AGV Stealth: mini recensione

Ho acquistato un AGV Stealth (ma va?); segue una breve recensione. Per le caratteristiche teNNiche puoi consultare questo link (clicca), per le caratteristiche reali continua a leggere 😎

Esteticamente accattivante

DRAGON SILVER-BLACK-GUNMETAL

DRAGON Silver-Black-Gunmetal

Si tratta di un bel casco, proprio nel senso di “fisicamente bello”. So che i gusti non si discutono, ma oggettivamente non si può certo dire che faccia schifo. Il modello “Dragon” in particolare, pur rimanendo “classico”, è veramente notevole in quanto a grafica.

AGV lo colloca nella categoria “GT”, che starebbe a significare “da turismo”: un casco comodo insomma. In realtà l’estetica e qualche altra sua caratteristica sono tutt’altro che “GT”: pare proprio un casco da “fighetti”, un accessorio fashion 😮 … si potrebbe quasi produrre anche color fucsia (brrr! orribile!).
Chi mi conosce sa che odio gli accessori tali per definizione o le cazzate trendy, cool, sarcasso, etc. Però l’aerodinamica accattivante, con fronzoli vari per renderlo più cattivo, le prese d’aria a go go, e lo stile ricavato dal modello S4 (moderno, ma classico) lo valorizzano senza destinarlo a passare di moda (come invece accade per gli “accessori”).

No, non è proprio un “GT”

vista laterale

Questa categorizzazione è proprio azzardata. Se non altro per l’alettone che padroneggia sulla calotta e che genera inevitabilmente qualche rumorosa turbolenza per via dell’impatto col vento. Un casco GT dovrebbe essere comodo, silenzioso e accessoriato per i lunghi viaggi a velocità variabili. Per essere comodo lo è, ma possiede delle caratteristiche sportive che lo spingono più verso un uso da media percorrenza o addirittura da pista: sistema di ritenzione (cinturino) a doppia “D” (che non è il massimo della comodità, ma è omologato in pista); prese d’aria generose; peso contenuto ma non troppo; sgancio rapido della visiera per la sostituzione immediata; mancanza di predisposizione per interfono; mancanza di visierino parasole… insomma, è un ibrido.

Una nota dolente per l’AGV 😦

L’AGV Stealth (come tutti gli altri di questa marca) è prodotto in Cina (mannagg! ‘sti fetenti!); questo non significa che sia mal costruito: è certamente ben assemblato e i materiali sono Ok (ne’ lusso, ne’ cesso), ma i prezzi puzzano di Valentino Rossi (pubblicità), mentre i costi sanno di Cinesi a basso costo. Il quadretto finale è che ci vendono un casco di dubbia valutazione a un prezzo molto alto (con relativi altissimi leciti[?] profitti).

vista da dietro

Costo?
Personalmente l’ho acquistato da uno spacciatore che me lo ha venduto con uno sconto superiore ai 100 euro su un prezzo di listino che viaggia attorno ai 330/350,00. (la versione senza grafica costa 30/50 euro in meno). Se avessi dovuto pagarlo 300,00 euro lo avrei lasciato al venditore.

.

.

A comfort e rumore come sta messo?

A comodità e areazione è quasi impeccabile. Uniche note a sfavore sono: la cinghia a chiusura “non rapida” (ma è questione di abitudine) e il rumore dello spoiler aerodinamico la cui funzione pratica mi sfugge…

La rumorosità inizia già a 70 Km/h, ma non è certo paragonabile a quella di un casco apribile: si tratta, come anticipato, del vento che passa nelle prese d’aria superiori sulla calotta. Con l’aumentare della velocità aumenta anche il rumore, ma non molto. Anzi: si potrebbe dire che da 90 Km/h a 140 Km/h (in autostrada) la differenza non sia poi molta. Da fastidio (almeno a me) solo quando il vento è trasversale e quindi si sente di più (anche a 60 Km/h).

A che serve lo spoilerone sulla calotta? Credo si tratti solo di estetica, ma potrei sbagliarmi: se qualcuno che legge ne sa più di me commenti pure l’articolo e vedrò di sistemare l’informazione.

Niente “effetto tirante” verso il basso o verso l’alto alle alte velocità: il capoccione resta aerodinamicamente equilibrato. Il sistema antiappannamento della visiera è Ok.

Il comportamento del casco in caso di pioggia non ho avuto modo di provarlo, quando eventualmente mi capiterà 😐 vedrò di integrare l’esperienza. Così, a intuito, temo piccole infiltrazioni di pioggia: le prese d’aria non si chiudono proprio ermeticamente (almeno così pare) e le guarnizioni di gomma della visiera non sono proprio di gomma: sono un po’ rigide (ve l’avevo detto io che è racing…).

Sicurezza

s4 usato per i test di sicurezza

s4 usato per i test di sicurezza

Sicurezza al Top, più dei suoi fratelli maggiori, più della maggioranza degli Arai: 5 stelle su 5. 😎 Se non mi credi clicca sull’immagine.
Prima dell’estetica: è il motivo per cui l’ho scelto.

Test sugli AGV

Qualcuno potrebbe giustamente farmi notare che il test si riferisce al modello S4 e non allo Stealth: beh, vi svelo un mistero: a parte un particolare dell’imbottitura, il sistema di ritenzione a “DD” e la calotta aerodinamica “resing” (no, non è un errore): si tratta dello stesso casco 😉

.

Perchè l’hai comprato?, dove?, che te ne fai?, dov’eri ieri sera?

Devo ammetterlo: l’ho comprato, inizialmente, per puro senso estetico. L’avrei preso anche solo per tenerlo in casa. Poi mi sono informato e l’ho provato. Un’altra sua caratteristica è l’areazione. Con questo casco in testa si sente proprio l’aria che entra dal davanti e viene rilasciata da dietro. In movimento, d’estate, praticamente non si suda quasi per niente. Al confronto del Nolan N102 che posseggo sembra di essere con i capelli al vento.

Che te ne fai? In definitiva ne farò un uso preferibilmente estivo o autostradale (e, se capita, pure in pista): per quanto rumoroso possa essere è certamente più silenzioso dell’N102.

Dove? In internet. Se volete saperne di più contattatemi.

Dov’eri ieri sera? Saranno pure camazzi miei, no? 😎

Un Saluto con le dita a “V” a tutti i centauri.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , ,

11 Risposte to “AGV Stealth: mini recensione”

  1. Scegliere, misurare e comprare un buon casco a buon prezzo « Bruce0wayne’s Weblog Says:

    […] di recente acquistato un AGV modello “Stealth” e scriverò una recensione a riguardo, così come ho fatto per il Nolan […]

  2. Economia Reale e giochi di Borsa « Bruce0wayne’s Weblog Says:

    […] e vendita del prodotto. Il cinese lavora a stipendio da fame. I caschi motociclistici dell’AGV, per fare un esempio, costano come quelli della Nolan, se non di più; Tuttavia i costi che […]

  3. andrea Says:

    salve!!ho comprato anche io da poco questo casco…devo dire che mi piace molto…l’unico problema è che cadendo a 20 cm da terra si è praticamente spaccato lo spoilerone posto sopra il casco!!!sai per caso dove posso prendere e soprattutto se esiste una parte di ricambio???
    graizie e buona giornata! andrea.

  4. bruce0wayne Says:

    dovresti contattare direttamente AGV via mail o telefono (meglio); sapranno dirti dove andare o dove spedire il casco per la riparazione.
    In questi casi vogliono metterci le mani loro, direttamente, per motivi di sicurezza.

    Ciao!

  5. Matty Says:

    Ciao, lo spoiler sul casco serve a “rompere” il flusso d’aria che percorre la calotta. La sua specifica funzione però è diversa dagli spoiler delle auto. Un mio professore di aerodinamica aveva fatto degli studi sui caschi in qualità di consulente per un’azienda (non so però quale). Un casco con calotta rotonda liscia genera due piccoli vortici nella parte posteriore-alta (appunto dove gli altri hanno lo spoiler). Questi vortici creano delle piccole vibrazioni che sulla lunga distanza affaticano il collo. Lo spoiler, rompendo il flusso, permette il distacco della vena fluida (la turbolenza) ma non permette la creazione dei vortici. In questo modo il casco risulta più “pulito” aerodinamicamente parlando.

  6. ottex Says:

    Ciao,
    posso testimoniare che il famoso “spoilerone” fa la sua funzione..
    ieri ho fatto un bel giretto di 370 km con la R1, e nonostante fosse la prima uscita stagionale non ho avuto il benchè minimo problema di affaticamento al collo. Casco stabile e preciso anche a velocità sostenute.
    l’unica cosa che mi ha lasciato un pò perplesso era l’eccessiva rumososità vicino alle orecchie. ispezionando il casco dopo aver rimosso l’imbottitura ho notato due fori tondi,per parte, in asse con le prese d’aria laterali. credo che il rumore provenisse da li. al momento ho provveduto a “chiuderli ” con un pò di spugna per vedere se la cosa migliora, anche perchè la ventilazione in questo casco è ottima se non addirittura eccessiva, quindi una mini ruduzione non dovrebbe causare molti “danni”. vi farò sapere.
    Saluti a tutti “V”

  7. Mirco Says:

    Vorrei riprendere il discorso per SCONSIGLIARE vivamente questo casco.
    L’ho comprato e dopo una settima mi sono accorto che l’antiappannante si stava “sgretolando”..e non l’avevo ancora usato causa neve abbondante su Bologna; ho cercato di cambiare visiera ma tutte quelle montate sui caschi presenti in negozio presentavano segni che lasciano presagire imminente distacco dell’antiappannante! Mi hanno dato una visiera nuova..ma senza antiappannante, giusto per sicurezza (hanno detto..)
    Il casco è solo bello su carta, nei depliant insomma; in testa fa schifo, gia dai 70 (come detto sopra) ti urla nelle orecchie, forse ha paura che ti addormenti?? Fa un casino micidiale, la visiera non chiude bene, non si riesce a registrare: o davanti o di fianco non si appoggia alla “guarnizione” (bel coraggio chiamarla cosi visto che è più simile alla plastica che alla gomma!).
    La visiera è di “plasticazza”, quando la chiudi o la apri prendendola dall’ apposita linguetta si piega a metà poi di botta si apre o si chiude (avete mai provato l’incredibile scorrevolezza di una visiera su casco serio?? bene, su questo casco scordatevela!)
    Volevo solo dare fiducia ad un marchio italiano (non dite che è prodotto in cina, il marchio, quindi la qualità restano quelle italiane…basse) invece ancora una volta ho capito perchè il mondo ci guarda con occhio di compassione..mi dispiace ma torno alle marche blasonate visto che non avranno le 5 stelle sharp ma a distanza di anni sono ancora come il primo giorno: comodi, silenziosi, guarnizioni morbide dove non entra pioggia o aria…

  8. Cascomania Says:

    Questa cosa dei fatti in cina ecc. non la capisco, ora tutti i prodotti motociclistici e “non” come la famosissima Dainese sono fatti nei paesi dell’est e dell’asia però nessuno si lamenta e continuano ad essere i prodotti migliori del mercato.
    I prezzi diciamo la verità sono inferiori alla media degli altri caschi di marche molto blasonate.

  9. Davide Picco Says:

    Io ho comprato uno Stealth con grafica St. David in UK nel 2005 firmato D-ZIGN. La scorsa settimana in previsione stagione cercavo visiere e imbottitura di ricambio. Alla fine ho comprato un altro Stealth in offerta.
    Tutto cio per dire che è un buon casco che ho ricomprato per un motivo su tutti: anche con 37° all’ombra si riesce a resistere per l’ottimo sistema di ventilazione. Sicurezza Top, rumorosità accettabile, aerodinamica eccellente

  10. ludwiglauterw5 Says:

    Un casco GT dovrebbe essere comodo, silenzioso e accessoriato per i … ssilenziosoventilatore.wordpress.com

  11. Cerbero Says:

    Io possiedo agv stelt e devo dire che ciò che ho letto corrisponde alla perfezione approvo sito a 250km ho alzato la testa x versarmi e devo dire che non ha vibrazioni ne oltre casco super valido

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: