Archive for the ‘Il cucchiaio non esiste’ Category

Facebook vs privacy nel mondo del Lavoro

26 maggio 2009
Facebook (e gli altri Social Network) rischiano di rendere difficile l’attuazione della prima parte dell’articolo 1 della Costituzione Italiana; ma la colpa è anche degli utenti.
— (articolo in revisione) —
Questo articolo può essere considerato parte integrante di quest’altro (clicca)

L’articolo 1 della Costituzione Italiana

“L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.” tratto dall’articolo 1. della Costituzione della Repubblica Italiana (aggiornata al 26/05/2009).

E ora il motto occulto di Facebook e degli altri Social Network: “Invadere la privacy altrui con il consenso inconsapevolde dell’interessato”.

E cosa c’entra con il mondo del lavoro?

facebook-privacy-eye..Semplice: prima di Facebook, al colloquio di lavoro si portava l’ansia, il Lexotan, l’entusiasmo, il Curriculum Vitae pieno zeppo di piccole bugie e tanto sudore.. tra non molto potrebbe essere (legalmente?) richiesto anche il consenso alla lettura del proprio profilo su Facebook. Sì, hai letto bene, il profilo di Facebook e tutte le attività correlate.

E’ notizia relativamente recente (26/05/2009) che, in alcuni colloqui di lavoro, al candidato/a viene chiesta anche la sua situazione nei social network. In pratica bisogna dichiarare “se” e “a quali” di queste comunity si aderisce e, facoltativamente, (ma proprio per niente!) il consenso alla lettura dei contenuti delle proprie private pubblicazioni.

Se quello che stai leggendo non ti pare verosimile controlla, per esempio, come l’uso e abuso di Facebook ha contribuito al licenziamento di alcuni (talvolta “incauti”, per non dire “idioti”) lavoratori: Clicca qui.

(more…)

Ecco perchè respingere i barconi di clandestini è sbagliato

13 maggio 2009
Senza perdere tempo in inutili polemiche politiche, una breve spiegazione del perchè non è giusto respingere i clandestini, direttamente in acque internazionali, impedendogli di toccare terra.

E’ un problema fisiologico

barconeLa maggior parte dei clandestini presenti sui barconi, ancora prima di avvicinarsi all’Italia, è già considerabile come superstite. E’ noto infatti che il viaggio in mare è solo l’ultima parte dell’odissea a cui sono sottoposte la maggior parte delle persone che finiscono poi sul “barcone”. Queste carrette del mare sono (stra)popolate principalmente da due tipi di persone.

(more…)

Guardrail assassini

2 aprile 2009

Valentino Rossi,
Loris Capirossi,
Marco Melandri,
Andrea Dovizioso,
Alex De Angelis,
Max Biaggi,
Roberto Rolfo,
Michel Fabrizio,
Marco Simoncelli,
Roberto Locatelli,
Mattia Pasini

e tanti altri
…sommati a qualche decina di migliaia di Motociclisti anonimi
(commenta l’articolo, anche solo con “a”, per lasciare anche il TUO nome)


Tutti uniti nel rendere noto un problema gravissimo di tutte le strade provviste di guard rail: decapitano i motociclisti
(clicca sulla scritta rossa o vedi i collegamenti sotto l’immagine per maggiori informazioni)

Dedichiamo un angolino del nostro Blog, WebLog, sito internet, qualche centimetro quadrato della nostra tuta o della nostra carena per esporre questo logo:

Guard-rail assassini

Links:

Motociclisti Inc…olumi

motoclub-tingavert.it

LaStampa.it

Motocorse.com

Altri links

Quando la crisi fa comodo…

5 marzo 2009
Non è certo una novità, ma in molti non lo sanno o non ci pensano proprio, però la crisi può far comodo.

Non mi riferisco ai soliti furbacchioni..

lavoro..che con la scusa della crisi negano prestiti, favori o quant’altro a colleghi o amici; e nemmeno di quelli che mettono la parola “crisi” in ogni frase per giustificare comportamenti di dubbia moralità.

Vorrei concentrarmi solo sull’aspetto finanziario/aziendale e sulla incredibile recente fioritura di cassaintegrazione et similia: la cui motivazione è in gran parte falsa.

Si, hai letto bene: falsa

(more…)

Il lato oscuro di Facebook

13 dicembre 2008
Perchè esiste? Come si finanzia? Quali sono gli obbiettivi dell’azienda? Quali sono le eventuali “omissioni incredibili” che ci sono dietro?
Uno sguardo oltre la “face” del famoso “book”.
Questo articolo può essere considerato parte integrante di quest’altro (clicca)

Una breve premessa

facebookQuesto articolo non vuole essere la solita critica sterile nei confronti di questa nuova moda che spopola nel web. Come tutte le tendenze, applicazioni, ha le sue qualità, difetti e pregi: non è mia intenzione giudicarne le caratteristiche, ognuno di voi si sarà fatto una sua idea: tenetevela buona.

(more…)

“Se suo figlio è disabile non può stare in mezzo alla gente”

20 settembre 2008
E’ la frase che si è sentita dire la madre di un bambino di 4 anni che interagisce col mondo in modo “diverso” e che è stato vittima di umiliazioni e ignoranti discriminazioni praticamente da parte di TUTTI.

In un centro commerciale nel milanese

Una delle iniziative che normalmente accoderei alla categoria “il cucchiaio non esiste“, perchè fondamentalmente servono ad attirare clienti sfruttando l’entusiasmo dei bambini nei confronti dei loro personaggi preferiti.

Il fatto è accaduto al centro commerciale Carrefour di Assago:si è trattato di un evento in collaborazione con Disney/Pixar, che prevedeva la presenza di alcuni personaggi del fortunato film di animazione “Cars”. I bambini avevano l’occasione di farsi fotografare vicino alla riproduzione di una della famose automobili.

(more…)

I MegaPixel non contano… (guida all’acquisto della fotocamera)

14 settembre 2008
I MegaPixel non contano …almeno non più. Ormai si trovano telefoni cellulari e macchinette microscopiche che vantano MegaPixel a go go; ma non è più questo il parametro che indica la qualità delle immagini.
Perchè e come evitare di farsi fregare tra un’etichetta e l’altra?

Cosa sono sti megapixel?

Se sai già cosa sono i megapixel passa al prossimo paragrafo.

(Lo spiego in modo più pratico che grammatico: per cui non accetto critiche da bar).
Il pixel è un unità di misura che indica quanti puntini di colore ci sono a formare un’immagine. Il Mega_Pixel è il sistema migliore per indicare un milione di pixel. Visto che sono sempre tantissimi, effettivamente aveva poco senso contarli uno per uno 😉

La dimensione “fisica” dell’immagine può variare anche a parità di megapixel (quindi a parità di quantità di milioni di punti a formare l’immagine). Questo è possibile anche perchè le immagini solitamente vengono salvate in formato JPG (o similari) che comportano già di loro una certa compressione; e quindi anche elaborazione post-acquisizione. Non sempre le immagini più grandi sono le migliori (a parità di risoluzione).
In ogni caso: passiamo alla questione pixel e al resto dell’articolo.

(more…)

Stipendi e straordinari detassati: ecco perchè “non funziona”

26 luglio 2008

L’Italia è la Repubblica delle piccole e medie imprese. In queste realtà lavorative gli straordinari sono doppiamente tali: non te li pagano. (26/07/2008)

Piccole e Medie Imprese …“straordinarie”

In cui lavorare fuori orario è ordinario (normale). “La baracca costa”; “le tasse”; “l’invasione delle cavallette”; “l’inondazione”; “mi sono scoppiate quattro gomme! Non è stata colpa mia!”(cit.) Ogni scusa, fondata o meno, è utile per forzare il lavoratore dipendente a finire il lavoro, continuare un progetto.. a rimanere più del dovuto o partire prima per essere dal cliente entro l’orario pre-pre-pre prestabilito.

(more…)

L’abbronzatura favorisce l’invecchiamento (abbronzarsi fa male?)

16 luglio 2008

Abbronzarsi fa male?

Sì, anche esteticamente. Favorisce l’invecchiamento della pelle e ne determina il precoce deterioramento. Ma cos’è l’abbronzatura? Tratto da Wikipedia:

L’ abbronzatura è quel fenomeno per il quale la pelle umana si scurisce in seguito all’esposizione ai raggi ultravioletti provenienti dalla luce solare. Il cambiamento di colore della pelle è dovuto al maggior rilascio del pigmento melanina da parte delle cellule della pelle in seguito alle radiazioni solari.

Perchè dovrebbe fare male?

Non “dovrebbe”: fa male. Le radiazioni ultraviolette presenti nella luce solare e nelle lampade abbronzanti stimolano la produzione di melanina, una sostanza che il corpo genera per difendersi dagli attacchi delle radiazioni solari. L’eccesso di melanina può favorire la formazione del melanoma: un tumore maligno della pelle (e non solo). Alcuni credono che l’esposizione al sole sia una cura naturale all’acne: falso (cercate pure). Altri pensano abbia un effetto “purificatore” per la pelle: falso pure questo.
Manca qualcosa? ah, si: favorisce l’invecchiamento della pelle, terribilmente: facendogli perdere elasticità; impedendo la corretta rigenerazione delle cellule e anticipando il processo di nascita (o peggioramento) delle rughe.

(more…)

Rocky: un film senza tempo

4 luglio 2008

“Rocky Balboa” è solo l’ultimo film di una serie che conta ben 6 lungometraggi in totale. Il primo è del 1976. Tanto criticata per partito preso e a ragion veduta: di fatto ha emozionato milioni di persone che, ancora oggi dopo anni e anni, sono ancora piacevolmente “segnati” da questo fenomeno cinematografico.

Io azzardo e sfido i più giovani: è un film nuovo! (del 1976)

No, non sono impazzito: sto tentando di comunicare con un eventuale lettore giovane o molto giovane o comunque qualcuno che non ha avuto modo di vedere i primi film (magari anche tutti) o che non ha capito il sesto per mancanza di “basi”.

(more…)

Droghe musicali? roba vecchia ..e pure un po’ bufala

2 luglio 2008
Una premessa egocentrica, presuntuosa e narcisista: un po’ me ne intendo.[1]

Che roba è?

Sono suoni, non è musica. Per la precisione si tratta di suoni digitali, cioè creati artificialmente con l’aiuto di semplici generatori di segnali o sintetizzatori che si trovano ovunque a prezzi ridicoli. Si possono anche autocostruire o “simulare” con un banale programma per computer.

un sintetizzatore

Questo rumore (è la definizione più adeguata) avrebbe la fantomatica proprietà ed effetto di una droga.
Ci sarebbero diversi tipi di “suoni droga”, un po’ come le droghe tradizionali. Questo articolo vuole spiegare (se mai ce ne fosse il bisogno) “cosa, chi, quando e perchè” di questa cazzata delle droghe musicali e quale è il fondo di verità che nemmeno chi ne parla e chi ne produce/vende, evidentemente, conosce.

Funziona?

No. Anche se in realtà c’è un fondo di vero, ma non nelle cazzate che diffondono, a pagamento, quelli di i-dose o gratis via P2P. Fra poco spiego meglio come i suoni possono interferire con le attività del cervello e del corpo.

(more…)

Scegliere, misurare e comprare un buon casco a buon prezzo

25 giugno 2008

No, non si tratta di una procedura semplice.

Il casco è uno strumento di sicurezza attiva/passiva estremamente importante: NON è un accessorio faschion, cool, trendy, sarcasso, “del momento”, passion, senza calorie, etc.

Per cui va scelto in base alla comodità, alla funzionalità e alla sicurezza.

(more…)

No, i telefonini non cucinano: ne’ uova, ne’ popcorn (i cellulari fanno male?)

18 giugno 2008

No, i cellulari non fanno ne’ uova, ne’ popcorn 🙂
Sto parlando dei celebri video che girano per la rete in cui si può vedere un uovo cotto da 90 min. di chiamata tra due cellulari …o degli altri, più recenti, video in cui si possono vedere dei chicchi di mais trasformarsi in popcorn grazie alla fantomatica concentrazione delle onde di 4 cellulari che squillano contemporaneamente.

Le Prove?
La prova più ovvia potrebbe essere il rifare semplicemente lo stesso esperimento che si vede nei vari video che girano per la rete: <<non funziona>>. Se avrete la pazienza di leggere ancora un po’ vi spiego in poche parole il perchè.

(more…)

Moto: guida sicura/difensiva in motocicletta

5 giugno 2008
Attenzione: questa pagina è in corso di “adozione” da parte di SicurMoto.it. L’autore e i contenuti restano gli stessi anche se qualche punto potrebbe essere più dettagliato per esigenze di forma. In ogni caso questa pagina resta “viva”, tuttavia vi consiglio di fare un salto su SicurMoto.it, ne vale la pena.
Questa pagina è scritta in modo compatibile con la “sindrome d’impazienza digitale“: se ne sei affetto o se hai fretta: leggi solo le parti sottolineate o in grassetto (di tutti i colori). Questa pagina è in continuo aggiornamento (almeno credo).
E’ un articolo lungo: se non puoi o non vuoi leggerlo tutto in un colpo: non farlo! 😉 Puoi sempre tornare quando ti va. I consigli sono numerati apposta!

Se ne parla brevemente anche nei manuali delle migliori marche di motociclette.
Ma cosa è di preciso?
Io me ne sono fatto un’idea chiara in anni di esperienza e ora mi ritrovo ad avere un fratello che s’appresta a cavalcare questo mondo tanto mitizzato quanto, in realtà, poco conosciuto.

Ecco che da una giornata di lavoro eredito un mal di testa, che però non m’impedisce di iniziare a scrivere questa pagina che, per quanto scontata e incompleta possa apparire: non lo è.

Se anche tu, si proprio TU che leggi, hai esperienza in merito e ritieni che abbia tralasciato qualcosa, qualsiasi cosa.. ti prego di scrivermi o commentare la pagina in modo che possa completare questo scritto che non ha alcuna pretesa ..se non quella di dare qualche consiglio a chi -temporaneamente o per passione- intende entrare seriamente nel mondo delle due ruote, in sicurezza.

(more…)

Moto: contagiri al minimo, le mamme (e i bambini) ringraziano

5 giugno 2008

Qualcuno (pochi purtroppo) mi copia.. o forse l’ha pensata come me. Sta di fatto che ho scoperto con piacere che non sono l’unico motociclista con l’automatismo “bambino=inerzia”: consiste nel tirare la frizione e mollare l’acceleratore quando passo vicino a bambini piccoli (ed eventuali relative mamme/babbi).

-)

Parlo di automatismo perchè ormai non lo faccio quasi più arbitrariamente; mi viene automatico.

Il tutto nasce dalla constatazione che ogni bambino che vive in città si fuma virtualmente 18 sigarette senza filtro ogni ora che passa fuori casa tra le trafficate strade urbane.

Non sarà certo mai questo comportamento a risolvere il problema dell’intossicamento dei bambini.

Il problema aria fetente, però, non è l’unico: le moto sono spesso rumorose, soprattutto ad altezza bambino. Dipende da moto a moto, ma già con un 500 bilicindrico “old style” (motore spartano) ho potuto constatare (mettendomi ad altezza bambino) che accelerando a 5.000 giri mi viene d’istinto di tapparmi le orecchie..
e, chicca per i niubbi, durante la decelerazione -in freno motore- spesso è ancora peggio. Soprattutto nei vicoli dove rimbomba il chiasso.

Titolavo: “le mamme ringraziano” perchè qualche giorno fa ho potuto sentire e vedere, più di una volta, cenni di ringraziamento o addirittura un “grazie” rispettosamente urlato in corsivo napoletano 🙂

Ricordatevi di tenere le dovute distanze e una moderata velocita soprattutto con i bambini che girano: schizzano più veloci di una Bimota.

Vedi altro sulla sicurezza stradale >>>


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: