Rocky: un film senza tempo

4 luglio 2008

“Rocky Balboa” è solo l’ultimo film di una serie che conta ben 6 lungometraggi in totale. Il primo è del 1976. Tanto criticata per partito preso e a ragion veduta: di fatto ha emozionato milioni di persone che, ancora oggi dopo anni e anni, sono ancora piacevolmente “segnati” da questo fenomeno cinematografico.

Io azzardo e sfido i più giovani: è un film nuovo! (del 1976)

No, non sono impazzito: sto tentando di comunicare con un eventuale lettore giovane o molto giovane o comunque qualcuno che non ha avuto modo di vedere i primi film (magari anche tutti) o che non ha capito il sesto per mancanza di “basi”.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Droghe musicali? roba vecchia ..e pure un po’ bufala

2 luglio 2008
Una premessa egocentrica, presuntuosa e narcisista: un po’ me ne intendo.[1]

Che roba è?

Sono suoni, non è musica. Per la precisione si tratta di suoni digitali, cioè creati artificialmente con l’aiuto di semplici generatori di segnali o sintetizzatori che si trovano ovunque a prezzi ridicoli. Si possono anche autocostruire o “simulare” con un banale programma per computer.

un sintetizzatore

Questo rumore (è la definizione più adeguata) avrebbe la fantomatica proprietà ed effetto di una droga.
Ci sarebbero diversi tipi di “suoni droga”, un po’ come le droghe tradizionali. Questo articolo vuole spiegare (se mai ce ne fosse il bisogno) “cosa, chi, quando e perchè” di questa cazzata delle droghe musicali e quale è il fondo di verità che nemmeno chi ne parla e chi ne produce/vende, evidentemente, conosce.

Funziona?

No. Anche se in realtà c’è un fondo di vero, ma non nelle cazzate che diffondono, a pagamento, quelli di i-dose o gratis via P2P. Fra poco spiego meglio come i suoni possono interferire con le attività del cervello e del corpo.

Leggi il seguito di questo post »

Scegliere, misurare e comprare un buon casco a buon prezzo

25 giugno 2008

No, non si tratta di una procedura semplice.

Il casco è uno strumento di sicurezza attiva/passiva estremamente importante: NON è un accessorio faschion, cool, trendy, sarcasso, “del momento”, passion, senza calorie, etc.

Per cui va scelto in base alla comodità, alla funzionalità e alla sicurezza.

Leggi il seguito di questo post »

No, i telefonini non cucinano: ne’ uova, ne’ popcorn (i cellulari fanno male?)

18 giugno 2008

No, i cellulari non fanno ne’ uova, ne’ popcorn 🙂
Sto parlando dei celebri video che girano per la rete in cui si può vedere un uovo cotto da 90 min. di chiamata tra due cellulari …o degli altri, più recenti, video in cui si possono vedere dei chicchi di mais trasformarsi in popcorn grazie alla fantomatica concentrazione delle onde di 4 cellulari che squillano contemporaneamente.

Le Prove?
La prova più ovvia potrebbe essere il rifare semplicemente lo stesso esperimento che si vede nei vari video che girano per la rete: <<non funziona>>. Se avrete la pazienza di leggere ancora un po’ vi spiego in poche parole il perchè.

Leggi il seguito di questo post »

Moto: guida sicura/difensiva in motocicletta

5 giugno 2008
Attenzione: questa pagina è in corso di “adozione” da parte di SicurMoto.it. L’autore e i contenuti restano gli stessi anche se qualche punto potrebbe essere più dettagliato per esigenze di forma. In ogni caso questa pagina resta “viva”, tuttavia vi consiglio di fare un salto su SicurMoto.it, ne vale la pena.
Questa pagina è scritta in modo compatibile con la “sindrome d’impazienza digitale“: se ne sei affetto o se hai fretta: leggi solo le parti sottolineate o in grassetto (di tutti i colori). Questa pagina è in continuo aggiornamento (almeno credo).
E’ un articolo lungo: se non puoi o non vuoi leggerlo tutto in un colpo: non farlo! 😉 Puoi sempre tornare quando ti va. I consigli sono numerati apposta!

Se ne parla brevemente anche nei manuali delle migliori marche di motociclette.
Ma cosa è di preciso?
Io me ne sono fatto un’idea chiara in anni di esperienza e ora mi ritrovo ad avere un fratello che s’appresta a cavalcare questo mondo tanto mitizzato quanto, in realtà, poco conosciuto.

Ecco che da una giornata di lavoro eredito un mal di testa, che però non m’impedisce di iniziare a scrivere questa pagina che, per quanto scontata e incompleta possa apparire: non lo è.

Se anche tu, si proprio TU che leggi, hai esperienza in merito e ritieni che abbia tralasciato qualcosa, qualsiasi cosa.. ti prego di scrivermi o commentare la pagina in modo che possa completare questo scritto che non ha alcuna pretesa ..se non quella di dare qualche consiglio a chi -temporaneamente o per passione- intende entrare seriamente nel mondo delle due ruote, in sicurezza.

Leggi il seguito di questo post »

Moto: contagiri al minimo, le mamme (e i bambini) ringraziano

5 giugno 2008

Qualcuno (pochi purtroppo) mi copia.. o forse l’ha pensata come me. Sta di fatto che ho scoperto con piacere che non sono l’unico motociclista con l’automatismo “bambino=inerzia”: consiste nel tirare la frizione e mollare l’acceleratore quando passo vicino a bambini piccoli (ed eventuali relative mamme/babbi).

-)

Parlo di automatismo perchè ormai non lo faccio quasi più arbitrariamente; mi viene automatico.

Il tutto nasce dalla constatazione che ogni bambino che vive in città si fuma virtualmente 18 sigarette senza filtro ogni ora che passa fuori casa tra le trafficate strade urbane.

Non sarà certo mai questo comportamento a risolvere il problema dell’intossicamento dei bambini.

Il problema aria fetente, però, non è l’unico: le moto sono spesso rumorose, soprattutto ad altezza bambino. Dipende da moto a moto, ma già con un 500 bilicindrico “old style” (motore spartano) ho potuto constatare (mettendomi ad altezza bambino) che accelerando a 5.000 giri mi viene d’istinto di tapparmi le orecchie..
e, chicca per i niubbi, durante la decelerazione -in freno motore- spesso è ancora peggio. Soprattutto nei vicoli dove rimbomba il chiasso.

Titolavo: “le mamme ringraziano” perchè qualche giorno fa ho potuto sentire e vedere, più di una volta, cenni di ringraziamento o addirittura un “grazie” rispettosamente urlato in corsivo napoletano 🙂

Ricordatevi di tenere le dovute distanze e una moderata velocita soprattutto con i bambini che girano: schizzano più veloci di una Bimota.

Vedi altro sulla sicurezza stradale >>>

Casco Nolan N102, pregi e difetti

28 maggio 2008

Una breve presentazione prima di procedere con l’elenco dei pro e contro:
Non si tratta propriamente di un casco “nuovo”, trendy, fashion e sarcasso cos’altro. Però è anche vero che non è un “accessorio” ..e nemmeno facotativo (anche se per alcuni, specie in alcune zone d’Italia, pare lo sia). IndiPerCui, quando si parla di questi dispositivi, meglio far caso alla funzionalità.

Il Nolan N102 è l’evoluzione del modello N101 e il predecessore del N103.
Casco Nolan N102

Leggi il seguito di questo post »

Guidare il SUV …uccide

19 maggio 2008

Non spenderò parole inutili pro o contro i SUV: mi attengo ai fatti.

Guidare i SUV uccide. Si potrebbe dire senza problemi che “uccide”, in senso relativo ovviamente, tante cose: inquinano di più, costano di più, etc.

Ma posso dire senza dubbio che uccidono, realmente questa volta: i pedoni.
I dati in mio possesso provengono da tante fonti, alcune private, ma altre pubblicabili senza chiedere permessi a nessuno: EuroNCAP per esempio.

L’altro giorno mi sono messo a spulciare tra gli schemi tecnici di un’auto e ho confermato con grande orgoglio che una buona percentuale del suo costo, e quindi anche del suo prezzo, è doverosamente dovuta alla progettazione di un vero e proprio sistema atto a minimizzare il più possibile le conseguenze con l’eventuale malaugurato l’impatto con uno o più pedoni.

Leggi il seguito di questo post »

“Achmed, il terrorista morto” – (Jeff Dunham e i suoi personaggi)

9 maggio 2008

Giusto per segnalare un ventriloquo, Jeff Dunham, molto famoso all’estero che ho avuto modo di apprezzare tramite dei video trovati in rete.

Le sue interpretazioni sono veramente mitiche.

Un po’ forti i contenuti forse, ma credo sia quanto basta, non di più.

Leggi il seguito di questo post »

10 motivi per NON comprare un’auto Diesel

4 maggio 2008

Giusto per sfatare il FALSO mito per cui converrebbe acquistare un’automobile diesel anzichè a benzina.

Ultimo aggiornamento del 05/02/2010
*Le precisazioni in corsivo e in grigio sono state aggiunte su segnalazione di diverse centinaia di utenti! Le avrei messe prima, ma non mi aspettavo una diffusione del genere (ndr)
  1. Il prezzo: Il motore Diesel non è poi così più complesso di quello a benzina per giustificare una differenza di prezzo così alta. (si tratta di vere e proprie speculazioni di mercato)
    Alcune auto diesel di media categoria arrivano a costare anche 5.000 Euro in più (su un totale inferiore a 25.000) rispetto al corrispondente modello benzina
  2. Intervalli di manutenzione (tagliandi): sono molto più costosi e  più frequenti.
    Ho sentito persone sorprese dal fatto che con i nuovi diesel l’intervallo di manutenzione è ampio; oltre 20.000 Km
    Bene: forse non sanno che l’equivalente motore benzina ha intervalli di manutenzione normalmente lunghi il doppio (almeno il 150%).
  3. Costi di manutenzione:
    I costi di manutenzione/riparazione dei diesel sono mediamente DOPPI a quelli di un benzina (controllate pure). Il motivo principale sta nel fatto che ci sono più parti soggette a usura e/o possibile rottura per usura (che ovviamente non è coperta dalla garanzia; vedi punto 6).
  4. Durata del motore: i moderni motori diesel hanno una durata pari a quella dei vecchi diesel; vale a dire una lunga durata.
    Peccato che nel frattempo i motori benzina si sono “modernizzati” a tal punto da durare …di più!
    Leggi il seguito di questo post »

Knight Rider, il Film (azz…)

30 aprile 2008

Si discuteva, tempo fa, sul flop del film “Indagine ad alta velocità” (Knight rider 2000), che doveva essere un episodio pilota per una nuova serie televisiva di “Knight Rider”, “Supercar” in italiano, ispirata -appunto- all’originale “Knight Rider” degli anni 80.

Ebbene… esiste un altro insuccesso (a mio parere): il film “Knight Rider 2008”.
“2008” è stato aggiunto successivamente per distinguere questo film per la tv (80 minuti scarsi) dal film vero e proprio che SPERO VIVAMENTE sia di migliore qualità.

Interessante spunto è questa immagine che ho preso in prestito dagli amici del sito www.knightrider.it che vi consiglio vivamente di visitare se non conoscete la serie originale o volete rinfrescarvi la memoria.

Immagine tratta dal sito italiano www.knightrider.it

Come dici? Non conosci la serie originale degli anni 80??? VATTENE DAL MIO SPAZIO WEB!
Se invece la conosci e la ami (o almeno rispetti): puoi restare 🙂

Leggi il seguito di questo post »

Usura della batteria del computer portatile (laptop, notebook)

16 aprile 2008

Prima di tutto premetto che intendo parlare di batterie “Li-ion”, batterie agli ioni di Litio.

Purtroppo ci sono ancora in giro delle convinzioni errate riguardo le batterie in generale e quindi anche dei computer portatili.

Per far durare di più la batteria non è più necessario sottoporsi a pseudo_regole assurde tipo:

  • staccare la batteria dal computer quando questo è collegato alla rete elettrica
  • far scaricare la batteria completamente prima della ricarica
  • tenere le batterie al caldo ( 😮 )
  • effettuare fantomatiche Prime Ricariche da 24/48/60/10.000 ore
  • usare la batteria il meno possibile e a cicli completi.

TUTTO FALSO.

Le batterie al Litio, più in particolare quelle agli ioni di Litio, hanno una data di scadenza!
Che vengano utilizzate o meno: con il passare del tempo si rovinano comunque e -generalmente- dopo un tot di mesi in cui rimangono inutilizzate o troppo poco utilizzate.. si deteriorano.

Le nuove “regole” per il buon uso delle nostre care “celle” sono semplici tanto quanto inutili:

  • si possono caricare a metà, un terzo, un decimo, 9/10, quanto cacchio volete: sin dalla prima carica.
  • addirittura è meglio caricarle PRIMA che si scarichino completamente, preferibilmente entro il 20% di rimanenza di carica
  • più stanno al freddo e meglio è: mai lasciarle al calore, di ogni tipo.
    Quando scegliete un computer laptop -se volete che la batteria duri il più possibile- controllate anche che essa non sia collocata vicino alle prese d’aria o alle fonti di calore del computer.
    Se vi interessano le prestazioni della batteria: meglio comprare un computer grandicello e/o con la batteria il più lontano possibile dal processore/mb/chipset che un fantasmagorico “i-sarcasso” che alla fine vi permette di chattare per 32 secondi e poi si spegne miserrimamente.
  • ogni tanto una scarica completa è meglio farla: ma solo per resettare il circuito di controllo della carica interno alla batteria.
    Attenzione: per scaricarla completamente dovete impostare al minimo la soglia oltre la quale il vostro sistema operativo spegne o iberna automaticamente il sistema
  • Meglio NON staccare la batteria dal computer mentre è collegato alla rete elettrica, a meno che non si tratti di un modello “i-sarcasso“… tale per cui si surriscalda mentre è in uso anche nella parte dove risiede la batteria.
  • le batterie in questione sono controllate da un circuito interno e -spesso- uno esterno: quando sono collegate e in carica: una volta caricate al 100% si staccano automaticamente dal sistema di ricarica.
  • è vero che si può staccare mentre il computer è acceso e collegato alla rete elettrica, ma questo andrebbe fatto a computer spento o ibernato: smontando e rimontando la batteria si provocano vibrazioni che contribuiscono a distruggere l’hardisk!
    (esattamente come quando appoggiate il computer sul tavolo dove risiede anche il frullatore in funzione e/o in treno et similia … oppure quando digitate come dei dannati e battete invio come fosse una mazzata)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: