Scegliere, misurare e comprare un buon casco a buon prezzo

No, non si tratta di una procedura semplice.

Il casco è uno strumento di sicurezza attiva/passiva estremamente importante: NON è un accessorio faschion, cool, trendy, sarcasso, “del momento”, passion, senza calorie, etc.

Per cui va scelto in base alla comodità, alla funzionalità e alla sicurezza.

se tu (si TU che leggi) credi che abbia tralasciato qualcosa o vuoi contribuire contattami

un casco durante i test

Ci sono aziende private, governative e istituzioni che fanno dei crash test sui caschi.
Le più attendibili sono le aziende private accreditate e sponsorizzate *anche* da istituzioni pubbliche, di quegli stati -però- dove il governo si deve rinnovare ogni tot mandati. Perchè? Perchè sono difficilmente corruttibili (costerebbe troppo).

Il prezzo e la marca non fanno la sicurezza (o viceversa)

Una di queste aziende è raggiungibile a questo link (clicca), fonte anche delle informazioni che seguono.

AGV - Airtech

Il casco dell’immagine è un “banalissimo” AGV – Airtech, costa £. 150 (sterline inglesi, circa €. 190,00) ed è stato valutato 4 stelle su un massimo di 5.

Sappiamo tutti che ci sono grandi marche e grandi prezzi in giro. Ebbene: ci sono caschi ancora più economici che fanno 5 stelle su 5 🙂

…non ho finto: ci sono caschi da €. 250,00 (Arai – Condor) che arrivano appena a 2 stelle su 5.

Le misure: come deve calzare sto casco?

Qui sinceramente dipende in parte anche dalla forma della testa e della faccia: bisognerebbe provarlo. Posso dirvi quello che un buon venditore vi direbbe: quello che vale per tutti.

  • Deve essere, possibilmente, un casco integrale (o almeno apribile).
  • da nuovo non deve calzare largo, nemmeno giusto: un pochino stretto.
  • non deve cascare troppo in basso sulla fronte: deve coprire la fronte fino a poco prima delle sopraciglia, non stare sopra le sopraciglia!
  • la mentoniera (er muso) non deve essere troppo vicino alla bocca: dovrebbe essere possibile leccarsi i baffi senza leccare i residui di moccio e di tosse che restano sulla parte interna della mentoniera.

  • Con il nuovo casco in testa dovete provare a fare No con la testa, violentemente, come se vi proponessero una banana marcia da mangiare: il casco deve muoversi appena, ma non girare su se stesso: con la parte dietro del casco davanti agli occhi è un po’ difficile “intuire” la strada.
  • Proseguendo la prova di cui sopra: provate a fare Si con la testa, volentemente, come se vi proponessero €. 8.360.000,00 in cambio di una banconota da €. 10,00. Il casco non deve oscillare verticalmente e sfilarsi quando vi chinate in avanti o tendere ad alzarsi quando andate all’indietro.
  • Con il nuovo casco in testa le guance del vostro faccione potrebbero apparire schiacciate: va bene così. In breve tempo si rilasseranno le imbottiture e diventerà comodo. Se lo prendete già comodissimo: poi diventa largo (e pericoloso).
  • Occhiali! Occhiali! Se hai gli occhiali non fare l’errore di comprare un casco che t’impedisce di usarli! Se non riesci a mettere a fuoco il tuo pipino (o le tue tettine(one) allo specchio) è difficile intuire come è fatta la strada!
    Il “barbatrucco” sta nel provare subito. Se i vostri occhiali sono trendy, faschion, cool però non si possono usare con nessun casco: compratene un paio a basso costo, ma con le lenti antiriflesso, che vadano bene. Se la montatura non è di “Gucci” o “Dolcemente Gabbato” non lo noterà nessuno.
  • Se la misura che corrisponde alle caratteristiche sopracitate da fastidio o sembra troppo stretta: provate un altro modello di casco. Ogni modello ha la sua forma, ogni marca ha le sue particolarità anche nel modo di calzare. Se la parte alta del casco spinge sulla fontanella: si rischia che non abbia una appropriata areazione.
  • Se la tua pettinatura è dannatamente variabile: tienine conto. Con la testa rasata a Zero la misura è diversa da quando li tieni lunghi fino alle spalle. Queste variazioni di solito aumentano se avete i capelli ricci.
  • Qui trovate la parte “legale” relativa all’omologazione e all’uso del casco (clicca).
  • I toni scherzosi di questo articolo non ne svalutano l’affidabilità.

un rimbambito pesante

Risparmiare comprando in internet

Già, funziona a livello di risparmio. (e smettila di ridere per la foto del ciccione!) Il problema rimane la misura e la vestibilità che non sarebbero provabili. I venditori più avanzati forniscono una tabella con le misure in cm. e le relative misure dei caschi corrispondenti. A questo link trovate qualche consiglio su come misurarsi la testa (clicca).
Da tenere conto è il fatto che ogni marca ha le sue misure. XXS, XS, M, L, XL, XXL non sono uguali per tutti i produttori. La tabella di riferimento di una marca vale solo per quella.

Il sistema migliore per comprare in internet è scroccare una prova a qualche amico o in qualche negozio, in modo da avere un riferimento. Ricordate che un casco usato (in prova da qualcuno) calza più largo di uno nuovo.
Non è molto corretto nei confronti del negoziante, ma magari da lui ci forniremo per altro.

Un consiglio personale?

Di tutte le marche che ho provato ne salvo poche. Si distinguono per qualità e funzionalità i caschi Italiani e Tedeschi e Giapponesi: AGV, Schuberth e le famose marche japponesi da 600 euro a casco. AGV garantisce semplicità e (quindi) silenziosità a prezzi accettabili. Schuberth garantisce qualità affidabilità e silenziosità da cinema (cinema deserto e senza film: mai provato?). Non male anche Nolan, che però, come spiego in questo articolo(clicca), mi ha deluso un pochino.

Le SuperMarche (Arai, Shoei, etc) fanno ottimi caschi, ma il prezzo non è giustificato, non tutto. Inoltre la sicurezza effettiva di questi “gioiellli” è risultata scarsa per molti modelli di queste marche :-(.

Ovviamente non ho provato tutti i caschi del mondo; per cui non posso dare un consiglio “totale“.

Altre informazioni sulla guida sicura in moto qui(clicca)>>

Aggornamento ( 29/07/2008 ):

Ho di recente acquistato un AGV modello “Stealth” e scriverò una recensione a riguardo, così come ho fatto per il Nolan N102.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

13 Risposte to “Scegliere, misurare e comprare un buon casco a buon prezzo”

  1. Federico Says:

    ciao, ho comprato un casco integrale, l’unica cosa è che quando faccio sì con la testa violentemente, mi si alza un po’, di circa 3/4 cm….va bene comunque? risp prima possibile
    ciauz

  2. bruce0wayne Says:

    Federico, premettendo che “risp quando posso” 🙂 ti dico che se il casco è nuovo (come pare sia) il fatto che si sposti di 3 o 4 cm muovendo violentemente la testa può essere normale, perchè purtroppo non esiste un casco “perfetto per ogni testa” …e le teste sono tutte diverse.
    Puoi ovviare al problema tenendolo ben allacciato col suo cinturino …che di solito si tende erroneamente a lasciare un po’ “largo”.

    Se col passare del tempo il casco dovesse risultare “largo” puoi sempre “rinforzare” l’imbottitura (meglio se sfoderabile) con qualche dischetto di cotone (tipo quelli per struccare che usano le pulzelle) 😎

    Se lo hai appena comprato e non sono passati 8/10 gg puoi tornare dal rivenditore e provare qualche altro modello per verificare eventualmente se ne esiste uno “più preciso” per la tua testa 😎

    Ciauz!

  3. Roberto Says:

    Ciao… mi chiedevo se ti fossi fatto un’idea anche sui caschi della Caberg: sono italiani, abbastanza economici e parecchie stellette dalla Sharp… Dovrebbero essere il massimo.
    In particolare stavo adocchiando il V2R e il V2X CARBON (di quest’ultimo non esistono però test): hai già avuto modo di provarli?

  4. bruce0wayne Says:

    Non ancora Roberto, ma adesso che mi hai messo in testa l’idea ..li valuterò per un casco che mi servirà a breve (per la tipa)

  5. Belva Says:

    Ciao, ho portato a casa ieri sera il mio nuovo spooter, un fantastico Gilera Nexus 250 rosso fuoco come il mio amato Donald (un Land Rover Defender 90 rosso fuoco per circa il 70% della carrozzeria).
    Ma ciancio alle bande… volevo da te un consiglio per capire quale casco è meglio acquistare.

    La mia esigenza primaria è spendere il meno possibile, la secondaria è che sia caldo (visto che ci devo andare al lavoro per tutto l’inverno). Se poi fosse anche a un buon livello di sicurezza, non mi dispiacerebbe affatto.
    Puoi consigliarmi una marca/modello che ritieni adeguata alle mie esigenze?
    Altra cosa: come ti poni nei confronti di un casco usato? Il mio amico Giacomo vende un casco perchè non è più faschion e non è in tinta con la sua nuova Honda Africa Twin; se dovesse andarmi bene, credi che sia il caso di acquistarlo?

  6. bruce0wayne Says:

    Nolan è la marca giusta per un casco caldo/freddo (in base alle prese d’aria), ma più “caldo” perchè non eccelle in ricambio d’aria come altri concorrenti. Forse solo i modelli di punta e i jet possono essere considerati caschi “freschi”.

    Seguendo l’esigenza di spendere poco posso consigliarti anche gli X-Lite. Questa marca è in realtà una sottomarca di Nolan. Costano meno (anche molto meno) ma mantengono un ottimo rapporto qualità/prezzo, ma soprattutto Sicurezza.
    Entrambe le marche montano ottime visiere idrorepellenti e antigraffio comode anche d’invermo.

    Il difetto principale dei Nolan (e xlite) consiste nell’assemblamento dell’articolo in generale. Per evitare di sforare con i costi di mercato utilizzano materiali buoni, ma stampati in modo approssimativo. Per cui è possibile che “crocchino” un po’ e appaiano come dei plasticoni.

    I crash test tuttavia ne certificano la superiorità generale rispetto persino a grandi marchi come Arai o Shoei.
    Per altre info sulla sicurezza e modelli vedi qui: http://www.sicurmoto.it/valutazione-caschi/

    Il modello preciso non te lo so dire, bisognerebbe anche provarlo. Ti consiglio di fare un giro sul loro sito o in un negozio, in modo da farsi un idea precisa anche dei costi.

    EVITARE ASSOLUTAMENTE L’ACQUISTO DI CASCHI USATI, soprattutto se li vende Giacomo. 🙂

  7. Mirko Says:

    ciao bruce…allora io volevo chiederti del casco AGV S4 SV…a quanto pare non è nei test effettuati da parte della Sharp….leggendo le caratteristiche si può capire che è in carbonio e fibra di vetro..oltre la visiera interna parasole e le 2 calotte interne..come faccio a sapere se alla fin fine è un buon casco .certificato a livello puntiglioso.come fa sharp? .. grazie

  8. luana.bonifacio@publitalia.it Says:

    Ciao!
    chiedo consiglio a te..
    Sabato ho visto dei caschi integrali in un negozio.
    Mi sono innamorata di un casco per estetica ma anche per comodità! L’imbottitura interna è davvero morbida e comfortevole!
    Premettendo che non me ne intendo per nulla…e lo compro per andare in moto col mio ragazzo, chiedo a te se conosci la marca Astone Helmets, francese, relativalemente nuova. Te lo chiedo perchè il rivenditore me ne ha parlato molto bene, anche se il prezzo mi sembra piuttosto bassino… siamo sulle 150 euro. Il modello che ho visto è l’astone GTB regular graphic ..questo il link del sito: http://www.astonehelmets.com/site_astone.dll/EXEC#

    ti ringrazio per la cortesia…

    ps: ho ovviamente chiesto al mio ragazzo…. l’ha provato anche lui e ha avuto la mia stessa impressione, però non si è pronunciato perchè come marca non la conosceva…

  9. Vadopiano Says:

    Innanzitutto grazie per l’impegno veramente meritorio: Dio ti benedica e ti protegga sempre!
    Che ne dici dei caschi GIVI? Io possiedo un HPS X01. Trovo difficile sostituire le aperture per la ventilazione con le chiusure, che peraltro procurano appannamento.
    E’ necessario sostituire il casco dopo 3 – 4 anni?
    Grazie.

  10. Anonimo Says:

    UNA BUONA MARCA DI CASCHI è LA LS2!!

  11. Stefano Says:

    Bell’articolo. Bravo

  12. MAURO Says:

    ciao sono mauro oggi mi sono recato da un rivenditore per sostituire la visiera del mio caberg modulare ma visto il costo della visira ( 48 euro ) e i 4 anni del casco ho optato per la sostituzione con un casco integrale mod. aston gts in fibra . speriamo di aver fatto la scelta giusta visto il prezzo un po economico (99 euro scontato ) ma sopratutto tu cosa mi dici di questa marca . GRAZIE PER I TUOI CONTRIBUTI

  13. Antonio Says:

    Leggo nei commenti che consigliate X-Lite, bene lo consiglio anche io, in particolare l’802-R, certo non è economico ma è un ottimo prodotto per il rapporto qualità prezzo 🙂 Per quanto riguarda gli occhiali da indossare con il casco consiglio Shark con l’easy fit (letto quì: http://www.caschimoto.net/). Ho provato ad usare anche le lenti a contatto ma si seccano troppo con tutto il vento che c’è sulla strada (specialmente in estate).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: