per i tergicristalli, ma mai un altro problema, quindi tutti qei problemi che hai elencato sono dati dal pezzo difettoso (che non hanno solo i diesel) o da come viene guidata l’auto (non sono solo quelli che hanno un diesel a non saper guidare).

  439. angler74 Says:

    ciao girloamo, non so come fai a dire che l’allungo ce l’hanno i diesel… coppia a 1200 1500 giri e poi vuoto assoluto e massimo 4500 giri, un motore aspirato benzina arriva anche a 8000 9000 giri (guarda i vtec…) e coppia crescente e costante durante tutto l’arco dei giri… apprezzo tutto il resto di quello che hai detto ma questa dell’allungo, con tutto il rispetto, te la potevi risparmiare. il tuo discorso cmq va bene, è vero anche però che se parliamo di esperienze personali ognuno ha esperienze diverse da raccontare, ma quello che fa numero sono le casistiche! ripeto, se vedi il panorama globale i casi di rottura problemi e rogne varie nei diesel è una realtà tangibile e non si può negare solo perchè a te non è successo, ripeto,la rete è piena di lamentele e paradossalmente riguardano proprio i marchi più blasonati, bmw mercedes audi volkswagen, la grande punto che dici tu ha uno dei motori più affidabili che ci sono… la tua è un’esperienza isolata e personale!
    per quanto riguarda la convenienza o meno, è inutile dire io ci facco i 21 al litro (media che raggiungo anche io con un benzina da 140 cv…) ma contano i calcoli matematici… li ho riscritti, vatteli a vedere e commenta quelli, ciao.

  440. angler74 Says:

    un altra cosa, se è vero come dici tu che l’italia non è piena di modaioli, allora perchè le città sono piene di diesel strapompate, suv da tremila quattromila di cilindrata diesel, per fare al massimo venti km al giorno e sgasare tra le vie del centro? se la gente comprasse diesel per effettiva necessità a quest’ora il gasolio costerebbe LA META’ della benzina e ci sarebbero neppure il 20% del parco auto circolante a gasolio, fidati…

  441. angler74 Says:

    girolamo, tu poi mi dici come faccio ad affermare che FORSE con alte percorrenze i diesel convengono…. guarda, ho riscritto i miei calcoli matematici poco sopra per evitare a chi entra adesso di andarli a cercare, ma sembra che saltate a piedi pari l’argomento per evitare di essere smentiti…girolamo… con la MATEMATICA confermo questa mia affermazione… i calcoli li ho fatti ipotizzando percorrenze di ventimila km l’anno, cifra che la maggior parte della gente neanche in due anni arriva a percorrere… e compra diesel… e ci vogliono ANNI solo per recuperare la differenza di prezzo iniziale, e senza mettere in gioco manutenzione assicurazione, consumo materiali e varie ed eventuali. semplicemente ho preso una comunissima e banalissima CALCOLATRICE DIGITANDO I NUMERINI CHE CI SONO IMPRESSI SUI SUOI TASTINI… cinque, sei sette anni solo per recuperare la spesa iniziale, cifra che raddoppia in caso di percorrenze dimezzate, e senza tenere conto del maggiore costo di manutenzione e assicurazione equivale a MANCATO RISPARMIO…

  442. angler74 Says:

    voglio mettere in pratica quello che dico confrontando i modelli diesel e benzina della tua auto:

    opel astra sidi 1.6 170cv cosmo 26600€, opel astra 2.0 cdti 165cv cosmo 28100€
    consumo medio 1.6 sidi 6,1l/100km, 20cdti 4,9l/100km
    percorrenza ipotizzata 20000 km annui
    adesso, differenza di prezzo da colmare 1500€…
    risparmio sul carburante/consumo:
    prezzi carburante fonte eni, benzina 1,780€ gasolio 1,687€
    cdti 20000km:100=200×4.9=980×1,687=1653€
    sidi 20000kim:100=200×6,1=1220×1,780=2171€
    risparmio sul carburante: 2171€- 1653= 518,6€
    adesso, tempo per colmare la differenza di prezzo:
    1500€:518,6= circa tre anni…
    stavolta metto in ballo manutenzione e costo rca, mettiamo centocinquanta euro all’anno di differenza rca tra 1.6 e 2.0 di cilindrata e una differenza di 100 euro di manutenzione in tagliandi, succede che il risparmio sul carburante da 518,6€ diventa 518-250€=268€ adesso, 1500€ : 268€= circa cinque anni e mezzo… per risparmiare, dopo il sesto 268€ l’anno
    considera una cosa poi, che con la millessei benzina hai prestazioni leggermente migliori, sound piacevole e statisticamente meno rogne, vai a vedere in rete… e considera anche che cmq, sull’astra la differenza di prezzo tra le due motorizzazioni è tra le più basse sul mercato…
    e considera che tra costo tagliandi e rca sono stato molto, ma molto ottimista, ciao.

  443. Girolamo Says:

    Angler, la mia astra non perde come dici tu, da 1200 fino a 4850 giri ha spinta praticamente costante, quindi l’allungo c’è, e sono arrivato a toccare i 245 km/h di gps…benvenuto nella nuova generazione. Poi sono le città quelle piene di modaioli, se vai a cedere gli abitanti dei paesi sperduti, dove la crisi si sente, vai a vedere cosa ti dicono, non di certo che il diesel conviene perchè consuma poco e basta, ti diranno: “le auto a benzina non sono adatte per il lavoro che svolgiamo noi”. Chi ti ha detto che non faccio più di 20000 km l’anno? ne facio una media di 22000, e questo è uno dei tanti motivi per il quale non ho preso la 1.6 sidi, visto che viaggio tanto, e che spesso e volentieri mi ritrovo nella famosa autostrada tedesca, il 1.6 sidi sarebbe stato una limitazione, troppo poco rendimento alle alte velocità, sta di fatto che non ha lo stesso allungo del mio 2.0. Il 1.6 sidi sarà pure più prestazionale, ma a 240 ci arriva prima il mio con 5 cv meno, e per quanto riguarda il prezzo, ho speso 750 euro in più, non 1500, e di assicurazione pago 370 euro in più, solo per i cavalli fiscali, non perchè è diesel, e di bollo pago 5 cv meno, quindi il risparmio sarebbe parecchio, seguento i tuoi calcoli.

  444. angler74 Says:

    il listino di quattroruote da una differenza di prezzo di 1500 euro, sei sicuro di aver confrontato la stessa dotazione? io ho messo la versione cosmo su tutti e due i modelli, almeno che non hai ricevuto qualche sconto extra o l’hai presa a km 0… cmq 370 euro all’anno in più di assicurazione, quasi cancellano il risparmio del consumo e del carburante se vedi bene i miei calcoli, se aggiungiamo il maggior costo dei tagliandi ti ritrovi che neanche le 750 euro di differenza che dici tu riesci a recuperare…
    il risparmio di carburante secondo i miei calcoli ammonta a 518,6 euro l’anno, se ci togli 370 euro di assicurazione ti ritrovi148,6 € l’anno di risparmio e già così sono un pò pochini… per recuperare 750 euro ti ci vogliono cinque anni per andare in attivo, mettiamo quattro e mezzo perchè tu fai 22000 km l’anno, basta però che hai tagliandi superiori anche solo di cento euro (il filtro del gasolio già costa sulle 80 e la tua auto porta se nn sbaglio 2 litri in più di olio) ed ecco che il risparmio va a farsi benedire caro girolamo, e ci sono anche altri fattori che portano spese superiori, come il maggior consumo delle gomme dato dalla notevole coppia…
    tutto questo poi se ti dice bene sull’affidabilità… basta che ti trovi un problema al turbo (un duemila diesel con 165cv a geometria variabile è molto a rischio…) o ad altre diavolerie di cui è dotata e andiamo nuovamente in passivo per altri anni… bò, io continuo a non vedere proprio per niente tutto questo risparmio, almeno che nella nuova generazione che dici tu anche la matematica è diventata un’opinione…

  445. angler74 Says:

    il discorso dell’assicurazione poi è proprio il punto chiave di tutto il discorso, per avere prestazioni uguali o simili un diesel deve avere una maggior cilindrata… 2000 contro 1400/ 1600 e appunto, diesel o non diesel, ha maggior cavalli fiscali e quindi maggior costo, 370€ nel tuo caso…

  446. Girolamo Says:

    Con “la nuova generazione” intendo proprio il fatto delle rotture della turbina e altre cose di questo tipo, le turbine a geometria variabile sono state adottate senza precauzioni nelle auto di quegli anni, auto di cui leggi le lamentele, e in 4 anni, da quando ho l’astra, ho fatto 88786 km, e quando finirò di scrivere questo post ne farò altri 800, il motore l’ho sforzato parecchio in questi anni, almeno 15000 chilometri li ho fatti tutti nell’autobahn oscillando fra i 200 e i 240 km/h, visto che mi piace la velocità, ho toccato la punta di 249 km/h di tachimetro solo una volta (erano 245 di gps), ed era un lungo tratto rettilineo, poi mi sono accorto che c’era un’astra opc che si avvicinava molto lentamente, ci ha messo quasi 10 secondi per sorpassarmi, e mi sn accorto che ero quasi a 250, ho rallentato solo per farla passare, altrimenti potevo decidere di spingere un altro po l’acceleratore e vedere se andava oltre i 249, ma non mi andava di rischiare, il modello a benzina che dici tu, non ci arriva a 249, è già abbastanza se arriva a 220, e dubito mantenga la stessa garanzia di un diesel per quanto riguarda integrità del motore. Tempo fa hanno fatto una competizione un, po stupida secondo me, hanno preso 2 fiat punto, una 1.4 benzina e una 1.3 mjt, e la competizione consisteva nel provare quale delle 2 auto reggeva di più in prima a tavoletta, la 1.4 benzina ha resistito 2 minuti scarsi, la 1.3 mjt ha resistito quasi 6 minuti, la differenza fra le 2 era che nella 1.4 c’erano le fasce incollate, la guarnizione della testata fusa e aveva sbiellato, nella 1.3 mjt c’era solo la guarnizione della testata da cambiare e la turbina un po surriscaldata, niente altro.

    p.s. ho visto diverse volte una corsa 1.7 cdti che si è mangiata viva una corsa 1.6 turbo gsi.

  447. angler74 Says:

    girolamo, la nuova e più recente generazione di diesel presenta gli stessi, se non peggiori difetti della precedente, basta che guardi ad esempio i tdi 1.6 del gruppo audi volkswagen, sui forum ce ne sono di tutti i colori, bmw 320 di male in peggio, e su tante altre blasonate marche, poi adesso col dpf praticamente di serie su tutti la situazione è un inferno, tu penso sia stato fortunato, o cmq hai un auto più affidabile della media (in rete se ne sente poco o niente)… io non sono un uccello del malaugurio, anzi ti auguro con tutto il cuore di farci un milione di km senza cambiare una vite, ma 88000 km sono un pò pochini per giudicare l’affidabilità di un veicolo (anche se ho letto che ad esempio alcune golf e bmw 320d hanno cambiato tre turbo in 60000km)…
    una cosa però è certa, il discorso risparmio spero hai capito che è molto ma molto dubbio,e cmq anche se ti devo dire che per i tuoi gusti e le tue esigenze hai l’auto che fa per te, ma prestazioni e competizioni a parte, lo scopo di questo blog è quello di sfatare il mito “diesel=risparmio a prescindere” cosa che il 99% della massa crede e che in realtà è dubbio anche con percorrenze di 20 30 mila km l’anno! e ti assicuro che io, tra officina di lavoro e conoscenze varie non ho mai visto percorrere più di 15 20mila km l’anno…

  448. sandrino sandri Says:

    Buonasera. Ho letto tutte le argomentazioni. Sono per il motore a benzina. I propulsori diesel sono rumorosi tranne se non vai su un 6 cilindri. Ma allora i costi sono proibitivi! Io ho acquistato di recnte un 1600 turbo benzina cambio automatico (Opel Astra Sw Cosmo S con pochissimi km). ho avuto Opel Insignia Diesel 160 cv automatica: un trattore!!! Per non parlare di quanti sensori ho cambiato; una turbina a 126000 km; e poi la manutenzione…E i consumi: era parca solo a 80 km/h ! poi la media era 10-14 km/l. E l’inquinamento? I motori a benzina sono silenziosi, senza vibrazioni, meno compressi e complessi… E’ tutta una speculazione! Per non parlare del FAP: migliaia di persone bestemmiano in turco per i problemi che danno questi FAP. Il diesel lasciamolo per il trasporto su gomma. FACCIAMO UNA PETIZIONE NAZIONALE OBBLIGANDO IL GOVERNO A DIMINUIRE IL PREZZZO DELLA BENZINA!!! Le accise su ogni litro SONO UNA VERGOGNA!!!
    Un ultima osservazione: il piacere di guida di un’autovettura a benzina anche se turbo è impagabile. I consumi sono relativi se pensiamo alla silenziosità di marcia, al minor costo di gestione del motore…e all’assenza della puzza del gasolio!!!!!!!

  449. mauro Says:

    E e questo chi e’ il nuovo angler? .:D

  450. ick Says:

    angler ma tu l’hai mai guidata un’auto diesel?
    Perchè solo così capiresti…mi spiace ma non parlo di dati tecnici e calcoli complicati, semplicemente ti chiedo se (come ho fatto io svariate volte) hai alternato nella guida auto diesel e benza.
    Ultime due settimane per lavoro ho noleggiato prima una VW Golf 1.4 benza tsi 122cv, poi una Passat (più grande e più pesante quindi) 2.0 TDI 140cv…imparagonabili, la golf un polmone che per farla muovere devi arrivare a 4000 giri, la Passat a 2000 schizzava.
    E di questi paragoni ne ho potuti fare parecchi.
    Dammi retta, guida una diesel poi mi dici.
    Saluti a tutti!

  451. Flaviano Says:

    Angler ma tu guardi solo le volkswagen e le bmw? allora è vero che ce l’hai con i diesel. Prova a cercare lamentele su altri motori diesel che non siano volkswagen bmw o audi, poi dimmi se le auto diesel sono effettivamente così inaffidabili come dici, le auto diesel non sono solo volkswagen e bmw, sono quelle che compra la gente, troppo stupida per vedere che fanno schifo.

  452. mauro Says:

    Bhe .Dire che volkswagen e bmw fanno skifo c’è ne vuole…allora le auto francesi che dopo 150000 km le devi già buttare al rottamaio cosa sono?!

  453. Flaviano Says:

    mauro… le auto francesi sono sottintese, ma se cerchi su internet vedrai che sono in molti a dire che le turbine delle golf si rompono come un bicchiere che cade per terra, e cmq sia il 1.5 dci è un motore che dura abbastanza, più del 1.9 della golf, nonostante la sua inaffidabilità. Le volkswagen e le bmw sono quelle che vanno di moda, quindi viene difficile dire che fanno pena, anche a te mi sa.

  454. angler74 Says:

    eccomi qui, il pentolone si sta riempiendo ancora di carne vedo! rispondo per gradi:
    ick, di auto diesel ne ho guidate anche di più di benzina, ho lavorato in un deposito portuale che distribuisce per tutta europa…
    è inutile che mi stai ad evidenziare dei particolari SOGGETTIVI che a te fanno preferire il diesel perchè come ti ho detto tempo fa possiamo stare qui fino al 2027 a discuterne… io ti dico solo una cosa, un solo particolare che a me basta per preferire il benzina, IL SOUND… poi ci aggiungo un altro “piccolissimo” particolare, cioè il FINTO risparmio che i diesel portano, quindi, PER ME, piacere di guida e a conti fatti piacere economico… fine della questione! e poi non capisco perchè non discutere di calcoli matematici, fallo per cortesia, può darsi che scopri qualche verità che fino ad ora non ti saresti mai aspettato… ah, ti faccio presente che hai confrontato due motori con venti cavalli di differenza e cmq, se la passat sta a 2000 giri, nel frattempo la golf tsi già ha raggiunto i 4000… non aggiungo altro per cui non preferisco i diesel perchè sono pareri personali, ma sul discorso economico non ci piove…
    per mauro, scusa se te lo dico, ma tu sembri propio il perfetto modaiolo che segue la massa, e non solo perchè chiudi occhi e orecchie sui discorsi oggettivi, ma anche perchè sei abbagliato dai marchi e dai brand… le lamentele di rottira e di problemi dei vari diesel provengono per la maggior parte proprio da utenti dei marchi più blasonati, c’è un articolo che scrive testualmente “le turbine del bmw 320 sono manutenzuione ordinaria ogni 60000km” e addirittura c’è una sezione del forum golf club “censimento rottura turbine” vedi un pò tu… i motori renault ti do ragione, è vero, ci sono lamentele soprattutto per il 1.5 dci del qashqai che addirittura richiede la sostituzione del motore… ma ti faccio due esempi in casa mia: clio 1.2 del 91 di mio padre, 260000 km e rottamata solo per gli incentivi, clio 1.2 16v posseduta da me e venduta, ce l’ha un mio amico e sta a quota 215000 e ha solo un piccolo trasudo di olio dalla testata… ah, sto ancora aspettando che commenti i miei calcoli matematici..
    per flaviano, io ho nominatoi, appunto bmw e compagnia bella per lo stesso motivo per cui ho risposto a mauro, per far capire proprio che questi brand, paradossalmente non sono affidabili come si potrebbe credere e sfatare il mito… io non ce l’ho con i diesel, ce l’ho con la gente che la compra in massa quando non gli serve a un c@zz0, per girare in c ittà e per fare i fighetti col suv per le vie del centro, non mi sta bene che se esco da casa per mezz’ora torno coi vestiti che puzzano di camino,, se fpssero ad uso e consumo del solito rappresentante che fa su e giù per l’italia viaggiando in sesta per le autostrade probabilmente non sarebbe neanche stata aperta questa discussione, ci sarebbe meno inquinamento, il gasolio costerebbe la metà, e non ci sarebbero motori strapompati con l’affidabilità di un preservativo gonfiato legato ad un fico d’india… abbiamo, anzi, AVETE creato la solita inutile moda seguita da tutti, ecco con chi ce l’ho, e cmq non con te che sei forse l’unico qui dentro che ha fatto una scelta dettata da esigenze, ciao

  455. angler74 Says:

    un altra cosa per ick, i calcoli per verificare la convenienza o meno non sono per niente complicati come dici tu, basta prendere quattro numeri e fare due operazioni aritmetiche, anche un bambino delle elementari sarebbe capace… non saltare l’argomento a piedi pari per fare finta di niente perchè sono la chiave del discorso di tutto questo blog, il resto sono solo gusti personali…ciao.

  456. angler74 Says:

    ancora per mauro, i problemi non riguarano solo bmw e volkswagen, la rete parla, chi più chi meno, un pò tutti i marchi, guarda bene…

  457. Anonimo Says:

    volevo dire x flaviano…

  458. Francesco Says:

    Penso che abbiamo chiarito tutto sommato la convenienza e l’affidabilità dei benzina e dei diesel nelle varie situazioni. Ognuno dei due motori ha pro e contro in determinate situazioni: sarebbe insensato e sbagliato dire che è meglio uno piuttosto che l’altro a prescindere, senza un contesto a cui riferirsi. La cosa oggettiva, sulla quale penso che siamo tutti d’accordo, è che sarebbe meglio ridurre al minimo l’uso di questi mezzi inquinanti, per quanto riguarda la salute e l’ambiente. Quando diventano indispensabili il problema sta tutto nel seguire la scelta oggettivamente più corretta, per la quale ripeto penso si sia chiarito abbastanza. Poi ovviamente c’è chi la seguirà e chi no, ma d’altronde non ci si può fare niente, dipende solo dal diretto interessato. A questo punto penso che qui se si continuerà a discutere si parlerà di altre cose, magari sempre interessanti, ma che non seguiranno più il tema iniziale, in quanto già da adesso credo sia diventato un dibattito statico quello originario, senza un ulteriore scopo utile.

  459. mauro Says:

    Adesso risponderà angler che la gente non capisce niente segue la massa.. spendono 2000 e passa euro x comprare un diesel x fare 10/15000 km all’anno e che siamo tutti ignoranti:D

  460. autoscuola1982 Says:

    Nel 1982 mi hanno insegnato che la durata media di un motore di un” auto alimentata a benzina è di circa 200.000 km !
    Un motore di un ” auto alimentato a gas ha una durata media di circa 250.000 km !
    Tutti i motori alimentati benzina o gas hanno bisogno di continue manutenzioni o regolazioni per poter farli funzionare in maniera corretta
    La durata media di un motore diesel per auto è di circa 350.000 km è il motore diesel non ha bisogno di nessuna regolazione o manutenzione !
    In parole povere il motore diesel era più affidabile ed economico è creava meno problemi !

    Dal 1982 al 2014 sono passati 32 anni attualmente ci sono in Italia telecamere autovelox e divieti di sosta o transito strade a ZTL domeniche ecologiche del cazzo o blocchi stradali ovunque che hanno il solo scopo di trovare una scusa per poter RAPINARE GLI AUTOMOBILISTI ITALIANI !
    Per quanto riguarda il settore motoristico automobilistico non è cambiato quasi nulla .
    Non ci sono nuove invenzioni nel settore automobilistico o nuovi motori rispetto a 30 anni fa .

    .
    Il motore diesel ancora oggi nel settore automobilistico resta il più affidabile ed economico se devi percorrere molti chilometri .

  461. angler74 Says:

    autoscuola, non si è capito niente di quello che hai scritto, non ho capito se vuoi dire che oggi i motori diesel non richiedono manutenzione e quelli benzina si, o se non sono cambiati in 32 anni, spero di no, che intendevi altro…

  462. Flaviano Says:

    autoscuola, non penso che dopo 32 anni i motori hanno ancora lo spinterogeno e il raffreddamento ad aria forzata, dopo tanti anni sono stati adottati dei dispositivi che si chiamano turbine, e le turbine diminuiscono la durata e l’affidabilità del motore, poi abbiamo il raffreddamento a liquido antirefrigerante, intercooler, debimetri e non perdo tempo ad elencare altre cose che sicuramente sapete già, 32 anni fa un diesel faceva 400 mila chilometri e un benzina 200 mila, adesso un diesel fa 400 mila chilometri e un benzina 250 mila, sempre se si fa la manutenzione, ti sfido a non fare tagliandi e revisioni alla tua auto, vediamo quanti chilometri fai.

  463. Francesco Says:

    autoscuola…. beh per dire che non ci sono state e non ci sono nuove invenzioni in questo settore ci vuole coraggio! Basti pensare al multijet della fiat o a motori come quelli della opel adam 1.0 sidi a benzina (che deve ancora uscire, a breve) che hanno e stanno modificando radicalmente in positivo rispettivamente il mondo dei diesel e dei benzina di piccola cilindrata 3 cilindri… poi dire che ci nascondono o contrastano idee e tecniche veramente innovative e convenienti per noi e per l’ambiente è altra storia! Tieni presente però che si è giunti ai suddetti motori gradualmente e, anche se a rilento, i risultati gli abbiamo raggiunti, almeno un minimo, in termini di efficienza e affidabilità.

  464. ignazio Says:

    la mia honda civic 1.4 benzina del 99 mi è durata 70000 chilometri, presa nuova, e usata in città, manutenzione regolare, e visto che in città non si devono usare i diesel adesso ho una nissan 300 zx del 89, visto che mi piacciono le auto sportive, e con quella sono a quota 372000, da questo deduco che i motori che non sono potenti sono più soggetti ai problemi che portano alla rottura rispetto ai motori potenti, con i diesel non succede, sia picolo che grossi durano sempre tanto, e secondo me se si punta a un motore di piccola cilindrata per viaggiare è meglio un diesel piuttosto che un benzina, si risparmia sapendo che un diesel ti dura 400000 chilometri mentre un benzina ti arriva a 200000, dover comprare una macchina nuova annulla il risparmio che si ha col benzina.

  465. mauro Says:

    Aggiungo anche i multiair della Fiat! Poi le ibride elettriche/benzina. Autoscuola le innovazioni nei motori ci sono eccome!

  466. Flaviano Says:

    il twinair è un esempio di finta innovazione, non ha tutta questa durata e non ha tutto il rendimento che dichiara la fiat, fa 10-12 al litro e per camminare un po devi stare quasi a fondo.

  467. mauro Says:

    Hai detto bene Ignazio! Sono i diesel i motori che durano di più! Il resto sono tutte chiacchere da bar!

  468. Alessandro Says:

    Scusate, sono possessore di una punto 1.3 mtijet, percorro 35.000 km l’anno in media, la mia auto ha 260.000 km e percorrendo una strada mista, citta e fuori citta, l’auto mi fa 21 km/l. A parita’ di cilindrata quasi, esempio 500 abarth, quest’ultima ha dei consumi da paura, per chi la possiede, utilizzandola con piede molto pulito senza sgasate, l’auto fa 10 km/l. E’ vero a patita’ di cilindrata il benzina ha piu’ cv, ma poi vacci a pagare il bollo, l’assicurazione e i consumi! Il tdi a parer mio e’ insuperabile per consumi, e rapporto cilindrata potenza!

  469. mauro Says:

    Diesel e vero che costa 2000 euro in più xo poi si hanno consumi quasi dimezzati, costo carburante inferiore ,durata del motore maggiore e numero di tagliandi dimezzati. Quindi a conti fatti conviene nettamente più il diesel. Almeno che uno la usa solo in città x fare la spesa..allora è un altro discorso.

  470. Flaviano Says:

    Ieri ho percorso 58 chilometri e ho consumato 2,5 litri di diesel, e come ho sempre detto, dove sto io si devono usare spesso seconda e terza, ma ieri ho dovuto usare anche la prima perchè eravamo in 4, e la mia velocità oscillava fra i 90 e i 30, con punte di 170 in una strada provinciale tutta rettilinea, e punte di 10 km/h in pima causa salite ripide tutte curve, dove si slitta parecchio data la pendenza, quindi motore non sotto i 3000 giri.

  471. angler74 Says:

    “”Diesel e vero che costa 2000 euro in più xo poi si hanno consumi quasi dimezzati, costo carburante inferiore ,durata del motore maggiore e numero di tagliandi dimezzati. Quindi a conti fatti conviene nettamente più il diesel. Almeno che uno la usa solo in città x fare la spesa..allora è un altro discorso.”

    mauro tu sei fuori di testa proprio, consumi dimezzati, durata del motore maggiore, tagliandi dimezzati, ma piantala di dire scemenze per favore va….

  472. Flaviano Says:

    mauro, la corsa 1.3 cdti che ho ora paga 280 euro ogni 20000 km, una corsa 1.2 benzina 60 cv, quella che avevo prima, paga 200 euro ogni 30000 km (se non ricordo male), quindi i tagliandi non sono dimezzati nelle diesel, per la durata del motore dipende, in genere la gente che compra le corsa 1.3 lo fa per la città, ne vedo molte nel paese vicino, che si può dire che è una semi città, e da un capo all’altro ci saranno si e no 8-10 chilometri, tutti di strada piena di incroci e stop, quindi accelera e frena, anche a messina vedo molte 1.3 turbodiesel, ma roma è la più modaiola di tutti, li c’è un benzina ogni 4 auto diesel, ecco perchè roma appare come la città più cara d’italia, buona parte non ce la fa nemmeno a pagare il tagliando del suo 1.5 dci, che messo a confronto con un 1.4 101 cv opel costa parecchio di più, per non parlare delle golf 2.0 tdi… quelle puzzano più i tutte, e puzzano di fap e valvola egr difettosa, le uniche turbodiesel delle quali ho sentito parlare bene a roma sono le mitiche opel corsa e le grande punto, in pratica solo i motori multijet sono i motori che danno meno problemi in città, e sono pure quelli che inquinano meno, ma credi davvero che un multijet da città sia effettivamente da città? io non credo proprio, altrimenti non sarebbe stato aperto questo blog. Le auto diesel vanno usate fuori città e nelle strade ripide di montagna, non in città, dove basta la puzza che fanno i cani per strada, se poi si aggiunge anche la puzza dei bisogni delle auto diesel allora meglio cammiare con una maschera antigas e vaff%&$£lo.

  473. walter Says:

    è una bufala o funziona viene pubblicizzato alla grande se qualche esperto in elettronica automotive può darci una risposta

    http://www.completeoctanesaver.com/it/

  474. Francesco Says:

    Non sono un esperto di elettronica ma penso sia una gran bufala. A mio avviso è molto più probabile che quel cosetto che attacchi alla presa accendisigari crei una specie di interferenza o anomalia nell’impianto, magari facendone risentire anche la centralina, e per questo magari si sballano i consumi DICHIARATI DAL COMPUTER DI BORDO mentre restano invariati, o quasi, quelli effettivi! Poi una cosa scusa, ho visto che sul sito nissan americano, per quanto riguarda l’elettricità nell’auto, c’è la nuova sentra, che ha un alternatore intelligente che fa risparmiare energia e garantisce più potenza quando serve. Penso che solo intervenendo direttamente sui componenti del motore puoi, ad oggi, modificare consumi e prestazioni migliorandoli. Poi credo che se davvero esistesse un oggetto capace di farlo agendo sul circuito, questo dovrebbe essere molto più grande e complesso. Per finire ripeto che non lo conosco e questo è solo il mio parere che si basa su un mio ragionamento, sbagliato o corretto che sia, e in parte su intuito.

  475. Flaviano Says:

    Ecco, quella sarebbe una centralina aggiuntiva collegabile alla presa dell’accendisigari, quel 70% di risparmio dichiarato non esiste, è la stessa cosa della corsa 1.0 che fa 31 km al litro, quando invece ne fa 19. Quell’affare aumenta semplicemente coppia e cavalli, rendendoli più uniformi, così da non dover stare a tavoletta per far arrivare il motore a coppia, dunque non si risparmia il 70%, ma si può arrivare a un massimo del 25% circa,a meno che quella centralina non sia in realtà un propulsore a curvatura che fa quasi tutto il lavoro che fa il motore, ma lo vedo alquanto improbabile, anche perchè il propulsore a curvatura è ancora in fase di sviluppo.

  476. ignazio Says:

    Si è vero a roma sono tutti modaioli, anni fa mi dissero che le auto diesel erano meno dispendiose delle auto a benzina, ma ho visto diversi qashqai alla nissan, dove porto la mia auto a fare il tagliando, erano tutti col cofano aperto e mezzi smontati, e guardacaso ho scoperto che erano tutti 1.5 dci, c’era anche qualche nissan note 1.5 dci, e tutte le auto benzina che ho visto erano tutte pronte per i tagliandi, e ho avuto l’onore di vedere una skyline r34 sul banco di prova dopo la sostituzione dell’impianto di scarico, quando l’ho vista mi sono sentito fiero di avere un’auto a benzina, oltre alle esplosioni che uscivano dallo scarico in rilascio c’era anche il sound bellissimo, le auto diesel hanno solo il sound, ma la bellezza del sentire lo scarico sparare petardi non c’è.

  477. mauro Says:

    Bhe Ignazio se tutti i motori diesel fossero francesi anche io sarei fiero come te di avere un benzina. Ma x fortuna ci sono tanti altri motori diesel tedeschi e giapponesi anche italiani che durano di più di qualsiasi auto a benzina in vendita.

  478. ignazio Says:

    mauro, la mia nissan 300 zx z32 monta un motore v6 3.0 da 282 cv twinturbo e ho 372000 chilometri, l’auto ha fatto soltanto revisioni e tagliandi, e visto che è una coupè sportiva, non resisto alla tentazione del piede pesante, e diverse volte ho raggiunto la bellezza di 305 km/h di tachimetro tirando tutta la quinta, praticamente a 7000 giri al minuto, non credo che un’auto diesel duri così tanto spremendola in questo modo.

  479. angler74 Says:

    mauro, tanto per sottolineare, le case giapponesi hanno cominciato a perdere affidabilità da quando hanno introdotto sul mercato motori diesel, quando ad esempio la honda o la subaru tanto per esempio, producevano solo modelli a benzina, non esisteva una sola lamentela…

  480. corsaro Says:

    ciao, a tutti, domandona!!
    con i nuovi motori turbo benzina (3 cilindri eco-boost, per esempio) pochi cilindri molto spinti, anche in questo caso gli accrocchi aumentano.
    turbina, sistemi di raffreddamento, componenti in più per il sistema di sovra-alimentazione; tutto ciò avrà conseguenze sull’affidabilità.

    il fatto che abbiano più coppia e sia disponibile già a bassi giri è un vantaggio rispetto agli aspirati, ma non sono un pò troppo spremuti?
    a questo punto, alcuni vantaggi verrebbero meno rispetto al diesel (affidabilità), mentre altri aspetti potrebbero avvantaggiarsene, come i consumi; il fatto di avere più coppia e più in basso non obbliga a premere a fondo fino a 5K / 6K giri, anche perchè a quei regimi, il turbo diventerebbe un lavandino…

    cosa ne pensate?

  481. Anonimo Says:

    i motori ecoboost sono un ulteriore passo avanti per i motori benzina, tanto per zittire chi dice che solo i diesel si sono evoluti (inutilmente…), quello che dici è in parte vero riguardo gli accrocchi ma ricorda che il turbo, nei motori benzina fatica molto ma molto meno, in quanto non deve sopperire troppo a tappare buchi di potenza come nei diesel, perchè un motore benzina ha caratteristiche diverse e non richiede un ausilio elevato, nei diesel al contrario le prestazioni e le caratteristiche sono praticamente nell’ 80% determinate dal turbo, quasi tutti i cavalli sono dovuti quasi esclusivamente dagli “accrocchi” appunto e sono molto più soggetti a rotture…i diesel avevano un senso quando erano semplici, duravano veramente una vita e non avevano troppe pretese se non quella di viaggiare e fare chilometri, da quando è scoppiata la moda, si è cercato di farli assomigliare ai benzina e hanno perso il vero motivo per cui sono nati, oltre a perdere affidabilità e convenienza… i motori benzina al contrariuo, hanno sempre avuto caratteristiche di potenza, anche nelle versioni aspirate, semplici e senza troppi casini… cmq basta tenere d’occhio la rete, se sono affidabili o meno lo potrà dire solo il tempo, adesso diamogli il tempo di fare qualche km, è ancora presto.

  482. Flaviano Says:

    Il motore ecoboost è un esempio di piccolo motore spinto, sembra tutta tecnologia ma non è vera e propria tecnologia, e poi è un motore che dura poco. La vera tecnologia ce l’ha la toyota prius plug-in, che anche se è un 1.8 consuma meno del 1.0 ecoboost, in quanto è un’auto ibrida, e non ha problemi ad arrivare a 200 mila chilometri come il 1.0 ecoboost, e poi la vera innovazione è il motore 1.0 sidi, che ha coppia costante dai 1800 fino ai 4700 giri, ed avendo il monoblocco in alluminio è anche molto leggero, e tutti quei cavalli vengono proprio da questo e non dalla sovralimentazione, per non parlare del cambio a 6 marce che gli abbinano, pesante 37 chili meno dell’attuale cambio a 5 marce opel, ed avendo un cambio leggero si sforza pure di meno, e se volessi avere un’auto a benzina alternativamente al diesel che non fonda dopo 120 mila chilometri di strade di montagna prenderei proprio la adam che uscirà spero a breve. Volete mettere a confronto ecoboost e sidi?

  483. corsaro Says:

    Grazie delle risposte.
    Personalmente, la caratteristica che più mi attira dei motori Diesel è proprio la coppia corposa: a me non piace andare ad alta velocità in auto, ma invece mi piace sentire la spinta in accelerazione e in ripresa (es. uscire in modo liscio dai tornanti di montagna), dell’allungo non mi interessa.
    Dunque, con il turbo vengono aggiunte interessanti potenzialità ai benzina, come più coppia a bassi giri ; questo è un aspetto che mi interessa molto.
    Ho fatto l’esempio del motore eco-boost, ma potrei invece portare i motori turbo Renault.
    Sulla Clio 4a serie, la GT monta un turbo-benzina tce 1.2 da 120 CV, con 190 Nm di coppia massima; sul versante diesel, il propulsore più potente è il 1.5 dci da 90 CV, con 220 Nm di coppia massima (dati Quattroruote.it).
    Non ho considerato il modello RS, perchè sebbene abbia la cilindrata più simile al diesel, 1.6, è un modello sportivo, quindi un motore pensato per le competizioni.
    Ora, ragionando a spanne, il turbo-benzina rende molto simile la prestazione “in spinta” al diesel, e questo per me rende meno interessante quest’ultimo.

    Sulla durata di questi motori turbo-benzina il tempo risponderà…

  484. Girolamo Says:

    I motori benzina che stanno uscendo ora sono troppo pompati, di conseguenza non dureranno molto, e l’affidabilità dei benzina turbo è minore dei diesel turbo, e poi ci sono altrettante lamentele anche sui motori benzina oltre che sui diesel, anche qui rotture turbine, volani bimassa, grippaggi, problemi di iniezione e chi più ne ha più ne metta, e tutte alle basse-medie cilindrate, come dice ignazio, e probabilmente sono problemi più gravi di quelli che hanno i diesel, perchè a differenza dei diesel, certi problemi che hanno i benzina comportano la sostituzione del motore sotto i 50000 chilometri, e sentendo tanta gente che ha questi problemi con i motor a benzina credo che il fatto che i motori a benzina convengano sempre e comunque sia un po un miraggio per chi ama questi motori. Poi non credo che un motore a benzina ben riuscito arrivi dove arriva un diesel, per esempio, ditemi se un motore a benzina è in grado di fare 498000 chilometri facendo quello che fanno questi nel video qui sotto

    Questi sono turbodiesel, TURBO DIESEL, quindi diesel con le turbine, ovvero quelle che si rompono ogni 60000 chilometri secondo alcuni, in russia ce ne sono moltissimi di questi mostri e hanno fatto, quasi sicuramente tutti, off road estremo senza arrivare al di sotto dei 300000 chilometri, ho visto diversi fuoristrada come questi che stanno a fondoscala anche per quasi mezzo km mentre guadano un fiume o mentre attraversano tereni fangosi dove un uomo verrebbe sepolto di fango fino all’uccello, senza lasciare mai l’acceleratore per non restare impantanati, oppure per sradicare alberi caduti che bloccano la strada, li attaccano col gancio di train e fanno lotte che arrivano anche a 10 minuti per sradicarli, e una jeep wrangler 3.6 benzina che ha tentato di sradicare un albero è finita per sparare fiamme dal vano motore e fumo nero dallo scarico dopo appena 3 minuti di lotta, e so quello che ho visto, perchè stavano facendo una scampagnata proprio davanti casa di mia figlia, che sta vicino un bosco, parlo di questi giorni che sono stato assente, è successo la settimana scorsa e non dimenticherò mai quello che ho visto, e dopo questa metto seriamente in dubbio la convenienza effettiva dei motori a benzina.

    P.s. dopo la wrangler si è fatto avanti un patrol gr 2.8 td che ha sradicato quell’albero in 30 secondi e senza fondere niente ;)

  485. angler74 Says:

    girolamo ma che stai dicendo! possibile che dovete ricorrere ad argomenti che non hanno niente di inerente con la realtà dei fatti per giustificare ciò che è ingiustificabile? mi devi dire da quale fonte hai preso tutti i problemi dei motori a benzina che hai elencato! mi fai un copia incolla o mi metti il link… quelle che scrivi tu sono solo chiacchiere da bar, infondate e senza una fonte, io ti ho messo tanto di link e provenienza di tutto quello che ho scritto, con tanto di calcoli matematici, argomento che guarda caso salti a piedi pari e insisti con il fatto che la convenienza non esiste… poi noto una certa, scusa se te lo dico, incompetenza da parte tua, perchè mi parli di volano bimassa, componente dedicato solo ed esclusivamente ai motori diesel, e questo fa capire che i tuoi argomenti sono piuttosto vaghi e tirati fuori al momento solo per dar fiato ai tromboni… iniettori che si rompono nei motori benzina e soprattutto turbo che si rompono di più nei motori benzina, ma piantala dai… qui il discorso sta prendendo sempre più toni grotteschi e ridicoli… guarda, lamentele che ho trovato io riguardano quasi esclusivamente alcune versioni del tsi volkswagen, motore nato male e progettato male, ma vorrei proprio vedere la fonte da cui hai attinto per dichiarare le rotture che dici tu, soprattutto del volano bimassa che non esiste proprio!!! si capisce proprio che ti stai arrampicando sugli specchi.
    poi mi vai a prendere come esempio il motore del nissan patrol, un motore di grossa cilindrata con pochissimi cavalli, ma cosa c’entra col discorso del blog!!! cosa c’entra coi motori di cui stiamo parlando, che tutto il mondo dichiara di aver avuto problemi su problemi, i motori bmw volkswagen e tanti altri chi più chi meno…

  486. angler74 Says:

    il nissan patrol gr y60 è un 6 cilindri in linea 2.8 con 115 cv, senza geometria variabile e senza alta pressione common rail, mi devi spiegare che inerenza coi motori di cui stiamo parlando, sei proprio fuori argomento di brutto… senza offesa, siamo seri, se non avete argomenti validi cerchiamo di evitare il discorso, perchè non dovete dimostrare peoprio niente, soprattutto con questi metodi inutili… 115 e più cv li hanno i motori turbodiesel 1,4 1,6 di adesso girolamo e lascia i volani bimassa ai diesel, i benzina non li hanno e non ne hanno bisogno, mi spiace, senza offesa ma hai detto un mare di fesserie, ciao.

  487. trombolina77 Says:

    ciao angler, ho letto tutti gli argomenti di questo blog, e voglio dirti una cosa, ma chi te lo fa fare a farti mangiare il fegato con questa gente qui! ma lo vedi che stai solo perdendo tempo inutilmente?
    tanto mai e poi mai ammetteranno la realtà, sono tutti dei lobotomizzati anestetizzati dalle mode e dai luoghi comuni, rimbecilliti dalla pubblicità e dal consumismo…
    è inutile che li metti davanti ai fatti compiuti e alla matematica perchè tanto avranno sempre la loro da dire, sempre se li andranno a leggere perchè la maggior pare entra, legge il titolo del blog e spara cazzate senza avere idea di cosa sta dicendo, senza leggere gli argomenti
    tu hai già fatto tutto quello che dovevi fare e anche di più, hai preso argomenti reali, testimonianze scritte e hai messo i calcoli matematici a dimostrare il tutto… se ancora c’è gente che insiste arrampicandosi sugli specchi e mettendo argomenti fuori dalla realtà significa che non c’è niente da fare.
    io ho letto di tutto in questo forum, finti professori che parlano di consumi inferiori del 35, 50% e poi non sanno la differenza tra due tempi e quattro tempi, possessori di auto di venti anni fa che elogiano le caratteristiche delle loro auto confrontandole con quelle di adesso, finti meccanici che parlano di motori di navi e carrarmati e dicono che il benzina ha più componenti, gente che parla per sentito dire senza avere una reale fonte o un argomento valido solo per giustificare le proprie scelte e non tirare fuori la testa dal gregge di pecore a cui appartiene…
    devi capire una cosa fondamentale caro angler, siamo italiani, un popolo capace solo di chiacchierare e lamentarsi dalla mattina alla sera, la colpa non è della politica, ma solo la nostra… perchè ci facciamo prendere in giro continuamente e quando si tratta di unirsi tutti insieme ci tiriamo indietro e quello che succede qui in questo blog ne è la prova, ci sfruttano perchè sanno che siamo solo delle pecore da sfruttare, e sanno bene che tutto quello che ci tirano noi ce lo prendiamo qualunque cosa sia, il potere dei media purtorppo è forte e una volta creata la tendenza e la relativa paura che ne scaturisce a fare diversamente condiziona le nostre menti al punto da negare i fatti e l’evidenza.
    io ti do un consiglio, tu hai già fatto un ottimo lavoro, lascia perdere questi commenti da automobilisti della domenica, tanto chi ha un minimo di obbiettività ed entra in questo blog se vuole capire come stanno i fatti ha di tutto e di più, e non sarà difficile per lui distinguere i commenti inutili da quello che è utile per una scelta importante…gli altri facciano come gli pare, peggio per loro, tanto sono dei falliti, gente che non ha un minimo di personalità, e coi tempi che corrono rimarranno solo indietro, lo dice la teoria dell’evoluzione umana di darwin, “la specie che sopravvive non è quella più forte, ma quella che si sa adattare ai cambiamenti” ciao e complimenti per il tuo lavoro.

  488. Flaviano Says:

    Sinceramente ho letto che alcuni motori benzina che sono usciti da poco montano volani bimassa, quindi girolamo non ha tutti i torti…cmq sia il nissan patrol gr y61 (parlo del restyling del 2005, quando cambiano anche le motorizzazioni) è affidabile più di quanto lo era quello vecchio, nonostante sia più potente e con meno cilindrata rispetto al 3.3 del 1980, poi questo blog è nato per parlare di effettiva convenienza delle auto che la gente usa per spostarsi su strade asfaltate, generalmente a trazione anteriore o posteriore e che tendono a risparmiare, e cmq sia i problemi che hanno i motori a benzina non si limitano soltanto alla facilità con la quale fondono, infatti non sempre convengono. Cmq in nissan patrol ha solo il difetto di non essere più venduto, credo sia soltanto l’orgoglio di tutti i motori diesel, dove sto io ce ne sono tanti e non ho sentito nessuna lamentela, c’è gente che li trucca fino a farli arrivare a 350-400 cv e mantengono la loro solita affidabilità, poi montano gommature da 35-37″ di larga sezione anche col motore originale e vanno tranquillamente senza fondere o altro, e anche se sono motori vecchi senza common rail sono diesel, e quelle turbine che montano sono pressochè indistruttibili, a meno che nn siano uscite difettose dalla fabbrica. Per quanto riguarda l’inaffidabilità e la convenienza dei motori in generale, sono quelli a gpl/metano (di fabbrica o convertiti) che sono veramente inaffidabili, ho anche trovato un articolo su autopareri che ne parla.

    http://www.autopareri.com/forum/meccanica-ed-innovazioni-tecniche/58779-motori-1-4-e-1-6-turbo-benzina-principali-difetti-e-compatibilit-con-gas.html

    Poi parlate tutti male dei diesel e i gpl sono buoni perchè sono quelli che consumano poco, ma la realtà è che sono i motori a gpl ad essere veramente dispendiosi, alla opel ti chiedono 1000 euro ogni 60000 km per revisionare tutto l’impianto gpl, e poi si pagano 2 tagliandi, uno per il benzina e uno per il gpl, e nonostante tutte queste spese questi motori diventano pure inaffidabili dopo pochi chilometri…poi quali sono i motori inaffidabili? Poi sono i diesel ad “infangare” il buon nome dei motori…

  489. mauro Says:

    Cmq Raga una cosa e certa. I gpl sono la più grande sola del mercato automobilistico.

  490. ignazio Says:

    trombolina, fossi in te andrei a mettere la testa sotto un cuscino e non la tirerei più fuori, alcuni di quelli che dicono “fesserie” sui benzina hanno ragione, ieri pomeriggio mentre tornavo a casa con un mio collega, appena accesa a sua auto, abbiamo assistito all’esplosione della turbina di un 1.0 ecoboost da 100 cv con appena 48 mila chilometri, cosa che leggendo quello che scrivete su questo forum non mi aspettavo, morale della favola, non è del tutto vero che i motori a benzina sono completamente affidabili, e lo dico nonostante io guidi un’auto a benzina che ormai sta finendo la sua vita.

    P.s. angler, i volani bimassa sui motori a benzina esistono, come sul twin-air fiat.

  491. Flaviano Says:

    Anche i motori 3 cilindri montano il vlano bimassa, come la toyota iq, anche la skoda octavia 1.8 tsi monta il volano bimassa, quindi non è affatto vero che i motori benzina non hanno bisogno del volano bimassa. Cmq sia ho letto che il nuovo motore 2.0 cdti della opel astra ha corso per 24 ore nell’high speed bowl ad una velocità media di 201 km/h, senza modifiche, tutto di serie, e ha percorso una distanza di 4800 km, l’ho detto nel caso venissero dei dubbi sulle prestazioni e la resistenza di un turbodiesel “da strada” di nuova generazione.

  492. Girolamo Says:

    Flaviano lascia perdere, quando la gente è convinta di essere estremamente sapiente e che gli altri parlino per sentito dire non c’è niente da fare. Essere stato un camionista mi ha fatto imparare a smontare e rimontare un motore magari mentre dormo, e visto che durante il periodo in cui lavoravo mi sono appassionato ho iniziato ad avvicinarmi di più al mondo dei motori, poi sono nati mio figlio e mia figlia, mio figlio è drogato di audi, mia figlia lavorava in un concessionario audi in germania, io mi sono indirizzato verso le opel, e mio figlio mi sta venendo dietro perchè ha scoperto l’affidabilità, sia benzina che diesel, e visto che la opel i motori diesel li sa scegliere e la gm li sa costruire, le solite chiacchiere da bar che dite voi, che i diesel sono motori dalla facile rottura, qui valgono poco e niente.

  493. angler74 Says:

    ciao trombolina, quello che dici tu sono da quando ho cominciato a mettere commenti su questo blog che lo dico… hai ragione, infatti x me basta così… tanto quello che divevo fare l’ho fatto, se c’è gente che ancora parla tanto per parlare peggio per loro, io spero solo che chi viene su questa pagina di discussione sia abbastanza sveglio da saper differenziare le chiacchiere dalla realtà dei fatti, come ad esempio la semplice matematica dei numeri che ho usato per dimostrare la FALSA convenienza del diesel cosa che i soliti continuano a evitare di commentare e a cercare di smentire con le chiacchiere… solo alcune cose volevo precisare prima di chiudere… il fatto che ci siano alcuni modelli di auto a benzina (la toyota iq lo monta il 1.4 diesel d4d….flaviano…) più che altro tsi volkswagen… è ben lontana dal poter affermare che si rompano come detto da girolamo, che lo ha commentato come se fosse il difetto del mese su quattroruote, e invece guarda caso sul web si trovano testimonianze di rottura solo sui diesel, dovuti al fatto che in quei motori, date le notevoli vibrazioni sono più stressati… poi x il resto fate come vi pare, continuate pure a negare l’evidenza e a mettere in discussione la matematica, chi vuol capire capisca, gli altri se la prendono in saccoccia, ciao a tutti, è stato un piacere….

  494. Flaviano Says:

    Alla fine abbiamo capito che angler è orgoglioso, “i motori a benzina sono il top, sono superiori sempre e comunque e sono imbattibili”, e poi sono i primi a fondere, la toyota iq 1.0 vvt-i da 68 cv monta il volano bimassa, la fiat 500L twin air 105 cv monta il volano bimassa, sono cose che trovi anche online, ma se vuoi evitare di commentare ancora, almeno la smetteremo di confondere le idee a chi viene a leggere qui, se vuoi dire a tutti che le auto a benzina sono adatte a tutte le strade fai pure, poi le conseguenze si faranno avanti, prego, porta pure una 1.4 benzina sulle alpi e dalla a qualcuno che vive li, vorrei proprio vedere quanto dura, poi sarei curioso di vedere se conviene il diesel che ti dura almeno 300 mila chilometri oppure un benzina che te ne dura 100 mila per poi comprare quella nuova, che la paghi 10 mila euro, e qui il risparmio che si ha sul benzina se ne va via volando verso le stelle, ma pensatela come volete, siete liberi di fare quello che volete.

  495. Mash Says:

    della serie “angler vuole salvare il mondo dai cattivissimi, micidiali e inutili diesel, mettendo in campo i perfetti e potenti motori a benzina” potrebbe essere un nuovo capolavoro della marvel… “mettendo sul campo i suoi calcoli matematici fatti da lui, i poveri diesel non poterono fare nulla per resistere a tale potere”…tu lo sai che io e dei miei amici siamo stati capaci di portare un vecchio 1.4 diesel a 6500 giri al minuto? Il risultato è stato che un 1.4 benzina di pari regime e potenza su banco di prova ha fatto soltanto 77 km/h meno, anche se aveva lo stesso consumo del diesel, il 1.4 benzina aveva 90 cv, il diesel 48 cv, alla fine dei lavori il diesel ne aveva 94, soltanto con l’aumento del regime di rotazione, questo per farti capire che i diesel potenti si possono fare, basta soltanto metterci testa e impegno, è bastato aiutare lo scoppio del carburante con una candela oltre i 4750 giri, la curva di coppia è quasi costante, la coppia c’era da 1300 fino a 5800 giri, e il picco è stato 189 n.m, immagina se avesse avuto una turbina cosa sarebbe stato capace di fare… sono bastati 2 mesi fra calcoli, ragionamenti e lavori per fare questa prova. Cmq parlando del tsi, dove sta scritto che è inaffidabile? non è affatto inaffidabile, è semplicemente più fragile di altri motori perchè è sofisticato, ma non inaffidabile, e non lo dico solo perchè guido una golf 1.4 122 cv, ma perchè ho 139 mila chilometri percorsi senza nessun problema. Cmq spiegherò una cosa a tutti, il fatto che si vedano tante lamentele sui diesel è semplicemente perchè la gente è occasionalista, vede la prima lamentela e dice “ah allora mi lamento anche io” lo stesso vale per il tsi, e csì lo è anche per i motori turbocompressi se ci fate caso, questo è il motivo per il quale la gente si lamenta tanto, anche se poi si dice di avere un macigno quando invece si ha un granello di sabbia, non so se mi spiego… molta gente dice “la mia auto è da buttare, è andato tutto a puttane” mentre poi basta un colpo di martello e va meglio di prima. Detto questo dico anche che la gente che ha problemi con i diesel e con i tsi mooolto probabilmente è solo quella che scrive, perchè semplicemente, questi problemi, vengono dal fatto che vengono creati, e non perchè ci sono veramente, sentita una persona che dice “mi è esplosa la turbina” già tutto il paese dice “ah quella macchina è inaffidabile, dicono ce scoppiano le turbine, quindi non compratela che è inaffidabile” e lo dicono senza sapere come guidava il tipo… sono anche queste chiacchiere da bar, non solo quelle che dicono che il diese conviene xk consuma poco. Mettetevi in testa che la gente che si lamenta lo fa quasi sempre senza cognizione di causa, e ve lo dice un uomo da bar che passa le serate al bar con gli amici, ed essere un tuner mi aiuta anche a capire quando le lamentele sono vere o meno, e vi dico che tutte queste lamentele sono fondate su basi cedevoli, come un castello eretto su una lastra di ghiaccio al lago di como.

  496. trombolina77 Says:

    vorrei aggiungere una cosa anche io prima di chiudere senza incappare nella trappola in cui è caduto angler, cioè perdere tempo ad insistere a voler dimosrare la realtà a gente con gli occhi e le orecchie foderati di mortadella:
    l’argomento del blog parla di convenienza o meno della scelta di un motore diesel rispetto ad uno a benzina di pari potenza e allestimento e a me risulta che angler, con i suoi calcoli matematici abbia dimostrato pienamente e senza alcun dubbio che la cosa sia palese ed evidente, l’acquisto di un’auto a gasolio porta più svantaggi che vantaggi, sia economici sia di praticità che di “etica”, visto anche il notevole inquinamento che produce.
    adesso non sto a commentare più di tanto quello che avete detto in queste righe di blog, ma vi parlo di esperienza personale, io tra i miei conoscenti, parenti ed amici non conosco una, ma dico una persona che non abbia avuto rogne di ogni genere col motore diesel, dalla più comune rottura del turbo fino ai casini su casini del filtro antiparticolato, come fate, dico io, a dire che la gente si lamenta perchè è occasionalista… se andate a leggere i siti specializzati c’è gente che continuamente ne parla, qualificandosi e raccontando cosa è successo e chiedendo consigli per la risoluzione del problema e non si può affermare che sia tutto inventato…
    io non sono ne di parte ne a difesa di nessuno, ma voglio spezzare una lancia a favore di angler, che qui dentro mi è sembrato il più obbiettivo e il più “coraggioso”, perchè ha avuto, appunto il coraggio di andare contro la massa e le convinzioni e senza troppe chiacchiere ha dimostrato con i numeri e con i fatti quello che è la realtà, i calcoli che ha fatto non sono i suoi, ma la raccolta di informazioni e numeri che rispecchiano l’unica vera realtà e dire che è orgoglioso e che vuole fare il supereroe non è corretto, piuttosto cercate di rivedere quello che avete scritto voi, che continuate a dire che i motori a benzina finiscono a 100000 km… e poi parlate di chiacchiere da bar… questa è disinformazione caro flaviano… vi saluto, ah dimenticavo, sono un meccanico preparatore di motori in un team di rallie, ciao a tutti.

  497. Flaviano Says:

    Trombolina…la tua è disinformazione… quello che dice mash è vero, sll’occasionalismo della gente, una persona su un forum puo spacciarsi per il papa quando invece è un bimbo che sta ancora nella culla, quindi l’attendibilità di qualunque cosa può essere messa facilmente in dubbio. Il fatto che un motore a benzina fa 100000 km non lo dico per a disinformazione, e per tua informazione io in famiglia ho diversi parenti che hanno a che fare con i motori, fra cui un ex pilota di rally, e io personalmente conosco tante di quelle marche di auto che tu nemmeno immagini, e le conosco tutte, compresi i motori, e so anche come è costruito un motore, come si assembla, i componenti, i materiali più comuni che vengono usati con tanto di caratteristiche fisiche, so come si muove, come aviene lo scoppio della miscela aria-carburante, e potrei continuare a scrivere decine e decine di righe su quello che so sui motori, con tanto di calcoli per progettarne e assemblarne uno. Non sono qui per vantarmi delle mie conoscenze, ma per dirti che il fatto che i motori benzina durano poco in montagna l’ho visto con i miei occhi tante volte che per contarle sulle dita mi servirebbero le mani di mezzo paese, mentre invece non ho mai visto nessun turbodiesel con quei problemi che dite tu e angler, semplicemente perchè i turbodiesel che vedo io non stanno in città, ma in strade dove vengono usati correttamente, ovvero con poche decelerate e frenate e con velocità praticamente costante, e ci sono certe strade che molta gente con le auto a benzina non riesce a fare perchè non ce la fanno, io con la mia 1.3 turbodiesel le faccio pure in terza, li dove ho visto 2 volte nel giro di 3 mesi due fiat punto 1.4 benzina col fumo che usciva dal vano motore, non per niente ora qui hanno quasi tutti auto diesel. Mio padre aveva una fiesta 1.4 90 cv, ha fuso la testata in una di quelle salite a 160000 km, e io ero in auto con lui, l’ha rottamata pochi chilometri dopo perchè era diventata inefficiente, e dire che la usava spesso in autostrada, senza sforzarla in salite ripide e tortuose…mio padre ha cambiato un sacco di auto a benzina per motivi simili a questo, e così molti paesani che ne raccontano di tutti i colori sulle loro vecchie auto a benzina, motori fusi, motori grippati, sbiellati ecc ecc, e chissà perchè chi guida vecchie diesel tipo la vw lupo 1.2 tdi non ha da raccontare brutte esperienze col fatto di essere rimasto a piedi, ti parlo con auto con oltre 400000 km… l’opposto, ovvero quello che sostieni tu, che le diesel durano poco, succede in città C I T T A’, 5 lettere e un’accento per indicare incroci ogni 50 metri, semafori ad ogni incrocio, accelera e frena ogni 5 secondi, turbina che fa accelera-rallenta-accelera-rallenta continuamente, è li che partono le turbine,e da quela gente che leggi le lamentele, non da quella che intendo io, ci siamo capiti? Ora ti è chiaro da dove vengono gli occasionalisti? Ora ti è chiaro quello che intendo dire io con la convenienza del diesel in posti dove sto io? Ora ti è chiaro quello che dice girolamo sull’affidabilità dei diesel? Ora ti è chiaro che non sai di cosa stai parlando?

  498. Mash Says:

    trombolina, lo hai cercato un buon cuscino sotto il quale devi mettere la tua testa? Se non lo hai trovato allora ti invio un link interessante, qui c’è solo l’imbarazzo della scelta ;D

    http://www.ikea.com/it/it/catalog/categories/departments/living_room/10659/?cid=it|ps|nonbranded|Soggiorno_CusciniEFoderePerCuscini|go|cuscini

    Sapppi però che li sotto è buio quindi portati una torcia, e mi raccomanodo prendila a benzina così inquini poco e dura tanto.

  499. michele Says:

    secondo me inutile fare differenze tra diesel e benzina sono 2 motori distinti e separati , io ho avuto diverse auto a benzina giusto per levarmi qualche sfizio ” opel vectra 1.6 16v ; fiat coupe 2.0 20v ; alfa 156 1.8 T.S 144cv ; alfa gtv 2.0 T.S 155 cv ; per ultima ho acquistato alfa 156 1.9 jtdm 16v 140 cv giusto per provare il diesel .
    intanto non e’ vero che i motori a benzina tra i 120,000 e i 130,000 km sono macinati , la durata di un motore dipende anche dal propietario , io il gtv e il fiat coupe l’ ho venduti per esportazione con oltre i 300,000 km sulle le spalle avevano esterni ed interni paragonabili al nuovo , e motori come orologi svizzeri , il gtv 12 anni di auto ancora 235 km/h li faceva” secondo alcuni post doveva essere spompato ” , quindi tornando al discorso sulla durata di un motore dipende da chi possiede l’ auto , altro esempio quanti diesel si vedono in giro anche auto di un certo prestigio che quando sono in accellerazione sembra che hanno una centrale a carbone dietro ” quello dipende pure dalla manutenzione fatta dal propietario ” io ad esempio la mia 156 1.9 jtdm 16v in accelerazione zero fumo , e’ una macchina divertente da guidare ma onestamente la prossima che acquisto sara al 100 % benzina e mai piu diesel , per i seguenti motivi : se fai gasolio da un distribuitore con gasolio sporco o qualita scarsa il motore da rogne mentre col benzina difficile avere questi problemi ; se cammini diverse volte in rierva il motore a diesel da rogne nella partenza mentre il benzina difficile avere questi problemi ; il motore a diesel ha la pompa alta pressione del gasolio quindi un pezzo in piu da comprare o rettificare in caso di guasto mentre il benzina ha la classica pompa nel serbatoio ; il diesel ha il filtro del gasolio quindi un pezzo in piu da sostituire o comunque se non e’ sostituito puo dare rogne nell’ avvio del motore nel benzina non esiste ; tutti i moderni motori a diesel sono dotati di turbine che sono soggette a esercizi di lavoro alti e continui quindi un pezzo in piu da cambiare o sostituire mentre nei motori a benzina hai la scelta se comprare aspirato o turbo e comunque la turbina nei motori a diesel ha un usura piu accelerata , la frizione nei turbo diesel e’ piu sollecitata e ha un usura piu veloce , e in caso di guasto i costi sono piu alti rispetto al benzina , io nella 156 jtdm solo il volano mi e costato 700 euro mentre nel gtv con 400 euro totali ho fatto tutta la frizione completa compresa cilindretto e pompa frizione , il diesel ha velocita massime e numeri di giri limitati a causa delle sue ristrettezze infatti oltre il regime massimo di 5000 rpm i motori a diesel cominciano ad essere meno performanti e hanno cali di prestazione oltre che pericoli di rottura , questo nn lo dico io , ma se controllate forum di meccanica o altro sono gente specializzata nel campo che lo afferma , infatti non esistono diesel che vanno oltre i 250 – 260 orari e con rpm oltre 5,000 – 6,000 , guardate tutte le riviste auto non esistono diesel oltre i 250 km/h e sono tutti carri armati da 3.000 cc e oltre , ad esempio la mia auto 156 1,9 jtdm fa 220 km/h a 4500 rpm , il motore a diesel in accelerazione e diverso dal benzina ti da il massimo della coppia a bassi regimi e man mano che sali di velocita ti da l’ impressione che la potenza tende a calare , mentre il benzina sale graduale per poi esplodere tutta la sua potenza di botta con un continuo crescere fino al limite massimo dell’ auto , altra cosa nei turbo diesel i motorini di avviamente sono piu soggetti a usura dato che l’ avvio del diesel non e’ come il benzina , comunque pro e contro ce ne sono tanti per questo non voglio dire che i diesel sono brutti motori , ma onestamente preferisco un benzina ,

  500. Tranciotoscano Says:

    Ho avuto un Diesel 1.5 tDci con 220.000 km fatti in quasi 10 anni. Due sole revisioni sempre andato benissimo,mai fatta la distribuzione a mio rischio,dopo quasi dieci anni l’ho dato al concessionario per cambaire vettura sempre Diesel.Ovvio che rispetto al 2003-2005 il prezzo del gasolio è aumentato molto,ma questo è il ladrocionio di Stato,dato che su ogni litro il parassita evasore numero 1 si becca più di 0,70 centesimi così paghiamo i nullafacenti mantenuti,ma questo è altra questione.Ho provato per un periodo motori a metano i “famosi” 1400 natural che di natural non hanno nulla,sono fermi,soprattutto con auto tipo multispazio,il risparmio è illusorio rispetto al diesel perchè a me quasi sempre conveniva andare a benzina non trovando il distributore.Solo nel caso si abiti in alcune regioni (piemonte credo e forse lombardia) dove il bifuel non paga bollo,ma anche li è una stronazata italiota regionale perchè io adesso ho un 1.3 dCI nuovo Euro5 e non vedo il motivo del perchè debba pagare il bollo nella mia regione (o tutti o nessuno in E4-5!) quando chi ha il bifuel può andare anche solo a benzina con i suoi 50 litri di serbatoio e “inquinare” allo stesso modo,sempre che la balla dell’inquinamento sia la risoluzione ai problemi dell’umanità,quando ci passano sulla testa milioni d’aerei e le fabbriche buttano nell’aria le peggiori schifezze e senza parlare della spazzatura prodotta.Togliendo alcune donne e alcuni uomini che di consumi ed auto non ci capiscono un cazzo,il gas è uno specchio per le allodole,tanto tra un pò aumenterà a dismisura come gli altri carburanti (con il Qubo a metano 1.4 mi sono trovato in autostrada e per risparmiare dovevo andare a 90 km/h e dietro mi infamavano…,a volte dovevo passare a benzina per fare una salita e con un pieno metano al max facevo 180-210 km).

  501. Tranciotoscano Says:

    Meglio il Diesel del benzina senza alcun dubbio!

  502. Flaviano Says:

    Michele, le auto che fanno 120 mila chilometri sono auto guidate da quelle persone che tu chiameresti padri di famiglia, alcune di quelle persone le conosco, e so come guidano, e fidati se ti dico che una vectra 1.6 dura poco, io le conosco quelle strade, e auto con motori di quel tipo e con un numero di giri così elevato rispetto alla coppia massima non fanno molta strada, io stesso ho visto motori con 140-150 mila chilometri fondere la guarnizione della testata, motori di auto che venivano guidate da persone che vanno a 40, invece non ho visto un’auto diesel essere rottamata con meno di 400 mila chiloetri,auto che hanno 15-20 anni, ma anche auto con 5-10 anni, e ti dico un’altra cosa, mia madre una sera era rimasta senza liquido refrigerante su una corsa 1.3 cdti, e ha fatto 10 chilometri in quelle condizioni per tornare a casa, senza mettere acqua, il giorno dopo l’ho portata dal meccanico io stesso, e dopo aver riparato il tubo bucato (distrazione di chi ha messo l’olio e l’ha fatto traboccare) ha controllato la testata, che non presentava nessun tipo di danno, praticamente liquido o non liquido al motore non interessava, camminava e basta, invece la fiesta 1.4 benzina di mio padre ha fiso la testata per molto meno, ovvero perchè il liquido non era a livello, e il motore faticava a girare in seconda, andava solo in prima dove in genere andava in seconda, quindi come ho detto, i motori a benzina sono fatti per la città, non per la montagna, viceversa i diesel.

    P.s. Un’auto diesel non supera i 250 all’ora causa limitatore, la mia corsa 1.3 di ferma quasi a 200 a 3700 giri, a 4500 giri starebbe quasi a 240, e cmq la velocità che raggiunge col limitatore è pari a quella di un 1.4 turbo benzina da 120 cv. Cmq neanche la mercedes cls 63 amg supera i 250, proprio perchè è limitata, così come la bmw m3 o la bmw m135 o l’audi rs3 e chi più ne ha più ne metta, tutte quelle che li superano sn modificate.

  503. Marco Says:

    Ciao angler74,
    complimenti a te e a tutti quelli che vogliono esporre un opinione senza dover fare le crociate!
    Mi sono trovato pure io nella posizione di dover acquistare una nuova auto e dover scegliere tra Diesel e benzina. E’ devo essere sincero ho avuto i miei grossi tentennamenti, forse avrei dovuto trovare queste pagine prima… Comunque alla fine ho scelto un benzina, Honda Civic 1.4 basandomi sui km annui percorsi circa 12.000 e l’uso in percentuale in città 85%.
    Ad oggi credo di aver fatto la scelta giusta, forse avrei dovuto osare di più e prendere il 1.8, ma la pubblicità gli amici/conoscenti se accennavo al 1.8 benzina mancava poco mi menassero! La famosa moda…
    Ora ho un auto che certo non è un fulmine, o meglio se voglio renderla allegra devo usare un po’ di più il cambio e mettere in conto di consumare un po’ di più, ma alla fine sono casi sporadici.
    Per il resto in città consumo circa 12/13 km al litro un po’ meno in inverno, tutti i miei amici con auto Diesel di pari cilindrata in città sono sui 13/14, insomma non proprio sto risparmio… dimenticavo speso quasi 5.000€ in meno del 1.6 120cv che è sicuramente un bel motore, ma son sempre 5.000€.
    E’ vero però che se si fanno molti km fuori dai centri urbani il Diesel ha un perché, io guido varie auto aziendali di diverse cilindrate e tutte a gasolio, fuori rendono veramente bene, ma appena giro in città si assomigliano tutte sotto l’aspetto dei consumi.
    Concludendo, per piacere di guida sound e quel qualcosa che non si può spiegare, se non ci fosse il caro benzina una bella auto 2.0 o superiore a benzina non ha rivali, mia opinione dopo alcune prove.
    Credo che il concetto di angle sia quello di voler far prendere alla persone una scelta consapevole è legata alle vere proprie esigenze e non indotte come spesso avviene.
    saluti

    P.S.
    I costi dei carburanti sono troppo alti, già solo in Francia si risparmiano 30/40 centesimi, questo è il vero GRAVISSIMO problema.

  504. Mash Says:

    Se angler non si fosse meso a fare il supereroe che combatte i diesel magari le sue chiachciere potevano passare per buone, però mi sembra in fanboy del benzina da come parla. Il fatto che i motori a benzina sono migliori sempre e comunque esiste soltanto nei suoi sogni, semplicemente il motore diesel non è adatto ai percorsi urbani, e non mi risulta che le strade fuori città e le auostrade abbiano incroci e semafori ogni 20 metri, e cmq parlando di prestazioni, li dove un 1.3 benzina fa 180 un 1.3 diesel fa 200. Lo sapete che l’audi r10 tdi che corre nella le mans 24 ore ha 6500 giri al minuto come una comune auto a benzina, ed è stata progettata per reggere quei regimi, ma non vi chiedete come mai è stata limitata a 5000? Semplice, appena uscita dalla fabbrica superava i 1000 hp, infatti hanno dovuto restringere i condotti di aspirazione oltre che limitare i giri, ma nonostante tutto può permettersi un cambio a 5 marce, a differenza delle concorrenti a benzina che ce l’hanno a 6 marce, la differneza è che i rapporti sono più lunghi e il pilota defe effettuare meno cambiate, risparmiando sui tempi. Un’altra differenza è che l’audi r10 tdi è stata depotenziata per ridurne le prestazioni, le concorrenti a benzina sono state potenziate al limite della concezione umana per farle correre, un’audi r10 potenziata allo stesso modo delle concorrenti a benzina avrebbe superato i 1200 cv (un altro esempio delle prestazioni elevate dei diesel). Io, possessore di auto a benzina, vi dico che i motori a benzina sono fatti per la città, solo li durano tanto, per il resto opterei per un diesel.

  505. angler74 Says:

    eccomi qui di nuovo, avevo detto che sarei sparito ma visto che mi sento chiamato in causa non posso non rispondere…
    mash, tu non hai capito proprio niente, io non sono ne un fanboy ne un detrattore che fa crociate, io sono stato l’unico che ha parlato di fatti e ha messo dati e calcoli MATEMATICI a dimostrare il tutto… i fanboy sono quelli che seguono la moda e parlano soltanto, negano l’evidenza e hanno paura di uscire dalla massa solo per seguire una moda costruita sul niente!
    i fanboy sono quelli che hanno consigliato a marco di non prendere il milleotto della civic, per il pregiudizio del consumo, la parola “milleotto a benzina” che risuona come un petardo in chiesa, appunto per la paura psicologica inculcata dai media e dai luoghi comuni… quelli sono i fanboy… poi vai a vedere come stanno le cose e ti accorgi che il rapporto consumo potenza è superiore a quello del millequattro… te li sei letti tutti i post? hai visto la foto che ho messo, dove ho percorso quasi cento km alla media di 5,2 l x100km? quelli caro mash sono FATTI! non le chiacchiere di un fanboy! poi mi dici che io dico che il benzina sia meglio sempre , comunque e in tutte le situazioni, allora fammi un copia incolla di dove affermo questo… io non ho mai detto una cosa del genere, sono i sostenitori ad oltranza, nonchè, FANBOY del diesel ad affermare questo, che sono convinti che escono dal concessionario e cominciano a risparmiare, perchè tutti lo dicono e tutti lo comprano, poi vai a vedere e fanno diecimila km all’anno…
    Poi ancora co sta storia dell r10… i motori a benzina sono stati spremuti al imite? ma ne sei sicuro? ma perchè non parli del rapporto cilindrata accrocchi-potenza? l’audi r8 north america di le mans è un 3.6 fsi ASPIRATO con 486 kw, l’r15 tdi è un 5500 biturbo con 410 kw, chiacchiere caro mash, queste sono solo chiacchiere, e le chiacchiere sono quelle che determinano un fanboy, io parlo solo di fatti… ciao a presto.

  506. Flaviano Says:

    Tanto per riprendere il discorso sul sound…

    Questo video parla chiaro e smentisce tutte quelle credenze sul fatto che i diesel hanno un brutto sound.

  507. Francesco Says:

    Bhè io penso che come sound anche i diesel possano essere aggressivi, potenti e attraenti, come lo dimostra il video. Vorrei solo far notare, cercando di essere obiettivo e senza altri fini, che quei diesel hanno quasi tutti scarico completo, catalizzatore sportivo se non assente, filtro antiparticolato rimosso e tante altre accortezze per rendere il motore più fluido e potente ed il suono più pieno e forte. Ovviamente quei diesel non potrai mai portarli in strada in tranquillità perchè prima di tutto non dovresti sentirti per niente a posto (basta guardare le nuvole nere, simili a quelle di un treno a vapore, ma forse forse un pochino più nocive), secondo potresti attirare troppa attenzione, proprio a causa del suono potente, più simile ad un benzina sportivo con scarico aperto. Questo non per togliere nulla ai diesel, che rimangono comuqnue potenzialmente molto prestanti a mio avviso, ma in questo caso perderebbero tutta la loro utilità ed efficienza… i diesel sono ottimi, ideali, com’è stato detto finora per le strade ripide, dissestate ed impegnative! Per il lato sportivo/competitivo rimangono teoria, con poche utilità pratiche, proprio per il fatto dell’inquinamento e della difficoltà di sviluppo di un motore diesel con elevati rpm. Ripeto avrebbero tutto il potenziale, si potrebbe pensare che con l’evoluzione della tecnologia si rimedi alla difficolta di sviluppo del suddetto motore, ma una cosa rimarrà sempre penso: l’inquinamento. Per evitare di immettere troppe sostanze inquinanti e cancerogene nell’atmosfera credo si possa procedere o con la sostituzione delle vetture a motore endotermico con quelle elettriche (come stanno già in parte facendo) oppure, se si vogliono portare i diesel in gara, con la modifica della composizione del carburante di queste vetture, risultando così non più alimentate a gasolio. Magari inventeranno una sostanza da aggiungere al carburante, creando una specie di miscela, o un sistema sostitutivo al fap, ma che riduca al minimo la resistenza esercitata sui gas di scarico, per attutire questo grande inconveniente. Per ora però vedo i diesel adatti ad un uso quotidiano, lavorativo negli ambienti adatti, ed anche sportivo, ma fino a un certo punto, senza pretendere troppo, perchè ne rimetterebbero la salute nostra e del pianeta! Già siamo nei guai, direi che sia arrivata l’ora di buttare nei cassonetti i nostri interessi personali e di pensare un po’ al benessere collettivo, che è l’unico vero interesse che in fondo ognuno di noi ha!

  508. cri Says:

    alla fine a me interessa una cosa:faccio dai 12000 ai 15000 km all’anno,che cavolo devo comprare?sono completamente confuso da tutti questi post….vorrei una sw fatemi alcuni esempi per favore!!!!

  509. mauro Says:

    Diesel diesel diesel più durata dal motore più kilometri più ripresa. Piuttosto comprati un diesel usato ma non comprare il benzina. Ciao.

  510. cri Says:

    io ho sempre avuto diesel,ma a sentire tutti i vostri commenti(io parlo solo di risparmio di una macchina da portare fino alla fine della sua vita),per i km che faccio io,a questo punto mi converebbe un benzina,anche a km 0….guardando i conti di angler…mi piacerebbe che angler e bruce mi facessero alcuni esempi di auto da acquistare per poter risparmiare(non mi interessano grandi prestazioni….).Grazie a tutti

  511. Flaviano Says:

    Se vuoi auto a benzina punta sulle giapponesi, personalmente ti condiglio le nuove nissan, sono tecnologicamente avanti rispetto ad altre case automobilistiche, ma se vuoi cose più semplici punta sull’attuale 1.4 benzina opel, pur avendo 100 cv consuma praticamente quanto un 1.2, ma se viaggi principalmente in città basta anche un 1.2. Se stai in aree di montagna non prendere un benzina, dovresti puntare su motori più potenti per avere più coppia, punta piuttosto su un piccolo turbodiesel, io posso parlarti della mia corsa 1.3, che per le prestazioni e i costi di manutenzione che ha ne è valsa davvero la pena prenderla, visto che sto in una zona difficile per quanto riguarda le strade, ma se fossi stato in città non avrei di certo voluto un diesel. Ti dico solo, scegli l’auto più adatta alle tue esigenze, se stai in città e hai un benzina vai sicuro, se hai un diesel rischi di otturare i manicotti e di far esplodere il turbocompressore, se stai fuori città un comune benzina ti farà 15 al litro e avrà una durata che dipenderà da quanta fretta hai negli spostamenti, con un diesel puoi arrivare anche a 18 al litro, e la durata sarà parecchia perchè userai poco il cambio, sia correndo che andando piano (nei tratti extraurbani sto sempre in quarta sia se vado a 40 sia se vado a 80).,

    P.s. è uscito il nuovo motore opel 2.0 cdti 140 cv, montato sulla insignia, e nella prova sui consumi che hanno fatto hanno registrato un 4,4 l /100 k di media da roma a forlì, con consumo massimo di 5,2l /100 km e un consumo minimo di 3,7 l /100 km, tutto spendendo 24,98 euro di carburante per un totale di 360 km di strada, tradotto: consuma meno della corsa 1.3 95 cv (3,8 l /100 km).

  512. cri Says:

    grazie flaviano,spero di fare la scelta giusta….

  513. mauro Says:

    flaviano dice una cosa errata. le nissan hanno motori francesi (renault) quindi sono sostanzialmente auto francesi non giapponesi. leggi sui furun come ne parlano male dei qashqai e juke. (motori fusi) ciao.

  514. cri Says:

    ragazzi,ho letto dati tecnici della honda jazz 1.4 benzina 100 cv e prove fatte da 4 ruote e al volante…mi sembra veramente ottima in tutto e a km 0 trovi un sacco di occasioni:che ne pensate?

  515. angler74 Says:

    ciao cri, se fai massimo 15000 km all’anno escludi a priori il diesel… non dare retta a mauro per carità, continua solo a parlare per ossigenare le corde vocali senza neanche sapere quello che dice… 15000 km all’anno per un diesel equivale non solo a non risparmiare ma a spendere di più e anche parecchio… la jazz che hai detto tu è ottima, motore vtec che è sinonimo di affidabilità e bassi consumi. cmq se fossi in te darei un occhiata anche alla jazz ibrida… ciao a presto.

  516. mauro Says:

    E’ tornato angler il sapientone della rete:D

  517. cri Says:

    ciao angler,io ho avuto sempre motori diesel,ma prima abitavo con i miei e non guardavo il risparmio…ora sono sposato e guardo tutto dove posso risparmiare qualcosina…ho letto tutti i post e quello che mi ha convinto di piu’ e’ stato quello(a parer mio) piu’ semplice:la tua calcolatrice…mi pare che tu sia stato il piu’ obbiettivo(nel senso che non hai difeso per forza il benzina o il diesel),ma hai fatto dei semplici calcoli che mi hanno tolto un po’ di confusione…a questo punto ti stresso ancora un po’,visto che mi pare tu abbia un po’ di esperienza di macchine:oltre alla jazz(che anche tu condividi il fatto che sia un’ ottima macchina),quale altra mi consigli di valutare?

  518. angler74 Says:

    e si caro mauro, un sapientone dotato di penna e calcolatrice comprata per cinque euro dai cinesi, che paradosso! tu ti sei fermato al pallottoliere? ah, guarda che anche con quello si può calcolare il non risparmio dei diesel… vedi quanto è strana la vita, a volte basta un pò di semplicità per riuscire a scoprire la verità, basta lasciare perdere i preconcetti e ragionare con i metodi più semplici e alla portata di tutti, (o quasi….) tanto per evidenziare le putt@n@te che scrivi ti faccio presente che i motori renault di juke e qasqai che si fondono sono i 1.5 dci… guarda caso diesel…, la rete ne è piena di articoli a riguardo per cui non negare, non mi va di stare a fare copia incolla e di cercarli su google, ho altro da fare e mi sono rotto le balle di ripetere sempre le stesse cose, per i renault benzina ti dico solo che la mia clio 1.2 16v venduta a un mio caro amico adesso è a quota 240000, e solo un pò di trasudo di olio…a buon rendere…
    per cri, da quello che ho capito, puntando alla jazz a te serve una piccola tre volumi… dunque, adesso non so se si trovano a km 0 o di occasione, ma fossi in te farei un pensiero serio su una ibrida, anche la nuova yaris per esempio, sono due auto la cui affidabilità è indiscussa (toyota e honda sono stati sempre ai vertici per questo) sono i veri motori che fanno oltre i venti al litro reali, anche, anzi soprattutto in citta, perchè ricaricano le batterie in frenata e in decelerazione, forse costeranno un pò di più ma il recupero del punto di pareggio è assicurato. prova ad andare in concessionaria e vedi se c’è qualche incentivo o offerta particolare, a presto, ciao!

  519. angler74 Says:

    sopra volevo dire piccola due volumi e non tre volumi, pardon :)

  520. cri Says:

    angler,pero'(sto imparando da te…:))calcolatrice alla mano,la ibrida costa parecchio di piu’e per recuperare quei soldi ci vorrebbe molto tempo…a questo punto punterei il benzina…si,a me serve una piccola due volumi,ho una qubo 1.3 mjt 95 cv e non sono per niente contento(a parte la possibilita’di carico che e’ ottima)…poi non faccio km…potessi tornare indietro…a presto!!!!!

  521. Flaviano Says:

    Mauro, io non parlavo della note 1.5 dci, parlavo della note 1.2 dig-s, quel motore non fonde dopo 65 mila chilometri come il 1.5 dci renault che viene costruito con la carta ricavata dai cestini della spazzatura delle scuole elementari. E cmq sia ti ricordo che gli unici motori diesel degni di essere chiamati estremamente affidabili sono asiatici e americani. Cri ,per quanto riguarda le auto a benzina, l’unica cosa da fare è non guardare il twinair, che arriva a fare anche 14 al litro nel misto, contro i 24 dichiarati dalla casa, ed essendo un motore a benzina di piccola cilindrata (875 cc) c’è bisogno di dare parecchio sul gas per fargli prendere velocità, e i consumi elevati vengono proprio dalla necessità di spingere sul gas. Per quanto riguarda la honda jazz qualcuno dichiara 14 km al litro dimedia fra percorsi urbani e statali, quindi una cosa in comune che hanno i motori a benzina, sia che siano a fasatura variabile o meno, sono i consumi, che non sono sempre bassi come sostengono alcune persone.

  522. Mash Says:

    Oh, è tornato angler, bentornato. Gente, guardate che i calcoli di angler ci stanno eh, i hanno fatti anche altri prima di lui, ma il problema è che lui non ha tenuto in considerazione la durata di un motore e l’area geografica dove si usa, l’usura di un motore non è sempre uguale, varia a seconda di come si usa l’auto, di quanto si spinge e che marce si usano. Voi lo sapete che un motore a benzina è meno lubrificato di un motore diesel? Lo sapete che la camera di combustione di un motore a benzina ragiunge anche gli 850 gradi? il problema è che raggiungendo temperature così elevate le pareti della camera di combustione e le fasce elastiche dei pistoni vengono sollecitate parecchio, infatti quando un’auto a benzina esce dalla fabbrica consuma quel che dovrebbe, un 1.4 da 90 cv fa una media di 17 km/l, ma come mai dopo 20000 km quei 17 diventano 14,5/15? Proprio per questo motivo. Una volta acceso il motore ha inizio il deterioramento, quindi le superfici diventano più ruvide e guadagano attrito, cosa che non favorisce i consumi. I motori diesel a differenza dei benzina, usano materiali più resistenti, dato il maggior rapporto di compressione, e se escono di fabbrica che fanno 21 km/l, inizieranno a consumare un po di più intorno agli 80000 km, ma invece di 21 al litro faranno 20 al litro, semplicemente perchè il materiale più duro si deteriora meno rapidamente, e dato il minor numero di giri del motore la camera di combustione sta fra i 450 e i 550 gradi, quindi anche con un rischio estremamente minore di fondere il motore (non parliamo dei dci per favore, motori di pan di spagna), poi c’è anche il fatto che oltre all’olio dell’impianto di lubrificazione c’è anche il carburante che è oleoso di suo, e fa la sua parte, riducendo anche il consumo di olio del’auto, infatti i problemi con l’olio li sento solo sui motori a benzina, del tipo che consumano un sacco di olio o cose del genere. Voglio parlare un po di qualcosa che sinceramente mi ha messo un po in imbarazzo: Qualche mese fa stavo guidando da uomo libero,non badavo molto alle auto che avevo davanti, guardavo la strada, ascoltavo musica e cantavo un po, ho sorpassato un’auto, e dopo mezzo minuto mi riprende e mi sorpassa, visto che sono uno che ha il piede un po pesante l’ho risorpassato, e per mia fortuna e felicità c’era un bellissimo rettilineo, così ho pestato sul gas, e il mio 1.4 da 122 cv ha dato uno sprint fenomenale, e sono riuscito ad arrivare a 230 orari, ma dopo un po quell’auto mi riprende, mi sorpassa ancora e sparisce, ed era nientemeno che una misera corsa 1.7 da 125 cv, che andava almeno a 245 orari, niente fumo nero, nessun rumore di troppo, prima quando andavamo tutti e due a 50, io avevo il finestrino abbassato, sentivo solo il sibilo della sua turbina, non c’era aria di modifica, forse non aveva il limitatore, chi lo sa…Se conoscete il motore tsi saprete anche quanto miri alle prestazioni, a scapito della durata purtroppo, e saprete anche quanto sia in grado di spingere anche alle alte velocità, però mi sono lasciato superare da un turbodiesel, e infatti mi hanno preso in giro fino alla morte quando l’ho raccontato, ma è il crudele destino che tocca ai possessori di motori a benzina purtroppo.

  523. cri Says:

    ciao flaviano,anche a me non piacciono 2/3 cilindri e cilindrate troppo piccole…ho guardato parecchie prove fatte sulla jazz(al volante,4ruote…)e sotto i 16 di media non e’ mai stato rilevato.seguo altre auto ma con minori consumi della jazz(a parita’ di cv/cilindrata non ne ho trovate).cmq io ho sempre avuto auto diesel e mi sono sempre trovato bene(a parte ora che ho la qubo e non sono molto contento),solo che entrando in questo dibattito,considerando i pochi km che faccio,parlando di risparmio,forse nel mio caso mi conviene un benzina.quindi io non sono per forza per il diesel o per il benzina,ma per cio’ che mi fa risparmiare…per questo mi piacerebbe vedere commenti ininfluenti….

  524. mauro Says:

    cri ascolta. se non vuoi ritrovarti dopo 100/150 mila km con il motore a terra ( consumi accessivi di olio e benzina e altri problemi) allora comprati un diesel e non pensarci piu. il benzina è da masochisti se la vuoi tenere fin ke dura.ciao.

  525. mauro Says:

    e non ascoltare angler che le auto a benzina di oggi non sono piu affidabili come le auto di 20/ 30 anni fa. ciao.

  526. Mash Says:

    Oddio, vi prego fate sparire mauro dal web, sta continuando a sbattere il musetto contro il vetro del balcone e fa casino. Cri, se esistesse un 1.4 cilindri in linea ti direi “cri, prendilo al volo, è un’occasione da non perdere” ma visto che non esiste ti dico “cri, ti consiglio vivamente di puntare sul 1.2 della nissan note” e ti dico perchè: a differenza dei comuni motori il motore della nuova note non è a ciclo otto come l’ivtec della honda jazz, ma a ciclo miller, e questo tipo di motore ha un maggior rapporto di espansione rispetto al ciclo otto, che vuol dire maggior rendimento, e a differenza dei comuni 3 cilindri, questo fantastico motore NON HA VIBRAZIONI, ha un comfort assurdo, e visto che è un motore turbo quando vuoi ti da anche quella spinta che ti appiccica al sedile, e una cosa bella di questo motore, è che quando non serve, il turbo viene bypassato per risparmiare carburante, e poi vuoi mettere i 147 n.m. di coppia della note contro i 127 n.m. della honda jazz? Credo tu sapia che maggior coppia vuol dire minor uso del gas, vero? E poi hanno prestazioni pressochè uguali,almeno su carta, ma in una prova mi pare di aver capito che nello 0-100 invece di 11,7 secondi ha fatto 11 secondi netti, la jazz di carta segna 11,4 secondi, ma reali non so quanto faccia. Cmq sia, alla fine il vtec è un motore comune, solo che ha la fasatura variabile, non è niente di speciale, sono i motori opel e i motori nissan quelli che stanno andando veramente ma veramente avanti, basta guardare il motore sidi della opel, o il turbodiesel 2.0 da 140 cv della nuova insignia per capire quanto si stiano spingendo avanti. Cri ti dico solo di stare attento alla scelta, siamo in tempo di crisi, quindi se devi spendere dei soldi spendili bene, e qui entrano in gioco i 1.2, che sono meno dispendiosi di assicurazione, quindi io ti consiglierei la nissan note in tutto e per tutto, è veramente il top. Da allegro e felice possessore di una golf 1.4 da 122 cv, se mi proponessero uno scambio della mia con una note 1.2 dig-s accetterei senza far finire di parlare lo sfortunato.

  527. cri Says:

    mauro,come hai letto nei miei commenti precedenti io non mi schiero a priori da una parte o dall’altra,pero’ voglio farti un esempio:mia moglie ha una kia picanto 1.0 61cv benzina:quando l’abbiamo comprata ero molto dubbioso…cmq l’abbiamo presa nuova,pagata 7000 euro(con clima,vetri elettrici,autoradio di serie).a dicembre ha 10 anni,ha quasi 200000km…ho cambiato solo 2 batterie e la cinghia di distribuzione,non perde una goccia d’olio e va che e’ un piacere!!il tagliando lo faccio una volta l’anno…come consumi,in media mi fa i 16/17….e’ sempre stata fuori sotto neve pioggia sole…sono veramente contento di questa piccola macchina,e’stato un gran acquisto!!!per questo dico che vorrei vedere commenti non di parte…

  528. Francesco Says:

    Cri non voglio confonderti le idee, dato che già hai ricevuto consigli, ma vorrei esprimerti il mio parere a riguardo: per esperienza personale anche io ti consiglio le honda e le toyota benzina, sono molto affidabili e consumano poco. Queste tuttavia le consiglierei su percorsi prevalentemente piani. Le nuove nissan a benzina non le consiglio molto in quanto per la cilindrata che hanno, in genere 1.2, sono molto tirate e montano il turbo, prendendo le caratteristiche costruttive dai motori renault, anche se a dire il vero il turbo lo puoi disattivare con la modalità eco. In ogni caso, ad esempio per la note 1.2 dig-s, i consumi dichiarati sono parecchio inferiori a quelli effettivi a quanto pare. A questo punto meglio un diesel per me. Se vuoi un benzina, per percorsi pianeggianti però, andrebbero benissimo le honda e le toyota, che non montano turbo e sono meno tirate considerando il rapporto cavalli/cilindrata, garantendo maggior affidabilità e in genere minori consumi. Ricordati però di tenere sempre in considerazione il contesto in cui le usi, ovvero strade e pendenze, quota dal mare, e anche i km che percorri come ti è già stato detto! Per Angler: ti volevo chiedere quanto poteva essere affidabile il mio computer di bordo della nissan note 1.4 gpl 88cv, che in autostrada a 120 circa mi sembra di ricordare, in 5^ e a 3200 giri (regime di coppia massima = 128 Nm), con un filo di gas, segnava 3.0l/100km. Ogni tanto, soprattutto quando parcheggio, si sente odore di benzina, suppongo sia il debimetro. Non si nota sempre ma mi chiedevo quanto potesse influire il debimetro sul calcolo effetuato dal computer in quelle circostanze. C’è da dire che il computer aveva segnato questo consumo tempo fa, e non ricordo se avevo già notato il problema dell’odore di benzina. In ogni caso la mia domanda è questa: in base alla tua esperienza è possibile che il computer possa aver sbagliato di 1/2 litro ogni 100 km? Il consumo effettivo potrebbe esser stato di 3.5l/100 km circa? Sono curioso di sapere se almeno i 26 km/l li può toccare in autostrada! Ah, il motore era alimentato a benzina!

  529. Mash Says:

    Mi correggo, volevo scrivere 1.4 6 cilindri in linea, scusate :)

  530. angler74 Says:

    eccomi, x flaviano, i motori v tec sono i più parsimoniosi e affidabili che esistono sul mercato, io come sai, possiedo la civic 1.8, ebbene, 140 cv e quasi 1300 kg di massa… eppure non scendo mai sotto i 15 16 al litro, in extraurbano e a percorrenze anche superiori a quelle di codice sono riuscito ad avere medie di consumo incredibili, prossime ai venti al litro, documentate con tanto di prove… ho percorso 140000 km senza il minimo problema, solo olio e filtri e una volta le candele (l’ultimo tagliando compreso di candele all’iridio costato 185 euro…) mi sembra alquanto strano che la jazz, con duecento chili in meno e quaranta cv in meno non vada oltre i 15\l… anche le prove su strada la danno per 16 17 di media, quindi compresa la percorrenza urbana.
    per mash, hai perfettamente ragione sul fatto che l’area geografica influisce parecchio sulla durata e sull’efficenza del motore, ma esageri quando parli di motori benzina che fondono e hanno mille problemi perchè “vanno in salita” e soprattutto per le alte temperature che sprigionano, il compromesso c’è in tutte le tipologie di motori, anche i diesel hanno il “problema” delle alte compressioni e delle alte pressioni di alimentazione e sovralimentazione ed è questo che provoca la maggior parte dei problemi. per esperienza personale ti dico che io spesso percorro strade collinari piene di curve e ti dico che in sesta marcia le affronto gia dai 50 60 km\h senza problemi e senza surriscaldamenti… e con una ripresa invidiabile.. ora non so se sia honda che con i suoi motori stia trent’anni avanti o se sia un fatto che i motori benzina fondono in salita sia una cosa che voi state prendendo con troppa superficialità e esagerazione.
    per mauro… io non capisco tutto questo accanimento nei miei confronti, tu dici che sono un fanboy e che sono di parte, ma la differenza tra me e te è che tu parli e basta, io discuto il tutto e metto prove di quello che dico, con tanto di indiscutibile matematica… tu ti limiti a scrivere due parole tipo meglio diesel, benzina no, fanboy, e oltretutto quando provi a discutere argomentando ti fai certi autogol che nemmeno ti immagini… l’utlimo quando hai parlato di motori che fondono e guardacaso i diesel 1.5 di renault, e poi così, senza senso, dici che sono i benzina a fondere, sei la contraddizione fatta essere umano…e aggiungo pure che tu possiedi un’auto di diciotto anni fa, che ha caratteristiche che NIENTE hanno a che vedere con quelle di oggi! l’auto che possiedi tu era veramente indistruttibile e sono i diesel di oggi quelli a dare i maggiori problemi! i benzina di oggi hanno la stessa affidabilità di quelli passati e l’evoluzione che hanno avuto è un connubio basato sul minore consumo e maggiori prestazioni, niente più, lasciando l’affidabilità invariata al contrario dei diesel…
    telo dico da amico mauro, la chuisura mentale non porta a niente, insistere su argomenti inconsistenti non porta a niente, ma non solo nei motori, anche nella vita di tutti i giorni! guarda che fine sta facendo questo paese disgraziato proprio per la chiusura mentale dei nostri politici e soprattutto per quella dei suoi cittadini, anestetizzati dalla televisione e dai media!
    io lo ammetto, a volte posso sembrare di parte, ma non sopporto uscire di casa e respirare quantità industriali di polveri sottili determinate appunto da sprovveduti che acquistano diesel a prescindere e senza discutere…
    per cri, hai ragione, le ibride costano notevolmente di più… ma se vai a vedere in concessionaria potresti trovare qualche incentivo, la sorella di un mio caro amico aveva trovato la yaris allo stesso prezzo del diesel d4d, (poi ha preso il diesel… e vi stupite se a volte alzo i toni in questo blog, ma lasciamo perdere che è meglio….) cmq se nn trovi altro la jazz te lka consiglio vivamente, affidabilità, confort e sicurezza ai massimi livelli, in america la considerano la migliore piccola sul mercato… ciao e a presto!

  531. cri Says:

    grazie ragazzi dei vostri consigli,continuero’ a seguirvi perche’questo argomento mi sta a cuore e spero che come dice angler,continueremo a commentare con un po’ di apertura mentale senza offerdersi!!!a presto!!!

  532. Mash Says:

    Angleruccio, i moori che fondono in montagna sono i 1.4 non i 1.8, e cmq ti dico una cosa, anche io col mio 1.4 vado in sesta a 50 in salita, sto a poco più di 1000 giri e con appena un filo di gas, e se vado a fondo sale subito di giri, ma come ti ho detto alle alte velocità le auto a benzina perdono parecchio, non per niente non sono riuscito ad andare più veloce di un dannato turbodiesel, e se potessi tornare indietro mi sarei preso proprio una turbodiesel, visto che mi piace quando il panorama assume un aspetto sfocato e allungato.

  533. Francesco Says:

    cri, dato che l’honda jazz sembra fare al tuo caso, ho notato che sul sito honda appunto stanno facendo una bella offerta: io terrei in considerazione la 1.4 i-VTEC, che non è una 1.2 ed è più abbordabile rispetto alla 1.3 Hybrid. Di serie non ha il cambio cvt, quindi in teoria consuma ed inquina un pochino di più, ma non richiederebbe la manutenzione ad esempio per la cinghia di trasmissione. Stanno facendo questa offerta perchè a breve, nel secondo semestre del 2014, non so quando esattamente, esce la nuova generazione. Mi ha colpito il nuovo 1.5 Hybrid per il quale gli ingegneri dichiarano un consumo di circa 2,7l/100km, ovvero di circa 36km/l, ottenuto anche grazie al cambio a doppia frizione ed a 7 rapporti. Il motore benzina è a ciclo Atkinson, ovvero a ciclo Miller non sovralimentato, vale a dire come quello della note 1.2 dig-s ma senza turbocompressore, che libera 98cv e, combinato con quello elettrico, arriva fino a 135cv di potenza massima. A questo modello ibrido ne verrà affiancato uno completamente elettrico. In ogni caso ti puoi informare su internet, non so il costo ma sicuramente sarà meno abbordabile anche dell’attuale 1.3 Hybrid. Ti consiglio di dare un’occhiata al sito Honda e ad altri siti dove diffondono notizie sulla nuova generazione, così vedi il modello e la motorizzazione che fa più per te. Se ti può interessare, con il 1.4 attuale regalano anche un navigatore pioneer, così non ti fai mancare nemmeno la tecnologia! :)

  534. cri Says:

    ciao francesco,si l’ho visto alcuni gg fa il sito dell’honda ed effettivamente hanno proposte interessanti…si,direi che il 1.4 e’ quello che fa per me,anche perche’ motori troppo piccoli non mi piacciono.appena possibile mi piacerebbe andare in concessionaria per poter fare una prova prima di buttarmi sull’acquisto(anche perche’ l’ho fatto con la qubo e non sono molto contento….)….ancora grazie per i vostri consigli che seguo sempre con interesse!!!a presto!!! ;)

  535. angler74 Says:

    ciao cri, sempre per rimanere in tema auto nipponiche vai a dare un occhiata allasuzuki swift, ho visto su un pò di siti i dasti tecnici e sono rimasto strabiliato, il 1.2 benzina lo danno in media (dichiarato) per 5litri\100 km, e ha una dotazione di serie molto ampia.

  536. cri Says:

    ciao angler,la swift pero’ mi sembra veramente piccolina….anche come motore,nel senso che il 1.2 mi pare un po’ poco…cmq e’ vero,dati tecnici strabilianti….

  537. mauro Says:

    Con il 1.2 benzina non vai da nessuna parte! Devi fare un sorpasso o una salita come fai sforzi il motore e consumi un botto! Vuoi sapere la mia opinioni?? 1.6WD TUTTE LA VITA

  538. mauro Says:

    E un’altra cosa i consumi dichiarati dalle case non corrispondono mai a quelli reali e’ risaputo da tutti ciao.

  539. Flaviano Says:

    Cri, personalmente il 1.2 aspirato te lo consiglio solo se in auto ci siete soltanto tu e te stesso, altrimenti fa fatica pure ad accendersi, e lo so perchè mio padre aveva proprio un’auto con motore 1.2 a benzina, e come tutti i motori a benzina con poca cilindrata per partire bisogna: 1) aprire lo sportello – 2) uscire il piede fuori – 3) mettere il piede per terra e iniziare a spingere. In leggera salita a tavoletta in terza a non più di 60, a 120 in autostrada sembrava un concerto dei metallica, e sembrava che dentro il serbatoio dellabenzina ci fossero delle spugne che assorbiano la benzina e si buttavano nello scarico per uscire, e l’auto l’abbiamo cambiata dopo 2 mesi, ed era uno dei 1.2 più affidabili e promettenti del mercato eh, quindi pensa un 1.2 scadente. a cosa cambia se il 1.2 è turbo, almeno non fatica a spingere e se raggiungi una certa velocità puoi anche andare con un filo di gas, ma visto che i motori turbo sono meno affidabili dei motori aspirati meglio se punti ad un 1.4, o meglio ancora un 1.6 con pochi cavalli, che in teoria dovrebbe favorire il rendimento, ma la scelta sta a te.

  540. mauro Says:

    Il miglior compromesso e sempre il diesel meglio se 1.6. Bassi consumi e ottime prestazioni insieme.

  541. Mash Says:

    Maurino mauretto, non è forse l’ora di andare a letto? Ma non l’hai capito che ormai nessuno ti da più credito? vuoi continuare a scrivere cos’ tanto per aiutare la gente ad arrivare a 20000 commenti tondi tondi? Beh allora datti da fare dopo questo ne mancano 468. Cmq sia cri, io ascolterei flaviano, ha ragione sul fatto del 1.6 con pochi cavalli, soprattutto se in auto hai una famiglia numerosa, è più simile al diesel come rendimento, ma è pur sempre benzina quindi a pieno carico richiede un bel po più gas come tutte le auto a benzina. Vi dico anche un’altra cosa, le auto aspirate perdono potenza man mano che si sale di quota, è questo il motivo per cui e comuni auto a benzina non sono auto da montagna, in vece le diesel di oggi lo sono perchè anche le più piccole hanno il turbo. Vi faccio un esempio: la pressione atmosferica a livello del mare è 1, se si arriva a 2000 metri di alteza è 0,8, della serie che se hai un aspirato da 88 cv, a 2000 metri ti ritrovi con 79,2 cv, perchè perde il 10% di poenza a causa della rarefazione dell’aria, un motore turbo da 90 cv invece riesce a compensare la mancanza di pressione tramite la westgate, che consente al turbo di dare più pressione quando serve, riducendo la rarefazione dell’aria che entra, per esempio se parti con 90 cv ti ritroverai con 88,2 cv, perchè il turbo riesce a ridurre dell’8% la potenza dispersa, facendo perdere al motore solo il 2% dela potenza, non so se mi sono spiegato.

  542. cri Says:

    infatti il 1.2 lo escludo a priori…e nonostante io ora abbia un 1.3 mjt non dico assolutamente meglio il diesel mauro…come hanno detto in molti in questo blog,bisogna vedere le esigenze di ognuno di noi…per esempio io credo che la scelta migliore per me sia una piccola monovolume a benzina(tipo la jazz come ho detto precedentemente).E’ vero che i consumi delle case non corrispondono alla realta’,mai…infatti io guardo sempre prove fatte tipo da 4 ruote,al volante,di cui mi fido molto di piu’….

  543. angler74 Says:

    ragazzi, ormai è chiaro, mauro è un troll messo in giro per la rete dalle lobby del petrolio e dal governo delle accise sul gasolio… hanno paura di perdere introiti se la gente cominciasse a risparmiare e a usare quel poco di cervello che la lobotomizzazione di massa ci ha lasciato… riguardo all’ ennesima cazz@t@ che hai detto, ti faccio presente che i consumi dichiarati sono falsati per tutte le auto, quindi anche pe ri diesel, e ti aggiungo in maggior parte per questi ultimi, io mi sono letto molte prove su strada sul sito al volante e tanto per citarne una, la golf 1.6 tdi la casa dichiara urbano 21.7, reale15,7 extraurbano 30,3(!!!) reale 21,3, medio 26,3, reale 18,5… cmq vai mauro, continua a spararle, mi sto divertendo tutte le volte a smentirti coi fatti, è come sparare sull’ambulanza ormai, e vedo che anche gli altri utenti del blog se ne sono finalmente accorti….
    per cri, il milledue della swift è piccolo per cilindrata ma non per caratteristichee prestazioni, infatti ha quasi cento cavalli e buona coppia motrice a basso regime, ma comunque se stai pensando alla jazz io credo che gia piacendoti in tutto e per tutto vai e prendila senza pensarci troppo, una cosa è certa, in officina ce la porterai solo per i tagliandi :)

  544. Mash Says:

    Se avessi fatto venire qui la mia ragazza credo che non si sarebbe presa una clio 1.5 dci, non mi ha ascoltato quando le ho detto che è un motore inaffidabile, magari avrebbe dato retta a quello che esce scritto qui, infatti il primo guasto l’ha avuto a soli 213 mila chilometri, la centralina carburava male e faceva fumo nero, e l’ho sistemata io qualche oretta fa, e gia che c’ero ho anche dato un’occhiata al motore, ed era parecchio impolverato, così l’ho pulito un po, l’ho fatto tornare come nuovo, almeno esteticamente, ma cmq sia resta il fatto che è un motore alquanto inaffidabile, guardacaso si è sballata la centralina… io con la mia golf benzina sto a quota 148 mila e ho cambiato il volano quando ne avevo 89 mila, ma tutto sommato se va avanti così credo che potrei sperare di arrivare a 200 mila. L’unica persona che ha dato retta al sottoscritto adesso ha un motore che a 4000 giri al minuto sprigiona 267 cv e va da 0 a 62 mph in appena 5 secondi e mezzo, e il bello è la coppia: 394 n.m. a 1500 giri, non vi dico la cilindrata, è un segreto!

  545. cri Says:

    ciao angler,la swift e’ ottima,ma come capacita’ di carico da cio’ che ho visto su internet non c’e’ paragone con la jazz(come dimensioni lunghezza,larghezza,altezza non sono molto differenti)….sono sposato ed ho un cane di 30 kg che vive in simbiosi con noi,quindi per quei pochi viaggi che facciamo durante l’anno vorrei una macchina un po’ piu’ spaziosa…ho visto dei video sulla jazz sulla capacita’ di carico ed e’ incredibile quanto sia spaziosa…cmq credo che la cosa migliore sia quella di andarla a vedere dal vivo e possibilmente provarla….una nota negativa credo sia la mancanza della 6a marcia,forse avrebbe consumi ancora piu’ bassi.sui blog dedicati alla jazz,chi la possiede,non fa altro che parlarne benissimo!!!!trovo strano che in giro ce ne siano cosi’ poche….

  546. mauro Says:

    Angler stai diventando sempre più simpatico potresti fare un concorso x partecipare a zelig. Cmq cri x risparmiare più ke la 6 marcia serve un’auto a gasolio ciao.

  547. Mash Says:

    National Geographic – Oggi, osserveremo come il Maurus Gasolius tenta sempre un approccio diretto alle auto diesel, quando ormai gli sono stati lanciati gli avvertimenti di non insistere a riguardo. Guardatelo come sbuffa e come ruggisce nel tentativo di trovare un punto debole nella difesa avversaria. Ormai è chiaro che la difesa avversaria è impenetrabile, ma lui ci riprova, e ci riprova sempre, e anche quando attacca la difesa avversaria neanche ci fa più caso, perchè, come avrete sicuramente notato, si respinge da solo andando a sbattere col naso sull’albero di fronte a lui.

    Bruce0Wayne – Cri, la sesta marcia su un 1.4 del genere non può esistere, ha troppa poca coppia per un rapporto più lungo della quinta, cmq sia, sono andato a vederla la jazz per curiosità, e consigliano la 1.3 hybrid piuttosto che la 1.4, dicono renda più del 1.4, e sul listino costa circa 18 mila euro (20 mila + ecobonus), se puoi permetterti di spendere un po di più forse sarebbe la scelta ideale, e sono sicuro che sia più comfortevole della 1.4, sia per la ridotta rumorosità che per il cambio cvt, ha meno coppia della 1.4 ma la sfrutta meglio per via del cambio, quindi è come se ne avesse di più. Ho anche sentito di una prius che ha superato brillantemente i 550 mila chilometri, quindo credo che anche una jazz hybrid li possa raggiungere e superare, non ti garantirei lo stesso con la 1.4 benzina, quindi scegli bene prima di prendere l’auto, e cmq devi anche vedere quale delle 2 si svaluta prima, in caso deciderai di rivenderla in futuro.

  548. angler74 Says:

    per mauro, una sola parola per definirti, PATETICO…
    per mash, bravo, la versione ibrida sarebbe il massimo veramente! il prezzo è alto ma dovrebbero esserci in giro offerte e incentivi vari, ne vale la pena andare a informarsi. poi vuoi mettere la soddisfazione di avere finalmente sotto il sedere un auto innovativa e veramente ecologica dopo 130 anni di stasi tecnologica?(il concetto dei motori tradizionali è sempre quello ottocentesco).cri, se fossi in te darei un occhiata anche sui siti web e sull’usato, potresti trovare qualche bella occasione a riguardo.
    per quanto riguarda i 1.5 dci quelli che danno problemi sono quelli montati sul qashqai e sulla juke, molto probabilmente per il peso elevato di queste vetture e per le caratteristeche diverse da quelle della clio, e cmq credo che sia un difetto particolare perchè le testimonianze parlano di rotture avvenute allo stesso chilometraggio, circa 70000 km.

  549. Francesco Says:

    Sono d’accordo con Mash, penso che l’ibrida sia la scelta migliore anche per quanto riguarda la svalutazione, sicuramente varrà di più e più a lungo… probabilmente l’unico ostacolo è il prezzo di 5 mila euro più alto mi sembra, che non sono pochi per un veicolo di questa fascia! Tuttavia pagherai meno in assicurazione immagino e in carburante. Il bollo pure, per quanto pochi possano essere i cavalli di differenza, dovrebbe essere inferiore. Poi con il motore elettrico hai più coppia ed è anche immediata, quindi l’efficienza ce l’hai a portata di mano in caso di necessità! Quindi secondo me sarebbe opportuno tenere in considerazione anche questa scelta.. naturalmente i conti li devi fare tu, è solo per esprimere la mia opinione a riguardo, come hanno fatto anche gli altri! :) Sempre meglio ricordare le cose che farsele sfuggire di mente! :) Per Mash: l’auto che dici tu mi sembra molto simile ad una 1.2 benzina di nuova generazione strapompata e strasovralimentata, solo che, data la notevole potenza, penso sia più probabilmente una 1.4, o sbaglio? :D Oppure è un turbodiesel, magari 1.6? Se ha una cilindrata simile a queste allora c’è davvero da mettersi le mani ai capelli! :)

  550. Francesco Says:

    Che io sappia il 1.5 dci della renault-nissan ha una lista di problemi che farebbero impanicare i proprietari fino ad arrivare a pagare per liberarsene subito! C’è un sito, autopareri.com, che ha dei post con tutti i difetti maggiormente noti di diverse auto appartenenti a molte case di tutto il mondo e, anche se il post che ho letto risale a 4 anni fa, parla di difetti vari, per questo motore, agli iniettori, al volano, ai sensori di pressione del gasolio, valvola egr e quant’altro… che tristezza! Quanti soldi regaliamo, o meglio, ci facciamo fregare purtroppo!

  551. mauro Says:

    Purtroppo i francesi non sanno fare motori affidabili meglio sempre puntare sulle tedesche o giapponesi.

  552. Mash Says:

    La clio della mia ragazza è un’auto guidata benissimo, senza andare mai oltre i 2000 giri, per questo ha avuto soltanto un guasto alla centralina, ma conosco gente che a 90 mila chilometri ha cambiato motore, ma non sulla clio, sulla megane, e sicuramente il 1.5 dci non è fatto per i crossover o per i suv, è un motore da mettere sulle biciclette, perchè non sopporta mezzi pesanti, non è adatto agli sforzi, è fatto di pangrattato. Per quanto riguarda il motore di cui parlo, è un 1.9 turbodiesel, con l’aggiunta di un’altra turbina un po più grande dell’originale (2,2 bar di pressione) e uno scarico un po più adeguato all’aumento di potenza, la modifica di ferma li, non c’è nient’altro di cambiato, vabbè la centralna adattata alla seconda turbina e basta, però nemmeno io mi aspettavo un simile incremento di prestazioni, è passato da uno 0-100 in 8,2 secondi ad uno 0-100 in 5,5 secondi. Il motore è del 2007 e ha percorso 168 mila chilometri con quelle modifiche, cambiati il volano e la frizione per usura, ma non per rottura prematura.

  553. Faviano Says:

    Secondo me mauro è un bot programmato dagli arabi per cercare di promuovere il diesel e farlo andare avanti, ma con scarso successo su questo blog. Mash è per caso una vw golf l’auto del tuo amico? Cmq sia concordo anch’io con mash, le auto ibride rendono praticamente quanto un motore diesel, certo sono molto sportive ma consumano poco, e cmq sia si svalutano di meno le ibride, mantengono una certa affidabilità anche dopo tanti chilometri, quindi credo che la ibrida sia la scelta giusta, almeno c’è una possibilità in meno di rovinare il motore in caso di sforzi, che angler smentisca pure, non capirà mai di cosa parlo.

  554. cri Says:

    mauro,io ho sempre avuto auto diesel(peugeot 1.4 hdi,peugeot 307 2000 hdi,jimny 1500dds,ora qubo 1.3 mjt…)per questo in base alla mia situazione sto valutando qualcosa di diverso in base anche a chi ne sa piu’ di me…ragazzi e’ vero che le ibride sono eccezionali,ma costano un botto….ho letto che hanno presentato la nuova jazz a detroit,sara’ un unico motore 1.5 da 128 cv a sei marce benzina(per quello che parlavo della 6a,chiaramente per ignoranza,infatti ascolto voi che ne sapete piu’ di me) e sul sito dicono che non faranno piu’ ibrido….in europa dovrebbe arrivare ad ottobre…forse conviene aspettare quel periodo per trovare delle occasioni…che ne pensate?

  555. mauro Says:

    Cri se aspetti non comprerai mai nulla. O ti compri sto diesel o vai sul benzina.. ma poi non venire qua a piangerti addosso x l’errore commesso miraccomando.

  556. mauro Says:

    E poi cri ti ho già spiegato tutti i vantaggi ke ha un motore diesel rispetto al benzina. xke rischiare a cambiare x un benzina che poi se ti troverai male che fai? Ti farai mettere una bombola a gpl? La rivendi? Medita bene.

  557. cri Says:

    mauro,non mi piango addosso…e’ stato creato un blog dove si discute su un argomento e a me piace sentire pareri di altre persone…possibilmente non di parte…

  558. mauro Says:

    Quando finalmente avrai deciso facci sapere:)

  559. cri Says:

    se ti do fastidio non commento piu’ mauro :)

  560. mauro Says:

    Commenta pure quello che ti pare anke se secondo me qui non farai altro ke confonderti le idee

  561. Mash Says:

    Cri, qui quello di troppo è mauro, quindi commenta pure tranquillo, è un diritto che abbiamo tutti, come vedo qui non siamo di parte, l’unico di parte è mauro, nato e cresciuto per rompere le scatole su questo blog, quindi non farti problemi, se hai da dire qualcosa dilla senza paura di andare contro qualcuno. Flaviano, lo sai che all’inizio credevo anch’io che stessi parlando per sentito dire? Intendo sul fatto di come elogiavi i motori diesel un po come mauro (anche se tu a differenza di mauro non sei affatto ignorante, tutt’altro), sul fatto che con bassi consumi correvi un sacco, beh devo darti ragione, sul fatto che le opel sono delle bombe di prestazioni e rendimento, e anche a girolamo devo dare ragione, ne ho avuto le prove che quello che dicevate entrambi ci sta con la realtà dei fatti, certo avere un diesel comporta tagliandi ogni 2 e 3 ma credo ne valga la pena avere un’auto diesel per divertirsi, infatti ieri sera che ero fuori con gli amici e la mia ragazza mi sono accorto che uno di questi amici si è portato dietro un moccioso che sembrava james tont, siamo andati a farci un giretto e il tipetto è venuto con noi, ho visto la sua auto, parcheggiata davanti alla mia, una corsa D sport 3 porte con dei cerchi o.z. racing superleggera III da 18 pollici neri opachi, tutta bianca con i led blu nei fari, all’interno aveva l’aspetto di una gsi, ma fuori era la versione restyling del 2010, vado a leggere sul bagagliaio e c’era scritto “1.3 CDTI”. In quel momento la accende e da una piccola accelerata, e non so se avete mai sentito una volkswagen golf r incazzata, ma erano la stessa cosa, sembravano sorelle, sta di fatto che aveva uno scarico con terminale sdoppiato, posto al centro del paraurti posteriore, ed era bellissimo esteticamente. Partiamo tutti per andare sulla spiaggia a finire in bellezza la serata, e partiamo tutti con calma, senza partenze fiammanti, andavamo tutti tranquilli e chiacchieravamo col walkie talkie, ad un rettilineo decidiamo di provare a dare una piccola accelerata tanto per darci un po di brio, e il tipetto stava davanti a me: lui era davanti a me, io poso il walkie talkie, quindi ho perso si e no 3 secondi, nel frattempo sento una scalata, una potente accelerata e un continuo slitamento di ruote, rialzo lo sguardo e vedo due puntini rossi in lontananza, e tutti dietro che mi suonavano, alla fine mi sono deciso a darla io un’accelerata, ho accelerato e l’ho raggiunto, ma solo perchp aveva rallentato, solo perchè avevamo deciso di tirare tutta la terza però. Quando arriviamo alla spiaggia sono andato a parlare col ragazzo e mi ha fatto vedere una foto che ha fatto allo schermo del portatile quando ha dato i risultati del banco di prova, e la foto parlava chiaro, quel motore aveva le stesse prestazioni che ha l’attuale corsa opc nurburgring edition, 211 cv e 0-100 in 6,8 secondi, la coppia era di 322 n.m. a 2500 giri, e la potenza massima a 4600 giri, il rapporto di compressione da 18:1 portato a 21:1, e il regime massimo era di 5650 rpm. Ora non chiedetemi che cosa avesse quel motore perchè non ha voluto dirmelo, ma qualunque cosa avesse mi ha fatto ricredere sulla versatilità e la modificabilità dei turbodiesel, e questa è stata la seconda volta in cui mi sono fatto mangiare vivo da un turbodiesel, opel per giunta.

  562. Mash Says:

    Ah dimenticavo. Flaviano, l’auto di cui parlavo, il famoso 1.9 da 267 cv, è un’astra h del 2007.

  563. angler74 Says:

    ciao flaviano, non vedo il motivo per cui non dovrei capire la tua affermazione… so benissimo che i motori ibridi lavorano in sinergia e evitano sforzi e usura, sono stati creati appunto per quello, io sono un sostenitore convinto di tali motori.

  564. Flaviano Says:

    Non parlavo dei motori ibridi ma di quelli a benzina comuni, che non sono fatti per sforzarsi, e non parlo del tuo 1.8, ma dei comuni 1.2 e 1.4, che sono motori da città. Le uniche auto a benzina che vedo per più di 2 anni sono le 1.6, e ce ne sono poche qui in giro, semplicemente perchè costano tanto da mantenere. Lo sfacsciacarrozze dove in genere i mecanici vanno a prendere pezzi di ricambio ha pochissime auto diesel, invece ci sono un sacco di fiat punto e panda, renault clio, megane, peugeot 106, 206 e tutte auto simili, tutte 1.2 e 1.4 benzina, tutte buttate li col motore smontato per recuperare i pezzi che vanno bene, per questo motivo riparare un motore a benzina costa poco da me, ma se dovessi cercare un pezzo di ricambio per una corsa 1.3 non lo troverei, è già successo ad altre persone che dovevano ordinare il pezzo perchè non si trovava allo sfascio, e di corsa 1.3 ce ne sono una miriade, ma non allo sfascio, sfortunatamente buona parte delle persone che stà per lo più in centro abitato ha auto diesel, e i pochi pezzi di ricambio per diesel che vengono dallo sfascio sono delle auto di quelle persone, che le cambiano ogni 4-5 anni. La cosa che mi fa pensare molto è che nella mia zona tutta questa puzza di diesel non c’è, nonostante ci siano tantissime auto diesel, si sente soltanto in estate quando arrivano i turisti dalle città, sarà perchè in città non fanno la manutenzine, o magari perchè in città la legge vuole che le auto puzzino, non so, magari qui sanno guidare e in città no. L’unica cosa che a me da fastidio delle auto diesel in questa zona, è che tutti quelli che ce l’hanno e sono ignoranti dicono che costa di meno. Adesso iniziano a venir fuori le ibride diesel, cosa che pensavo venisse fuori già qualche anno fa, ma che si sta vedendo solo ora, ma staremo a vedere come saranno, senza fare previsioni.

  565. Girolamo Says:

    Io l’ho sempre detto che il diesel non è inutile, l’ho sempre detto che è un motore eccezionale, io mi sono ricreduto molto sui diesel quando li ho visti in azione, non sono più come i motori a benzina di 40 anni fa, adesso i motori a benzina sono addormentati, una volta erano belli pronti e scattanti, mio padre con la 600 del 55 si portava su per una salita tortuosa 200 chili di nocciole più mia madre me e mio fratello, adesso per fare lo stesso con un benzina serve minimo un 1.6 turbo. Per fare lo stesso io con la mia vecchia golf 1.6 dovevo scendere prima in pianura, dove potevo partire, e poi dovevo stare a non meno di 3000 giri per non perdere coppia e se per caso scendevo anche solo a 2800 giri dovevo tornare giù a marcia indietro per ripartire, e il motore aveva 102 cv. Mio fratello col la grande punto 1.3 multijet non ne ha di questi problemi, porta pure il doppio di quello che portava mio padre più sua moglie e sua figlia, con “soli” 90 cv e ha oltre 280000 chilometri. Da quando ho cambiato auto e sono passato dalla golf 1.6 benzina alla astra 2.0 turbodiesel spendo parechio di meno per mantenerla, pago di più di bollo, assicurazione e tagliandi, ma spendo meno della metà di carburante, e di strada ne faccio tanta, adesso con i problemi che inizia ad avere mia figlia faccio su e giù dalla germania più spesso, e la differenza è che con la golf arrivavo a 190, con qusta faccio quasi 250, con la golf a 190 facevo 8 al litro, con questa a quasi 250 faccio 14 al litro,e visto che li l’autostrada è senza limite di velocità a 250 ci vado tranquillamente, proprio oggi sono arrivato a 99998 chilometri, e ovviamente senza nessun problema, tengo l’auto accesa senza farla riposare un attimo praticamente per 88 chilometri di fila, parto col pieno e se vado ad una media di 120 km/h non devo neanche fare rifornimento, arrivo a destinazione praticamente all’ultima tacchetta prima del rosso, se invece tiro tutte le marce finchè il motore arriva faccio rifornimento una sola volta dopo 600 chilometri, anche se metto soltanto 40 euro i restanti 200 chilometri li faccio tranquillamente a tavoletta, tanto so per certo che non resterò mai a secco.

  566. cri Says:

    ciao mash,certo che commento,infatti a mauro ho risposto ironicamente,cos’altro potrei fare….;) Mi pare che diciamo tutti il nostro pensiero senza maleducazione e a me piace sentire l’esperienza di ognuno di voi(che ne sapete molto piu’ di me!!!).quindi a presto e alle prossime delucidazioni!!!!

  567. Giangiovanni Says:

    Scusate se mi intrometto nei vostri battibecchi, ma vorrei raccontare le mie piccole disavventure, con la jazz 1.4. Praticamente l’ho comprata che ne ero innamorato, consumava poco ed era abbastanza scattante, però arrivato a 25 mila chilometri ha iniziato a non reggere il minimo, e singhiozzava quando avveleravo, l’ho portata dal meccanico e mi ha sostituito gli alberi a camme. Dopo il piccolo intervento sembrava andare bene, ma dopo 7 mila di chilometri si è presentato un altro problema, ovvero che quando alleggerivo un po il piede dall’acceleratore, dopo una salita per esempio, era come se smetterre del tutto di accelerare per un decimo di secondo e poi desse tutto il gas in un colpo, come se premessi e lasciassi la frizione bruscamente, senza che io facessi niente, così stavolta il meccanico ha sistemato le valvole, perchè alcune si erano usurate di più col problema delll’albero a camme, e nel frattempo che le valvole erano rovinate, si è rovinato di nuovo l’albero a camme, che è stato cambiato di nuovo dopo nemmeno 2 mila chilometri, e fin li tutto bene, pensavo che i problemi fossero finiti perchè l’auto era tornata cme nuova, e se non fosse stato per il problema finale l’avrei tenuta. Stavolta il problema è stato un enorme calo di potenza mentre stavo in autostrada, ho accelerato a fondo per superare una donna che andava a 70, e stavo in quinta, apena arivato a 90 sento che il motore cala di potenza in 2 leggeri sussulti, e lo faceva sempre quando arrivavo ad un certo regime, che variava a seconda di quanto premevo il gas, e questa volta era un problema di accensione, così c’è stato il cambio delle candele del primo e terzo cilintro, ma il problema non si era sistemato, così dopo una bella diadnostica accurata hanno cambiato la centralina, e fin li tutto bene, ma dopo appena 60 chiloetri si ripresenta lo stesso problema, allora la riporto, e questi qui dell’officina secondo me stavano per traslocare perchè ero sempre la, e alla fine hanno detto che erano le bobine, me le sono fatte cambiare e ho deciso di cambiare direttamente auto, senza pensarci due volte, e l’ho cambiata a 48 mila chilometri, e facevo appena 18 mila chilometri l’anno, e cisto che viaggio prevalentemente in città di auto diesel non ne compro, quindi ho comprato una splendida insignia 1.6 turbo da 180 cv, ed è una scheggia, ma è anche comodissima,e secondo me ne è valsa veramente la pena spendere quei quasi 30 mila euro, adesso ho quasi lo stesso chilometraggio che avevo con la jazz, con la differenza che su questa ho speso diverse migliaia euro in meno, e chissà quante altre migliaia di euro avrei speso sulla jazz per riparare i danni che quasi sicuramente ci sarebbero stati in futuro, tutto per colpa di un albero a camme difettoso, e un’altra differenza è che con la jazz dovevo andare a fondo molte volte, perchè non ce la faceva, con questa la lascio andare da sola e a volte mi viene in mente di mettere i piedi sul cruscotto visto che va quasi da sola, e nelle salitacce mi basta per mantenere la velocità devo fare un movimento millimetrico per abbassare l’acceleratore, oppure prende velocità e mi ritroverei alla fine della salita a spiccare il volo e atterrare alla fast & furios. Alla fine sono arrivato alla conclusione che come dicono molti, le opel sono davvero le auto più affidabili e spettacolari del pianeta. Scusate se ho scritto troppo.

  568. mauro Says:

    Ciao Giovanni ma la insigna che hai preso e’ diesel o benzina?

  569. Giangiovanni Says:

    Benzina, e cmq sia mauro ho letto quello che scrivi, e sono cose completamente errate, quindi vatti a informare bene prima di cercare di convincermi a comprare un diesel, cosa che non farò mai finchè abiterò in città.

  570. mauro Says:

    Ahah certo che gli italiani sono il popolo più masochista del mondo basta vedere ancora x chi votano. Cioè Giovanni dopo tutti problemi che hai avuto con il benzina che fai te ne compri un’altra a benzina? E poi 180 cavalli.. che te ne fai in città di un’auto con tutti quei cavalli? Sono veramente senza parole.

  571. Giangiovanni Says:

    Attenzione, io viaggio parecchio, autostrade, extraurbane o cmq strade con tanti rettilinei dove lascio andare la mia anima bollente, quindi quei cavalli li uso, e cmq si hai ragione, gli italiani sono un popolo di masochsti, infatti tuttte le città come roma, milano e robe simili sono tutte piene di auto diesel, che inquinano pure il gelato che compro a mio figlio quandome lo porto in giro, questa p l’unica cosa sensata che hai detto da quando ho letto il tuo nome su questo blog.

  572. cri Says:

    ciao giovanni,io credo che tu sia stato molto sfortunato con la jazz(leggendo su internet e vari giornali di auto) perche’ la honda e’ una delle piu’ affidabili…purtroppo puo’ capitare di beccare quella difettosa(sarei incazzato anche io!!!).per quanto riguarda le prestazioni ovviamente hai comprato un’auto nettamente superiore(ha il doppio dei cavalli,quasi…).Come ho detto nei post precedenti bisogna vedere le esigenze che ha ognuno di noi,per esempio io non cerco prestazioni e faccio pochi km…e non potrei permettermi economicamente una macchina come la tua.cmq credo(pur non avendo esperienza se non quella di leggere)che tu abbia fatto un’ottima scelta,anche io penso che l’opel sia una delle marche migliori!!!

  573. angler74 Says:

    fliaviano, ho capito, ma tu a volte generalizzi troppo… mi dici che i 1.2 1.4 benzina siano motori che sforzano e solo da città, ma c’è motore e motore… io ho avuto per 4 anni la clio 1.2 16v e ti dico che di questi problemni non ne ho mai avuti, calava solo se accendevi il climatizzatore, cosa che fanno un pò tutte le auto (ad eccetto della mia civic :) )mai avuto un problrema, data via a 70000 km ad un mio amico che vedo praticamente tutti i giorni e adesso ha superato abbondantemente i 200000 km e ha solo un pò di trasudo di olio… poi se prendi le piccole cilindrate sovralimentate, come la tce o il t jet di fiat non dapisco dove sia tutto sto sforzo e poco rendimemnto che dici tu.
    per girolamo, io non voglio contraddirti ogni volta, anche perchè vedo che a volte fai discorsi sensati e ragionati, ma questa dei 14 km\l a 250 orari te la potevi proprio risparmiare, se vuoi parlare della soddisfazione che ti ha dato la tua scelta fallo con argomenti validi perchè così invalidi tutti i discorsi sensati che fai in un colpo solo… capisci a me…
    per giangiovanni, io penso che tu sia stato l’uomo più sfortunato di questo pianeta… io conosco molto bene i titolari dell’officina honda da cui mi servo e ci parlo spesso, e casi come il tuo, in venti anni di attività non ne hanno mai avuti… prima di comprare la lia civic sono stato ore a parlare con loro e mi avevano detto, che anche a livello europeo a detta dei loro dati, non ci sono stati problemi rilevanti coi motori vtec, mi dispiace tanto per quello che è accaduto, una vera e propria eccezione! ma spiegami una cosa però, tu dici di aver speso migliaia di euro, ma gli interventi non sono stati effettuati in garanzia? la honda da tre anni o 100000km, mi sembra strano quello che hai detto…
    per cri, e prenditi sta jazz per la miseria! domani voglio aprire il blog e vedere una foto della tua nuova auto, mi stai tenendo sulle spine :) :)

  574. mauro Says:

    14 km al litro si fanno con un 1.4 benzina in città. Ad angler gli rode che con un diesel molto più potente a 250 km/h quei consumi li fai andando a tavoletta:D

  575. Francesco Says:

    Mauro scusami, permettimi una domanda: ma lo fai apposta molte volte a rispondere così? Non ho nulla contro di te, perchè capisco che su un blog uno magari ne approfitta per scrivere in modo superficiale anche per divertirsi, ma vorrei solo farti notare due cosette sugli ultimi tuoi commenti. 1. Hai detto a Giangiovanni che si vuole far del male, come molti secondo te, comprando nuovamente un benzina… hai notato però che fin’ora non ha avuto problemi con la nuova auto a parità di chilometri, che come dice Angler la sua è stata un’eccezione a livello europeo (e forse una situazione rara a livello mondiale) per quanto riguarda la jazz 1.4, e che dipende anche dal motore, dall’uso e da un pizzico di fortuna, o meglio, di sfortuna? 2. Hai affermato che 14km/l li fa un benzina in città, gli stessi un diesel a tavoletta (poi dipende pure quale!) dicendo ad Angler (non lo difendo, io dico solo ciò che vedo e ritengo vero) che gli rode che lo stesso non possa fare un benzina: ora, nella tua ottica penso vorresti far risaltare la notevole differenza di efficienza dei rispettivi motori, ma se un benzina in città fa 14km/l ti assicuro che in autostrada, a velocità più “vicine” ai 250 di cui tu parli, fa almeno 20km/l! Quindi non credo sia un ottimo esempio per rendere chiare le idee, in quanto non è obiettivo. Inoltre non penso lo neghi nessuno che il diesel è più efficiente del benzina in genere, grazie anche alla coppia, al rapporto di compressione e alla presenza di rapporti più lunghi, che garantiscono un minor consumo di carburante, come già è stato detto dagli altri, tra cui Mash mi sembra. Con questo voglio solo chiederti (come già hanno fatto altri) di non commentare così, se lo fai soprattutto per scherzare o per qualsiasi altro motivo, che non sia il tuo ritener vere certe affermazioni, perchè magari alcune persone che entrano confuse, in cerca di chiarimenti e soluzioni, ne escono senza aver trovato ciò che cercavano. Almeno cerchiamo di essere un pochino seri ogni tanto no?

  576. cri Says:

    grande francesco!!angler,sono molto convinto anche grazie alle vostre esperienze!!l’ultimo passo e’ andarla a provare!!!;)

  577. Francesco Says:

    per Girolamo, io penso che i motori benzina aspirati di vecchia generazione, come quello della 600, siano, più che “più svegli” degli aspirati moderni, semplicemente meno ostacolati dalle forze in gioco. Infatti, cosa da non sottovalutare assolutamente, le comuni auto nuove, oltre ad essere parecchio più pesanti rispetto alle vecchie, montano anche ruote più grandi, pneumatici vistosamente più larghi e rapporti più lunghi: questi fattori si vanno a moltiplicare tra loro rendendo molto più difficile il lavoro di un moderno motore aspirato di piccola cilindrata, e richiedendo molto pù forza, in particolare in salita appunto, per ottenere uno spostamento di pari entità. A questo punto, il motore della 600 aveva quasi 54Nm cercando su internet, un moderno 1.4 130Nm in media, o poco più, giusto? la differenza di 76Nm a quanto pare non basta a rimediare all’attrito con l’asfalto e agli altri fattori. In più i motori hanno curve diverse, ma non penso che nei moderni si siano fatti dei passi indietro, perchè non sono stati tappati come i turbodiesel, anzi… hanno migliorato l’efficienza anche in questi. Hai un esempio con la punto 1.3 multijet, è sempre un’auto moderna (pesante, larga e con rapporti lunghi!), tappata molto di più rispetto ad un comune benzina aspirato, ma nonostante ciò riesce ad affrontare tranquillamente la salita. La punto 1.3 ha quasi 200Nm mi sembra, e forse è proprio questo che fa la differenza. Infatti, nonostante le caratteristiche generali (peso, rapporti, cerchi e pneumatici) siano praticamente uguali per le due tipologie di vetture moderne (rapportandole a quelle delle auto d’epoca come la 600), solo il turbodiesel riesce bene. Per questo motivo diverse persone hanno consigliato il turbodiesel per un uso più “campagnolo”, perchè non esita per le salite tipiche di questo contesto anche con 300Kg di nocciole in groppa. Questo è il mio pensiero, se vi risulta errato ditemelo, almeno capisco dove sbaglio! :)

  578. angler74 Says:

    riporto i dati della prova su strada astra gtc 2.0 cdti 165cv sito al volante: velocità massima, dichiarata 210 rilevata 211,4 kmh, consumo RILEVATO, città 14km\l (mauro nasconditi sotto terra e esci solo quando le galline pisciano) fuori città 16,7 km\l, AUTOSTRADA, QUINDI A 130 KM\H 15,2 km\l, mi dite come cavolo fa a fare 14 al litro a una velicità doppia, senza contare che dalle prove nn ci arriva nemmeno? (la porsche panamera 3.0 diesel con 250 cv arriva a 244 kmh…)come fa a fare 1 solo km a llitro di meno col pedale a tavoletta, con i giri al massimo, con gli iniettori che sputano gasolio a palla di cannone, col turbo alla massima pressione e tutto il resto? lo sapete che più è alta la velocità e più aumenta l’attrito con l’aria? e che i consumi raddoppiano se non triplicano? io non voglio alzare i toni o sembrare di parte ma qui state proprio delirando per la miseria, da come dite voi sembra che più spingi e meno consumi! il diesel ha più rendimento, ok confermo e condivido, il diesel consuma meno, confermo e condivido, il diesel ha più coppia, confermo e condivido… ma tutto ha un limite! nessun motore e dico nessuno può fare 14 km| a 250 kmh! neanche la tesla completamente elettrica perdio! vogliamo discutere in modo sano e obbiettivamente? ok, allora parliamo di cose reali, e già che ci siamo mettiamo dati presi dalle prove su strada e da testimonianze attendibili come io HO SEMPRE FATTO!

  579. Flaviano Says:

    Sicuramente Girolamo ha letto i dati del computer di bordo, e che io sappia calcola la media e non l’istantanea, ma 14 al litro li faccio io a 200, a 120 invece, con la strada brutta e tutta fossi e avvalamenti faccio 21 al litro di media, a 140 20 al litro, a 160 18 al litro, e 2 anni fa, il primo di novembre ho fatto 238 chilometri, da naso, provincia di messina, fino a falerna, provincia di catanzaro, con nemmeno 20 euro di carburante, diciamo consumando si e no 11 litri, e c’era di mezzo messina, una città tipo roma, il serbatoio misura 41 litri, ed era pieno a 3/4 precisi, quando siamo arrivati era a 1/2 spaccato preciso perfetto, e l’inizio della salerno reggio calabria e salita, tutta fatta a 120-140, quindi se Girolamo dichiara di avere questi consumi c’è qualcosa che non quadra. Cmq sia angler, io non parlavo di 1,2 e 1,4 turbo, ma aspirati, che hanno una coppia che si aggira intorno a quella di una yamaha supertènèrè 1.2, che è una moto,10 n.m. in più 10 n.m. in meno, e in strade dove io con la mia attuale arrivo a toccare i 110 in quarta, con la 1.2 che avevo prima di questa 1.2 toccavo i 60, bisognava scalare in seconda e tirarla tutta per sperare di arrivare a 80-90, e in seconda la corsa 1.2 arriva a 90, la 1.3 cdti in quarta raggiunge i 180, e 180 li fa la 1.2 in quinta a 6000 giri, poi quelli che hanno la corsa 1.4 dicono che va bene in quella strada li, però me li tengo cmq dietro, e non tiro tutte le marce, e i 1.4 di cui parlo io, quelli aspirati, hanno parecchi problemi in quelle stradacce brutte che a volte fatico a fare anche io, delle strade che richiedono spesso e volentieri di tirare tutta la prima, e se per caso c’è sabbia per terra slitto pure se sto in seconda a 1400 giri mentre faccio una curva, e a volte devo pure fermarmi e ripartire perchè l’esp mi blocca tutta la coppia, nonostante la mia auto abbia il differenziale perfetto (tiene le curve come fosse una formula 1), e dire che è molto tranquilla soltanto sotto i 3000 giri, ma sopra quel regime da la spinta che appiccica al sedile, quindi è l’esatto contrario del benzina, che da spinta fino ai medi regimi, e dopo a addormentandosi, ma la cosa che mi piace di più del mio turbodiesel è che nonostante sia molto calma e tranquilla sotto i 3000 giri va con poco gas, anche in salite ripide che fanno cascare le braccia solo a vederle. Giovanni, non escludo che il tuo sia un caso isolato, ma angler mi ha fatto notare che con l’auto in garanzia hai speso parecchi soldi con l’auto in garanzia, e visto che era in garanzia credo potevi anche chiedere di cambiarla, avresti evitato di prendere una insignia, anche se non ha quasi niente da invidiare dalle giapponesi, se non il prezzo, ma cmq avresti speso di meno in futuro, ma se hai deciso di cambiare auto evidentemente hai scoperto qualcosa di migliore, infatti la insignia ha vinto il premio di auto dell’anno 2009, le prove fatte hanno soddisfatto appieno la clientela, ed è un’auto che è piaciuta un sacco, sia per la linea, sia per l’abitabilità che la fa somigliare alla hall di un hotel a 5 stelle, e sia per il consumo, e personalmente la insignia è l’auto che bramo di avere da quando è uscita, e di commenti negativi ne ho sentiti solo sul 2.0 cdti da 130 cv, sul 1.4 turbo benzina da 120 cv e sul 1.6 benzina 115 cv, i motori a benzina non ce la fann oa spingere tutta quella massa, il 2.0 consuma tanto. Mauro mi ha chiamato una talpa e mi ha chiesto di dirti che sei invitato sottoterra per un pigiama party di circa 2 mesi, io non rifiuterei, li hanno i mezzi diesel per scavare.

  580. angler74 Says:

    ciao flaviano, avevo detto a mauro di fare la talpa perchè come al solito l’ho smentito coi fatti della prova su strada, lui diceva che rosicavo perchè i benzina i 14 al litro li fanno in città e il rilevamento della prova su strada guarda caso conferma che l’astra diesel fa proprio 14 al litro in città, mi diverto da morire quando scopro queste cose e lo smentisco ancora prima che chiude bocca :) sui motori aspirati di piccola cilindrata hai ragione, vanno tenuti su di giri per mantenere brio, ma per esperienza personale non sono d’accordo sul fatto che si rompano con la frequenza che dici tu, te lo ripeto, la mia clio, anzi le mie clio,(ne ho avute 2, una del ’91 di mio padre e una del 2004) non hanno mai avuto problemi e hanno fatto centinaia di migliaia di km.

  581. angler74 Says:

    ah dimenticavo, la media di consumo del computer di bordo è assolutamente irrilevante, anche a me alla fine di una tirata di dieci chilometri in autostrada (sono arrivato a 232 di tachimetro) mi segnava 7,3l\100km, circa 14 al litro, ma era calcolata con insieme strade extraurbane e tratti in autostrada a meno di 100 kmh e non ha senso, se azzero la media e la calcolo in istantaneo, cioè solo nel tratto alla massima velocità mi segna circa 14 litri per 100 km ed è normale, mai e poi mai al massimo delle prestazioni si possono fare consumi come quelli dichiarati da voi, è impossibile cavolo!

  582. Flaviano Says:

    Anche a me piace vedere il tentato sorpasso di mauro, che viene poi interrotto da un tir che arriva dalla direzione opposta, una figata. Cmq sia nn parlavo molto di rottura, ma proprio di durata, a me non è mai piaciuta molto la storia dei 200000 chilometri delle auto a benzina, perchè ci sono le persone che superano i 500000 chilometri con quelle, ma sono rari casi, nella mia famiglia nessuna auto a benzina ha mai avuto problemi, perchè mio nonno sapeva guidare, era il miglior camionista della zona, tutti lo ricordano come tale, la 500 r che guido io ora sta ragiungendo i 300000 chilometri, e ha praticamente 43 anni, ma porta ancora 4 persone su per la collina, anche se a più di 40 non va. Le auto che ho visto finire allo sfascio sono di persone comuni che conoscono le auto come mezzo di trasporto punto e basta, sono di quelli che non badano molto a come trattano il motore, ma non dico che tirano le marce al limite, ma che non usano il cambio e la frizione come dovrebbero, come sto cercando di insegnare io a mia madre, che è una di queste persone, ma orgogliosa com’è non vuole ascoltarmi, e praticamente auto belle e funzionali, 1.2 e 1.4 che siano, sono state reputate inaffidabili già dai 120000 chilometri, su alcune ci sono salito anni passati, poi risalendoci anni dopo mi accorgevo delle differenze, oltre al fatto che avevano 60000 km in più singhiozzavano un sacco, faticavano a salire di giri, e quando chiedevo i consumi mi dicevano ” eh consuma troppo e non ce la fa più come una volta, quando posso la cambio”, e frasi come questa dicono molto, poi se detto da più persone che hanno la stessa tipologia di auto farebbe pensare proprio che quelle auto non sono molto utili come sembrano, e parliamo di auto che da nuove, anche 20000 km, consuavano “poco”, ma cmq credo che potessero andare anche oltre i 120000 – 160000 chilometri quelle auto che ho visto essere buttate via, ma per alcune persone hanno lasciato il posto ad un turbodiesel, per altre ad un’altra benzina, un po più potente credo, visto che i 69 cv di una 1.2 non bastavano a muoversi, ma ci sono persone che hanno dei diesel da 48 cv che portano 5 persone su per quelle salitacce tutte curve che distruggerebbero il telaio, e son auto con oltre 400000 km, e senza ne turbo ne common rail, quelle col common rail da tipo 60 cv erano lente e con i rapporti lunghi, ma non conoscevano differemza fra pianura e salita, e sono quelle le auto che ho visto 10 anni fa e che vedrò ancora per anni vicino casa mia.

  583. mauro Says:

    Tenetevi pure le vostre auto a benzina e già che ci siete datevi fuoko!!

  584. Girolamo Says:

    Potrebbe anche essere che ho confuso l’istantanea con la media, non sono molto pratico di tecnologia, e quando sistemo una schermata e vedo dei numeri che mi interessano lascio tutto li, sta di fatto che comunque in autostrada quando vado spedito mi oscilla fra i 6,4 l/100 km e i 7,1 l/100 km, quando riparto da un’autogrill e resetto tutto mi sta fisso a 5,2 l/100 km per i primi 5 minuti, quando inizio ad aumentare i regimi sale a 6,4 l/100 km – 7,1 l/100 km, ma sta di fatto che con la golf segnava 12,3 l/100 km alla stessa velocità. e cmq sia i 249 di tachimetro si possono toccare, i rapprti ci arrivano e l’auto ha solo il limitatore di giri, poi se stavo in discesa non ci ho fatto caso, ma li ho toccati, anche se per mezzo secondo, l’astra 2.0 biturbo da 195 cv tocca i 240 di gps dove io con la mia arrivo a toccare i 213 di gps,e l’ho presa proprio perchè è abbastanza veloce, e non pago tutto quel bollo della biturbo, e non mi pento della scelta che ho fatto.

  585. spark Says:

    Ciao a tutti.
    Ho letto buona parte del blog.
    Ok, capito differenze di convenienza, tra Diesel e Benzina.
    Ma dovendo scegliere tra una Skoda Rapid Spaceback 1.6 TDI 105 CV e la versione benzina 1.2 105 CV (km 0 il prezzo è più o meno uguale, a seconda degli allestimenti si va dai 15.000 ai 17.000)…il 1.2 essendo turbo non potrebbe avere gli stessi problemi di affidabilità del Diesel? A me interessa un’auto da tenere il più a lungo possibile. Ora ho un Astra 1.2 del ’01 con 130.000 km e mai un problema.

  586. Anonimo Says:

    Ciao spark vai sul 1.6 tutta la vita. Se ti compri il 1.2 non avrai ripresa e sforzarai il motore nei sorpassi e salite con consumi accessivi. Quindi evita il 1.2 e comprarti il 1.6 e andrai avanti come un signore consumando poco!. Ciao!

  587. mauro Says:

    ciao spark ottima scelta il tdi ma io ti consiglio il 1.6. il 1.2 è troppo lento in ripresa e consumi di piu in sorpassi e salite. quindi ti dico si al tdi (una corazza) ma 1.6 ciao.

  588. mauro Says:

    scusa non avevo letto che 1.2 intendevi il benzina.. per ma mor di dio lascio stare sto 1.2. ciao.

  589. Flaviano Says:

    Ciao spark, io ti consiglierei di lasciare perdere del tutto le skoda, hanno gli stessi problemi selle volkswagen in quanto montano gli stessi motori, specialmente il tdi, che oltre a volere una manutenzione assurda tende a giocare brutti scherzi, piuttosto ti consiglierei di dare un’occhiata alla kia c’eed sw, che alla fine è una skoda più affidabile, e fra le motorizzazioni che ha ci sono anche quelle simili a come le hai elencate tu, un 1.4 da 100 cv benzina e un 1.6 da 110 cv turbodiesel, ora, se non abiti in città e mangi abbastanza chilometri fuori città prendi il 1.6 turbodiesel, se stai in città e fai prevalentemente percorsi casa-lavoro allora opta per il 1.4 benzina, lo stesso vale nel caso tu decida di prendere la skoda.

  590. angler74 Says:

    niente da fare, mauro non ne vuole proprio sapere di tacere… la cosa che più mi urta poi è il fatto che con le sue stronzate mette fuori strada le persone che vogliono un consiglio e magari fanno una scelta sbagliata… un consiglio a tutti gli utenti vecchi e nuovi del blog, non date retta a questo individuo o semplicemente fate l’esatto contrario di quello che scrive…
    per spark, i motori turbocompressi possono avere tutti dei problemi, ma i diesel hanno in più il fatto che per sopperire alla poca potenza affidano quasi tutto all’ausilio del turbo, quindi questi ultimi sono soggetti a maggior stress, c’è poi il fatto che quasi tutti i diesel montano turbo a geometria variabile, e se non usi mille accortezze si rompono con una facilità che non ti immagini. altra cosa sono anche i residui di combustione che il gasolio genera, che vanno a intasare condotti di aspirazione, turbo e valvola egr…insomma, è molto più facile rompere il turbo di un motore a gasolio.
    poi, come giustamente ha detto flaviano, i tdi del gruppo vw sono una bibbia di problemi, proprio sul 1.6 se ne leggono di tutti i colori in giro per la rete…poi se fai molta città c’è il calvario del filtro antiparticolato… un consiglio? dai retta a quello che ha detto flaviano e soprattutto se fai pochi km in città evita il diesel come la peste! ciao a presto.

  591. angler74 Says:

    ah, rileggendo il tuo post ho letto che hai un astra del 2001 con solo 130000 km, se la media delle tue percorrenze rimane quella, ovvero appena 10000 km annui il diesel non lo devi nemmeno prendere in considerazione, scartalo a priori fidati, ci vai rimettere di tutto, in primis i soldi, ciao.

  592. spark Says:

    Ok, grazie mille!
    C’era una Spaceback 1.6 TDI che mi piaceva proprio, che lascerò al concessionario! Magari mi oriento sul 1.2 TSI se si presenta l’occasione…ho sempre pensato che il 1.2 è un motore piccolo per auto di una certa stazza, ma se il 1.2 Opel con 75 CV mi ha servito egregiamente sino ad ora sicuramente sara’ all’altezza il 1.2 VW da 105 CV! Abito a Milano e uso l’auto per casa-lavoro ( A/R 40/60 KM di tange alternata alla moto), e viaggi in autostrada per gite/ferie con la famiglia. Mi interessano consumi ed affidabilità/durata della vettura. Ciao

  593. Mauro Says:

    Fermati! Lasci perdere i benzina avrai solo problemi e consumi eccessivi non prenderlo te ne pentirai!

  594. Flaviano Says:

    Per questo motivo non ti consiglio ne tdi ne tsi, i motori volkswagen tendono a durare poco, semplicemente perchè sono motori spinti, sul 1.2 che hai elencato tu non ci sono particolari problematiche, l’unico problema che aveva era la trasmissione nel 2009, ed è stato risolto, ma resta cmq il fatto che è un motore sportivo, fattto per spingere, quindi sarebbe stressato su un’auto di quelle dimensioni, è come se prendessi una bmw serie 5 e ci montassi sopra il motore di una fiat punto, poi col fatto che ha il turbo sarei ancora meno motivato a prenderlo. Cmq sia il tuo 1.2 opel che hai avuto fino ad ora è un motore perfetto, uno di quei motori che la opel sta ancora usando e che da soddisfazione a tutti, il 1.2 volkswagen di ora è come quel 1.2 opel da 75 cv tappato per rispettare le normative anti inquinamento, e sovralimentato con ulteriori 30 cv dati da un turbocompressore che gira ad una veolcità di oltre 200 mila giri al minuto arrivando ad una pressione di 1,5 bar, che generalmente si usano sui 2.0, e che su un 1.2 potrebbero determinare lunghe camminate per andare a cercare un posto dove c’è campo per chiamare un carro attrezzi, e succede lo stesso col tdi, motivo per cui ti consiglerei di lasciar perdere tutto quello che ha a che fare con la volkswagen, per questo ti ho indirizzato verso la cee’d, è un 1.4 con emno cavalli del 1.2 volkswagen, e non ha il turbo, quindi niente lunghe camminate per cercare un posto dove c’è campo, al massimo avrai problemi se il sole brucia a 40 gradi e stai facendo strade di montagna, altrimenti marci tranquillo.

  595. angler74 Says:

    flaviano ha ragione, i motori vw ultimamente stanno facendo schifo un pò tutti… il 1.2 forse è il migliore dei peggio ma proprio non ce lo vedo sotto ad una sw di quella stazza. se fossi in te opterei per un altro marchio, anche quella che ti ha consigliato flaviano va bene, sempre cmq evitando il gasolio, che con le tue percorrenze medie è veramente inutile…
    se proprio ti piace la skoda e nn ne puoi fare a meno controlla se ci sono versioni a metano o gpl, non ne sono al corrente perchè sinceramente non mi sono mai informato su questo marchio, ma so che il gruppo vw ha a listino queste alternative e sembra essere uno dei pochi motori a supportare bene questi tipi di carburante (valvole, sedi ecc.) ciao.

  596. Gian Luigi Says:

    A fronte di alcune verità l’articolo racconta molte sciocchezze. Non esiste in tutto il mondo un motore con compressore volumetrico trascinato da turbina: e i pochi volumetrici, tutti ad azionamento meccanico, alimentano motori a benzina! I consumi del diesel sono sempre più bassi degli equivalenti a benzina, soprattutto quando si schiaccia poco l’acceleratore… Chi non è prepaparato sull’argomento non deve mettere in giro false informazioni

  597. Flaviano Says:

    Purtroppo per te gianluigi il motore tsi ha entrambe le cose, sia turbocompressore che compressore volumetrico, tranne nelle versioni con meno cavalli, e cmq il 1.2 non ha compressore volumetrico e turbocompressore, ma solo il turbocompressore.

  598. Mash Says:

    Già… da possessore di golf 1.4 tsi 122 cv confermo, monta il turbocompressore, il 2.0 tsi invece monta sia turbocompressore che compressore volumetrico, il biturbo o twinturbo che sia appartiene al passato, ma adesso vogliono mettere da parte persino turbocompressore + compressore volumetrico, quindi cambieranno tecnologia, e forse il tsi migliorerà,

  599. angler74 Says:

    gian luigi, scusa, quali sarebbero le false informazioni che hai letto?

  600. MauroTDI Says:

    Gianluigi corri ad ordinare il 1.6 tdi seno’ da questo blog non ne esci più credimi!

  601. angler74 Says:

    gianluigi stiamo ancora aspettando di capire quali siano le false informazioni, finora le false informazioni le hai date tu, dicendo che i tsi nn hanno turbina e compressore volumetrico, prima di sparare a zero sarebbe meglio informarsi, sempre aperto al confronto ciao.

  602. Flaviano Says:

    Certo che per andare contro quello che dicono le schede tecniche fatte dalla stessa volkswagen ce ne vuole di coraggio (non parlo di prestazioni e consumi).

  603. Filippo Says:

    Non sono per niente d’accordo con tutto quello che hai scritto e trovo anche molto scorretto il fatto che tu voglia convincere la gente in tutti modi (la gente stupida ovviamente) con tutte le tue idiozie.
    Primo fra tutti questi è quello sui consumi: i consumi di un motore Diesel sono SEMPRE molto inferiori rispetto ad un benzina. Il motore Diesel utilizza più aria e meno carburante (dato il maggiore potere calorifico ed energetico del gasolio) al contrario del motore a benzina. Pensa che i motori Diesel turbocompressi (quasi tutti per sfruttare al meglio i loro vantaggi) consumano molto meno dei benzina aspirati.
    Il costo della benzina si aggira sempre sul 1,80 € al litro, contro l’1,55-1,60 € al litro per il gasolio: una differenza netta.
    Inoltre un minor consumo determina anche meno emissioni, per di più la tecnologia ha creato filtri sempre più efficaci (come euro 6). Sempre riguardo la tecnologia, tu dici che nei motori Diesel non è progredita, a parte il fatto che già i vecchi Diesel erano omologati per il doppio dei chilometri rispetto ai benzina moderni, ma attualmente la tecnologia dei motori come TDI o CDI, a fatto ulteriori progressi aumentando l’indistruttubilità dei Diesel. Anche la manutenzione rispetto ai benzina va fatta meno frequentemente, e il costo è determinato dalla maggiore qualità e ricercatezza dei componenti meccanici dei Diesel. La rumorosità: pensi che contro i 4000 RPM massimi del Diesel l’urlo dei 6000-7000 RPM del benzina generi meno fracasso? Non direi proprio. Per di più per concludere questo inutile disguido ti confermo la maggiore efficienza del motore Diesel, il miglior rendimento termico e quindi maggiore coppia ad un numero di giri più basso rispetto al motore a benzina (questo ti determina un’accelerazione e una risposta molto maggiore!).
    Sarei potuto andare avanti all’infinito ma semplicemente non ne ho voglia.
    Le argomentazioni da mettere a riguardo, sono quelle del mercato automobilistico europeo che intelligentemente va a favore dei Diesel.

  604. Filippo Says:

    Non sono affatto d’accordo con tutto quello che hai scritto. Cerchi di convincere la gente con le tue idiozie.
    -Costi:
    Il motore Diesel è effettivamente più complesso ed è costruito con materiali di qualità e di ricercatezza maggiore. Ecco perchè costa di più e dove sta la convenienza.
    -Manutenzione:
    Il motore Diesel ha una MAGGIORE durata tra un tagliando e l’altro rispetto a un benzina. I costi sono maggiori proprio perchè il motore è più accurato.
    -Durata:
    È risaputo che il motore Diesel dura molto di più rispetto ad un motore a benzina (sia il Diesel vecchio che quello nuovo), infatti è omologato per il doppio dei km. Un tipico esempio? I trattori agricoli, si tengono per almeno 50 anni! Cosa impossibile con un motore a benzina.
    -Comfort:
    Un Diesel raggiunge al massimo i 4000 RPM quando un benzina fa 7000 RPM, secondo te quale dei due genererà un fracasso maggiore?
    -“Quello che non c’è non si rompe”:
    Citazione filosofica di un attore, che ovviamente tu hai interpretato male.
    I turbocompressori vengono montati sui Diesel proprio per sfruttare al meglio i vantaggi di quest’ultimi, ovvero un’ampia spinta sin dai bassi regimi (grazie alla coppia molto più alta rispetto ai benzina), come vedi è l’esatto contrario di quello che dici.
    -Consumi:
    Mi viene ancora da ridere se rileggo quello che hai scritto. Se c’è un altra cosa risaputa (e che sanno anche i muri) è che il motore Diesel consuma molto meno rispetto ad un motore a benzina. Infatti i Diesel turbocompressi fanno più del doppio dei km con un litro che fanno molti benzina aspirati.
    -Il carburante Diesel costa meno:
    Certo. La benzina costa sempre attorno ad 1,80 € al litro contro 1,55 € del gasolio. Oltretutto il gasolio ha un potere calorifico ed energetico superiore rispetto alla benzina.
    -Inquinamento (e norme accessorie):
    Consumando molto meno il Diesel inquinerà anche molto meno (generando molte meno emissioni!). Quindi i benzina sono i principali colpevoli dell’effetto serra.
    -Convertire a GAS:
    Perchè convertire a GAS un motore che ha tutti vantaggi?
    Sarei potuto andare all’infinito ma semplicemente non ne avevo voglia :-D.
    Tutti quelli che hanno detto di eliminare la pagina hanno ragione e te lo conferma anche il mercato automobilistico europeo che va a favore dei Diesel.
    Ecco per perchè comprare un auto Diesel e NON una a benzina.

  605. MauroTDI Says:

    Grande filippo ben detto!! Ma certa gente come… (non faccio nomi :D ) non capiranno mai sono ottusi

  606. Flaviano Says:

    Sono in parte d’accordo con Filippo, ma soltanto riguardo al rendimento, tranne sul fatto che spinge fin dai bassi regimi, infatti vorrei ricordare il famoso turbo la, che dai 1000 ai 1500 giri fa cascare le braccia per quanto poco spinga un motore diesel. Pe ruqnto riguarda le emissioni ne ha di meno, ma a differenza del benzina è molto più nocivo, perchè emana la paraffina, che è cancerogena. Per quanto riguarda i consumi, non sono molto più bassi, ma semplicemente più bassi, tutto qui. Per quanto riguarda il comfort, nei diesel c’è soltanto fra i 1700 e 2200 giri, perchè se si va fuori da quel range inizia a vibrare parecchio, un motore a benzina il comfort lo da fra i 1500 e i 4000 giri, un range più elevato direi. Per quanto riguarda i tagliandi, gli intervalli di un motore diesel sono almeno della metà più brevi di quelli di un motore a benzina, un motore a benzina li fa ogni 40000 chilometri, un diesel ogni 15-20000. Per quanto riguarda la durata, i motori diesel durano soltanto se non usati in città, non sempre e comunque, i motori come il 1.6 tdi o il 1.5 dci sono motori che hanno problemi parecchio frequenti di rotture delle turbine e di rotture del volano bimassa, e il dci anche di fusione della testata, la differenza è che il dci è progettato male, il tdi è un motore fatto bene che però fa cilecca, vi invito ad andare a vedere lo scarico e i manicotti di un dci che sta in città e confrontarli con quelli di un equivalente modello a benzina, così tanto per vedere la differenza, e cmq la valvola egr ne diminuisce la durata e l’affidabilità. Per quanto riguarda il mercato automobilistico, va a favore dei diesel peerchè le pubblicità affermano che l’audo ha fatto il primo motore turbodiesel 2.0 da 190 cv, che da prestazioni da brivido con consumi bassissimi, e poi l’audi è una delle marche meno affidabili del mondo, ma la gente non lo sa e va a comprarsi una a6, per fare casa-lavoro a roma, e poi si ritrova col meccanico che dice “hai la turbina fusa”, stessa cosa per le bmw, per le volkswagen, e anche per alcuni dei modelli più potenti di opel, che hanno fatto l’errore di costruire i motori diesel più potenti su base multijet fiat, che è un motore adatto ai go-kart (la opel corsa è l’unica auto che ha portao quel motore alle stelle). Io da possessore di auto diesel mi ritengo soddisfatto per tutto tranne che per la valvola egr, che sta otturando sempre di più tutti i manicotti, la spinta dai 150 ai 200 è costante, non si fa problemi a raggiungere il limitatore, ma il prezzo da pagare è sporcare repentinamente i condotti della turbina, col rischio che si danneggi prima in futuro, e questo è uno dei motivi per il quale il diesel economico non è adatto a correre, motivo per cui è preferibile avere un motore a benzina che a parità di cilindrata e potenza a 200 non ci arriva, ma almeno non diventa inaffidabile dopo 160000 chilometri.

  607. MauroTDI Says:

    Flaviano nn dire stupidaggini che un mio amico ha appena preso una polo TDI e il concessionario ufficiale gli ha detto Ke i tagliandi si fanno ogni 2 anni o 30.000 Km!! 15 o 20 mila li fai con il benzina che e’ più delicato e sensibile alle rotture. Ciao ciao!!!

  608. Flaviano Says:

    La tua mauro si chama disinformazione, quei 30 mila chilometri sono parecchio azzardati, tutti i meccanici dicono di farli dopo 15 mila chilometri i tagliandi su un diesel, i tagliandi su un’auto a benzina sono praticamente opzionali, vai a chiedere a chiunque abbia un motore a benzina, qualunque concessionario che venda auto a benzina, sarei curioso di vedere gli intervalli dei tagliandi che ti dicono, scommetto non sotto i 40 mila chilometri, ma conoscendoti capiresti soltanto quello che vorresti sapere, quindi le tue fonti sono inaffidabili, e anche tu sei inaffidabile, ormai chi legge i tuoi commenti sa che di te non ci si può fidare, quindi tranquillo, continua pure.

  609. MauroTDI Says:

    Questo post andrebbe fatto cancellare x false informazioni. Menomale che la maggior parte degli automobilisti non si fa ingannare da quello che certa gente scrive in rete!

  610. Flaviano Says:

    Infatti io e molti altri ne siamo un esempio, non ci facciamo ingannare dalle pubblicità che si leggono in rete e di quelli che lavorano alla volkswagen che dicono che i diesel sono perfetti, e quelli come noi che di auto ne capiscono e che consigliano in base alle esigenze che uno ha saranno sempre quelli a cui verranno a chiedere informazioni, quelli come te, mauto, saranno sempre quelli evitati e considerati come gli spammer e i troll del web.

  611. angler74 Says:

    posto un immagine del consumo fatto ieri da Civitavecchia a fano, sulla costa adriatica, 290 km di cui un centinaio su strade appenniniche, curve, salite e tornanti… adesso non ho tempo, poi rispondo a tutti perché vedo che c’è molta carne al fuoco…

  612. angler74 Says:

    eccomi, come promesso se ci riesco metto una foto del mio computer di bordo, l’altro ieri ho fatto 570 km andata e ritorno da civitavecchia a fano, di cui un terzo abbondante in appennino tra salite curve e tornanti, velocità a tratti superiore a quella di codice e alcuni tratti cittadini poco trafficati… il computer segna solo i 280km del ritorno perchè prima di tornare ho messo altre quindici euro di benzina e il computer ha azzerato i dati, ma all’andata il dato era identico, quindi la stessa media per tutti i 570 km… adesso cerco un programma per postare la foto, poi rispondo a filippo, una ltro che legge il titolo del blog, entra senza leggere gli interventi e parla per dare ossigeno alle corde vocali… arrivo…

  613. angler74 Says:

    [IMG]http://i.imgur.com/kokfF3l.jpg[/IMG]

  614. angler74 Says:

    [IMG]http://i62.tinypic.com/2u5um1w.jpg[/IMG]

  615. angler74 Says:

    http://imgur.com/5yYSTyP

  616. mauro Says:

    5.3 con un 1.6 benzina? io non ho mai sentito nessuno.

  617. Flaviano Says:

    1.8 prego, quello è un 1.8 da 140 cv, e guarda che i motori honda sono i primi al mondo in affidabilità, 1 rottura ogni 352 unità. audi invece ha registrato la bellezza di 1 rottura ogni 27 unità, e guardacaso il 90% delle audi presenti in italia sono turbodiesel, lo stesso vale per opel che ha registrato 1 rottura ogni 41 unità, tutto questo perchè la pubblicità spaccia opel audi bmw e volkswagen turbodiesel come auto da città, la gente ci casca e questi sono i risultati. In italia le auto tedesche che si vedono in giro sono praticamente tutte diesel, è raro vederne una benzina, ecco perchè sono state incoronate come le più affidabili, semplicemente perchè i tedeschi sono dei grandi modaioli che promettono fama e gloria e che danno delusione e rotture di palle, se la gente ragionasse come stiamo facendo adesso io e angler quell’ 1 su 27 dell’audi sarebbe 1 su 270, perchè le città sarebbero piene di audi 1.8 tsi piuttosto che di audi 3.0 tdi. Non aggiungo altro.

  618. angler74 Says:

    scusate, come al solito i programmi di sharing immagini non funzionano, l’ultimo link è quello giusto, 5,3l\100 km per percorrere quasi 600 km…
    ora vado per ordine e rispondo a filippo…

    1-Non sono per niente d’accordo con tutto quello che hai scritto e trovo anche molto scorretto il fatto che tu voglia convincere la gente in tutti modi (la gente stupida ovviamente) con tutte le tue idiozie.

    -qui nessuno vuole convincere nessuno, se c’è una categoria di persone stupide sono quelle, scusa se te lo dico, come te che parla parla e non sa neanche cosa sta dicendo, il convinto sei tu, che appunto si è fatto convincere dalle dicerie della gente(stupida), e dalla pubblicità e dalle stronzate dei concessionari che hanno il solo scopo di vendere agli sprovveduti come te…

    2-Primo fra tutti questi è quello sui consumi: i consumi di un motore Diesel sono SEMPRE molto inferiori rispetto ad un benzina. Il motore Diesel utilizza più aria e meno carburante (dato il maggiore potere calorifico ed energetico del gasolio) al contrario del motore a benzina. Pensa che i motori Diesel turbocompressi (quasi tutti per sfruttare al meglio i loro vantaggi) consumano molto meno dei benzina aspirati.

    -se ti leggi le risposte di questo blog (cosa che nn hai fatto) nessuno ha detto che i diesel consumino di più dei benzina, ma quel SEMPRE, e soprattutto quel MOLTO MENO te lo metto in discussione quando voglio, Perché I DATI DELLE PROVE SU STRADA, cosa che ho già scritto ma che tu “giustamente” non hai letto dicono cose molto ma molto differenti da quello che dici tu, che parli a vanvera senza mettere prove o citare fonti di riferimento.

    3-Il costo della benzina si aggira sempre sul 1,80 € al litro, contro l’1,55-1,60 € al litro per il gasolio: una differenza netta.
    Inoltre un minor consumo determina anche meno emissioni, per di più la tecnologia ha creato filtri sempre più efficaci (come euro 6). Sempre riguardo la tecnologia, tu dici che nei motori Diesel non è progredita, a parte il fatto che già i vecchi Diesel erano omologati per il doppio dei chilometri rispetto ai benzina moderni, ma attualmente la tecnologia dei motori come TDI o CDI, a fatto ulteriori progressi aumentando l’indistruttubilità dei Diesel.

    -e qui si capisce nettamente che tu non hai letto niente su questo blog, parli di differenze di costo carburante e discorsi triti e ritriti… se vai su e cerchi tra i vari discorsi ho messo ben tre volte, proprio per le teste di marmo come te, dei calcoli matematici che dimostrano con tutti i dati di consumo costo carburante ecc che il diesel non conviene proprio per niente… poi meno emissioni ma de che? e le polveri sottili dove le metti? lo sai quanto inquina un diesel soprattutto in città? e lo sai che il filtro antiparticolato non serve a nulla? vatti a informare…
    a parte poi che tutta sta differenza di costo carburante te la sei inventata, perché almeno qui da me varia dai dieci fino al massimo tredici centesimi al litro in alcuni periodi solo a otto centesimi…
    poi viene il bello, i filtri secondo te sono efficienti? vallo a dire a quelli che stanno passando il calvario con i vari fap e dpf, che in alcuni casi determinano la rottura vera e propria del motore a causa del gasolio finito nella coppa dell’olio… poi motori tdi e cdi indistruttibili? lasciamo perdere va che è meglio…

    4-Anche la manutenzione rispetto ai benzina va fatta meno frequentemente, e il costo è determinato dalla maggiore qualità e ricercatezza dei componenti meccanici dei Diesel.

    -questa te la sei inventata di sana pianta, addirittura nel libretto uso e manutenzione delle varie case c’è scritto che i tagliandi vanno fatti più frequentemente, e se per caso ti dovesse capitare di andarti ad informare sui vari forum e siti specializzati, che sia mai mi raccomando, gli esperti consigliano addirittura di accorciare anche i tempi dichiarati dalle case, appunto per proteggere al meglio i componenti di qualità e ricercatezza che dici tu…

    5-La rumorosità: pensi che contro i 4000 RPM massimi del Diesel l’urlo dei 6000-7000 RPM del benzina generi meno fracasso? Non direi proprio.

    -descrivere il sound pulito e piacevole del benzina un fracasso rispetto al rumore di ferraglia rotta e di aspirapolvere centenario dei diesel è un po’ ridicolo, poi non parliamo del rumore al minimo… e a 4000 giri un diesel, sempre dati presi sul web da siti specializzati emette più decibel e basse frequenze fastidiose rispetto a un benzina a regimi più alti…

    6-Per di più per concludere questo inutile disguido ti confermo la maggiore efficienza del motore Diesel, il miglior rendimento termico e quindi maggiore coppia ad un numero di giri più basso rispetto al motore a benzina (questo ti determina un’accelerazione e una risposta molto maggiore!).

    -va bene, maggior efficienza, maggior rendimento, ok, e allora?
    se a conti fatti il risparmio non c’è, che ci fai col rendimento e tutte queste belle cose?
    e ancora una volta, la coppia nn c’entra un fico secco con l’accelerazione, ti ripeto, vatti a leggere i commenti del blog prima di sparare cavolate…

    7-Le argomentazioni da mettere a riguardo, sono quelle del mercato automobilistico europeo che intelligentemente va a favore dei Diesel.

    -a parte che il mercato europeo non va a favore proprio un cavolo per i diesel, se ti capita di uscire dai quei 4 metri quadri di recinto mentale di cui ti sei contornato e ti rechi ad esempio in germania o in austria vedrai che i diesel sono molto meno diffusi e vengono usati intelligentemente per gli scopi a cui sono destinati e non per fare i giri del centro e al massimo 10000 km all’anno, e poi scusa, secondo te le argomentazioni da mettere al riguardo sono le analisi di mercato? e la matematica? e le segnalazioni degli utenti sui siti specializzati? è vero, non contano, hanno più valenza le chiacchiere da bar…

    8-Non sono affatto d’accordo con tutto quello che hai scritto. Cerchi di convincere la gente con le tue idiozie.
    -Costi:
    Il motore Diesel è effettivamente più complesso ed è costruito con materiali di qualità e di ricercatezza maggiore. Ecco perchè costa di più e dove sta la convenienza.

    -ah ecco… costa di più e quindi è più conveniente, bella questa, me la stampo e me la metto in cornice in camera…

    9-È risaputo che il motore Diesel dura molto di più rispetto ad un motore a benzina (sia il Diesel vecchio che quello nuovo), infatti è omologato per il doppio dei km. Un tipico esempio? I trattori agricoli, si tengono per almeno 50 anni! Cosa impossibile con un motore a benzina.

    – qui hai detto una cosa che fa capire senza ombra di tutto che sei un perfetto incompetente in materia, mi confronti i vecchi diesel con quelli nuovi e mi parli di omologazione… per la durata ti invito di nuovo ad andarti a documentare sui blog e siti specializzati, poi guarda, qui si sono fatti confronti di tutti i tipi, navi aerei ecc, ma ci mancava quello con i trattori, grazie, adesso siamo al completo… ancora una volta confermi di essere entrato nel blog senza leggere nemmeno un intervento perché se ne è parlato per chilometri quadrati di questi confronti inutili, vatteli a vedere….

    10–”Quello che non c’è non si rompe”:
    Citazione filosofica di un attore, che ovviamente tu hai interpretato male.

    -citazione filosofica di un attore? bè, parlare di automobili e non sapere nemmeno chi era henry ford è come parlare di psicanalisi (cosa che ti servirebbe) senza sapere chi è Freud…

    11-I turbocompressori vengono montati sui Diesel proprio per sfruttare al meglio i vantaggi di quest’ultimi, ovvero un’ampia spinta sin dai bassi regimi (grazie alla coppia molto più alta rispetto ai benzina), come vedi è l’esatto contrario di quello che dici.

    – e allora? è proprio per questo che si rompono, proprio per il lavoro che vanno a fare, per sopperire alla scarsa potenza del motore e appunto mettono tutto il carico sul turbocompressore, l’esatto contrario di quello che dici tu, quindi appunto, quello che nn c’è non si rompe, mai più adatta è mai stata questa affermazione “filosofica” come l’hai definita tu…

    12-Consumi:
    Mi viene ancora da ridere se rileggo quello che hai scritto. Se c’è un altra cosa risaputa (e che sanno anche i muri) è che il motore Diesel consuma molto meno rispetto ad un motore a benzina. Infatti i Diesel turbocompressi fanno più del doppio dei km con un litro che fanno molti benzina aspirati.
    -Il carburante Diesel costa meno:

    -quanto consumano meno i diesel? meno della metà??? hai raggiunto il record, altri utenti si sono limitati a dire 35-40% ma tu ti sei proprio lasciato andare alla grande!!!
    guarda, ho postato diverse prove su strada prese dal sito al volante con la differenza reale di consumo tra i due motori su stesse auto di pari prestazioni, e la differenza media si attesta circa sul 7% vattele a vedere, ridi di meno, vatti ad informare ed evita tu di dire idiozie facci il piacere…

    13-Inquinamento (e norme accessorie):
    Consumando molto meno il Diesel inquinerà anche molto meno (generando molte meno emissioni!). Quindi i benzina sono i principali colpevoli dell’effetto serra.

    -altra idiozia, pure qui sono state scritti fiumi di parole, vattele a vedere perché nn ci spreco nemmeno tempo a riscriverle

    14-Perchè convertire a GAS un motore che ha tutti vantaggi?
    Sarei potuto andare all’infinito ma semplicemente non ne avevo voglia :-D.
    Tutti quelli che hanno detto di eliminare la pagina hanno ragione e te lo conferma anche il mercato automobilistico europeo che va a favore dei Diesel.
    Ecco per perchè comprare un auto Diesel e NON una a benzina.

    fammi un elenco dei vantaggi di un motore diesel, con le condizioni di utilizzo, il chilometraggio annuale e poi ne riparliamo pure… tanto si è capito, tu sei uno dei soliti bimbiminchia che gira in città e fa una media di 7\ 8 mila km annui

    la pagina non va eliminata, vanno eliminati solo i commenti inutili e insensati come i tuoi e la comunità ne potrebbe solo giovare… vatti ad informare e fatti una cultura perché caro mio, tu non sei in grado di parlare di motori, senza rancore, ciao

  619. angler74 Says:

    e si mauro… non l’hai mai sentito? forse ti sei tappato le orecchie allora… un milleotto con 140cv e 1300kg di massa, questo è quello che cerco di far entrare in quella testa disabitata che hai, dimostrazioni e fatti, non le parole buttate al vento tue e degli altri utente come te…

  620. MauroTDI Says:

    Cmq la mia prossima auto sarà tdi ! Non saranno di certo i tuoi commenti a farmi cambiare idea. Io non ci casco.

  621. angler74 Says:

    bravo, fatti la tua tdi basta che non ci scassi i maroni a noi e a tutto il blog

  622. angler74 Says:

    non ci casco in che cosa poi? tu sei già cascato tanto, dal seggiolone quando eri piccolo…

  623. Flaviano Says:

    Sono quelli come te, mauro, che sono parte della crisi economica e dei polmoni neri in città, continua pure ad annusare il tuo scarico e a contaminarti.

  624. MauroTDI Says:

    A si xke invece il benzina e’ salutare.

  625. mauroTDI Says:

    se sei cosi’ ecologico perche non ti compri un’auto elettrica!

  626. angler74 Says:

    flaviano ma ancora gli rispondi? ma nn lo vedi che lo fa apposta! è un troll… riesce anche a negare l’evidenza, la mia foto con la media in 600 km e quasi diciannove chilometri con un litro di BENZINA su un auto con 140 cv da oltre 220 kmh e 8,6 secondi da zero a cento…

  627. angler74 Says:

    filippooooooo, dove seiiiiiiiii????? quanto avrebbe fatto la tua diesel sullo stesso percorsooooo??? 50 chilometri al litro? quanto fa? più del doppio con un litro???? quanto siete patetici fanboy del diesel…

  628. MauroTDI Says:

    Angler anche se fosse vero ke la tua honda benzina consuma così poco a noi non ci interessa xke tanto in italia e anke in europa le honda non piacciono non avranno mai mercato ne vendono 4 all’anno basta solo ke ti guardi in giro quante honda vedi?:D quindi le honda le lasciamo a te e ai quei tappi giapponesi:D

  629. angler74 Says:

    mauro, questo è un blog, cioè un posto dove si discute, si confronta, si chiedono consigli, pareri e ci si viene ad informare…
    quindi se a te nn interessa, ci sono altre centinaia di persone che, al contrario di te, hanno una mentalità aperta, e vogliono avere più informazioni possibili prima di cacciare fuori migliaia di euro per qualcosa che potrebbe nn rispondere alle proprie esigenze… quindi se a te non interessa esistono i siti per i fanboy del diesel, dove trovi scritto tutto ciò che a te sta bene e ti fa contento e fesso… quindi cambia quel “non ci interessa” con “non MI interessa”.
    Tanto per informare comunque, non sono solo le handa a benzina che hanno queste caratteristiche, basta aprire un pò la mente e cercare in giro perchè le tecnologie efficaci ce l’hanno un pò tutte le case automobilistiche.. basta uscire da questo recinto mentale dei diesel sempre e comunque e la verità viene fuori.
    comunque nonostante tutto mi sei anche simpatico, mi fai anche un pò tenerezza..

  630. Flaviano Says:

    Tanto per la vostra curiosità, vi linko una pagina dove ci sono i risultati di un sondaggio dove si vede chiaramente quali siano le auto più e meno affidabili

    http://www.alvolante.it/news/affidabilita-motori-tedesche-sono-messe-male-333520

    buona lettura a tutti!

  631. Flaviano Says:

    Ho anche qualcosa di più generico

    http://www.alvolante.it/news/tuv-report-2014-classifica-affidabilita-auto-332470

  632. MauroTDI Says:

    Le classifiche lasciano il tempo che trovano l’affidabilità del motore dipende sopratutto da come si usa. Infatti guarda caso dai meccanici si vedono un sacco di golf e sappiamo bene che gente ci guida su quelle makkine.

  633. Flaviano Says:

    e perchè sulle mercedes credi che ci siano persone che sanno guidare? le mercedes sono le auto delle famose donne che ai parcheggi fanno avanti e indietro dentro e fuori per farci entrare la macchina, ma di mercedes dai meccanici non ce ne sono quasi per niente, forse proprio perchè soprattutto il motore fa la sua parte, e infatti la mercedes è fra le più affidabili, quindi quello che dici non sta in piedi, proprio come il monoblocco di un tdi che cade a pezzi dopo 60000 chilometri.

  634. MauroTDI Says:

    Ahah tdi dopo 60000 da buttare questa e’ nuova! Ma se c’è gente che passa anche i 300.000 km con il tdi. ti stai sicuramente confondendo con il dci renault.

  635. Flaviano Says:

    Si, il vecchio tdi, i motori che la vw sfornava prima del 2000, ma visto che non hai la testa per arrivarci non perderò più tempo con te, tanto è tempo perso, e il tempo è prezioso, qundi me lo tengo per rispondere a gente seria, e non ad un troll venuto dalle caverne.

  636. Mash Says:

    Scusate se interrompo il vostro acceso dibattito, ma vorrei far presente a tutti che il primo link che ha ppostato Flaviano è campato in aria, semplicemente perchè non è vero che le vw sono più affidabili delle audi e delle opel, le audi sono quelle che hanno i motori tdi più resistenti, come il 3.0 tdi e il 6.0 tdi, nonchè anche i migliori motori tsi, che non sono come quelli della golf, tutti tirati e zero elastici, ma sono più equilibrati, e la opel ha i motori migliori in quanto seguono gli stessi canoni dei motori di 30 anni fa, sono diventati ancora più affidabili da quando hanno deciso di mettere in gioco il motore sidi, e a differenza del tsi il motore sidi ha meno elettronica e più informatica, di conseguenza la parte meccanica non è troppo stressata dall’elettronica, e i risultati sono quasi gli stessi del tsi. Per quanto riguarda i motori diesel purtroppo sono messi a dura prova perchè la fiat non sa stare al suo posto, nonostante la opel abbia preso l’osceno 1.3 mjt della grande punto, lo ha fatto diventare uno dei più affidabili 1.3 turbodiesel della storia, se non il più affidabile, c’è gente che con una 1.3 cdti ha macinato oltre 300000 chilometri in città, senza imbattersi nei problemi che ha il tdi. E tanto per la cronaca, mauro, io col 1.4 tsi da 122 cv sono arrivato a 21 km con un litro, e il mio motore ha il turbo, quello di angler no.

  637. MauroTDI Says:

    Flaviano smettila di fumare quella roba e se vuoi dare il buon esempio a tutti comprati un’auto ibrida e postaci la foto di te e la tua auto nuova. Altrimenti qui sei inutile anzi fai solo danni.

  638. Mash Says:

    Mauro non hai il diritto di parlare al plurale, sei tu qui l’unico essere vivente che da il cattivo esempio, e visto che parli tanto perchè non te la compri tu una ibrida? So che non lo farai, sei troppo fissato coi diesel, talmente fissato che hai il prosciutto crudo congelato e ammuffito sugli occhi e non vedi nemmeno che nel tuo letto hai tanta di quella paraffina che appena ti muovi si alza un polverone che solleva soltanto un elicottero militare che atterra nel deserto, non l’hai ancora capito che stai diventando lo zimbello del web? Già se ne parla pure in america delle tue emerice cazzate, e nel bar dove vado io coi miei amici parlano tutti di te e della tua ridicola ostinazione. Si l’hanno visto tutti i miei amici questo blog, italiani ovviamente, gli americani non parlano italiano, ma hanno capito che razza di troll sei e ti paragonano a quelli del sigore degli anelli.

  639. angler74 Says:

    per mauro, se tanto lo vuoi sapere di motori tdi, e anche dopo il 2000 ne ho visti buttare a bizzeffe, e anche prima dei 60000 km, come quello che era capitato nella nostra officina, che i pezzi del turbo erano finiti dentro i collettori di aspirazione e nel motore… poi vatti a vedere le segnalazioni nel web sull’ultimo 1.6… affidabile quanto le tue cazzate… poi per quanto riguarda il modo in cui ti rivolgi a flaviano, ti faccio presente che qui dentro forse è l’unica persona che ha un auto diesel scelta per necessità e quindi ha tutto il diritto di parlare, anche perchè lo fa con educazione e con argomenti validi, e anche se su alcune cose non mi trovo d’accordo con lui, alzo tanto di cappello e condivido pienamente le sue opinioni…
    per mash, non è detto che i motori aspirati consumino più dei turbo, anzi, io vedo dalle prove su strada che in molti casi è proprio l’esatto contrario, non dimenticare che il turbo aumenta di molto l’efficenza del motore e la maggior coppia a bassi giri influisce molto sul consumo, ti prendo per esempio la civic type r da 200 cv che è un vtec nato per le prestazioni e meno attento ai consumi, infatti dalle prove risulta consumare di più ad esempio del 2.0 tsi della scirocco che ha 10 cv in più. la mia auto è aspirata, ma il sistema vtec tira fuori i cavalli solo quando servono, quindi l’efficenza è notevole, ma considera che è un vtec progettato più per l’efficenza che per le prestazioni e ricorda anche che il consumo va valutato anche in base in rapporto alla potenza e alle prestazioni, e la mia auto ha 18 cv in più del tsi che hai tu. cmq complimenti, 21 al litro sono un consumo eccellente, vallo a dire a quel cretino di prima che dice che i diesel consumano meno della metà, ciao!

  640. MauroTDI Says:

    Angler mi sono gia informato piu ke bene E ti dico che le rotture del 1.6 tdi riguardano solo i golf.. e sai ki acquista il golf? Forse non lo sai ma sono Tutti ragazzini che guidano come se avessero in mano un ferrari x fare gli sboroni. Quindi informati meglio prima di scrivere stupidate. Vai su google e digita 1.6 tdi rotture. e vedrai con i tuoi occhi!

  641. MauroTDI Says:

    Anche la honda se usata male ti si fonde in fretta non pensare che sia indistruttibile!

  642. Francesco Says:

    E’ ovvio che qualsiasi cosa se usata male si distrugge PIU’ o MENO facilmente, a quanto pare, e parlo in generale, l’unica cosa veramente difficile da distruggere sono le nostre convinzioni, che spesso ci portano sulla strada sbagliata. Penso che dovremmo avere la capacità di capire i pareri e i punti di vista degli altri dato che nessuno di noi penso sia un ingegnere, e quindi tutto quello che diciamo è vero come non. Almeno, invece di fissarci su cose futili, cerchiamo di capire insieme effetivamente dove sia la convenienza e l’utilità.

  643. Francesco Says:

    La cosa che è certa è che i diesel sono azzeccati per terreni accidentati e per le situazioni di maggiore sforzo, sono fatti per lavorare principalmente nel loro regime ideale, dando il massimo di sè. Sicuramente in città non puoi tenerli a regime ideale sennò, e vi assicuro che vale anche per il piccolo 1.3 dell’auto di Flaviano, staresti con un filo di gas a 70 km/h in 3^, cosa non fattibile dato il traffico, il fermati e riparti, che d’altronde ti impone di scalare per ripartire dato il lag e la fiacchezza ai bassi regimi tipici dei diesel.. da quanto ho capito è proprio il fermati e riparti che distrugge i diesel, per le elevate vibrazioni date dalla grande forza in gioco. Poi aggiungi filtri, valvole e quant’altro e hai concluso l’affare. I benzina hanno motori più leggeri ed hanno più cavalli normalmente, se parliamo di auto della stessa classe e fascia. Sono proprio questi cavalli che rendono più reattivo il motore, che già di suo lo è ai bassi regimi: quindi se i benzina salgono di giri più rapidamente, perchè è oggettivamente così, presumibilmente, essendo più fluidi, presentano meno vibrazioni o se le presentano ad un dato regime ci transitano più rapidamente, riducendo di molto l’effetto, ricordando anche che questi hanno molta meno coppia dei diesel, e quindi meno vibrazioni in teoria. Sui diesel ci saranno i dovuti accorgimenti “anti-vibrazioni”, ma queste sono pur sempre presenti in misura maggiore, quindi è normale che i componenti impiegati si usureranno più rapidamente, saranno inevitabilmente più soggetti a queste. A questo punto debole si aggiungono componenti delicati quali appunto valvole e turbine. SOLO PER INFORMAZIONE, Angler, la coppia è direttamente legata all’accelerazione, si può dire forse che NON è l’unico fattore influente, ci sono i rapporti, il peso, l’attrito e le altre caratteristiche del motore, tra cui proprio il regime di potenza massima che influiscono notevolmente sullo 0-100, ma la coppia è il requisito fondamentale per l’accelerazione, essendo la forza totale che due pistoni esercitano sull’albero. Poi, esternamente, ci sono molti fattori, tra cui quelli di sopra, che ne riducono l’effetto finale.

  644. Mash Says:

    Il motore tsi è parecchio variabile, quei 21 al litro li ho fatti mentre andavo tranquillo in autostrada a 90 km/h in sesta ma se già arrivavo a 110 quei 21 diventavano 18, se vado a fondo per tirare il motore e tutte le marce mi fa 12 al litro, a 230 km/h mi arriva alla bellezza di 6 km/l, questo è l’effeto del turbo che dice angler, infatti a 90 km/h mi porta avanti l’auto senza quasi bisogno di accelerare, e qui il risultato è 21 al litro, e la corsa 1.3 di flaviano arriva massimo a 22 al litro a 110 km/h a qanto ho capito, e guardando il suo video del 197 km/h ho notato che da 150 fino al limitatore l’accelerazione era praticamente costante, io non posso dire lo stesso con la mia golf, in rapporto sono più lento io, e qui entra in gioco quello che dice francesco, la coppia è direttamente legata all’accelerazione, e anche se il motore tsi riesce ad avere una coppia che si avvicina molto al diesel non ha la stessa coppia del diesel, ed è concentrata su un regime più vasto, quindi non ha quell’effetto, ed è proprio la capacità che ha un trbodiesel di scalare il tachimetro che mi piace, e se un giorno riuscirò a permettermi di sposarmi con la mia ragazza avremo un’auto a benzina e un’auto diesel, perchè lei sta pensando seriamente di prendersi un’astra 2.0 cdti biturbo, sta seguendo le mie orme e vuole sentire il sedile che si sfonda dietro la schiena, mi ha addirittura detto che ha fatto il test drive dell’astra biturbo e che per poco non grattava via l’asfalto, e che di abitabilità è 1000 volte meglio della mia golf. Ah le donne, sono sempre troppo esigenti…

  645. angler74 Says:

    mauro che viene a dire a me di andarmi ad informare ci mancava davvero! a parte che io dicevo proprio quello che hai scritto tu, cioè di andare a vedere le rotture dei tdi volkswagen… poi scusa, chi è che consigliava a quell’utente di prima di prendere la skoda 1.6 tdi? forse io? ma nn direi proprio!!! cmq mi fai proprio ridere, prima dici c@zz@te e poi ti smentisci da solo dicendo agli altri di andarsi ad informare su cose che hanno detto prima di te… se non ci fossi bisognerebbe inventarti!!!
    per quanto riguarda rotture e affidabilità vatti a vedere i filmati su you tube di civic, integra, s2000, e altre honda elaborate con 400 500 e passa cavalli, guarda come tirano il collo a quei motori e non fanno una piega, e nei tachimetri si leggono 150, 200 mila km di percorrenza… a quaqnto pare per rompere una honda non bastano i ragazzini che guidano le golf come dici tu…

  646. MauroTDI Says:

    Ecco abbiamo tutti scoperto il vero motivo x qui angler e’ su questo forum. La sua honda benzina consuma poco ed e’ pure indistruttibile neanche con le cannonate si ferma!! Poi sarei io il fanboy:D

  647. Flaviano Says:

    Il fanboy è quello che nega l’evidenza quando gli piace quellla cosa anche se fa pena, e non mi risulta che ad angler piaccia qualcosa che fa pena, se il vtec fa pena allora il tdi cade a pezzi non appena inserisci la chiave nel quadro per accenderlo. ahaha, il vtec fa pena, ahaha, ahahhaha, buona questa, ahahaha. Beh mi sembra di sentire tutto il vicinato ridere. Eh si eh, stanno proprio ridendo, cavolo sembra che siano sotto l’effetto di un gas esilerante, stanno ridendo pure i miei cani cavolo!!! Anche la ventola del mio pc!!!!!

    posto quello che hai scritto tu:

    mauro Says:
    28 giugno 2014 alle 6:39 am

    ciao spark ottima scelta il tdi ma io ti consiglio il 1.6. il 1.2 è troppo lento in ripresa e consumi di piu in sorpassi e salite. quindi ti dico si al tdi (una corazza) ma 1.6 ciao.

    MauroTDI Says:
    16 luglio 2014 alle 2:16 am

    Angler mi sono gia informato piu ke bene E ti dico che le rotture del 1.6 tdi riguardano solo i golf.. e sai ki acquista il golf? Forse non lo sai ma sono Tutti ragazzini che guidano come se avessero in mano un ferrari x fare gli sboroni. Quindi informati meglio prima di scrivere stupidate. Vai su google e digita 1.6 tdi rotture. e vedrai con i tuoi occhi!

    Il tdi è una corazza, poi si rompe sulle golf. Adesso vai su google e scrivi motore vtec rotture, e vediamo quanti forum trovi con su scritto che il vtec è di plastica come il tdi.

  648. Anonimo Says:

    Il vtech non se lo fila nessuno ma che argomenti vuoi trovare. I tdi invece sono i più venduti in tutta Europa! ovvio che i problemi saltano fuori e’ normale! Ma pensare che il vtech sia indistruttibile solo xke lo guida angler e pochi altri a me viene da ridere pensare questo.

  649. MauroTDI Says:

    Il vtech non se lo fila nessuno ma che argomenti vuoi trovare. Il tdi invece sono i più venduti al mondo! Ovvio che i problemi saltano fuori! Non e che il vtech e’ indistruttibile solo xke lo usa angler e qualche altra persona. A me pensare questo vien da ridere!

  650. angler74 Says:

    grazie mauro! mi stai ravvivando le afose giornate estive, sai, in questo periodo sto un pò giù e mi stai facendo divertire da matti :)
    andiamo per ordine: io parlo di vtec per il semplicissimo motivo che ce l’ho sotto il culo da ormai quasi sette anni e quindi, se permetti, ne conosco appieno caratteristiche e difetti, (se ce ne sono…), ho percorso quasi 150000 km e l’unica volta in cui mi si è fermata è stato quando freno e quando giro la chiave al contrario, cioè quando lo spengo…riesco a farci medie vicine ai venti al litro DOCUMENTATE, tu invece possiedi una astra 1.7 di un era geologica fa, che non ha niente a che vedere con i motori di cui si parla in questo blog e ti ostini a esaltare le caratteristiche di motori che non conosci neppure, parli solo per sentito dire e per analisi di mercato…
    poi qui viene il bello, e questo fa capire la tua completa ignoranza e incompetenza nel campo dei motori: la tecnologia vtec è un dispositivo inventato da honda e installato sulla civic nel 1989, poi altre case automobilistiche, avendo valutato la validità del sistema, lo hanno implementato nei loro modelli adattando delle modifiche e CAMBIANDOLE IL NOME, bmw lo chiama valvetronic, toyota vvt-i, mitsubishi mivec, fiat multiair e via dicendo, esattamente quello che è successo con il common rail, inventato da fiat-powertrain e implementato su tutti i modelli di auto turbodiesel presenti sul mercato con svariati nomi: tdi, ctdi i-ctdi, crdi, jtd, multijet, d, d3, d4d ecc.
    i sondaggi di affidabilità poi vengono fatti sulle percentuali vendute, non c’entra nulla la diffusione o meno, se su dieci auto circolanti se ne rompono cinque è la stessa cosa se su 100000 se ne rompono 50000, ma si sa, la matematica per te è come la neve all’equatore…

  651. Flaviano Says:

    Per tua informazione mauro, il vtec è diffuso tanto quanto lo è il tdi, ci sono talmente tante honda in giro che non hai idea, e il vtec non lo monta solo la civic, quindi apri gli occhi e guarda le sigle dietro ogni ato che vedi, e cmq non si vedono honda dai meccanici, le officine autorizzate sono vuote, e sono sicuro che angler confermerà, visto che ci lavora.

  652. angler74 Says:

    ah, dimenticavo… il vtec non se lo fila nessuno? a parte che anche qui in italia ha cmq un buon mercato, ma vatti a vedere i dati di vendita all’estero e soprattutto in america dove è un vero e proprio culto… in italia siamo un paese di pecore e di automobilisti della domenica, dove prima di comprare qualsiasi cosa diamo retta alla pubblicità e all’amico del cognato della suocera del fratello che l’ha sentito dire dal parrucchiere mentre faceva la permanente…e tu sei uno di questi…

  653. MauroTDI Says:

    150.000 km benzina ok vedrai che non ti durerà ancora x molto.

  654. Anonima Says:

    ehm, scusa mauretto, ma proprio devo smentirti, devi sapere che fra i miei amici ce ne sono 3 che guidano una honda integra, tutti hanno superato i 250 mila chilometri, io ho una nsx del 98, e ho raggiunto quota 430 mila, ripeto 430 mila, e fa ancora lo 0-270 in 55 ssecondi, e consuma ancora 7 litri per 100 chilometri, proprio come quando è stata immatricolata, la civic di angler è ancora nuova, ed è ancora morta di fame, ha lo stomaco che brontola xk vuole mangiare ancora centinaia di migliaia di chilometri.

  655. angler74 Says:

    il tuo cervello non ne ha neppure 10000 eppure ha gia fuso da un bel pezzo! e comunque mi gratto le palle con tutte e due le mani…

  656. MauroTDI Says:

    Grrrrrrr anonima chi sei presentati

  657. angler74 Says:

    wow una nsx, favolosa!!! io sono entrato per curiosità su autoscout 24 e ancora le vendono a prezzi spropositati, è una delle auto più belle mai prodotte, anche in quel caso honda ha anticipato i tempi costruendo la prima auto omologata su strada col telaio completamente in allumino… cmq faccio presente, che io se rispondo a mauro lo faccio solo per divertimento perchè se non lo avete ancora capito lui sta solo provocando e gli piace rompere gli zebedei… sono convinto che non ci crede nemmeno lui a quello che dice… si diverte così che ci volete fare, basta saperlo e non ascioltarlo, prima o poi se nessuno se lo cag@ si stuferà…

  658. Anonima Says:

    Ho sentito anche di gente che con una nissan skyline r34 gtr è arrivata a 260 mila chilometri, ma fanno ancora lo 0-280 in 49 secondi, niente chiacchiere da bar, solo chiacchiere di amici intenditori di auto veloci, e cmq sia dubito che un turbodiesel 2.6 con 320 cv possa fare uno 0-100 in 4,42 secondi, 8000 giri al minuto e fare una 6,8 litri per 100 km, ebbene un motore a benzina come quello di una skyline può, e ha un rapporto di compressione di 9,5:1, un rapporto di compressione veramente basso per un’auto di quel calibro, eppure è veloce quanto una attuale bmw m5 che ha il doppio della cilindrata e 200 cv il più, e cmq anch’io sto scrivendo per divertimento, voglio vedere mauro bruciare nelle sue stesse cazzate.

  659. MauroTDI Says:

    Anonima torna a chiacchierare con i tuoi amici anonimi da bar che è meglio.

  660. angler74 Says:

    questo blog è nato per un motivo preciso, sfatare uno dei tanti miti che noi italiani, popolo anestetizzato dalle televisioni spazzatura e dalle convinzioni di massa, ci portiamo dietro, cioè che acquistare un auto diesel conviene sempre, comunque e per ogni esigenza, qui dentro ne ho lette di tutti i colori, gente che si definisce chissà chi e scambia motori a quattro tempi pre motori a 2 tempi, chi dice che i diesel consumano meno della metà, chi li confronta con quelli di aerei, carrarmati, navi, trattori ecc. per esaltare quelli delle auto, fiumi di parole al vento senza un minimo riscontro reale, senza un riferimento, una prova, seza mettere fonti di riferimento o siti internet che ne dimostrino la veridicità…
    in poche parole si può dire questo: i motori diesel attuali sono motori che costano molto di più per consumare poco di meno, e se una persona non ha REALI esigenze e non ne può fare a meno ne deve stare assolutamente alla larga e cercare altre altrnative…

  661. angler74 Says:

    mauro, ho intenzione di comprarmi una moto, che mi consigli? ho visto la honda cbr tdi 1.6 biturbo rr, le prove danno che fa 120 km con un litro, che ne pensi?

  662. MauroTDI Says:

    Oddio mo tiri fuori la moto ma che c’entra! Qui si parla di auto e cmq le yamaha sono le migliori:)

  663. MauroTDI Says:

    E poi moto diesel non esistono non stare a prendermi in giro che qui se tu l’unico con il vtech a parte questo personaggio misterioso chiamato anonima.

  664. Anonima Says:

    Pochi ma buoni.

  665. Flaviano Says:

    E la royal enfield bullet diesel dove l’hai lasciata mauro? Strano che un malato di diesel come te non sappia che al mondo le moto diesel esistono, qui dai a vedere che sei proprio disinformato su quello che c’è intorno a te, e secondo me non sai distinguere un diesel da un elettrico nemmeno se ti facessero vedere chiaramente qual’è l’uno e qual’è l’altro, e secondo me confondi pure la birra con la sambuca.

  666. mauroTDI Says:

    flaviano te invece prima acquisti un’auto diesel e poi lo critichi in tutti i modi! sei proprio un esempio da seguire:-D

  667. Flaviano Says:

    Io l’auto diesel ce l’ho perchè se avessi dovuto prendere un’auto benzina doveva essere almeno potente come quella di angler per effettuare partenze in salite ripide come quelle che percorro quando esco, ed economicamente era impossibile sia da acquistare che da mantenere, considera che una corsa 1.4 turbo da 120 cv benzina costa il 30% in meno da mantenere rispetto a quella che ho adesso, anche se di bollo e di assicurazione si paga di più, ma la coppia non bastava, motivo per cui è stato meglio avere un’auto diesel, e se critico questi tipi di motori lo faccio per cognizione di causa, e non perchè sono fanboy come te, che parli per sentito dire e per sogni fatti la notte dove la fatina con la bacchetta con la sfera di diesel ti baciava e ti rendeva l’uomo più inquinante del pianeta.

  668. angler74 Says:

    mauro ti stavo prendendo per i fondelli se non te ne sei accorto, visto che se ti prendo sul serio tu non capisci allora è l’unico modo per comunicare con te :)
    flaviano ha acquistato un auto diesel per necessità, per il fatto che lui vive in una zona di salite discese e curve, ma ha il coraggio di criticare una cosa che ha per il fatto che è obbiettivo, e infatti conosce i difetti del diesel, e le sue critiche sono dirette a chi lo usa in città e per situazioni in cui non è utile, anzi, sfavorevole… se tutti usassero diesel per gli scopi per cui è nato, il gasolio costerebbe 80c litro, ci sarebbero la metà dei morti per cancro e soprattutto non ci sarebbero le pecore come te che credono esista solo quello… non dico altro…

  669. Flaviano Says:

    Angler ha colto nel segno, della mia auto mi piacciono soltanto estetica, prestazioni e sound, per il resto preferirei una 1.4 turbo benzina, spenderei parecchio di meno per mantenerla, e di certo correri un po di più, però non avrei la stessa coppia che ho con questa, e a me sta bene percorrere 190-200 km alla settimana (domenica esclusa) con 17 di carburante, sono consumi che pochi riescono a fare dove sto io, ma chissà perchè in paese consumano meno i possessori di auto a benzina (se vogliamo parlare di consumi), e fortunatamente qualcuno sta sostituendo il turbodiesel con auto a benzina, e probabilmente, se risucirò ad avere i fondi necesari, la mia prossima auto sarà una corsa 1.0 sidi, quando uscirà, quei 170 nm di coppia con monoblocco in alluminio mi sa di rendimento estremo, e bassi consumi, anche se ovviamente mauro dirà sicuramente che meno di 10 litri per 100 km non farà, cosa ovviamente non vera.

  670. mauroTDI Says:

    Certo come minimo 10/100km. E non solo, quel motore non ti durerebbe una cippa troppo sottosforzo. X quello ti dico Ke il diesel è sempre la scelta migliore. X esempio il mio amico che prima aveva un 1.6 benzina consumava sui tratti pianeggianti 8/100 in citta’ adesso con il 1.6 tdi sempre gli stessi tratti consuma 5/100.

  671. Flaviano Says:

    Caro mauro ormai puoi raccontare tutto quello che vuoi, di te non si fida più nessuno, ti sei marchiato come fanboy e i fanboy non hanno voce in capitolo. Finchè non metti un link con le prove di quello che dici nessuno ti darà mai retta.

  672. mauroTDI Says:

    Sono dati reali non mi inventò niente. Se non mi credi allora xke non ti compri sto benzina e la fai finita. Io l’auto diesel anche se vekkia c’è l’ho già è mi trovo bene.

  673. angler74 Says:

    Mauro, e metti sti c@$$0 di link allora se sono dati reali!!! facci vedere la prova su strada o metti la foto della cpu di bordo per la miseriaccia!!! ma noi che siamo più fessi di te ti credi? che stiamo qui a perdere tempo a informare la gente e cercare prove e fatti di quello che diciamo? LE TUE PAROLE SONO SOLO CHIACCHIERE, BLA BLA, CONSUMA BLA BLA, IL GASOLIO COSTA BLA BLA… IL TDI BLA BLA BLA…………… devi mettere le prove di quello che dici , altrimenti ARIA FRITTA!

  674. angler74 Says:

    il sidi 1.0 della corsa ancora deve uscire e tu sai già quanto consuma e quanto dura? ragazzi, abbiamo un fenomeno paranormale in questo blog. venghino siori venghino, il biglietto costa 10€ per i fanboy del diesel con certificato e documento, per il resto 15€, l’incasso andrà devoluto all’associazione onlus per la ricerca sul funzionamento del filtro antiparticolato e sulla rottura turbine… accorrete numerosi!!!

  675. mauroTDI Says:

    Vi lascio discutere tra di voi visto che ormai siete rimasti in 2 e nessuno vi ascolta più.

  676. Anonima Says:

    Veramente è il contrario, qui nessuno ascolta più te, bimbo, prova a leggere un po più in alto, hanno chiesto consigli ad angler, non a te, perchè vedi… angler è una fonte affidabile, lui ci sta nel mondo dei motori, tu li guardi passare dalla finestra di casa tua e basta, e le fonti affidabili sono quelli che nel mondo dei motori ci vivono, e tu non ci vivi, flaviano ha capito perfettamente dove stanno buona parte dei problemi della crisi, la gente non riesce ad arrivare a mettersi da parte i risparmi perchè compra auto turbodiesel per fare casa lavoro nella giungla urbana che ogni 15 mila chilometri devono spendere 300 euro di tagliandi, quelle persone che hanno auto a benzina li fanno ogni 40 mila chilometri e spendono la metà, il tagliando per una nissan skyline r34 costa 260 euro, e si fa ogni 35 mila chilometri, il tagliando per una nissan primera 1.9 dci costa 320 euro, e si fa ogni 15 mila chilometri, e sono dati di concessionario non chiacchiere, e qui sto confrontanto un’auto sportiva con un’auto comune alla portata di tutti, non si potrebbe nemmeno fare questo paragone, ma la differenza di prezzo è sostanziale, ma tu queste cose non le capisci, dovresti lasicare questi argomenti ai maschioni, i bimbi come te non dovrebbero nemmeno leggerle queste cose, sono cose da adulti.

    P.s Dove sto io gli unici mezzi diesel che si vedono qui in giro sono un gmc sierra del 2005, uno chevy silverado del 2010 e un vecchio dodge dakota degli anni 70, per il resto non c’è puzza di petrolio bruciato.

  677. Anonima Says:

    anni 80, scusate l’errore

  678. mauroTDI Says:

    Anonima qua l’unica bambina se tu! Prima non hai il coraggio di scrivere come ti chiami e andresti radiata solo x questo e secondo tutti i concessionari ufficiali VW e Company dicono chiaramente che i tagliandi sui TDI si fanno ogni 30.000 km!! Le auto sono pure programmate dalle case costruttrici ad avvisarti sul computer di bordo il termine di tale scadenza. Ma te si sa sei rimasta ancora nel medioevo con la tua honda. Quindi aggiornati oppure torna a giocare con le barbie.

  679. Anonima Says:

    Bla bla bla. anche la mia honda è programmata, e ha più tecnologia delle tue volkswagen, soprattutto nel motore, che ha la fasatura variabile comandata elettronicamente, osa che la volkswagen fatica a montare sui suoi motori, e poi tu sei quello che dice che il tdi è una roccia e che poi ammette che si rompe, quindi torna nella casa sull’albero che ci fai più figura, e già che ci sei mettiti un sacchetto in testa senza buchi per respirare.

    P.s. solo il motore tdi fa tagliandi ogni 30 mila chilometri, infatti arriva a farne massimo 4, 5 se restano spenti per tutta la loro durata.

  680. Mash Says:

    Anonima è la mia migliore amica, e come io mi chiamo mash lei si chiama anonima, sono i nostri nick, ed è così che ci chiamiamo fra di noi, poi perchè dovrebbe dire il suo nome? non sei degno di saperlo, la categoria dei fanboy è una categoria inferiore, e noi non ci abbassiamo al tuo livello. Ho cercato di farla desistere dalla voglia che aveva di giocare con te, ma lei adora troppo giocare coi bimbi, quindi non ho potuto fare niente per non farla scrivere su questo blog di adulti. Il mese prossimo mi sposerò, e se avremo un figlio penserò a te come il bambino più dispettoso e più coraggioso di tutti i tempi, semplicemente perchè hai avuto il coraggio di negare l’evidenza con tanta forza di volontà, senza desistere, complimenti, ma adesso non è il momento di giocare, ci sono persone che vengono qui per avere de condigli e non per leggere le frasi scritte da chi vuole giocare a fare il turbodiesel.

  681. gino Says:

    Caro Mauro,
    da quello che leggo penso che tu stia parlando con persone molto superficiali.
    Angler mi sembra che sia impiegato in una officina a cambiare le pastiglie dei freni, e continua speciosamente ad affermare che un motore benzina consuma meno di un Diesel (ridono anche le pulci del mio cane). Gli altri sono assolutamente ignoranti di meccanica e di motori endotermici.
    Ci sono un paio di persone che hanno scritto in questo blog con dovizia di particolari meccanici e di consumi specifici assolutamente veritieri. Uno si chiama Franco, lo trovi all’inizio del blog, il resto ragiona come se invece di comperare un’auto, debba comprare una lavatrice.
    Meglio che vadano a lavare i panni ……

  682. Mash Says:

    Bel tentativo mauro…sei proprio un bambino, cmq peccato che ci sono i link che dimostrano quante baggianate stai sparando, e chi è munito di calcolarice e sa usarla sa che i conti che si è fatto angler sono dati reali fatti da altri prima di lui.

  683. mauroTDI Says:

    Grande Gino!! Weeee Angler mash anonima dove siete? Ahaha

  684. angler74 Says:

    caro il mio gino, visto che sei tanto sicuro di quello che dici adesso ti rileggi tutti i miei interventi e mi fai un copia incolla dove io ho detto che i diesel consumano più dei benzina, se non trovi riscontro, e non lo troverai, evita di parlare senza nemmeno sapere quello che esce dal tuo becco, se ci sono persone che devono andare a lavare i panni siete tu e franco, perchè me lo ricordo bene il soggetto in questione, e gli ho fatto notare più di una volta la grandissima stronz@t@ che aveva scritto, cioè che un motore a 4 tempi se fa 3600 giri si riempe di miscela aria carburante 3600 volte, quindi non sapendo nemmeno la differenza tra un motore a quattro tempi e uno a due tempi del piaggio si che avevo da ragazzo… fa